Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 209
Totale: 209
Chi è online:
 Visitatori:
01: Stories Archive
02: Search
03: Search
04: Home
05: News
06: Home
07: Home
08: Home
09: Home
10: Home
11: coppermine
12: Search
13: News
14: Home
15: Home
16: Home
17: News
18: Home
19: News
20: News
21: Home
22: Stories Archive
23: Stories Archive
24: Your Account
25: Home
26: Home
27: Forums
28: News
29: Home
30: Home
31: Home
32: Home
33: Home
34: coppermine
35: coppermine
36: Stories Archive
37: Home
38: Home
39: Home
40: News
41: coppermine
42: Stories Archive
43: Home
44: Home
45: coppermine
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: News
51: Home
52: Search
53: coppermine
54: Home
55: coppermine
56: Home
57: coppermine
58: Home
59: Home
60: Home
61: Home
62: coppermine
63: News
64: coppermine
65: Home
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: News
72: Stories Archive
73: Forums
74: Home
75: Stories Archive
76: Home
77: News
78: News
79: Home
80: Home
81: coppermine
82: Home
83: Home
84: Home
85: Home
86: Home
87: Home
88: Home
89: coppermine
90: Home
91: Home
92: Forums
93: coppermine
94: Home
95: News
96: coppermine
97: Home
98: Home
99: Home
100: Home
101: Stories Archive
102: News
103: Home
104: Home
105: Home
106: coppermine
107: Home
108: Home
109: Statistics
110: Home
111: Home
112: News
113: Home
114: Home
115: Home
116: News
117: Stories Archive
118: Home
119: Home
120: Surveys
121: News
122: Home
123: Home
124: Home
125: Home
126: Home
127: Home
128: News
129: coppermine
130: Stories Archive
131: News
132: Home
133: Home
134: Home
135: Home
136: Home
137: Home
138: Home
139: coppermine
140: Home
141: Home
142: coppermine
143: Home
144: Home
145: Statistics
146: Home
147: Home
148: coppermine
149: Home
150: News
151: News
152: Home
153: Forums
154: Home
155: Stories Archive
156: Stories Archive
157: Home
158: Home
159: Home
160: Search
161: Home
162: News
163: coppermine
164: Stories Archive
165: Home
166: Home
167: Home
168: Home
169: Home
170: Home
171: Stories Archive
172: Home
173: Home
174: Home
175: Home
176: coppermine
177: Home
178: Your Account
179: Home
180: Home
181: Home
182: Stories Archive
183: Home
184: Home
185: Search
186: Home
187: coppermine
188: Home
189: Stories Archive
190: Home
191: coppermine
192: Home
193: Home
194: Home
195: News
196: coppermine
197: Home
198: Stories Archive
199: Home
200: Home
201: Search
202: Stories Archive
203: Home
204: Home
205: Home
206: coppermine
207: Home
208: Home
209: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9053
  · Viste: 1924124
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Siamo abituati...
Postato da Grazia01 il Domenica, 09 febbraio @ 00:13:40 CET (664 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








Siamo abituati a vedere solo un lato della luna ed è così anche nella vita,
ne vediamo solo un pezzo e lo confondiamo con l'intero.





Buonanotte e buona domenica a chi passa di qui.

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Non è quello che accade...
Postato da Grazia01 il Domenica, 09 febbraio @ 00:10:58 CET (649 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








Non è quello che accade a essere importante ma quello che sarai in grado di fare dopo
e quanto questo ti sarà utile per diventare grande, perché ogni tua più solida sicurezza
ha trovato sempre inizio da un dolore, una mancanza o un brutale errore.


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Prega e sogna
Postato da rosarossa il Sabato, 08 febbraio @ 09:51:35 CET (909 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VIII








PREGA E SOGNA

In un mondo che va alla deriva
si perde anche la voglia di sognare
eppur si deve;
senza perdere di vista la realtà
nell'indigenza di una crisi senza eguale.
Anche in assoluta povertà devi sognare.
Sogna amico mio nella preghiera,
la fede illumina e fa gioir la vita se
la coscienza è tersa e l'anima è sincera.
Eleva a Dio il tuo spirito.
Non perdere mai il senno; accetta
l'aiuto che il Padre ti offre
toglierà dal tuo percorso qualche spina.
sii felice prendi la sua protesa mano e
con fiducia assieme a Lui cammina.

Rosarossa


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Non disperare
Postato da rosarossa il Giovedì, 06 febbraio @ 18:18:12 CET (847 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VIII












NON DISPERARE

Anche una vita angustiata, triste e dolorosa,
se affrontata con paziente calma
potrà cogliere sempre la sua
bella rosa!

Rosarossa

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Losco pensiero
Postato da rosarossa il Giovedì, 06 febbraio @ 18:16:30 CET (787 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VIII









LOSCO PENSIERO

Chi suppone che qualcuno possa odiarlo,
in cuor suo probabilmente è già
convinto di meritarlo

Rosarossa

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Dolly
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 febbraio @ 23:22:36 CET (586 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





DOLLY

Quando la vidi la prima volta pensai fosse troppo giovane, troppo esuberante.
Era silenziosa ma i suoi occhi dolcissimi parlavano per lei.
Gli altri abbaiavano o saltavano sbattendo contro le sbarre,
lei muoveva appena la coda e "sorrideva".
Appena la gabbia è stata aperta ci ha travolti in un abbraccio
che ci ha letteralmente conquistati.
E' stata lei a sceglierci, non noi.
Avevamo la presunzione di salvarla dalla sua condizione di prigioniera,
di dare conforto e protezione a una creatura indifesa e abbandonata,
in realtà è stata per noi un grande dono.
Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'assenza dondola nell'aria
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 febbraio @ 22:07:16 CET (632 letture)
Poesie di Hikmet





L'assenza dondola nell'aria

L'assenza dondola nell'aria.
Come un batacchio di ferro
martella il mio viso, martella
e ne sono stordito.

Corro via,
l'assenza m'insegue.
Non posso sfuggirle,
le gambe si piegano.
Cado.

L'assenza
non è tempo né strada,
l'assenza è un ponte
più sottile di un capello
più affilato di una spada.

Più sottile di un capello
più affilato di una spada
l'assenza è un ponte fra noi
anche quando di fronte
l'uno all'altra, le nostre
ginocchia si toccano.


Nazim Hikmet
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Avessi saputo che era un sogno - Ono no Komachi
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 febbraio @ 22:05:11 CET (786 letture)
Poesia al femminile II





Avessi saputo che era un sogno

Ero assorta in pensieri d'amore
quando chiusi gli occhi?
Lui comparve.
Avessi saputo ch'era un sogno
non mi sarei svegliata.
Forse perché mi addormento
pensando a lui,
mi è apparso in sogno?
Avessi saputo ch’era un sogno,
mai mi sarei svegliata.

Ono no Komachi


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Le strade della nostra vita
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 febbraio @ 21:56:38 CET (636 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno







Lungo le strade della nostra vita ci sono luoghi che nessuno vede e momenti che nessuno vive oltre noi, ma ci sono anche spazi e tempi di tutti anche se non ci abbiamo mai messo piede. Lungo le strade ci sono i ricordi nostri e la memoria di tutti. Spesso si tratta di grandi piazze, ma alle volte anche vicoli stretti e bui… Così, la piazza più piazza di tutte è Piazza Fontana, la via Via Fani, l’Autostrada la A29… svincolo per Capaci. Piazza Fontana fu tutt’uno col risvegliarsi cercando qualcuno di più grande vicino che ci potesse proteggere e non riuscire a prendere sonno, via Fani fu lo sguardo interdetto di chi chiede a che serve? a chi serve? Capaci ci fece aprire la bocca per urlare basta! ma poi Via D’Amelio strozzò l’urlo e ci richiuse nell’autismo dell’impotenza. E poi Piazza della Loggia, la stazione di Bologna, neanche la strada ferrata si salva. Le piazze della libertà, della repressione e della riscossa del mondo… Piazza Tienanmen, Piazza San Venceslao, Plaza de Mayo. La Porta di Brandeburgo. Sono piazze di tutti anche se non ci siamo mai stati. Le strade e luoghi della cronaca nera e di altre miserie umane. Il Tempio della Pace – dietro Piazza Navona – l’angolo buio dove dettero fuoco ad Ahmed. Lo spiazzo in aperta campagna a Vermicino. Via Poma.
Ma non tutte le memorie sono così brutte.
Ci sono le strade che abbiamo letto… via Merulana, Quai des Orfèvres, Rue Morgue. La via Paal. Le vite di strada dei libri di Pasolini. Le strade dell’arte… 5th Avenue, Via Margutta, Carnaby Street. Le strade e le piazze che ci fanno vedere ogni volta a capodanno, ma che sono belle anche a vederle dal vero… Time Square, Trafalgar Square, Champs Elisées.

Guatan Tavara

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Guatan Tavara
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 febbraio @ 21:53:40 CET (1297 letture)
Ricerche d'autore









DOVE NASCE IL GIORNO

Il giorno non nasce in tutte le parti del mondo,
ma solo in segreto,
là dove nessuno lo vede.
Da niente diventa increspatura di vita,
da buio diventa cammino,
da notte diventa orizzonte
Il giorno non ha fretta di diventare colore
ma si tinge lentamente
salendo dal cuore del mondo
scalda pian piano il manto del mondo
come il respiro che esce dal freddo letargo infinito dell’insensibilità
seziona il nero come a cercare nella notte dell’anima
quell’unica luce della fratellanza
e solo alla fine si lascia trovare.

Guatan Tavara

]


PER ESSERE ALBERO

Per essere albero
devi imparare, almeno una volta,
a essere ombra.
Per essere albero
devi avere la vita che ti scorre dentro,
confonderti tra i colori di mondi che vivono altrove,
Per essere albero
devi saper essere foglia e radice
sfidare il vento, nasconderti dentro la terra.
Saper crescere attorno ai cerchi concentrici della memoria,
come il segno di tempi che si rincorrono lungo la vita.
Per essere albero,
per essere davvero albero,
devi saperti protendere al cielo,
saper parlare da solo alla luna,
saperti guardare nel riflesso di un fiordo,
seguire lo scorrere della vita a fianco del fiume.
Come una sequenza ininterrotta di storie da raccontare


Guatan Tavara




Guatan Tavara è la strada che porta altrove. Nasce alla fine del tempo e muore dove il tempo inizia.
E’ la strada che va in nessun luogo e in tutti i luoghi del mondo.
Può essere ovunque e essere stata per sempre.
Lungo Guatan Tavara incontri personaggi mai esistiti e te stesso.
Attraversa città inventate e inevitabili, impossibili e radicate nel tempo.





Le strade di Milano

Le strade di Milano luccicano insidiose,
tra binari che si inseguono sempre e non si incontrano mai,
come amori sventati per un soffio.

Guatan Tavara

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La nostra casa
Postato da Grazia01 il Sabato, 01 febbraio @ 23:53:55 CET (661 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno






La nostra casa è il fulcro della nostra vita, il nostro rifugio, il luogo dove vivono le nostre emozioni più vere, i nostri ricordi. Penso con grande tristezza a tutti coloro che in questi giorni hanno dovuto lasciarla, abbandonando tutte le loro cose in mezzo a tutto quel fango. Mi auguro che il piccolo febbraio che è appena iniziato sia un po' più clemente e che finiscano tutti questi disastri, molti dei quali potevano essere evitati. Sarebbe bastata un po' più di serietà nell'intervenire per risanare e mettere in sicurezza quelle zone, oltretutto avrebbe dato anche quel lavoro che manca.

Auguro una buona domenica a tutti
e in special modo a loro.

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ragione e passione
Postato da Grazia01 il Giovedì, 30 gennaio @ 21:46:25 CET (721 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno










Ragione e passione sono timone e vela
della nostra anima vagante.

Kahlil Gibran

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La morte non è niente
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 29 gennaio @ 09:53:25 CET (827 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








La morte non è niente. Sono solamente passato dall'altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

Henry Scott Holland

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un bambino...
Postato da Grazia01 il Lunedì, 27 gennaio @ 20:40:17 CET (789 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno









Un bambino può insegnare sempre tre cose a un adulto:
a essere contento senza un motivo,
a essere sempre occupato con qualche cosa
e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera.

Paulo Coelho

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il 25 gennaio 1882 nacque Virginia Woolf
Postato da Grazia01 il Sabato, 25 gennaio @ 09:11:59 CET (823 letture)
Ricerche d'autore


Il 25 gennaio 1882 nacque Virginia Woolf,
scrittrice, saggista e attivista britannica († 1941)







Lunedì o martedì

Pigro e indifferente, scuotendosi agevolmente lo spazio dalle ali, conoscendo la via, l'airone passa sopra la chiesa, sotto il cielo. Bianco e remoto, assorto in se stesso, senza fine copre e scopre il cielo, si muove e s'arresta. Un lago? Cancellane le sponde! Una montagna? Oh, perfetto... l'oro del sole sulle sue pendici. Vi si tuffa dentro. Felci poi, o bianche piume, per sempre, sempre...
Anelando alla verità, aspettandola, laboriosamente distillando qualche parola, anelando per sempre... (un grido si leva a sinistra, un altro a destra. Ruote seguono vie divergenti. Omnibus si ammassano in conflitto)... anelando per sempre... (con dodici distinti rintocchi l'orologio assevera che è mezzogiorno; la luce fa spiovere scaglie d'oro; sciamano i bambini)... perennemente anelando alla verità. Rossa è la cupola, monete pendono dagli alberi, fili di fumo si levano dai camini; latrato, grido, richiamo "Pentole, pentole!"... e la verità?
Convergenti verso uno stesso punto piedi machili e piedi femminili, neri o incrostati d'oro... (Questo tempo nebbioso... Zucchero? no, grazie... Il commonwealth del futuro)... la luce del fuoco guizza e arrossa la stanza, tranne le nere figure dagli occhi lucenti, mentre fuori un furgone scarica, Miss Vattelapesca prende il tè seduta al suo scrittoio, e lastre di vetro proteggono pellicce...
Ostentati, leggeri come foglie, sospinti negli angoli, soffiati nelle ruote, spruzzati d'argento, a casa o non a casa, radunati, dispersi, divisi in ordini separati, trascinati su, giù, lacerati, affondati, aggregati... e la verità?
E adesso ricordare accanto al fuoco sul bianco quadrato di marmo. Levandosi da eburnei abissi le parole perdono la propria tenebrosità, fioriscono e penetrano. Caduto il libro; nella fiamma, nel fumo, nelle fugaci scintille... o in viaggio adesso, il quadrato di marmo sospeso e, sotto, minareti e i mari indiani, mentre lo spazio corre via turchino e le stelle sfavillano... la verità? o adesso, paghi di esservi vicini?
Pigro e indifferente torna l'airone; il cielo vela le sue stelle, poi le mette a nudo.

Virginia Woolf


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La memoria
Postato da Grazia01 il Venerdì, 24 gennaio @ 09:31:24 CET (869 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno




La memoria serve a proteggerci dal pericolo, a insegnarci a vivere con gli altri, a trovare nutrimento,
a crescere, a trasmettere alla generazione successiva tutto ciò che abbiamo appreso.
E tuttavia non è la materia principale della vita.
Paulo Coelho

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Quando la tempesta sarà finita
Postato da Grazia01 il Venerdì, 24 gennaio @ 09:29:55 CET (632 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno






Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c’è dubbio.
Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato.

Kafka

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Avete notato
Postato da Grazia01 il Venerdì, 24 gennaio @ 09:28:47 CET (704 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno









Avete notato come le giornate, piano, piano si allunghino?
Ogni anno la primavera torna, per quanto l’inverno sia stato lungo e rigido.
C’è una perfezione nel mondo, assoluta, così come c’è dentro di noi.

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sto bene. È solo la fine mondo
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 22 gennaio @ 10:38:34 CET (707 letture)
Recensioni V



E' la storia, in parte autobiografica, di una famiglia che si lascia fagocitare dai Testimoni di Geova. Ogni componente, bambini compresi devono osservarne le severe regole, fino al punto di non poter parlare e naturalmente non poter frequentare, al di fuori della scuola, i cosiddetti "infedeli". (Questo particolare mi ha ricordato certe religioni islamiche estremiste.) In attesa della fine del mondo che sta per arrivare, non vivono un'esistenza libera. Il "narratore" che all'inizio è un ragazzino di pochi anni, racconta le sue perplessità e paure, il suo sentirsi diverso, intrappolato in una situazione da cui non trova mai il coraggio di ribellarsi. Mi è piaciuto: è un documento importante a mio parere, che racconta l'esperienza di chi entra in queste sette e ne viene coinvolto sempre di più senza rendersene conto.




Sto bene. È solo la fine mondo
Di Ignazio Tarantino


Anobii


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Una passione tranquilla
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 22 gennaio @ 10:36:27 CET (790 letture)
Recensioni V




La vicenda si svolge ai giorni nostri anche se sembra ambientata nel secolo scorso. E' la storia di un anziano inglese, maggiore dell'esercito in pensione, molto legato al suo paese e alle sue tradizioni, che si innamora di una donna, gestore di un emporio, d'origine pachistana. Diventa il suo paladino e la difende dalle angherie dei suoi amici snob. I salotti con i rituali del tè e camini accesi, sembrano usciti da un quadro dell'800. I vari personaggi (troppi) sono i classici delle campagne inglesi ai tempi di Dickens. Si legge volentieri per la scrittura scorrevole ma la storia fa acqua da tutte le parti.



Una passione tranquilla
Di Helen Simonson

Anobii

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Carola
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 22 gennaio @ 10:33:18 CET (728 letture)
Recensioni V


La storia di Carola comincia in una bella estate del 1905, lungo lo specchio d'acqua ordinato del Naviglio, in un paese che si chiama Robecco. Sedici anni, una vita modesta ma felice, cullata nella pienezza degli affetti famigliari, scandita dalla laboriosa continuità del lavoro quotidiano: cucire e ricamare, con quelle mani d'oro, lavare i panni nel canale, prendersi cura dell'amatissima sorellina. Un'esistenza, quella di Carola, che sembra già tutta iscritta nel libro del destino. Eppure quel giorno d'estate del 1905, il libro si interrompe all'improvviso. Un tragico incidente, il tradimento dell'acqua che pareva amica, sconvolge Carola al punto da farla scappare lontano. A interrompere la sua fuga è il canto stralunato di un bambino tutto occhi neri e nervi che la conduce al suo nuovo mondo: il carro degli scavalcamontagne, gli attori girovaghi che fanno teatro per il popolo. Carola si aggrappa a quella famiglia di vagabondi geniali, all'intesa che la lega al bambino Leo, diventa parte della compagnia e comincia a girare con loro per l'Italia. Qui comincia per lei una nuova vita. Sembra una romanzetto rosa, ma non lo è. Barbara Garlaschelli non mi ha deluso nemmeno questa volta, mi ha portato nell'atmosfera dei dintorni di una Milano d'inizio '800, con i suoi canali, e mi ha fatto conoscere la magia della vita intensa e a tratti violenta degli attori girovaghi, disposti a lavorare per un tozzo di pane, pur di portare in scena la loro arte. Bello. lo consiglio.





Carola
Di Barbara Garlaschelli

Anobii

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


E l'eco rispose
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 22 gennaio @ 10:30:20 CET (723 letture)
Recensioni V


Un amore profondo lega un bambino alla sorellina rimasta orfana nascendo, a lei ha dedicato tutti i giorni della sua infanzia, curandola come avrebbe fatto una madre. Un giorno il padre al culmine della miseria, vende la bambina, e il ragazzo vivrà il resto della sua vita con questo dolore nel cuore, sempre vivido come un marchio di fuoco. Rivedrà la sorella solo dopo moltissimi anni, quando sarà così vecchio e malato da non capire che quella signora dai capelli bianchi che tenta di entrare nel suo ricordo, è la sua piccola amata.
Nella storia s’intersecano molti personaggi (forse troppi) ognuno con le sue passioni , le sue ferite e un modo diverso d’amare. Un romanzo emozionante e intenso come i precedenti di Hosseini, eppure secondo il mio parere, non il migliore.






E l'eco rispose
Di Khaled Hosseini


Anobii
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Non hai sentito
Postato da Grazia01 il Martedì, 21 gennaio @ 22:20:38 CET (905 letture)
Poesia al femminile II








Non hai sentito


E tu non hai sentito i miei occhi cercarti
laghi, pozze d'acqua che ti hanno visto come si vedono ombre cinesi
e tu non hai sentito il mio tocco
il mio farti l'amore ogni sera instancabilmente
anche quando eri lontano e assente nei tuoi egoismi
io ero come polvere posata su di te, nelle tue fessure
e mi sono dannata nelle tue rive sai
ti ho attraversato come un fiume
so dei tuoi dossi, delle tue deviazioni, delle tue acque fredde
ho nuotato in te come in un abisso di pesci disegnati da un bimbo felice
io ero innocente
io ti amavo
alla follia.


Tatiana Andena


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Se tracci col gesso una riga sul pavimento
Postato da Grazia01 il Domenica, 19 gennaio @ 16:32:44 CET (927 letture)
Poesie e altro di Hesse II










Se tracci col gesso una riga sul pavimento,
è altrettanto difficile camminarci sopra
che avanzare sulla più sottile delle funi.
Eppure chiunque ci riesce tranquillamente perché non è pericoloso.
Se fai finta che la fune non è altro che un disegno fatto col gesso
e l'aria intorno è il pavimento,
riesci a procedere sicuro su tutte le funi.
Ciò che conta è tutto dentro di noi;
fuori nessuno può aiutarci.
Non essere in guerra con te stesso:
così... tutto diventa possibile,
non solo camminare su una fune, ma anche volare.

Hermann Hesse

Buona domenica

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sto scrivendo da un tempo diverso
Postato da Grazia01 il Giovedì, 16 gennaio @ 23:23:37 CET (765 letture)
Ricerche d'autore









Sto scrivendo da un tempo diverso,
dove tutte queste cose non sono più importanti.
Ho sempre ferma in testa un’immagine di me
da bambino, e i suoi occhi sono buoni.
Vorrei che fosse l’unica immagine del libro,
ma è soltanto una mia proiezione, qualcosa che si è perso.
Scriverlo non significa salvarlo
ma tornare ad avere i suoi occhi per un attimo;
ripercorrere i movimenti della sua natura,
starlo a sentire, perdonare il suo futuro.

Simone Burratti


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Attraverserò...
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 15 gennaio @ 10:10:02 CET (708 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno









Ed io attraverserò tutti i tempi e le piazze
ed io guarderò ogni nube e fiocco di neve
e sarò capace di bere una goccia di pioggia
e di tutto mi stupirò fino all'ultimo respiro.

Tatiana Andena

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sogni
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 15 gennaio @ 00:19:50 CET (812 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








Non permettere a nessuno di distruggere i tuoi sogni,
spesso si riesce ad andare avanti, grazie ad essi!

Cinzia Nateri

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tante cose
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 gennaio @ 23:53:43 CET (696 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno







Si possono insegnare tante cose,
ma le cose più importanti,
le cose che importano di più,
non si possono insegnare,
si possono solo incontrare.

Oscar Wilde


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Noi Alberi
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 gennaio @ 23:43:25 CET (757 letture)
Ricerche d'autore












Noi Alberi

Noi alberi viviamo di piogge
di rugiade eterne e delle brume
dei fiumi e degli oceani
di mattutini vapori
e delicate nebbie
Durante il giorno il calore
dei raggi del sole
dilata i nostri corpi sublunari
che assorbono cosi, nel profondo,
la soavissima rugiada notturna.

Márcia Theòphilo




commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


E' dal cuore...
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 gennaio @ 23:36:38 CET (718 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno







È dal cuore che iniziano sempre i miei pensieri e le mie azioni.
La testa poi tenta di mettere ordine creando,
a volte, più confusione che razionalità.
Prima di fare qualcosa ascolto il mio cuore.

Aldo Bordoni



commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Rotonda terra [ 0 commenti - 7 letture ]
 Verso Luino [ 0 commenti - 8 letture ]
 E per sopravvivere [ 1 commenti - 25 letture ]
 A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI [ 0 commenti - 88 letture ]
 Spiegami la fioritura [ 0 commenti - 19 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy