Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 94
Totale: 94
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: News
04: Home
05: Home
06: coppermine
07: Home
08: Home
09: News
10: News
11: coppermine
12: Home
13: News
14: News
15: coppermine
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: News
23: Home
24: coppermine
25: Forums
26: Home
27: Home
28: coppermine
29: Home
30: coppermine
31: Home
32: News
33: Home
34: News
35: Home
36: Home
37: Home
38: coppermine
39: Home
40: coppermine
41: Home
42: Forums
43: Home
44: coppermine
45: News
46: Forums
47: News
48: Home
49: coppermine
50: Home
51: coppermine
52: News
53: coppermine
54: Home
55: Home
56: Search
57: Home
58: Forums
59: Home
60: coppermine
61: coppermine
62: News
63: Search
64: coppermine
65: News
66: Home
67: Home
68: Home
69: coppermine
70: Home
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: Search
76: Home
77: Home
78: Home
79: Home
80: coppermine
81: Home
82: Home
83: Home
84: News
85: Home
86: Home
87: Home
88: coppermine
89: Home
90: Stories Archive
91: Home
92: News
93: Home
94: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8588
  · Viste: 1312662
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › Tecnica di lettura veloce
Tecnica di lettura veloce
Postato da Antonio il Venerdì, 04 gennaio @ 15:48:18 CET (735 letture)
Psicologia e salute III

La lettura è un'attività umana recente, ha circa 5 mila anni. Cosa succede nel nostro cervello quando leggiamo?
Possiamo così sintetizzare il percorso: partiamo dalla parola sentita: prima si attiva l'area uditiva primaria, quindi entra in funzione l'area di Wernicke situata nel lobo temporale per la comprensione, da questa regione attraverso il fascicolo arcuato, un fascio di fibre nervose, si arriva all'area di Broca (frontale dell'emisfero sinistro), in cui è localizzata la produzione delle parole e, infine, all'area motoria questo nel caso si parli. Per la lettura il percorso è simile, ma si parte dalla retina, si attiva l'area visiva primaria e poi quella visiva associativa, quindi si arriva all'area di Wernicke e ad altre zone del lobo temporale.


Per esempio hanno trovato che l'area Gesckwind è connessa con quelle di Broca e Wernicke. Secondo una teoria dell'ottocento (di Jules Dejerine) esisterebbe una regione preposta alla lettura: la VWFA (Visual Word form area) dell'emisfero sinistro della corteccia cerebrale e recenti esperimenti condotti da Laurent Cohen dell'Istituto Nazionale di ricerca medica di Parigi, dimostrerebbe che questa zona del cervello, che ha anche un ruolo nella visualizzazione di forme come oggetti e persone, sarebbe indispensabile per la lettura. Nella lettura entrano in gioco anche altre attività cerebrali come la memoria e l'attenzione, per la quale si attivano i lobi frontali e il talamo, la struttura che filtra gli stimoli in modo selettivo.

Come si impara

Si comincia imparando a riconoscere le lettere sillabandole a voce alta, quindi si leggono una dopo l'altra, cogliendo, alla fine della sequenza, il significato della parola intera composta dalle singole unità affiancate. Nella fase successiva il bambino arriva a riconoscere subito il vocabolo. Lettere e parole vengono trasmesse al cervello come immagini attraverso il nervo ottico: gli occhi si fissano sulla parola il tempo necessario affinché il cervello ne registri l'immagine.
Seguono quindi la comprensione di frasi intere e la loro ritenzione: le informazioni e i concetti compresi attraverso un testo vengono immagazzinati nella memoria a breve e, quindi, a lungo termine. E a mano a mano s'impara a leggere non ripetendo più a voce alta le parole. I bambini italiani sono favoriti nell'apprendimento della lettura rispetto ai loro coetanei inglesi. Dal momento che le lettere scritte corrispondono ai suoni del parlato va da sé che sia più facile imparare a leggere in una lingua dove ci sia corrispondenza tra codice scritto e codice parlato, come in italiano.

Come si fa normalmente

In genere le persone leggono alla stessa velocità con cui parlano. Un lettore molto lento (e con uno scarso livello d'istruzione) legge, anche da adulto, 1 lettera alfabetica per volta, uno medio 1 o 2 parole alla volta e uno più veloce coglie anche 4 e più parole con un semplice sguardo. Un adulto quando legge non ripete più a voce alta (a meno che non sia voluto), ma spesso articola le parole mentalmente, senza che la laringe si muova: è la subvocalizzazione (o parlato interiore) in cui ci si immagina il suono delle parole e lo si mima lievemente con la bocca, senza rendersene conto.
Per scoprire se si legge subvocalizzando basta mettere un foglio di carta tra le labbra: leggendo non si deve muovere. Per gli esperti la subvocalizzazione è uno dei motivi che determinano una lettura rallentata. Ma secondo altre ricerche è un processo che facilita la comprensione di un testo. Altre cause sono la mancanza di concentrazione e la lettura vocabolo per vocabolo, fissandoli a uno a uno.

UN PO' DI STORIA

1878-1905. Il medico francese Emile Javal (1839-1907) osserva che l'occhio funziona con movimenti a balzi (saccadi)

1930. Il medico statunitense William H. Bates identifica delle tecniche per ampliare il campo visivo

Anni '40. L'esercito utilizza il tachitoscopio, uno strumento che permette di valutare la reazione di un paziente agli stimoli visivi e scopre che proiettando sullo schermo 4 parole insieme alla velocità di un cinquecentesimo di secondo il lettore è in grado di riconoscerle.

Anni '50. Evelyn Wood (1909-1990), insegnante è la pioniera dello Speed reading (lettura veloce)
Tutti possono leggere la stessa velocità e la lentezza è dovuta alla rilettura dei vocaboli, da evitare seguendo con una penna la linea di scrittura a un ritmo costante.

200 PAROLE AL MINUTO? PASSA A 400

Far passare un lettore "normale" dalle sue circa 150-200 parole al minuto al doppio o al triplo e più: è quanto propongono i corsi e i libri di lettura accelerata con diversi metodi, attraverso tecniche di concentrazione mentale, l'eliminazione della sillabazione della pronuncia mentale, dei movimenti cosiddetti inutili dell'occhio (l'andare indietro o qualche riga più avanti con lo sguardo). Fondamentalmente è l'ampliamento del campo visivo per assimilare più parole con una sola occhiata. Basta esercitarsi.

Campo visivo

Un lettore usa il campo visivo centrale che corrisponde a circa il 20 per cento delle sue potenzialità. Per esempio, quando si guida un'auto l'attenzione è focalizzata sulla strada davanti (il campo visivo centrale), ma ugualmente si percepiscono sia sul marciapiede di destra sia su quello di sinistra eventuali persone che camminano: questo è il campo visivo periferico.

Movimenti oculari

Gli occhi, quando leggono, non si spostano in modo continuo lungo di scrittura, ma procedono a piccoli balzi, chiamati saccadi.
Ogni saccade dura dai 20 ai 40 ms (millesimi di secondo). Le saccadi sono intervallate da pause di relativa immobilità durante le quali gli occhi "fotografano" una o gruppi di parole: sono le fissazioni nelle quali si verifica l'estrazione delle informazioni da un testo e che durano dai 150 ai 500 ms. Nella lettura la maggior parte del tempo è occupato dalle fissazioni. Le saccadi non procedono sempre nella stessa direzione di lettura (da sinistra a destra nelle grafie occidentali), a volte compiono dei movimenti di ritorno indietro, le regressioni (il 10-15 per cento delle saccadi totali) di pochi caratteri o di precedenti parti di testo. Saccadi regressive di oltre 10 caratteri o alla riga precedente si verificano quando il testo non viene compreso.

Un punto da fissare

Minori sono i punti di fissazione più rapida è la lettura e, infatti, osservando gli occhi di un lettore veloce si noterà che si fermano un numero di volte inferiore rispetto a un lettore normale. Ci sono esercizi che stabiliscono un unico punto di fissazione centrale tra due brevi righe di testo
e non sui singoli vocaboli: con gli occhi bisogna vedere il maggior numero di parole.

Lettura selettiva e orientativa

Consistono in alcune tecniche (di scorrimento delle righe, di scrematura ecc.) che permettono di selezionare ed estrapolare le informazioni interessanti o di farsi un'idea del contenuto senza leggere tutto. Si seguono degli schemi: si visualizza il testo facendo scorrere lo sguardo zigzagando rapidamente tra una riga e l'altra oppure in senso diagonale, a incroci ecc.
Un esempio di lettura selettiva è la ricerca di un numero nell'elenco telefonico.


da "Airone"






"Tecnica di lettura veloce" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre Psicologia e salute III

Articolo più letto relativo a Psicologia e salute III:
Sogni

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Siediti al sole [ 0 commenti - 10 letture ]
 Friedrich-von-Amerling [ 0 commenti - 8 letture ]
 Mare nostro [ 0 commenti - 10 letture ]
 Incidente stradale [ 0 commenti - 14 letture ]
 Fernanda Pivano [ 0 commenti - 22 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content .
www.casatea.com

Toggle Content *
sito web

Toggle Content
Sito d'argento

Toggle Content .

Toggle Content -
10000 punti ottenuti

Toggle Content Magicamente

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy