Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 247
Totale: 247
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: Home
05: Home
06: coppermine
07: Home
08: coppermine
09: Home
10: Home
11: coppermine
12: Home
13: Home
14: coppermine
15: Stories Archive
16: Search
17: coppermine
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: Forums
23: Surveys
24: Home
25: Home
26: News
27: Home
28: Home
29: Home
30: Forums
31: coppermine
32: Home
33: coppermine
34: coppermine
35: Home
36: News
37: Home
38: Home
39: coppermine
40: coppermine
41: Home
42: Home
43: coppermine
44: Home
45: Home
46: Home
47: coppermine
48: Home
49: Home
50: Home
51: coppermine
52: Your Account
53: Stories Archive
54: coppermine
55: Home
56: News
57: Home
58: Forums
59: Home
60: coppermine
61: Home
62: coppermine
63: Your Account
64: Stories Archive
65: coppermine
66: Home
67: Home
68: Home
69: Search
70: Home
71: News
72: Home
73: News
74: Home
75: Stories Archive
76: News
77: Stories Archive
78: coppermine
79: coppermine
80: Home
81: Home
82: coppermine
83: Home
84: Stories Archive
85: Home
86: News
87: Home
88: Search
89: Home
90: coppermine
91: Home
92: coppermine
93: coppermine
94: coppermine
95: Home
96: Home
97: Home
98: Home
99: Home
100: coppermine
101: Home
102: Home
103: Home
104: coppermine
105: Home
106: Home
107: Home
108: coppermine
109: Stories Archive
110: Home
111: Home
112: Home
113: Home
114: coppermine
115: Home
116: Home
117: Stories Archive
118: Home
119: Home
120: Stories Archive
121: coppermine
122: Stories Archive
123: Home
124: coppermine
125: Home
126: Home
127: coppermine
128: Home
129: Home
130: News
131: Search
132: Stories Archive
133: Home
134: Forums
135: Home
136: Home
137: News
138: Home
139: coppermine
140: coppermine
141: Home
142: Search
143: coppermine
144: Home
145: coppermine
146: Home
147: coppermine
148: Home
149: coppermine
150: coppermine
151: Home
152: Home
153: coppermine
154: Home
155: Home
156: Home
157: Home
158: Home
159: Home
160: Home
161: Home
162: Home
163: Home
164: Home
165: Forums
166: Home
167: coppermine
168: Home
169: Home
170: Home
171: Home
172: Home
173: Home
174: Home
175: Home
176: Home
177: News
178: News
179: Home
180: Stories Archive
181: Home
182: News
183: Home
184: Home
185: coppermine
186: Forums
187: coppermine
188: News
189: Stories Archive
190: News
191: Home
192: Home
193: Home
194: Home
195: Home
196: coppermine
197: Home
198: News
199: coppermine
200: Home
201: News
202: coppermine
203: coppermine
204: coppermine
205: Home
206: Home
207: Home
208: Stories Archive
209: Home
210: Home
211: Forums
212: coppermine
213: Home
214: Home
215: Home
216: coppermine
217: Statistics
218: Home
219: Home
220: Home
221: Home
222: Home
223: News
224: Home
225: Forums
226: Home
227: coppermine
228: coppermine
229: Home
230: Home
231: coppermine
232: coppermine
233: coppermine
234: News
235: Home
236: coppermine
237: coppermine
238: coppermine
239: Home
240: coppermine
241: Home
242: Home
243: Home
244: Home
245: Home
246: Home
247: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9041
  · Viste: 1924101
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Benvenuti in Casatea.com
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 15:34:11 CET (73897 letture)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il fiore e l'ape
Postato da Grazia01 il Lunedì, 28 giugno @ 18:49:04 CEST (11 letture)
Poesie crepuscolari





Il fiore e l'ape

Il fiore disse all’ape affaccendata:
“Sei davvero sfacciata!
Il nettare mi rubi e te ne vai
e un dono, in cambio, non mi lasci mai.”
Disse l’ape sincera:
“Sono operaia della primavera
e tutto il giorno faccio miele e cera.
Ai bimbi piace tanto il miele mio
e la cera che arde piace a Dio.
Se quel che abbiamo non lo diam col cuore,
che diremo al Signore?”
“Prendi quello che vuoi” rispose il fiore.
“M’hai insegnato che cos’è l’amore”.

Renzo Pezzani

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La poesia...
Postato da Grazia01 il Domenica, 20 giugno @ 09:01:09 CEST (16 letture)
Un pensiero al giorno





La poesia ha questo compito sublime:
di prendere tutto il dolore che ci spumeggia
e ci romba nell'anima e di placarlo,
così come sfociano i fiumi nella vastità celeste del mare.

Antonia Pozzi

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Non credete soltanto a ciò che vedete.
Postato da Grazia01 il Sabato, 19 giugno @ 17:11:26 CEST (17 letture)
Un pensiero al giorno





Non credete soltanto a ciò che vedete.
È più profondo lo sguardo dei poeti.
Per loro la Natura è un giardino di casa.

Costantino Kavafis
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Otto piante che fareste bene a tenere in casa
Postato da Grazia01 il Sabato, 19 giugno @ 08:48:04 CEST (27 letture)
Un pensiero al giorno
Le piante fanno bene, anche quelle d'appartamento. Che vasi e fiori siano a tutti gli effetti un complemento d'arredo è ormai cosa nota, ma pochi sanno degli effetti benefici che una pianta può dare alla casa.
Secondo gli studi effettuati dalla NASA, alcune di esse possono filtrare sostanze pericolose con cui ci ritroviamo a convivere quotidianamente, purificando quindi l'aria che respiriamo ogni giorno.
A queste si aggiungono poi quelle che hanno la capacità di migliorare l'umore.

Ve le presentiamo ognuna con i suoi benefici.



Edera
È stata nominata dalla NASA come la migliore pianta purificatrice, grazie alla sua capacità di assorbire grandi quantità di formaldeide, potente battericida che si trova comunemente in detersivi e capi d'abbigliamento.
Inoltre, l'edera aiuta a ridurre la muffa (alcuni studi sostengono addirittura del 94%).
È facile da gestire perché non ha bisogno di troppa luce e va bagnata settimanalmente.
Leggi Tutto... | 3427 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La pandemia ci ha insegnato cosa sarebbe il mondo senza scienza
Postato da Grazia01 il Venerdì, 11 giugno @ 18:03:20 CEST (72 letture)
Scienze


La scienziata Elena Cattaneo ospite a Teatro Due: "Aprire le porte di un laboratorio è un miracolo che si compie ogni giorno in un paese che non è molto amico della ricerca"
La ragione appassionata e vibrante con cui la scienziata Elena Cattaneo, docente all’Università Statale di Milano, ha incantato martedì sera il pubblico di Teatro Due, ha dato evidenza al carattere di sfida coraggiosa, eticamente fondata e pubblicamente condivisa che marca la ricerca scientifica.
Anche nel difficile anno della pandemia, quando alla scienza e alla ricerca, spesso neglette, è stato chiesto di tirarci fuori da una palude di lutti. Per guardare al mondo della ricerca con uno sguardo più consapevole e responsabile.


Leggi Tutto... | 7860 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Com'è cambiata l'igiene nei secoli?
Postato da Grazia01 il Venerdì, 28 maggio @ 18:33:53 CEST (61 letture)
Un pensiero al giorno
Com'è cambiata l'igiene nei secoli?

Ci è voluto molto tempo per capire l'importanza dell'igiene. Un esempio? Il Re Sole, in 72 anni di regno, fece solamente due bagni.


Luigi XIV di Borbone di Francia, detto il re Sole (1638 – 1715)

La storia dell'igiene ha dell'incredibile: ci sono voluti secoli per poter arrivare alle sane abitudini odierne. Basti pensare che in Europa, dal Rinascimento fino all'Illuminismo, fare il bagno era vietato dai medici perché ritenevano che l'acqua aprisse i pori della pelle, attraverso i quali potevano entrare gravi malattie.
Leggi Tutto... | 1973 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Giornata contro l'omofobia
Postato da Grazia01 il Martedì, 18 maggio @ 16:57:20 CEST (29 letture)
Un pensiero al giorno
Così l'omosessualità è stata condannata nei secoli
Nella Giornata contro l'omofobia, non dimentichiamo come, in passato, gli omosessuali sono stati perseguitati: dal rogo alla forca, dalla gogna alle camere a gas.



Persecuzioni omosessuali

Il 17 maggio 1990 l'Organizzazione Mondiale della Sanità cancellò per sempre l'omosessualità dalle malattie mentali e la definì "una variante naturale del comportamento umano". Da allora, il 17 maggio, in oltre 130 Paesi si celebra la Giornata internazionale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia: «l'occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza - ha dichiarato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella - e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea».

Per non dimenticare come nei secoli l'omofobia sia stata imperante e le persecuzioni contro gli omosessuali incredibilmente crudeli, proponiamo l'articolo

"A morte i diversi" di Claudia Giammatteo, tratto da Focus Storia
Leggi Tutto... | 9793 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Maggio in poesia
Postato da Grazia01 il Sabato, 15 maggio @ 08:45:28 CEST (33 letture)
Poesie tematiche III



Rosa di maggio

(Alda Merini)

L’alba si è fatta
profumo di rose.
Rosa di maggio,
abbarbicata sul muro vetusto;
affresco di vita
corroso dagli scherni del tempo.
Tappeto di petali bianchi
sul selciato di dolci primavere.
Fra gli agrumi imbiancati dai fiori,
mano nella mano di mio padre,
stretta, stretta,
al richiamo del cuore di mamma,
ansioso, protettivo.
Diventeranno frutti copiosi,
allieteranno tavole imbandite
tra gli amici dell’allegria,
svaniti nei rivoli
del più salubre inganno.
Leggi Tutto... | 2079 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Gli studi sui gas serra...
Postato da Grazia01 il Venerdì, 30 aprile @ 18:27:14 CEST (23 letture)
Ecologia e ambiente I

Il 2015, secondo l'ONU, è stato l’inizio di una nuova era climatica. Negli anni precedenti, infatti, i livelli di CO2 presenti nell’aria raggiungevano la soglia di 400 parti per milione, solo in alcuni mesi e, mai prima di quel momento, la media dei mesi, su base annuale, aveva superato quella soglia. Nel 2016 la concentrazione di CO2 fu costantemente al di sopra di 400 ppm per tutto l'anno. Sono passati pochissimi anni e l’osservatorio di Mauna Loa, alle Hawaii, che da decenni monitora i dati a livello mondiale, ci dà notizia di un altro triste primato: abbiamo superato le 420 parti per milione.
Gli studi sui gas serra, infatti, rivelano che questi valori di Anidride Carbonica c'erano già stati tra i 2 e i 4,6 milioni di anni fa, quando le condizioni climatiche sulla Terra erano estremamente diverse.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Carezze al cane
Postato da Grazia01 il Giovedì, 29 aprile @ 19:03:53 CEST (31 letture)
Un pensiero al giorno




Carezze al cane

Cane, bontà degli uomini perduta,
o fedeltà di tanti falsi amici,
il mio cuore ti pensa e ti saluta!
Questa vita di tedï e malefici
te la dirò dentr’un’orecchia, o cane,
che i miei segreti ascolti e non li dici.
Le pupille tue fonde e più che umane,
san la mia dolce illusïon caduta.
E la tua testa è calda come un pane…

Paolo Buzzi

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Attenzione alle anime intense, profonde e antiche
Postato da Grazia01 il Martedì, 13 aprile @ 17:19:01 CEST (41 letture)
Un pensiero al giorno

Sono anime che vivono in equilibrio fra il bene e il male se avete avuto modo di assaporare l’Amore fluido che possono donare, la presenza indelebile che donano incondizionatamente.
Ricordatevi che tanta luce tanta ombra, come sopra così sotto, come dentro così fuori.


Leggi Tutto... | 1247 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


I dialetti
Postato da Grazia01 il Lunedì, 12 aprile @ 17:33:53 CEST (46 letture)
Un pensiero al giorno
I miei genitori fra loro parlavo il milanese ma non si rivolgevano mai a noi figlie in tale modo, preferivano che non lo usassimo
e parlando fra loro in dialetto pensavano di essere capiti meno e di avere una sorta di privacy.


Leggi Tutto... | 972 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La trama di "Ettore Fieramosca" di Massimo d'Azeglio
Postato da Paolo il Domenica, 11 aprile @ 17:07:14 CEST (72 letture)
Le opere di Paolo III
Cap. I
Verso la Pasqua del 1503, a Barletta verso sera, miliziani spagnoli e alleati italici aspettano invano la cena in una città sotto assedio. Fuori stanno i nemici francesi. Pescatori popolano la spiaggia e mandrie il contado: così non si aveva bisogno di sussidi europei o di MES. Arriva un misterioso duca che il soldato di ventura Boscherino riconosce. All'osteria di Veleno arrivano le provviste perché una sortita spagnola ha procurato armenti a spese dei francesi, insieme a tre prigionieri da riscatto.


Leggi Tutto... | 6348 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


ROGGIA VECCHIA (detta anche Rusa Végia)
Postato da Grazia01 il Venerdì, 09 aprile @ 17:38:31 CEST (32 letture)
Milano mia I
Molti di noi sono a conoscenza che Milano si sia creata, nei secoli, una efficientissima rete idrica di canali artificiali, ma molti ignorano che questa rete iniziò a propagarsi in tutta la pianura padana. La data spartiacque è intorno al 1100. Infatti fino a quella data il territorio, che adesso conosciamo come uno dei più avanzati d'Europa, era quasi una landa desolata dove in alcune zone c'era troppa acqua, stagnante, e altre zone erano invece troppo aride. Essere riusciti a "mettere in ordine" il disequilibrio idrico è stato un passaggio fondamentale che ci ha portato a creare l'hashtag "il pane dall'acqua". E' questo il motivo che mi spinge a farvi conoscere alcuni "protagonisti" anche fuori i confini milanesi.



ROGGIA VECCHIA (detta anche Rusa Végia)
Leggi Tutto... | 1274 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Una bella storia
Postato da Grazia01 il Martedì, 06 aprile @ 18:11:03 CEST (32 letture)
Un pensiero al giorno
Il famoso sommozzatore italiano, Enzo Maiorca, si stava immergendo nel mare caldo di Siracusa e parlava con sua figlia Rossana che era sulla barca.
Pronto a immergersi, ha sentito qualcosa colpire leggermente la schiena, si è girato e ha visto un delfino, ha capito allora che non voleva giocare ma esprimere qualcosa.
L' animale si è immerso e Enzo lo ha seguito.

Leggi Tutto... | 1009 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Gaspare Campari
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 marzo @ 19:35:48 CET (90 letture)
Un pensiero al giorno
Siamo in una notte del 1842 e Gaspare sta cercando di prendere sonno perchè domani lascerà la sua famiglia di agricoltori per trasferirsi a Torino. Ha solo 14 anni e il sogno è quello di lasciare i campi di Cassolnovo, nel cuore della Lomellina, per seguire la sua passione per le erbe e i distillati trasferendosi a nella città sabauda. Per uno strano gioco del destino conosce il maestro pasticcere di Casa Savoia, Teofilo Barla, che lo presenta a Giacomo Bass proprietario di una rinomata liquoreria in Piazza Castello, sempre a Torino. Dopo 8 anni decide di spiccare il volo: si trasferisce a Novara e apre il suo primo locale:; il Caffè dell’Amicizia in quello che era detto l’angolo delle ore, tra Corso Cavour e Corso Italia.




Foto bellissima di Luca Bisceglia (Photophonico)
Leggi Tutto... | 1570 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ancora sulla mia Milano
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 marzo @ 19:25:58 CET (61 letture)
Un pensiero al giorno
Quando il Maresciallo Radetzky emanava un’ordinanza o intendeva comunicare ai milanesi le decisioni del governo austriaco lo faceva affiggendo i suoi decreti.
Guardando la Darsena dall’ultimo ponte del Naviglio Grande prima dell’ingresso in Darsena, il “Ponte dello Scodellino”, vedrete una piccola edicola.
E' una struttura in ferro e vetro con un grande tetto a pagoda. Probabilmente è stata una delle più antiche rivendite di giornali e, negli ultimi anni è diventato uno spazio dedicato alla ricerca artistica contemporanea.





Foto di Nel Cuore di Milano
Leggi Tutto... | 925 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Milano festeggiava la primavera il 13 marzo
Postato da Grazia01 il Sabato, 13 marzo @ 19:10:06 CET (70 letture)
Un pensiero al giorno
Quando Milano festeggiava la primavera in una data diversa dal resto del mondo
Nell’angolo tra via Gratosoglio e via Feraboli esisteva un’abbazia dei monaci Benedettini molto particolare. Erano monaci Vallombrosani la cui fama era soprattutto scientifica. Lo stesso Galileo Galilei fu un novizio Vallombrosano. I frati laici dell’ordine abitavano questa cascina a corte quadrata insieme agli animali da cortile. L’intero complesso era abbastanza importante anche dal punto di vista architettonico ma, le parziali demolizioni e le ricostruzioni successive di edifici più moderni quasi nascondono ciò che rimane della struttura.




La foto è della chiesa di Sant’Eufemia durante la fioritura di primavera.
E’ in zona Corso Italia, non distante da Santa Maria al Paradiso e il bellissimo scatto è di Mauro Travagin
Leggi Tutto... | 2050 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il campanile di Curon
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 03 marzo @ 19:40:41 CET (41 letture)
Un pensiero al giorno
Il campanile di Curon o campanile di Resia, la cui base è sommersa dalle acque, è situato nel lago di Resia, in Val Venosta, in Alto Adige.
Il lago di origine artificiale ha sommerso diverse abitazioni, risparmiando il campanile medievale, risalente al 1300 circa.
Tutto questo accadde nel 1950 nonostante gli abitanti fossero contrari.
Il campanile di Curon è diventato la particolarità del lago che attira ogni anno numerosi turisti, fotografi e instagramer.
Si narra che la notte d’inverno sia possibile ancora ascoltare il suono delle campane ormai perdute.
Con le temperature rigide il lago di Curon si ghiaccia ed è possibile raggiungere il campanile a piedi.


Leggi Tutto... | 792 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


In riva al mare
Postato da Grazia01 il Martedì, 23 febbraio @ 20:06:33 CET (31 letture)
Un pensiero al giorno

E' uno scienziato, medico, filosofo, alchimista del quattrocento, Paracelso, che ci spiega perché adoriamo stare in riva al mare.
“Il luogo dove vi è più energia al mondo è quello dove l’elemento acqua si unisce all’elemento terra.
In riva al mare, al Sole, dove anche l’elemento fuoco è presente, l’energia è ancora maggiore. A cui si unisce la forza dell’aria, data dal vento”.
Insomma la riva del mare come il luogo dove si concentrano i 4 elementi del mondo.


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I miei figli dimenticheranno
Postato da Grazia01 il Domenica, 21 febbraio @ 17:32:34 CET (47 letture)
Riflessioni III

Il tempo è un animale strano. Somiglia a un gatto, fa come gli pare. Ti guarda sornione e indifferente, scappa via quando lo implori di fermarsi e rimane immobile se pure lo preghi, per favore, di andare. A volte ti azzanna mentre fa le fusa, oppure ti raspa con la sua lingua ruvida. Ti graffia mentre ti sta baciando. Il tempo, piano piano, mi solleverà dalla fatica estenuante di avere dei figli piccoli. Dalle notti senza sonno e dai giorni senza requie. Dalle mani grassocce che ininterrottamente si aggrappano, mi scalano, mi tirano, mi frugano senza ritegno e senza remore. Dal peso che riempie le mie braccia e piega la mia schiena. Dalle voci che mi chiamano e non ammettono ritardi, attese, esitazioni.
Leggi Tutto... | 2842 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La triaca
Postato da Grazia01 il Domenica, 21 febbraio @ 11:46:41 CET (43 letture)
Scienze
In attesa dei vaccini, per il virus si potrebbe tornare al farmaco più famoso di tutti i tempi: la triaca (o terìaca) dal greco θηριακή thēriakḗ, cioè antidoto, oppure secondo alcuni dal sanscrito táraca dove tár significa "salva".
E' un preparato farmaceutico dalle supposte virtù miracolose di origine antichissima. Sebbene con molte variazioni di ricetta, questo elettuario è stato utilizzato per secoli, addirittura fino all'inizio del XX secolo. Secondo la terminologia in uso attualmente, la Teriaca dovrebbe definirsi un "polifarmaco”, forse il primo e più antico: è capace di combattere i “veleni” prodotti nell’organismo umano dalle malattie , di alleviare i “fastidi” dello stomaco, della testa, della vista, dell’udito, di conciliare il sonno, di rinvigorire e allungare la vita. Probabilmente i Romani la ripresero partendo dall'antidoto universale di Mitridate.





Particolare della bottega di uno speziale, un affresco del castello di Issogne (Valle d'Aosta)
Leggi Tutto... | 1812 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Quando la tempesta sarà finita
Postato da Grazia01 il Martedì, 16 febbraio @ 21:12:02 CET (40 letture)
Un pensiero al giorno


Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu
come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo.
Anzi non sarai neanche sicuro che sia finita per davvero.
Ma su un punto non c'è dubbio.
Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai più lo stesso che vi è entrato.

Kafka

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Scegli di avvicinarti a quelli che cantano
Postato da Grazia01 il Martedì, 16 febbraio @ 11:33:46 CET (50 letture)
Un pensiero al giorno


Scegli di avvicinarti a quelli che cantano,
raccontano storie, si godono la vita e hanno
la gioia negli occhi. Perchè la gioia è contagiosa.

P.Coelho
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ho lavorato nel “Palazzo”
Postato da Grazia01 il Lunedì, 15 febbraio @ 19:54:08 CET (38 letture)
Un pensiero al giorno
Ho lavorato nel “Palazzo”, occupando la “poltrona” più importante. Ma tra i corridoi e gli uffici di Palazzo Chigi, anche alla fine delle giornate più dure e dopo le scelte più gravose, ho sempre avvertito l’orgoglio, l'onore e la responsabilità di rappresentare l'Italia.
Sono grato a Voi cittadini per il sostegno e l'affetto, che ho avvertito forti e sinceri in questi due anni e mezzo. Ma vi sono grato anche per le critiche ricevute: mi hanno aiutato a migliorare, rendendo più ponderate le mie valutazioni e più efficaci le mie azioni.



Leggi Tutto... | 2082 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il nostro gioco del calcio
Postato da Paolo il Mercoledì, 13 gennaio @ 19:57:08 CET (74 letture)
Le opere di Paolo III
"Secondo le disposizioni di resa che abbiamo imposto alla città di Atene, ora ne inizieremo la demolizione delle mura"
(Dall'inizio del film "Socrate" di Roberto Rossellini, 1970)
Il nostro gioco del calcio comprende il periodo degli studi liceali a Genova, all'Istituto Arecco, negli anni '70.


Leggi Tutto... | 2332 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Poesie di Giuseppe Conte
Postato da Grazia01 il Venerdì, 18 dicembre @ 20:56:29 CET (86 letture)
Ricerche d'autore

Un giorno se mi leggerà

Un giorno se mi leggerà il lettore del
terzo millennio, saprà che c’erano gli
alberi e i desideri, le palme e i pini, e gli
eucalipti dalle foglie a quarto di luna, e le
rose: chi non voleva più soffrire, e chi
voleva amare tutto, chi di se
stesso faceva dono e dei poemi
violenti e lontani erano, semplice e
deboli.




Leggi Tutto... | 14626 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Poesie di Andrea Zanzotto
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 16 dicembre @ 20:45:42 CET (67 letture)
Ricerche d'autore





Medusa in un freddo luglio


Carissima coetanea,
già brillante beltà,
eri nitida anziana
fin poco tempo fa.
È giunto poi l'alzaimer
a trasformarti in smalto.

Ma ieri, mentre un poco
di sole, in meteogioco
scintillò su nell' alto,
qualcuno ricordò:
«Domani si fa festa
è il 14/7!»
e la tua voce estrania
d'improvviso intonò
«Allons enfants de la patrie»;
cantammo insieme a te
e più versi che i nostri
la tua vivida gola partorì.

Allons enfants - affrettati o vittoria
su un carro d'astrociti e di neuroni,
rifiorisci memoria
su tutte le tue dannazioni.



Stanza immaginata o intravista

Raggi d’emblema e – santificato – incipiente autunno
Lesività combinate, fattive
ma ributtate da sempre, e uscite
in vero, altissimo silenzio!
Lampada accesa ogni oggetto s’illustra
Per una divina desuetudine
E prepotenza,
nessun tempo è mai passato
ogni tempo – unicamente – verrà
Nulla in più da attendere, da nessun
clivo o frattura
da nessuna memoria né semenza
Là sta l’idea, consistenza, renitenza
Là fu, mai fu, là – unicamente – accogliere .

Leggi Tutto... | 3927 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Se ne vanno
Postato da Grazia01 il Giovedì, 26 novembre @ 21:21:11 CET (54 letture)
Un pensiero al giorno





Se ne vanno. Mesti, silenziosi, come magari è stata umile e silenziosa la loro vita, fatta di lavoro, di sacrifici.
Se ne va una generazione, quella che ha visto la guerra, ne ha sentito l’odore e le privazioni, tra la fuga in un rifugio antiaereo e la bramosa ricerca di qualcosa per sfamarsi.
Se ne vanno mani indurite dai calli, visi segnati da rughe profonde, memorie di giornate passate sotto il sole cocente o il freddo pungente. Mani che hanno spostato macerie, impastato cemento, piegato ferro, in canottiera e cappello di carta di giornale.
Se ne vanno quelli della Lambretta, della Fiat 500 o 600, dei primi frigoriferi, della televisione in bianco e nero.
Ci lasciano, avvolti in un lenzuolo, come Cristo nel sudario, quelli del boom economico che con il sudore hanno ricostruito questa nostra nazione, regalandoci quel benessere di cui abbiamo impunemente approfittato.
Se ne va l’esperienza, la comprensione, la pazienza, la resilienza, il rispetto, pregi oramai dimenticati.
Se ne vanno senza una carezza, senza che nessuno gli stringesse la mano, senza neanche un ultimo bacio.
Se ne vanno i nonni, memoria storica del nostro Paese, patrimonio dell'intera umanità.
L’Italia intera deve dirvi GRAZIE e accompagnarvi in quest’ultimo viaggio con 60 milioni di carezze.
( Fulvio Marcellitti)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Il fiore e l'ape [ 0 commenti - 11 letture ]
 La poesia... [ 0 commenti - 16 letture ]
 Non credete soltanto a ciò che vedete. [ 0 commenti - 17 letture ]
 Otto piante che fareste bene a tenere in casa [ 0 commenti - 27 letture ]
 La pandemia ci ha insegnato cosa sarebbe il mondo senza scienza [ 0 commenti - 72 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy