Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 276
Totale: 276
Chi è online:
 Visitatori:
01: coppermine
02: Home
03: Home
04: Home
05: Home
06: Forums
07: Home
08: coppermine
09: Home
10: coppermine
11: Home
12: coppermine
13: Home
14: News
15: coppermine
16: News
17: Home
18: Home
19: Statistics
20: Home
21: News
22: News
23: News
24: coppermine
25: Home
26: Home
27: Home
28: Home
29: coppermine
30: Home
31: Your Account
32: Home
33: coppermine
34: Home
35: News
36: Home
37: Home
38: Home
39: Home
40: News
41: Home
42: Home
43: coppermine
44: Home
45: coppermine
46: Search
47: News
48: Home
49: News
50: Home
51: coppermine
52: Home
53: coppermine
54: News
55: Home
56: coppermine
57: News
58: News
59: coppermine
60: Search
61: Home
62: Home
63: Forums
64: News
65: News
66: Home
67: Home
68: Search
69: Home
70: Home
71: Home
72: News
73: Home
74: Stories Archive
75: Home
76: coppermine
77: Home
78: coppermine
79: Home
80: Home
81: Home
82: Home
83: Home
84: coppermine
85: coppermine
86: coppermine
87: Search
88: Home
89: Home
90: Home
91: Home
92: Home
93: coppermine
94: News
95: Home
96: Home
97: Home
98: Home
99: Home
100: coppermine
101: Stories Archive
102: Home
103: Stories Archive
104: Home
105: Home
106: News
107: coppermine
108: Home
109: News
110: Home
111: Home
112: coppermine
113: Home
114: Forums
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Home
120: coppermine
121: Home
122: Home
123: Home
124: coppermine
125: Your Account
126: Home
127: Home
128: Stories Archive
129: Home
130: Home
131: Home
132: Home
133: News
134: News
135: Home
136: Home
137: Home
138: Forums
139: News
140: Home
141: Home
142: Home
143: Home
144: Home
145: Forums
146: coppermine
147: News
148: Home
149: Home
150: News
151: Forums
152: Home
153: Home
154: Search
155: Your Account
156: Home
157: News
158: Home
159: Home
160: Stories Archive
161: Forums
162: Stories Archive
163: Home
164: Stories Archive
165: Home
166: Home
167: coppermine
168: Search
169: Home
170: Home
171: Home
172: Home
173: Topics
174: Home
175: Home
176: Home
177: Home
178: Home
179: Home
180: News
181: Home
182: Forums
183: coppermine
184: coppermine
185: Home
186: Stories Archive
187: Home
188: Home
189: coppermine
190: News
191: Home
192: News
193: Home
194: News
195: Statistics
196: Forums
197: Home
198: coppermine
199: Home
200: Home
201: Forums
202: coppermine
203: coppermine
204: News
205: Home
206: Surveys
207: coppermine
208: Home
209: Home
210: Home
211: Home
212: News
213: Home
214: News
215: News
216: Forums
217: coppermine
218: coppermine
219: Your Account
220: Home
221: Stories Archive
222: Home
223: Home
224: Home
225: coppermine
226: Home
227: Home
228: News
229: Home
230: Home
231: Home
232: Home
233: coppermine
234: Forums
235: coppermine
236: Home
237: Home
238: Home
239: Home
240: Home
241: News
242: Home
243: coppermine
244: Home
245: News
246: Home
247: Your Account
248: News
249: Home
250: coppermine
251: Forums
252: Home
253: Statistics
254: Home
255: Search
256: News
257: News
258: Home
259: Search
260: News
261: News
262: coppermine
263: coppermine
264: Home
265: coppermine
266: News
267: Home
268: Home
269: News
270: Home
271: Home
272: coppermine
273: Home
274: Home
275: Home
276: Stories Archive

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9064
  · Viste: 1924419
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
I piccoli passi
Postato da Grazia01 il Lunedì, 27 ottobre @ 19:51:54 CET (662 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno






 


 Piccoli passi

Signore, insegnami l’arte dei piccoli passi.
Non ti chiedo né miracoli né visioni
ma solo la forza necessaria per questo giorno!
Rendimi attento e inventivo per scegliere
al momento giusto
le conoscenze ed esperienze
che mi toccano particolarmente.

Rendi più consapevoli le mie scelte
nell’uso del mio tempo

Donami di capire ciò che è essenziale
e ciò che è soltanto secondario.
Io ti chiedo la forza, l’autocontrollo e la misura:
che non mi lasci, semplicemente,
portare dalla vita
ma organizzi con sapienza
lo svolgimento della giornata.

Aiutami a far fronte,
il meglio possibile,
all’immediato
e a riconoscere l’ora presente
come la più importante.
Dammi di riconoscere
con lucidità
che le difficoltà e i fallimenti
che accompagnano la vita
sono occasione di crescita e maturazione.

Fa’ di me un uomo capace di raggiungere
coloro che hanno perso la speranza.
E dammi non quello che io desidero
ma solo ciò di cui ho davvero bisogno.

Antoine de Saint-Exupery

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Notte solitaria
Postato da Grazia01 il Domenica, 26 ottobre @ 18:25:24 CET (1379 letture)
Poesie e altro di Hesse II









Notte solitaria



O voi che siete i miei fratelli,
tristi creature vicine e lontane,
voi che sognate di raddolcire
la vostra pena in un giro di stelle,
voi che prostrati senza parole
offrite esili mani pazienti
allo stellato pallore notturno,
voi che soffrite, voi che vegliate,
misero gregge senza una meta,
battelli senza stella e senza sorte-
stranieri eppure a me così congiunti
voi ricambiatemi il saluto!

Hermann Hesse


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buonanotte
Postato da Letty il Domenica, 26 ottobre @ 17:39:58 CET (1117 letture)
Le poesie di Letty - II









Buonanotte


Mi vesto e mi rispoglio di questa pelle logora ogni sera
La appoggio in fondo al letto
quasi fosse un vestito
L'anima mi guarda ma resta zitta come sempre
È in questi momenti che meno trovo la forza di andare avanti
che prego di non risvegliarmi
È in questo momento che capisco quanto tu non ci sia
In quel letto in cui ti cerco senza trovarti mai
c'è un fantasma che dorme con me
A volte mi ama
A volte mi violenta il cuore
A volte si gira dall'altra parte
È il marito che ho scelto
e si chiama mancanza.

Letty


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Notte
Postato da Grazia01 il Giovedì, 23 ottobre @ 21:40:08 CEST (581 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





“È la notte la vera musica che sento: rane,
grilli, i suoni della natura.
La musica è il canto della terra.”

Bob Marley


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Madre
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 22 ottobre @ 14:52:41 CEST (1110 letture)
Le poesie e altro di Grazia VI








Madre

L'attesa gioiosa
i tuoi palpiti
sotto il mio cuore
e sei nato
stupendo capolavoro.
Amore e coccole
un mondo a parte
per te ero tutto
per me eri l'universo.
Anni passati veloci
mentre scoprivi il mondo
i primi amici
le prime conquiste
le prime delusioni
nel tuo sguardo limpido
leggevo tutto.
Sei cresciuto in fretta
tra la voglia e la paura
di essere grande.
I tuoi orizzonti
si sono allargati.
Finiti i momenti delle favole
le regole ti andavano strette
e le cambiavi a tua misura.
Che batticuore alla sera
quando tardavi,
immerso in quel mondo
pieno d'orchi e di abissi.
Ora hai una famiglia tua
mi hai donato i nipoti
che adoro.
Un ciclo si è chiuso
uno nuovo è incominciato.
Eppure ancora
quando sento un temporale
vorrei abbracciarti forte
e sussurrati:
"Va tutto bene amore,
io sono qui"

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il noce
Postato da Grazia01 il Sabato, 18 ottobre @ 20:14:27 CEST (672 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





Questo noce in mezzo al prato sotto casa, qui in campagna, da tanti anni, da' centinaia e centinaia di noci, quando pensi che siano finite, cammini nell'erba e ne senti e ne vedi ancora e ancora. E come un gigante buono che cerca di regalare il più possibile di se. Lo amo, come si può amare un albero? Eppure vi assicuro che quando lo guardo provo un senso di pace, quasi di sicurezza. Questo è il mio Noce, l'ho fotografato nel pomeriggio.

Gibran ha scritto "Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine."


Leggi Tutto... | 400 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Brera
Postato da Grazia01 il Giovedì, 16 ottobre @ 20:13:26 CEST (2150 letture)
Milano mia I





BRERA


È il cuore bohemien di Milano, il luogo dove l'ordine e l'efficienza tipiche della città meneghina maggiormente si sposano con l'estro artistico e la cultura dando vita a un'irripetibile armonia fatta di bellezze artichettoniche e storia paragonabile alla zona di Montmartre a Parigi. Il quartiere di Brera è una tappa irrinunciabile per chi vuole conoscere tutti i variegati aspetti dell'identità del capoluogo lombardo tra attrazioni da scoprire durante il giorno e una vita notturna molto vivace. Il quartiere di Brera si trova nella parte nord-ovest del centro di Milano, al centro di una sorta di quadrilatero dai confini irregolari e compreso tra via Pontaccio, via Fatebenefratelli, via dei Giardini, via Monte di Pietà, via dell'Orto e via Mercato.



Il suo nome deriva dal termine di origine germanica "braida", che serviva ad indicare un terreno incolto , e fa riferimento all'aspetto che la zona aveva nei tempi antichi. Ma la sua conformazione nei secoli si è trasformata, anche grazie all'influenza dei numerosi artsti che qui hanno gravitato a partire dal XIX secolo per la presenza di una famosa Accademia delle Belle Arti. Così oggi si presenta come un'affascinante dedalo che, a partire dal fulcro di via Brera si articola in vicoli acciottolati e strade più ampie costeggiate da un'alternanza di botteghe storiche, gallerie d'arte e negozi alla moda ai quali si affiancano numerosi locali (primo fra tutti lo storico bar Jamaica, grande ritrovo di intellettuali a partire dal secondo dopoguerra).




Una struttura che rende Brera, grazie anche al fatto di essere chiusa alla circolazione automobilistica, il luogo perfetto per una rilassanre passeggiata. Una possibilità da sfruttare sia di giorno, magari visitando anche il vivace mercatino di antiquariato e artigianato che qui si svolge ogni terza domenica del mese, sia quando scende la sera e le strade si popolano di musica e avventori che affollano i tavolini fin dall'ora dell'aperitivo, profumi di prelibate pietanze, artisti di strada e cartomanti pronti a svelare ai passanti il loro futuro.

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tristezza d'autunno
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 ottobre @ 12:53:50 CEST (567 letture)
Le poesie e altro di Grazia VI







Tristezza d'autunno


Piove e piove
Il cielo è grigio
L'aria umida
Foglie marcite
Coprono le strade
Tristezza e noia
Sonnolenza insana
L'azzurro un ricordo
E forse una speranza
...ritornerà.

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


E' SOLO UN LAMPO
Postato da rosarossa il Domenica, 12 ottobre @ 20:14:04 CEST (680 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX










E' SOLO UN LAMPO

Quando un raggio di sole illumina la vita
serpeggia fra anima e cuore a intermittenza,
non pensare mai di catturarlo è
un abbaglio d'illusione pura!
ti schernisce,
ti guarda sorridente ti saluta;
ti abbandona, poi si spegne.
Se non vuoi prendere un granchio!
cerca di capire ch'è
solamente un lampo...

Rosarossa


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I ricordi
Postato da Grazia01 il Domenica, 12 ottobre @ 19:59:39 CEST (587 letture)
Poesie di Ungaretti










I Ricordi

I ricordi, un inutile infinito,
ma soli e uniti contro il mare, intatto
in mezzo a rantoli infiniti..
Il mare,
voce d'una grandezza libera,
ma innocenza nemica nei ricordi,
rapido a cancellare le orme dolci
d'un pensiero fedele...
Il mare, le sue blandizie accidiose
quanto feroci e quanto,. quanto attese,
e alla loro agonia,
presente sempre, rinnovata sempre,
nel vigile pensiero l'agonia...
I ricordi,
il riversarsi vano
di sabbia che si muove
senza pesare sulla sabbia,
echi brevi protratti,
senza voce echi degli addii
a minuti che parvero felici...

Giuseppe Ungaretti

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Essere me
Postato da Grazia01 il Giovedì, 09 ottobre @ 19:51:33 CEST (394 letture)
Ricerche d'autore









Essere me

Non ho paura di essere me:
per questo muoio e rinasco
e della vita le fatiche ignoro
e della mente
le domande non sfuggo;
nè la pietra mi schiaccia
nè il cielo disperde.

Guido Pagliarino

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sogno
Postato da Grazia01 il Giovedì, 09 ottobre @ 19:47:51 CEST (587 letture)
Ricerche d'autore







Sogno


Sogno?
Sì, un sogno.
L'incontro di un'immagine
nella confusione d'idee,
nella realizzazione
di sospiri e di paure
, un oltracismo di pensieri
per dire che si è vivi
nel trafaglio della vita.

Filadelfio Cappone
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


autunno
Postato da Letty il Giovedì, 09 ottobre @ 19:34:29 CEST (546 letture)
Le poesie di Letty - II












Sarebbe bello un giorno scoprirmi spoglia,
come un albero che si rinnova...
vorrei che mi cadessero tutti quei malsani pensieri che ho accumulato dentro,
quel terrore con cui guardo quel che resta dei terremoti della mia anima...
che facesse sparire il male profondo in cui cado ancora, inciampando nei ricordi...
Spoglia, con l'autunno negli occhi e la speranza della primavera.
Ma so che ho qualcosa nel profondo, una parte infinitesimale che è sfiorita
e senza la mia anima non rigermoglierà

Letty

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Poesia di Lina Montessori
Postato da Grazia01 il Martedì, 07 ottobre @ 21:44:50 CEST (757 letture)
Ricerche d'autore









Lungo il fiume

Gridano nel folto
nere le folaghe inquiete,
tra voli brevi i loro stridi aguzzi
trapassano le canne della riva.
E' il fiume
una coda di volpe variegata,
un pelo fitto d'onde .
che s'inarca contro isole di sabbia,
grigie schiume.
Intorno i pioppi giovani
tendono mani allegre
nella danza,
in cielo un nastro d'ali buca l'aria,
precipita nel vuoto dell'azzurro.
Ciascuno in solitudine riaffida
. bastimenti di sogni
sopra l'acqua.

Lina Montessori


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Poesie di Nino Muccioli
Postato da Grazia01 il Martedì, 07 ottobre @ 20:52:04 CEST (593 letture)
Ricerche d'autore











Sogno d'estate

Su un cuscino di sole
poso il mio capo e sogno
le veglianze di luce che mi attendono
e le vene del tempo fluiscono
tumultuose nei giorni e nell'anima.
La mente è ripiena del vento
dei ritorni di tristi ricordi
e dei lieti nel cuore che immagina
la luce d'alfa e omega
e gli occhi assorti nella stella Vega.
Vivo per l'oltrità,
non vanirà l'immenso e presto un giorno
disparirà ogni mito e nel fulgore
affonderò il mio cuore.






Profumo d'alga

Profumo d'alga nel fresco mattino.
Un petalo di luna
galleggia sullo stagno
e il suo pallore annega piano piano
fra le ginocchia candide del sole.
Colgo stamane i biondi suoi capelli
e m'accarezzano il viso,
mentre sillabe d'ali su nel cielo
cantano il suo sorriso.
E cola miele e afrore
dalle labbra del sole,
che coi suoi doni di luce pennella
una vita novella.

Nino Muccioli

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Poesie di Paola Morelli
Postato da Grazia01 il Martedì, 07 ottobre @ 20:48:18 CEST (539 letture)
Ricerche d'autore










Fantasia

Lasciarmi portare nel grembo del vento
e farmi posare sull'erba fresca d'un'isola nuova
e lavarmi alla sua rugiada mattutina ...
e purificarmi alle lacrime d'una stella da poco scom-
[parsa
e lasciarmi ferire da un raggio di luce:
il primo
di un primo mattino di sole.






Augurio

Risvegliarsi
e stringere fra le mani un pugno di sabbia dorata
e aperto il palmo
veder scorrere perle di ricordi
prismi di luce
arcobaleni di colore.

Paola Morelli


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


LETTERA DI UN CANE AL SUO “PADRONE”
Postato da Grazia01 il Lunedì, 06 ottobre @ 19:32:32 CEST (604 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno










LETTERA DI UN CANE AL SUO “PADRONE”


La mia vita dura 10-15 anni al massimo.. Ogni volta che mi separo da te per me è una sofferenza.
Pensaci prima di adottarmi. Sii paziente con me, dammi il tempo di capire cosa vuoi che faccia:
la maggior parte delle persone capisce soltanto una lingua, mentre da me si pretende
che ne capisca due, quella canina e quella umana. Fidati di me, perché tu sei la mia unica ragione di vita.
Non restare arrabbiato con me a lungo: tu hai il tuo lavoro, i tuoi amici, i tuoi divertimenti,
ma io ho soltanto te. Parla con me: anche se io non capisco le tue parole mi piace ascoltarti
e riconoscerei la tua voce tra mille. Sappi che, comunque mi tratti, ti perdonerò sempre,
ma non potrò mai dimenticare, e quel che mi fai mi segnerà per sempre.
Prima di picchiarmi ricordati: io potrei difendermi, ma non sceglierò mai di morderti.
Prima di sgridarmi perché sono testardo, stanco o svogliato, chiediti se c’è qualcosa che non va…
forse il cibo che mi dai non mi fa bene, oppure sono rimasto per troppo tempo sotto il sole
o il mio cuore si sta indebolendo o sta invecchiando.
Per favore prenditi cura di me quando sarò vecchio, anche tu invecchierai
e avrai bisogno di qualcuno che si prenda cura di te e che non ti abbandoni.
Quando arriverà il giorno del mio ultimo viaggio, per favore, resta accanto a me.
Non dire che non puoi sopportare di vedermi morire,
non lasciare che io affronti quel terribile momento da solo.
Se sarai al mio fianco sarà più facile per me lasciarti,
perché saprò che mi vuoi bene e che stai facendo quello che è più giusto per me…

Dal Web

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Noi che eravamo bambini negli anni ‘50
Postato da Grazia01 il Lunedì, 06 ottobre @ 19:24:37 CEST (652 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno







Noi che eravamo bambini negli anni ‘50 … come abbiamo fatto a sopravvivere?

- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag…
- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.
- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con pitture a base di piombo.




- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.
- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco e le nostre ginocchia erano sempre sbucciate per le cadute
- Bevevamo l’acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell’acqua minerale e mangiavamo la frutta sugli alberi senza lavarla. Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni



- Ci costruivamo anche quasi tutti i giochi: spade, archi, frecce … Giocavamo sempre alla guerra ed ora siamo pacifisti.
- Uscivamo a giocare con l’unico obbligo di rientrare prima del tramonto sempre sporchi ed ammaccati.
- La scuola durava fino a mezzoggiorno, arrivavamo a casa per pranzo, facevamo i compiti (incredibile, da soli!), poi fuori!



- Ci tagliavamo, ci rompevamo un osso, perdevamo un dente , ma non c’era alcuna denuncia per questi incidenti. la colpa non era di nessuno se non di noi stessi.
- Mangiavamo biscotti, pane e burro, bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare (ma anche solo pane e non eravamo denutriti)
- Condividevamo una bibita in quattro… bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.




- Non avevamo playstation, nintendo 64, x box, videogiochi , televisione via cavo con 99 canali , videoregistratori, dolby surround, cellulari personali, computers, chatroom su internet … invece avevamo amici.
- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell’amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era li e uscivamo a giocare.
- Si! li fuori!, nel mondo crudele! senza un guardiano! come abbiamo fatto?.




- Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis, si formavano delle squadre per giocare una partita;
non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati non subivano alcuna delusione che si trasformava in trauma.



- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente ripeteva ed aveva una seconda opportunità.
- Avevamo libertà, fallimenti, successi, responsabilità ed imparavamo a gestirli.




La grande domanda è:come abbiamo fatto a sopravvivere? e, ad essere le persone che siamo ora ?
appartieni a questa generazione? se la risposta è si, allora raccontalo a gente più giovane perché sappiano come eravamo prima………… sicuramente diranno che eravamo dei noiosi, però siamo stati molto felici!!!!!!!!! -




Dal Web


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La vita è breve
Postato da Grazia01 il Domenica, 05 ottobre @ 19:41:37 CEST (558 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








La vita è breve


La vita è breve,
cambia le regole,
perdona velocemente,
bacia lentamente,
ama veramente,
ridi incontrollabilmente
e non rimpiangere mai
ciò che ti fa sorridere.




Buona settimana

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il perdono
Postato da rosarossa il Domenica, 05 ottobre @ 18:26:48 CEST (630 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX










IL PERDONO

Il perdono è fratello gemello dell’amore
in senso lato, che da che mondo esiste
ha sempre perdonato.
Quando qualcuno in malafede ferisce e
sa di aver sbagliato!
Si agita, fluttua nell'anima il male
che ha arrecato e
non trova pace;
solo quando
riesce ad abbracciare il
cuore che ha ferito,
si calma e torna a essere sereno,
perché il generoso cuor l’ha perdonato.


Rosarossa

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buona notte fratello
Postato da Grazia01 il Sabato, 04 ottobre @ 18:31:29 CEST (608 letture)
Ricerche d'autore












Buona notte, fratello



Pizzi di bianco nel cielo
pulito presso le stelle;
il sole già si quieta
in riflessi che scendono a valle.
Nel tenue verde pigolano
sparuti passeri prima del sonno
che calma la fame e la paura.
Ora è pace,
e il cuore l'avverte
fisso ad un cielo d'incanto,
e sente lontano un suono
nell' aria fatta leggera.
- Buona notte, fratello, -
trilla l'ultima campana
d'una sperduta pieve,
- .. buona notte! .. -


E la mente già riposa
e sogna
l'alba di un giorno nuovo.



Mario Milani

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I piaceri dell'amore
Postato da Grazia01 il Venerdì, 03 ottobre @ 19:19:18 CEST (678 letture)
Le poesie e i pensieri di r.chesini II











I piaceri dell'amore



I piaceri dell’amore

durano un solo istante

le sofferenze dell’amore

durano tutta la vita.

Quante sofferenze

per avere un solo istante.

Allora ho cambiato

l’orologio del tempo

per fermarlo solo sui

piaceri dell’amore

ed è per questo che penso

solo a te

e resisto in nome dell’amore

che riempie il mio cuore.


r.chesini


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Sogni inaspettati
Postato da Grazia01 il Venerdì, 03 ottobre @ 18:46:21 CEST (579 letture)
Le poesie e altro di Grazia VI












Sogni inaspettati

Dietro un cancello arrugginito
ho lasciato grandi sogni
ma se ti guardo negli occhi
ne nascono di nuovi.
Cambiano le nostre stagioni
ma anche questa
può essere inaspettatamente bella.

Grazia

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Notte d'inverno
Postato da Grazia01 il Giovedì, 02 ottobre @ 18:46:15 CEST (703 letture)
Ricerche d'autore








Notte d'inverno

Lacrime di giovani occhi presto si asciugano
Lacrime che cadono tardi non si asciugano più.
Molte parole si dicono ai giovani per confortarli.
Nessuno sa cosa al vecchio dire che lo consoli.
Così restiamo seduti a fronte io e te.
Anche nel buio vedo luccicare i tuoi occhi.
Muti ascoltiamo il vento d'inverno la fuori.
Tutto il dolore meglio affidarlo al vento.

Yuan Chen


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ma resta ancora la speranza
Postato da Grazia01 il Martedì, 30 settembre @ 19:16:13 CEST (523 letture)
Ricerche d'autore








Ma resta ancora la speranza

Torna spesso il ricordo
di una gioia lontana
che uomini e tempo
lentamente
hanno assassinato.
L'ansia di questa vita tormentata
m'ha solcato volto e cuore
ma resta ancora la speranza.

Mario Bezzini


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Nel Duomo di Milano
Postato da Grazia01 il Martedì, 30 settembre @ 19:03:27 CEST (1082 letture)
Milano mia I








Nel Duomo di Milano


Solenni
verticali preghiere
di pietra
in un cielo di penombra:
isola dello spirito
nel frastuono del mondo.
La fede qui non è ansia
e tormento
ma un cantico.
Vive
anche se l 'hai perduta.

Carlo Beghi

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


AUTUNNO DI GRIGIO VESTITO
Postato da rosarossa il Lunedì, 29 settembre @ 18:47:27 CEST (567 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX








AUTUNNO DI GRIGIO VESTITO

Autunno che arrivi con passo leggero
dell’estate fermi il chiassoso clamore,
entri serioso di grigio vestito
il viso scuro lo sguardo accigliato.
A tutti mostri orgoglio e vigore.
Scuoti gli alberi, le foglie agonizzanti
Fai cadere!
Li deponi al suolo ove marcire e
Inesorabilmente poi, morire.
Agonizzante, guardano i rami denudati
languenti,
vorrebbero come un tempo in alto risalire
e verdi, fresche adagiarsi sopra e
con grande amore ricoprire!

Rosarossa


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Emozioni
Postato da Grazia01 il Lunedì, 29 settembre @ 18:43:32 CEST (507 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
]









Nella nostra società le emozioni in generale vengono scoraggiate.
Benché senza dubbio il pensiero creativo, come ogni altra attività creativa,
sia inseparabilmente legato alle emozioni, è diventato un ideale pensare
e vivere senza emozioni. Essere emotivo è diventato sinonimo di instabile e squilibrato.

ERICH FROMM

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Romeo e Giulietta
Postato da Grazia01 il Lunedì, 29 settembre @ 18:41:00 CEST (595 letture)
Poesie e opere di Shakespeare









Romeo e Giulietta

Silenzio! Quale luce irrompe da quella finestra lassù?
È l'oriente, e Giulietta è il sole.
Sorgi, vivido sole, e uccidi l'invidiosa luna,
malata già e pallida di pena
perché tu, sua ancella, di tanto la superi in bellezza.
Non essere la sua ancella, poiché la luna è invidiosa.
Il suo manto di vestale è già di un verde smorto,
e soltanto i pazzi lo indossano. Gettalo via.
È la mia donna; oh, è il mio amore!
se soltanto sapesse di esserlo.
Parla, pure non dice nulla. Come accade?
Parlano i suoi occhi; le risponderò.
No, sono troppo audace; non parla a me;
ma due stelle tra le più lucenti del cielo,
dovendo assentarsi, implorano i suoi occhi
di scintillare nelle loro sfere fino a che non ritornino.
E se davvero i suoi occhi fossero in cielo, e le stelle nel suo viso?
Lo splendore del suo volto svilirebbe allora le stelle
come fa di una torcia la luce del giorno; i suoi occhi in cielo
fluirebbero per l'aereo spazio così luminosi
che gli uccelli canterebbero, credendo finita la notte.
Guarda come posa la guancia sulla mano!
Oh, fossi un guanto su quella mano
e potessi sfiorarle la guancia!

William Shakespeare 


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il figlio del mare
Postato da Grazia01 il Lunedì, 29 settembre @ 18:36:53 CEST (559 letture)
Poesie preferite








Il figlio del mare

Io che fui tuo figlio,
nei tuoi profondi ed oscuri abissi concepito
dai tuoi eterni flussi e riflussi nato.
Culla primordiale di vita tu fosti
moto perpetuo del mondo,
sua linfa, suo sangue.
Per madre ebbi l'infinito turchino del cielo
Che con te ancora si sposa, in rinnovato amore,
là dove lo sguardo si perde e si confonde
in sognante incanto.
Di fronte a te, o padre, ora mi ergo,
dopo anni d'assenza
ed in rispettoso silenzio contemplo
la tua maestosa e eterna bellezza
che ancora una volta mi ricorda
quanto vana sia la mia fugace
ed incerta esistenza

Xavier Wheel


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Nell’uovo [ 0 commenti - 6 letture ]
 A tutte le donne [ 0 commenti - 7 letture ]
 "Fazzoletti Rossi" di Maria Facci [ 1 commenti - 28 letture ]
 Milano [ 0 commenti - 16 letture ]
 A volte [ 0 commenti - 12 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 21
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy