Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 205
Totale: 205
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: News
05: coppermine
06: Home
07: Home
08: Home
09: Forums
10: Forums
11: News
12: Search
13: Home
14: Home
15: News
16: Home
17: News
18: coppermine
19: Home
20: Home
21: Home
22: News
23: News
24: Home
25: Home
26: News
27: coppermine
28: coppermine
29: Stories Archive
30: Home
31: News
32: Home
33: Stories Archive
34: Home
35: Home
36: Home
37: Home
38: coppermine
39: Forums
40: News
41: News
42: coppermine
43: Stories Archive
44: Surveys
45: Home
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: News
51: Home
52: Stories Archive
53: Home
54: Home
55: Home
56: Home
57: Home
58: Home
59: Home
60: Stories Archive
61: Home
62: Home
63: coppermine
64: News
65: Home
66: News
67: News
68: Home
69: coppermine
70: Home
71: Home
72: Surveys
73: Your Account
74: Home
75: News
76: Home
77: coppermine
78: Home
79: Home
80: coppermine
81: Home
82: Home
83: Home
84: Home
85: Home
86: Home
87: News
88: Home
89: Your Account
90: Home
91: Home
92: Home
93: Home
94: Home
95: Home
96: News
97: Home
98: Stories Archive
99: Home
100: Home
101: Home
102: News
103: Home
104: Home
105: News
106: Home
107: Search
108: Stories Archive
109: Home
110: Home
111: News
112: Home
113: Home
114: Home
115: News
116: Home
117: News
118: Home
119: Home
120: Home
121: Search
122: News
123: Home
124: Forums
125: Home
126: Home
127: Home
128: Home
129: Home
130: Home
131: coppermine
132: Home
133: Home
134: Home
135: coppermine
136: Home
137: Home
138: News
139: Home
140: Home
141: Forums
142: coppermine
143: coppermine
144: coppermine
145: Home
146: Home
147: Search
148: News
149: News
150: Home
151: Home
152: Search
153: Home
154: News
155: Home
156: Home
157: coppermine
158: Home
159: News
160: Home
161: Home
162: Search
163: Home
164: Home
165: News
166: coppermine
167: Home
168: coppermine
169: Forums
170: Home
171: Home
172: Home
173: News
174: News
175: News
176: News
177: Home
178: Home
179: coppermine
180: Home
181: Home
182: Forums
183: Stories Archive
184: Home
185: Home
186: News
187: Home
188: Home
189: News
190: Home
191: Search
192: coppermine
193: Home
194: Home
195: Stories Archive
196: Home
197: Stories Archive
198: Home
199: Stories Archive
200: News
201: Home
202: Home
203: News
204: News
205: Stories Archive

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9071
  · Viste: 1924468
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Benvenuti in Casatea.com
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 14:34:11 CET (80353 letture)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Maternità
Postato da Grazia01 il Domenica, 23 gennaio @ 19:32:00 CET (28 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno




Maternità


Grazie a dio,
che forse esiste,
niente figli.

Grazie a un caso
o a una scelta istintiva
o a una remora
che ha trascinato la questione
fino oltre il limite,

non sarò io
ad abbandonare.
Non sarò
la tua risposta sbagliata,
la tua delusione più cocente,
il demone che ti porti dentro.
Non sarò io
il primo tradimento,
il coltello ficcato in gola,
il fantasma che ti segue
in sogno,
l’ombra lunga delle giornate
fredde.
Leggi Tutto... | 1089 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Se saprai starmi vicino
Postato da Grazia01 il Sabato, 08 gennaio @ 17:07:51 CET (17 letture)
Poesie di Neruda II





Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perché insieme è gioia…

Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

Pablo Neruda

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Indovinami, indovino
Postato da Grazia01 il Giovedì, 30 dicembre @ 19:42:08 CET (28 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari






Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.

(Gianni Rodari)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


il tempo
Postato da Grazia01 il Giovedì, 30 dicembre @ 19:35:56 CET (26 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





Il tempo non ha divisioni per segnare il suo passaggio,
non c’è mai una tempesta di tuoni o squilli di trombe per annunciare l’inizio di un nuovo mese o anno.
Anche quando inizia un nuovo secolo siamo solo noi mortali che suoniamo le campane e spariamo a salve.
(Thomas Mann)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buone Feste
Postato da Grazia01 il Martedì, 28 dicembre @ 15:41:27 CET (19 letture)
Messaggi II
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La notte si era accasxiata
Postato da Grazia01 il Venerdì, 17 dicembre @ 12:44:22 CET (25 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno




la notte si era accasciata

la giovinezza
l’avevamo trascorsa
nel peso della sua immortale rovina

noi che non eravamo mai stati
del tutto vivi all’amore
c’eravamo concessi al freddo
stretto nelle narici, nelle vene
avevamo perduto tutte le parole

la forza di una generazione

Luigia Sorrentino

Piazzale senza nome
(Collana Gialla Oro Pordenonelegge-Samuele Editore, 2021)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Nell’uovo
Postato da Grazia01 il Martedì, 30 novembre @ 16:57:18 CET (24 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





Nell’uovo


Viviamo nell’uovo.
La parete interna del guscio
abbiamo già scarabocchiato con osceni
disegni e il nome dei nostri nemici.
Veniamo covati.
Chiunque ci covi
sta covando pure la nostra matita.
Quando usciremo un giorno
faremo subito un ritratto
di chi cova.
Supponiamo, noi, di essere covati.
Ci immaginiamo un bravo pennuto
e scriviamo temi scolastici
su colore e razza
della nostra gallina covante.
Quando usciremo fuori?
I nostri profeti nell’uovo
litigano per una cifra mediocre
sulla durata della cova.
Presumo un giorno X.
Per noia e reale bisogno
abbiamo inventato incubatrici
in apprensione per la nostra progenie nell’uovo.
Volentieri a colei che ci protegge
affideremo il nostro brevetto.
Leggi Tutto... | 639 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


A tutte le donne
Postato da Grazia01 il Venerdì, 26 novembre @ 19:25:36 CET (20 letture)
Poesie di Merini




A tutte le donne


Fragile, opulenta donna,
matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore.

Alda Merini

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


"Fazzoletti Rossi" di Maria Facci
Postato da Paolo il Sabato, 20 novembre @ 12:52:23 CET (54 letture)
Racconti divertenti
Niels Bohr (1885 - 1962) scrisse che la teoria di Max Planck attribuisce all'attività della materia una discontinuità o, piuttosto, un'individualità. I quanti d'azione di Planck sono evocati il giorno 8 novembre 2021 a Genova da Gianni Ansaldi, nella presentazione del suo romanzo breve “Noncestoria” , edito da “Il Canneto”. Altri quanti hanno ispirato il racconto di Maria Facci, aspirante archeologa, che sempre a Genova ha ripreso spunti narrativi di altre generazioni e li ha rielaborati con la sensibilità della sua giovane età. Il tema conduttore del breve racconto che vi proponiamo è quello della memoria comunicata e condivisa: una momento della vita reale di Gianni, e di altri Genovesi, giunge a conoscenza della giovane Maria che presto costruisce un racconto che ne amplia la prospettiva. Nell'augurarvi buon divertimento, vogliamo anche noi citare – parafrasandola- una teoria. “Tutta la letteratura viene dai giovani: siano essi stessi a scrivere, fornire l'ispirazione o semplicemente a leggere. Senza di loro non c'è niente prima e non c'è niente del genere dopo”.



Leggi Tutto... | 7919 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Milano
Postato da Grazia01 il Venerdì, 19 novembre @ 13:18:53 CET (48 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno




Milano

Le luci della tua notte sono ghiaccio e pompelmo
aprono la via, la sosta volontaria
sui riflessi grigio-metallo del bancone
schiuma di birra sopra il linoleum e tre euro da non pagare
forse un regalo
un gioco o la memoria segreta del cuore
attorno ciao e niente e silenzio
e rumore di folla davanti all’autorimessa
mojito minerale, rhum freddo senza menta
razione nuova-liquida di ossigeno
a lavare l’aria, a correggere l’afa e l’estate
vicino alla strada oasi di tigli
terra secca che taglia l’asfalto
le lucciole del sudamerica milanese
e voci e baci e bicipiti, tacchi e cotone
festa gialla e cronica di luglio, movida-janga
al confine di Lambrate

Luca Vaglio

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


A volte
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 17 novembre @ 19:31:23 CET (24 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno




A volte ritorniamo sulle pagine
dove una volta siamo stati felici.
È facile come lasciare che corrano
all’indietro tra le dita,
tornare ai segni che abbiamo lasciato,
a quelle brevi note con cui
volevamo indicare a un altro lettore
che proprio lì doveva fermarsi.
Basta cercarle per vedere
che non sono più le stesse:
qualcosa è cambiato in questo breve
intervallo in cui ce ne siamo andati.
Tornare è un altro modo di misurare
la grandezza incerta della ferita.

Alfonso Brezmes

Quando non ci sono
(Einaudi, 2021),
trad. it. Mirta Amanda Barbonetti

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il giorno diventò piccolo
Postato da Grazia01 il Martedì, 02 novembre @ 19:43:09 CET (18 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno






IL GIORNO DIVENTÒ PICCOLO…

Il Giorno diventò piccolo, circondato tutto
Dalla precoce, incombente Notte -
Il Pomeriggio in Sera profonda
La sua Gialla brevità distillò -
I Venti smorzarono i loro passi marziali
Le Foglie ottennero tregua -
Novembre appese il suo Cappello di Granito
A un chiodo di Felpa -

EMILY DICKINSON
(1866, da “Tutte le poesie”)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La cima
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 27 ottobre @ 09:12:21 CEST (22 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno






La cima

Con un sospiro gli ascensori iniziano a salire
in alti edifici fragili come porcellana.
Fuori sull’asfalto si fa caldo il giorno.
I segnali hanno le palpebre abbassate.
La terra una salita verso il cielo.
Cima dopo cima, nessuna vera ombra.
Voliamo avanti a caccia di Te
per l’estate in cinemascope.
E di sera sono un vascello
a luci spente, a giusta distanza
dalla realtà, mentre a terra
nei parchi fluisce l’equipaggio.

Tomas Tranströmer

Poesia dal silenzio (Crocetti, 2001), trad. it. M. C. Lombardi
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Sera d’ottobre
Postato da Grazia01 il Domenica, 17 ottobre @ 17:28:51 CEST (42 letture)
Poesie di Pascoli





Sera d’ottobre

Venne la sera ed abbuiò le strade.
Stridule, qua e là, di più colori,
correan le foglie; non s’udia per gli ampi
filari che il vocio degli aratori.
E tutta la semente era nei campi.
Or le vacche tornavano alle stalle:
e la gente, ciarlando per la via,
saliva coi marrelli sulle spalle.
Sonò, di qua di là, l’Avemaria.
Ora il fuoco accendeva ogni capanna
e i bimbi sazi ricevea la cuna,
col sussurrare della ninna nanna.

Giovanni Pascoli
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Rotonda terra
Postato da Grazia01 il Sabato, 16 ottobre @ 18:43:50 CEST (73 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





Rotonda terra; scena che si ripete,
in te, del saluto serale: consuetudine
mia planetaria, con te e i tuoi tramonti:
trasalimento, di tegola in tegola,
del mio vivere che se ne va col tuo
trapassare, lume diurno, lento,
sul tetto davanti casa; e mio formarsi,
intanto, un petto come di colomba;
e metter piume amorose per la notte
che viene; ravvolgermi unitario
con essa: pigolìo interiore; perdita
dell’umano: divenir mio universale.

Carlo Betocchi

Poesie del sabato

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Verso Luino
Postato da Grazia01 il Martedì, 28 settembre @ 08:21:39 CEST (46 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





Verso Luino

Verso Luino le strade non crollano,
non lasciano voragini aperte sopra il buio.
Solo gli smottamenti danno scosse leggere
alle curve e ai profili delle pietre. Le storie
di contrabbando sbiadiscono lontane:
auto svizzere e italiane attendono al semaforo
che è sempre rosso all’entrata del tunnel.
Poco dopo, vicino al tornante pericoloso,
fiori di plastica si sciolgono al sole.

La casa vuota (Marcos y Marcos, 2021)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


E per sopravvivere
Postato da Grazia01 il Giovedì, 23 settembre @ 18:45:17 CEST (42 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





E per sopravvivere


E per sopravvivere
mi son fatta tenace.

Ma tu chiedi di cedere,
di rinunciare,

allentare la presa,
sciogliere l’elmo,

separare il morso.

Ma sostieni si possa
il respiro anche senza

intenzione, si possa
abdicare a una morte

violenta. Anche nuda
in un tratto io resto,

convinta di esistere.

Convinta di esistere (Ensemble, 2021)

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI
Postato da Grazia01 il Lunedì, 20 settembre @ 11:40:34 CEST (113 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno




A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI

A volte in certi causali movimenti
sfiora la mia mano la tua mano della tua mano il dorso
oppure il mio corpo dentro i vestiti si appoggia quasi senza saperlo
per un attimo contro il tuo corpo nei vestiti
questi movimenti minimi quasi vegetali
il tuo sguardo angolato e il tuo occhio volutamente perso nel vuoto
la tua domanda subito interrotta dove vai quest’estate
cosa stai leggendo
mi attraversano come un dolce coltello
in pieno cuore e lungo tutta la gola
e mi dissecco come una fonte in una calda estate

Friederike Mayröcker


Della vita le zampe (Donzelli, 2002), a cura di S. Barni


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Spiegami la fioritura
Postato da Grazia01 il Giovedì, 09 settembre @ 18:46:49 CEST (28 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno


Spiegami la fioritura
e il declino
il mistero del nascere
e del morire il cedere
d’ogni cosa vivente e creata
al crollo della fine
tu stesso nell’altrove
dei mondi a me per sempre
perduto il caro viso
dolcezza dello sguardo
la dedizione del cuore.

Giuseppina Luongo Bartolini

Album – Poesie dell’amore (Book Editore, 2005)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Dal manuale del nomade
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 08 settembre @ 18:01:09 CEST (45 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno


Dal “Manuale del nomade”

Non scordarti di chiudere la finestra prima di uscire
non scordarti di chiudere la porta a chiave
non scordarti di baciare tua moglie sulla bocca e sull’orecchio
non scordarti di dondolare la piccola culla
senza spaventare il bambino.
Non scordarti la torcia elettrica
e portati dietro le batterie.
Tu sai quando parti
ma non quando tornerai.
Forse tornando la finestra sarà chiusa
e la porta di casa chiusa a chiave,
tua moglie non distinguerà i tuoi passi
e tuo figlio non saprà più chi sei.
Attento, o tu che parti per terre lontane,
non metterti in cammino se intendi
tornare.

Natan Zach

Poeti israeliani (Einaudi, 2007), trad. it. Ariel Rathaus

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tu non ricordi
Postato da Grazia01 il Domenica, 05 settembre @ 18:21:11 CEST (90 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno


Questa è una delle più belle poesie che ho letto negli ultimi anni, complimenti all'autore



Tu non ricordi


Tu non ricordi
ma in un tempo
così lontano che non sembra stato
ci siamo dondolati
su un’altalena sola

Che non finisse mai quel dondolio
fu l’unica preghiera in senso stretto
che in tutta la mia vita
io abbia levato al cielo

Michele Mari

da Cento poesie d’amore a Ladyhawke (Einaudi, 2007)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Mattino di settembre
Postato da Grazia01 il Sabato, 04 settembre @ 09:43:21 CEST (51 letture)
Poesie tematiche III




Mattino di settembre


Quel dì eravamo soli nel bosco,
Io e tu, mia cara figlia,
e andavamo tra chiaro e fosco,
pieno il cuore di meraviglia.

Leggi Tutto... | 818 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un giorno tu ti sveglierai
Postato da Grazia01 il Giovedì, 29 luglio @ 18:32:33 CEST (94 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





“Un giorno tu ti sveglierai e vedrai una bella giornata.
Ci sarà il sole, e tutto sarà nuovo, cambiato, limpido.
Quello che prima ti sembrava impossibile diventerà semplice, normale.
Non ci credi? Io sono sicuro. E presto. Anche domani.”

Fëdor Dostoevskij
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il fiore e l'ape
Postato da Grazia01 il Lunedì, 28 giugno @ 18:49:04 CEST (84 letture)
Poesie crepuscolari





Il fiore e l'ape

Il fiore disse all’ape affaccendata:
“Sei davvero sfacciata!
Il nettare mi rubi e te ne vai
e un dono, in cambio, non mi lasci mai.”
Disse l’ape sincera:
“Sono operaia della primavera
e tutto il giorno faccio miele e cera.
Ai bimbi piace tanto il miele mio
e la cera che arde piace a Dio.
Se quel che abbiamo non lo diam col cuore,
che diremo al Signore?”
“Prendi quello che vuoi” rispose il fiore.
“M’hai insegnato che cos’è l’amore”.

Renzo Pezzani

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La poesia...
Postato da Grazia01 il Domenica, 20 giugno @ 09:01:09 CEST (88 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





La poesia ha questo compito sublime:
di prendere tutto il dolore che ci spumeggia
e ci romba nell'anima e di placarlo,
così come sfociano i fiumi nella vastità celeste del mare.

Antonia Pozzi

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Non credete soltanto a ciò che vedete.
Postato da Grazia01 il Sabato, 19 giugno @ 17:11:26 CEST (92 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





Non credete soltanto a ciò che vedete.
È più profondo lo sguardo dei poeti.
Per loro la Natura è un giardino di casa.

Costantino Kavafis
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Otto piante che fareste bene a tenere in casa
Postato da Grazia01 il Sabato, 19 giugno @ 08:48:04 CEST (183 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno
Le piante fanno bene, anche quelle d'appartamento. Che vasi e fiori siano a tutti gli effetti un complemento d'arredo è ormai cosa nota, ma pochi sanno degli effetti benefici che una pianta può dare alla casa.
Secondo gli studi effettuati dalla NASA, alcune di esse possono filtrare sostanze pericolose con cui ci ritroviamo a convivere quotidianamente, purificando quindi l'aria che respiriamo ogni giorno.
A queste si aggiungono poi quelle che hanno la capacità di migliorare l'umore.

Ve le presentiamo ognuna con i suoi benefici.



Edera
È stata nominata dalla NASA come la migliore pianta purificatrice, grazie alla sua capacità di assorbire grandi quantità di formaldeide, potente battericida che si trova comunemente in detersivi e capi d'abbigliamento.
Inoltre, l'edera aiuta a ridurre la muffa (alcuni studi sostengono addirittura del 94%).
È facile da gestire perché non ha bisogno di troppa luce e va bagnata settimanalmente.
Leggi Tutto... | 3427 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La pandemia ci ha insegnato cosa sarebbe il mondo senza scienza
Postato da Grazia01 il Venerdì, 11 giugno @ 18:03:20 CEST (152 letture)
Scienze


La scienziata Elena Cattaneo ospite a Teatro Due: "Aprire le porte di un laboratorio è un miracolo che si compie ogni giorno in un paese che non è molto amico della ricerca"
La ragione appassionata e vibrante con cui la scienziata Elena Cattaneo, docente all’Università Statale di Milano, ha incantato martedì sera il pubblico di Teatro Due, ha dato evidenza al carattere di sfida coraggiosa, eticamente fondata e pubblicamente condivisa che marca la ricerca scientifica.
Anche nel difficile anno della pandemia, quando alla scienza e alla ricerca, spesso neglette, è stato chiesto di tirarci fuori da una palude di lutti. Per guardare al mondo della ricerca con uno sguardo più consapevole e responsabile.


Leggi Tutto... | 7860 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Com'è cambiata l'igiene nei secoli?
Postato da Grazia01 il Venerdì, 28 maggio @ 18:33:53 CEST (136 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno
Com'è cambiata l'igiene nei secoli?

Ci è voluto molto tempo per capire l'importanza dell'igiene. Un esempio? Il Re Sole, in 72 anni di regno, fece solamente due bagni.


Luigi XIV di Borbone di Francia, detto il re Sole (1638 – 1715)

La storia dell'igiene ha dell'incredibile: ci sono voluti secoli per poter arrivare alle sane abitudini odierne. Basti pensare che in Europa, dal Rinascimento fino all'Illuminismo, fare il bagno era vietato dai medici perché ritenevano che l'acqua aprisse i pori della pelle, attraverso i quali potevano entrare gravi malattie.
Leggi Tutto... | 1973 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Maternità [ 0 commenti - 28 letture ]
 Se saprai starmi vicino [ 0 commenti - 17 letture ]
 Indovinami, indovino [ 0 commenti - 28 letture ]
 il tempo [ 0 commenti - 26 letture ]
 Buone Feste [ 0 commenti - 19 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 24
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy