Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 125
Totale: 125
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: Home
05: Search
06: Forums
07: Forums
08: News
09: Home
10: News
11: News
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: News
17: Home
18: Home
19: Home
20: News
21: Home
22: Home
23: Home
24: Home
25: Statistics
26: Home
27: coppermine
28: Home
29: Home
30: Home
31: Forums
32: Home
33: Home
34: Home
35: Home
36: Home
37: coppermine
38: News
39: coppermine
40: Home
41: News
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: Home
47: Home
48: News
49: coppermine
50: News
51: Home
52: News
53: Home
54: Home
55: Home
56: Home
57: Home
58: News
59: Home
60: Forums
61: Home
62: Home
63: Forums
64: coppermine
65: Home
66: Home
67: coppermine
68: Home
69: Home
70: Home
71: News
72: News
73: Home
74: Home
75: Stories Archive
76: News
77: Home
78: Home
79: Home
80: Home
81: Home
82: Forums
83: News
84: News
85: Home
86: Home
87: Home
88: Home
89: News
90: Home
91: Home
92: Home
93: Home
94: Home
95: News
96: Search
97: Home
98: Home
99: Home
100: coppermine
101: Home
102: News
103: Home
104: Home
105: Home
106: Home
107: News
108: Home
109: Home
110: Home
111: coppermine
112: Home
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: News
120: Home
121: Your Account
122: coppermine
123: Home
124: Home
125: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9071
  · Viste: 1924468
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › Breve storia dei Fori di Roma
Breve storia dei Fori di Roma
Postato da Grazia01 il Giovedì, 08 aprile @ 17:26:18 CEST (4613 letture)
Storia

Tutti conoscono il Foro romano e i Fori imperiali, meno nota è la loro storia, anche se è durata più di mille anni, oltrepassando l'età romana. Inizialmente, tra il x e il IX secolo a.c., era solo una zona paludosa e insalubre, con tante zanzare e un piccolo corso d'acqua, il Velabro.




A quel tempo veniva utilizzata per seppellire i morti dei primi abitanti di Roma, le cui capanne sorgevano in cima al Campidoglio e al Palatino. Nessuno avrebbe mai immaginato come si sarebbe trasformata. Passò qualche secolo e la geniale costruzione della Cloaca Maxima bonificò l'intera area, convogliando le acque che continuamente si accumulavano in questa valle. Fu così possibile pavimentarla in terra battuta e dare inizio alla sua straordinaria storia. La città aveva trovato il centro della sua vita politica e religiosa ma anche il fulcro della sua economia, con mercati e botteghe. Per secoli vennero aggiunte nuove costruzioni, nuovi edifici, modificando o abbattendo quelli precedenti. Dopo la vittoria su Cartagine nel 202 a.c., Roma era diventata il principale "faro" del Mediterraneo, e così vennero aggiunte quattro basiliche e furono restaurati i templi già presenti. Con la fine della Repubblica, il Foro doveva apparire insufficiente a una città che ormai contava mezzo milione di abitanti e alla gestione di un impero che si misurava in migliaia di chilometri. Così Giulio Cesare decise di costruirne uno nuovo accanto. Fu solo l'inizio. Con Augusto e con altri imperatori in poco più di centocinquant' anni vennero costruiti in tutto cinque "Fori" attigui a quello più antico: oggi li chiamiamo Fori imperiali per distinguerli dal Foro romano vero e proprio. Sono quelli di Cesare, di Augusto, della Pace (voluto da Vespasiano), di Nerva e quello più bello, il Foro di Traiano. Il tutto fu realizzato gradualmente, sacrificando nove ettari di città che richiesero l'acquisto di edifici, la loro demolizione e persino l'abbattimento di un costone che univa due colli (il Quirinale e il Campidoglio). Un impegno colossale: immaginate cinque nuovi Fori, con i relativi edifici, piazze e statue messi in fila; si poteva passare da uno all’altro attraverso gli eleganti portici e i colonnati che li separavano. Costituivano quindi un unico straordinario complesso, con stucchi, marmi e statue dorate. Qui veniva gestita l'amministrazione dell'Impero, ma anche la sua giustizia. Qui aveva sede lo spirito di Roma. I Fori furono utilizzati per tutta l'età romana, fino al 608, quando venne innalzata una colonna in onore dell'imperatore Foca: fu l'ultimo atto. Poi venne il Medioevo e tutta l'area cominciò lentamente a scomparire sotto la terra e la vegetazione, come un relitto che lentamente sprofonda nel mare. Curiosamente il suo aspetto moderno, una distesa di rovine, non è dovuto tanto alle spoliazioni del Medioevo, quanto e soprattutto a quelle del Rinascimento. Nel XVI secolo papa Giulio II diede l'ordine di sfruttare i Fori come cava di marmi e travertini da riutilizzare in tutte le costruzioni che la sua ristrutturazione di Roma richiedeva. Secondo i testimoni di allora, i templi e i monumenti erano ancora quasi integri! Ma la loro spoliazione e il loro abbattimento avvennero in un batter d'occhio: nel giro di poche decine di giorni gli edifici che avevano costituito il cuore dell'Impero di Roma scomparvero sotto gli occhi di tutti. Molti protestarono, compresi Michelangelo e Raffaello, ma fu inutile. Colonne, capitelli e marmi, simboli di secoli di cultura e storia, vennero avviati ai forni per essere trasformati in calce utile per fare i mattoni delle nuove costruzioni o la malta che li univa. Alla fine, come dopo l'esplosione di un"' atomica culturale", rimasero solo ruderi e brandelli di edifici, quelli che milioni di turisti fotografano oggi. L'area tornò a essere usata come prima, una zona di passaggio per la gente e di pascolo per gli animali, nota a tutti come Campo Vaccino.

Da Una giornata nell'antica Roma






"Breve storia dei Fori di Roma" | Login/Crea Account | 1 commento
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Re: Breve storia dei Fori di Roma (Voto: 1 )
di Paolo il Venerdì, 09 aprile @ 22:41:15 CEST
I protestanti ce l'avevano con lui e almeno con qualche loro buona ragione. Papa Della Rovere prese per il naso mezza Europa, riunì di fatto l'Italia sotto il suo potere temporale e, soprattutto, disfece e rifece la Serenissima. Se poi aggiungiamo la Basilica Nuova di San Pietro, la Cappella Sistina e il Mosè di Michelangelo ci chiediamo come si possa avercela con lui. Era di Albisola, Sua Santità, a due passi da qui, dove si fanno belle ceramiche e buoni bagni, o almeno lo speriamo.

| Parent


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre Storia

Articolo più letto relativo a Storia:
La prima lotteria

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Maternità [ 0 commenti - 28 letture ]
 Se saprai starmi vicino [ 0 commenti - 17 letture ]
 Indovinami, indovino [ 0 commenti - 28 letture ]
 il tempo [ 0 commenti - 26 letture ]
 Buone Feste [ 0 commenti - 18 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 24
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy