Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 84
Totale: 84
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: Home
05: Home
06: Home
07: Home
08: Your Account
09: Home
10: Home
11: Stories Archive
12: Home
13: Home
14: coppermine
15: News
16: Home
17: Home
18: Home
19: News
20: coppermine
21: Home
22: News
23: Home
24: coppermine
25: Home
26: Stories Archive
27: Home
28: Home
29: News
30: Home
31: coppermine
32: Home
33: Home
34: News
35: Home
36: coppermine
37: Home
38: News
39: News
40: Home
41: Home
42: Home
43: coppermine
44: Home
45: Search
46: News
47: Home
48: Home
49: Home
50: Home
51: coppermine
52: News
53: Home
54: Home
55: Search
56: News
57: Home
58: coppermine
59: Home
60: Home
61: Home
62: Home
63: Home
64: Home
65: Home
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: Home
76: coppermine
77: Home
78: News
79: Home
80: Home
81: News
82: Home
83: Home
84: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9081
  · Viste: 1925363
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › Cesare sul Delta
Cesare sul Delta
Postato da Paolo il Lunedì, 25 gennaio @ 20:22:32 CET (1312 letture)
Le opere di Paolo I

Il delta di un fiume: una regione di particolare suggestione. Qui si parla di quello del Nilo, ma potrebbe essere anche quello del Po e più su c'è la Laguna. Quando c'è un tipo come Cesare, ne succedono delle belle. Ci sono anche le donne però, che prendono campo e vanno a occuparlo quasi tutto. Quelle regioni sono proprio loro congeniali.

CESARE SUL DELTA

Dicono che tre schiavi ebbero pietà e raccolsero il corpo di Cesare. Esso non sembrava quello di un uomo della sua età, era come ringiovanito.

Storia Romana in atto unico di Paolo Giuseppe Mazzarello

Scena I

Alessandria d’Egitto, Autunno del 48 a.C. Dato il contesto d’insieme caotico, alcuni personaggi pronunciano una sola battuta e sono identificabili solo attraverso la voce.

- Cesare è arrivato/ ma chi ce l’ha mandato?
- Eravamo beati nel nostro mondo/ e quello pensava a fare il girotondo.
- Risponde all’appello di Tolomeo Aulete/ o vuole spegnere qualche altra sete?
- Era meglio nascondere le insegne consolari/ ci tirano le pietre, pensano ai loro affari.
- Tolomeo dodici caccia Cleopatra moglie sorella, / Arsinoe aspira, ha il suo esercito pure quella.
CESARE Cleopatra, che gioia averti conosciuto, / sento che in me qualcosa è cresciuto.
CLEOATRA Mi lusinga la tua accoglienza, / pronta a piacerti ti faccio la riverenza.
CESARE Umida è l’aria della mia sera, perché parlare in rima se Atene è perduta? Senza Atene non sopravvive la democrazia. Gli asini portano la soma ma ragliano e scalciano: Roma li ha eletti tutti alla dirigenza. Quanta gente qui intorno….Rimetterò Cleopatra sul trono…Ma, dov’è finita?..Era proprio lì, sdraiata sul tappeto.
- (Portando un tappeto arrotolato) Non lo facevo così pesante…(Si fa largo tra il tumulto nel palazzo) Fuori da piedi, c’è il trasloco!
- Hanno preso il palazzo! Cesare è corso alle navi coi suoi.
- Ehi, aspetta che scarico il tappeto (per terra esso si srotola e sbuca fuori Cleopatra.)
CLEOPATRA (Si sfila l’abitino e rimane in due pezzi a tipo tanga) Se Cesare fa il bagno, lo faccio anch’io (corre alla spiaggia e si tuffa in mare.)
CESARE (La sua nave è stata affondata e nuota verso la riva del mare) Con questo caldo un bagno non è neppure un male, non devo bagnare questi fogli (tiene sollevati i rotoli dei suoi ‘commentarii’.)
CLEOPATRA Cesare, cosa te ne fai di quelle carte? E’ in partenza una crociera sul Nilo, partiamo anche noi.
Cesare Reginetta marinaretta! Tieni i miei fogli (le toglie il reggipetto.)
CLEOPATRA Ma, Cesare, qui in mare…
CESARE Sappiamo nuotare. (Rivolto al pubblico) Lasciatemi solo con questa ragazza. L’ho rifatta regina. Che cosa posso fare ancora per Roma?
(A questo punto della rappresentazione, si può ascoltare l’Allegro dalla Piccola Serenata Notturna K525 di Mozart.)
Scena II

L’azione si svolge nel 47 a Zela, nel 46 a Tapso e nel 45 a.C. a Munda. Le voci sono quelle dei legionari di Cesare.
- I Galli conoscono la lingua dall’a alla zeta, / al senato meglio loro d’un nostrano analfabeta.
- Tutto qui Farnace figlio di Mitridate?/ Ben poca cosa le sue armate.
- Giusto è quel che dici./ Sai che dice Cesare? ‘Veni, vidi, vici’.)
- S’è appena fatta la dittatura/ che in Africa si prepara un’altra sciagura.
- Non perdiamo tempo a parlare, / I fanti combattono, ai lati hanno il mare.
- Dispiegati i nostri fianchi sul litorale/ respingono i nemici cavalli del male.
- Cesare vince e vuole clemenza/ agli sconfitti resta la scemenza.
- Non bastava la mattanza Africana, / altri deficienti s’armano in terra Ispana.
- E’ il gran finale, la resa dei conti;/ Cneo Pompeo, Labieno: vi tagliamo i ponti.
- Che personaggi insani:/ Cesare li scanna con le sue proprie mani.
- Chissà se erano pronti:/ certo non abbiamo fatto loro sconti.
- Sesto Pompeo è fuggito e farà il pirata:/ lo sapesse suo padre! E’ acqua passata.
- A Munda finisce il mondo del passato, / a Cesare non sarà perdonato.
- A Caio Giulio Cesare non piaceva l’orario:/ Sosigene ha studiato e abbiamo un calendario.
- Disse in Campania: ‘Sindacalisti Quiriti,/ senza di me, siete tutti finiti.’
- Conosce la legge della Romana unione/ e infrange di continuo la costituzione.
- Perché ce l’aveva con gli ottimati?/ Non contavano nulla, quegli svitati.
- L’avevano fatto arrabbiare/ perché volevano le donne maltrattare.
- In loro vide il lato suo sbagliato:/ n’ebbe orrore e l’ha accoppato.
- Gli ottimati hanno ucciso loro madre/ per fare le femminucce contro Cesare padre.
- Ora che Ponzio Aquila è finito sotto tiro/ Cesare ha proprio finito il suo giro.

Scena III

Roma, verso la fine del 45 a.C.
CESARE (In penombra da solo, rivolto al pubblico) Ho mangiato ‘armeniacae’ seccate al sole e rese morbide nelle cantine. (Canticchiando) Quam cara est mea condimentaria…In fureria ho visto un lento stanco legionario che spostava una cassa..Ora dovrei fare la guerra ai Parti, il corpo organico d’Oriente. I Parti mettono in mezzo i popoli vicini e alla fine se la cavano sempre. Contro i loro catafratti potrei fare rotolare matasse incendiarie e trasformarli in forni. Se a Roma le elezioni non servono a niente perché non c’è nessuno da scegliere, figuriamoci dai Parti! Gli uomini dialogano quando sanno qualcosa, combattono quando temono di perdere qualcosa, litigano quando non sanno nulla e hanno già perso tutto. Anch’io sono della nobiltà Romana che ho cercato di rianimare. La nobiltà Romana non è prolifica e non dovrebbe fare finta di niente. Ho visto quattro piccoli cinghiali sfamarsi ugualmente in un malconcio campo di cereali. Quando morì mio padre, venne a farci visita il pontefice e ci raccomandò alla dea Bona. Noi amiamo la dea, ma non dobbiamo approfittarne. Quando chiediamo troppo alla madre, non rendiamo buon servizio neppure a noi stessi. Il mio partito è rimasto da solo perché quell’altro non valeva nulla. Il mio partito non genera nessuno perché ha un padre, ma non ha una madre. Rimango incompiuto, ma il mio progetto non perde valore. All’uomo, Zeus ispira sempre qualcosa di nuovo. Le abitudini possono cambiare. Una nazione fondata sulla terra ha bisogno di un padre. Una nazione donna sul mare ha bisogno di uno sposo. Quando l’incontro avverrà, lo sposo diventerà padre. Quell’uomo si chiamerà Cesare.



© Paolo Giuseppe Mazzarello





"Cesare sul Delta" | Login/Crea Account | 2 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Re: Cesare sul Delta (Voto: 1 )
di Paolo il Martedì, 26 gennaio @ 18:50:37 CET
Che bel regalo che ci hai fatto, Grazia, a mettere il sonoro!

| Parent


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre Le opere di Paolo I

Articolo più letto relativo a Le opere di Paolo I:
ODISSEA

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Milano mia [ 0 commenti - 28 letture ]
 COME MUORE UN ANZIANO OGGI? [ 1 commenti - 55 letture ]
 Sono triste senza un motivo. Perchè? [ 0 commenti - 203 letture ]
 Poesie d’amore [ 0 commenti - 53 letture ]
 Consacrazione dell’istante [ 0 commenti - 49 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 27
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy