Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 404
Totale: 404
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: coppermine
04: Home
05: Home
06: Home
07: Home
08: Stories Archive
09: Home
10: Home
11: Home
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: coppermine
19: coppermine
20: News
21: Home
22: Home
23: Home
24: News
25: Home
26: Home
27: Home
28: Home
29: Home
30: Home
31: Home
32: Home
33: coppermine
34: Home
35: Home
36: Home
37: Home
38: Home
39: Home
40: Home
41: News
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: Your Account
47: Home
48: Home
49: Home
50: Home
51: Home
52: News
53: News
54: Home
55: Home
56: Home
57: Forums
58: Home
59: Home
60: News
61: News
62: Home
63: Home
64: Home
65: Home
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: Home
72: News
73: Home
74: Home
75: Home
76: Home
77: Search
78: Home
79: Home
80: Home
81: Home
82: Home
83: Search
84: Home
85: Home
86: Home
87: Home
88: Home
89: Stories Archive
90: Home
91: Home
92: Home
93: Home
94: News
95: Home
96: Home
97: Home
98: Home
99: Home
100: Home
101: Home
102: Home
103: Home
104: Home
105: Stories Archive
106: Home
107: Home
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: Home
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: coppermine
118: Home
119: Home
120: Home
121: coppermine
122: Home
123: Home
124: Home
125: Home
126: Home
127: Home
128: Home
129: Home
130: Home
131: Home
132: Home
133: Home
134: Forums
135: Home
136: Home
137: Home
138: Home
139: News
140: Home
141: Home
142: Home
143: Home
144: Home
145: Home
146: Home
147: coppermine
148: Home
149: Home
150: Home
151: Home
152: Home
153: Home
154: coppermine
155: Home
156: Home
157: News
158: Home
159: Home
160: Home
161: Home
162: Home
163: Home
164: Home
165: Home
166: Home
167: Home
168: Home
169: Home
170: coppermine
171: Home
172: Home
173: Home
174: News
175: Home
176: coppermine
177: coppermine
178: Home
179: Home
180: coppermine
181: Home
182: Home
183: Search
184: Home
185: Home
186: Home
187: Home
188: coppermine
189: Home
190: News
191: Home
192: Home
193: Home
194: Contact
195: Home
196: Home
197: Home
198: Home
199: Stories Archive
200: Home
201: Home
202: Search
203: Home
204: Home
205: Home
206: Home
207: Home
208: Home
209: Home
210: Home
211: Home
212: Home
213: Home
214: Home
215: Home
216: Stories Archive
217: Home
218: Home
219: Forums
220: Stories Archive
221: Home
222: Home
223: Home
224: Home
225: Home
226: Home
227: Home
228: Home
229: Home
230: Home
231: Home
232: Home
233: Home
234: Home
235: Home
236: Home
237: Home
238: Home
239: Home
240: Home
241: Home
242: Home
243: Home
244: Home
245: Stories Archive
246: Home
247: Home
248: Home
249: Home
250: Home
251: Home
252: Home
253: Home
254: Home
255: Home
256: News
257: News
258: Home
259: Home
260: Home
261: Home
262: Home
263: Forums
264: Home
265: News
266: Home
267: Home
268: Home
269: Home
270: Home
271: Home
272: Home
273: Home
274: Home
275: Home
276: Home
277: Home
278: Home
279: News
280: Home
281: Home
282: Home
283: Home
284: Home
285: Home
286: Home
287: News
288: Home
289: News
290: Home
291: Home
292: Home
293: Home
294: coppermine
295: Home
296: Home
297: News
298: Home
299: Home
300: Home
301: Home
302: Stories Archive
303: Home
304: Home
305: Home
306: Home
307: Statistics
308: Home
309: Home
310: Home
311: Search
312: News
313: News
314: Home
315: Home
316: Home
317: News
318: Home
319: Home
320: Home
321: Home
322: Home
323: coppermine
324: Home
325: News
326: Home
327: News
328: Home
329: Home
330: Home
331: Home
332: Your Account
333: Home
334: Home
335: News
336: Home
337: Home
338: Home
339: Home
340: Home
341: Home
342: coppermine
343: Home
344: Home
345: News
346: coppermine
347: Home
348: Home
349: Home
350: Home
351: Home
352: Stories Archive
353: Home
354: Home
355: coppermine
356: coppermine
357: News
358: Home
359: Home
360: Home
361: Home
362: Home
363: News
364: Home
365: Home
366: Home
367: coppermine
368: Home
369: Home
370: Home
371: Home
372: Home
373: Home
374: Home
375: Home
376: Home
377: Home
378: Home
379: Home
380: Home
381: Home
382: Search
383: Home
384: Home
385: coppermine
386: Home
387: Home
388: Home
389: Home
390: Forums
391: Home
392: Home
393: coppermine
394: Home
395: Home
396: Home
397: Home
398: News
399: Search
400: Home
401: Home
402: Home
403: Home
404: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9064
  · Viste: 1924420
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › I TRULLI DI ALBEROBELLO
I TRULLI DI ALBEROBELLO
Postato da Grazia01 il Domenica, 17 febbraio @ 20:22:08 CET (8223 letture)
I patrimoni dell'umanità - Italia
I TRULLI DI ALBEROBELLO

LE COSTRUZIONI DI ALBEROBELLO, DI ORIGINE SCONOSCIUTA MA DI GRANDE UNITÀ FORMALE
E STRUTIURALE, COSTITUISCONO UN ECCEZIONALE ESEMPIO DI TECNICA ARCHITETTONICA PROTOSTORICA GIUNTA FINO AI GIORNI NOSTRI.
NELLE RIPIDE STRADINE DEI QUARTIERI DI MONTI E AJA PICCOLA SI TROVANO CENTINAIA DI CASE IMBIANCATE DI CALCE CON IL CARATIERISTICO TETTO CONICO FORMATO DA PICCOLE LASTRE GRIGIE LOCALMENTE DETIE CHIANCARELLE.




La zona della Bassa Murgia è famosa per i suoi caratteristici trulli, sparsi nell'area compresa tra Selva di Fasano e la valle d'Itria.
L'origine di queste costruzioni, simili a capanne molto evolute, risale alla protostoria.
Si ritiene che gli elementi decorativi, come la sfera o la placca quadrata che sovrastano il tetto conico oppure i disegni geometrici dei soffitti,
derivino dai Messapi, antica popolazione stanziata in Puglia fin dall'Età del ferro e alla quale si deve l'innalzamento di menhir nella regione;
ma è possibile che questa tradizione costruttiva sia arrivata dalla Grecia micenea.
Inizialmente i trulli erano costruzioni isolate in mezzo alla campagna, ma a poco a poco si costituirono piccoli agglomerati che si trasformarono in veri nuclei urbani, come accadde ad Alberobello.




Il contrasto fra il bianco dei muri e il grigio scuro delle chiancarelle che formano il tetto è una costante nei trulli di Alberobello.

RADICI RURALI

Generalmente si ritiene che l'origine di Alberobello risalga al XVI secolo, quando cominciò l'occupazione di un'area fino a quel momento deserta, dopo che il principe di Taranto Roberto d'Angiò la cedette al primo conte di Conversano. Gradualmente si procedette alla colonizzazione della valle d'ltria, ricorrendo al trasferimento dei sudditi da altri feudi e concedendo loro l'autorizzazione a stabilirvi fattorie. I contadini costruirono i trulli e i muretti divisori, formando un complesso architettonico che segnò la nascita della "proprietà privata" rurale. Tuttavia, alcuni studi più recenti anticipano già al 1000 la data dei primi insediamenti nella zona. Questi sarebbero sorti in corrispondenza del piccolo fiume sotterraneo che ancora oggi scorre ad Alberobello trasformandosi progressivamente in agglomerati urbani e dando origine ai quartieri di Aja Piccola e di Monti.
Nel rispetto della tradizione, i muri a secco di Alberobello vennero adottati anche per gli insediamenti successivi. Verso la metà del XVI secolo l'area di Monti era già occupata da circa 40 trulli. Nel 1797 il centro abitato prese il nome di Alberobello, derivante dal nome latino della regione: Silva arboris belli. Da quel momento la costruzione dei trulli entrò in una fase di rapida decadenza.



Un trullo dalle forme molto semplici: il tetto termina con uno dei molti motivi decorativi presenti in questo tipo di architettura.

PIETRA SENZA CALCE

Trulli isolati o riuniti in piccoli aggregati si trovano in tutta la valle d'Itria, ma costituiscono un insieme urbano solo nei quartieri di Monti e di Aja Piccola di Alberobello e in un piccolo agglomeratomuseo situato nelle vicinanze.
Il quartiere di Monti ospita circa 1030 trulli; le sue strade scendono lungo i pendii della collina convergendo verso il basso. Il quartiere di Aja Piccola, con 590 trulli, è meno omogeneo e si concentra intorno a una spianata, che in epoca feudale veniva utilizzata per la trebbiatura.



La chiesa di Sant'Antonio costruita seguendo lo schema architettonico dei trulli.

I trulli sono costruiti direttamente sulla roccia, senza fondamenta, con pietre posate una sull'altra, senza calce per fissarle. Si tratta di costruzioni realizzate con blocchi di pietra calcarea rozzamente lavorati raccolti nei campi vicini. I muri, di un'altezza compresa tra 1,5 e 1,8 metri, sono doppi e con piccole finestre; normalmente la costruzione ha pianta quadrata. Il trullo è di solito costituito da un solo locale, ma in alcuni casi l'interno è formato da uno spazio centrale circondato da varie stanze.



Trullo Sovravo

La costruzione più completa, più complessa e più alta è il Trullo Sovrano, situato dietro alla chiesa madre che domina la città. Il suo soffitto conico è composto da pietre piane disposte in modo concentrico. Queste piccole lastre grigie, dallo spessore che va dai 5 ai 7 centimetri, sono conosciute come chianche o chiancarelle, nome che viene esteso anche a tutto il tetto. Spesso il cono del tetto finisce con un pinnacolo, con una sfera o con un altro elemento decorativo di carattere simbolico religioso o magico chiamato localmente cucurneo o tintinule: lo stesso motivo a volte si ripete tracciato con la calce sulle chiancarelle.



I simboli che decorano questi tetti, come ruote solari, cuori inseriti in un triangolo, croci, lune e candelabri, sono d'origine misteriosa, poiché il loro significato è andato perduto nel corso del tempo. Alberobello fu dichiarato monumento nazionale nel 1928, anno in cui iniziò un'attiva campagna per la salvaguardia dei trulli. La maggior parte di queste costruzioni è di proprietà privata, mentre alcune sono state acquistate dal comune.



La relativa semplicità del loro progetto ha favorito la conservazione nel corso del tempo sia della loro struttura sia della loro decorazione. Attualmente alcuni camini e rattoppi in cemento rovinano l'insieme, così come le numerose insegne poste per richiamare l'attenzione dei turisti.



I MOTVI DELLA SCELTA

DENOMINAZIONE: I trulli di Alberobello PATRIMONIO DELL'UMANITÀ dal 1996


I trulli caratterizzano ampi tratti delle Murge. Ma Alberobello è unico per la concentrazione di questi edifici e per la particolare modalità di costruzione, per la tecnica, risalente alla preistoria, dei suoi tetti formati da piccole lastre di pietra, simili a quelle delle tombe a tholos della Grecia micenea, del Tesoro d'Atreo o dei nuraghi della Sardegna.








"I TRULLI DI ALBEROBELLO" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre I patrimoni dell'umanità - Italia

Articolo più letto relativo a I patrimoni dell'umanità - Italia:
I SASSI DI MATERA

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Nell’uovo [ 0 commenti - 8 letture ]
 A tutte le donne [ 0 commenti - 8 letture ]
 "Fazzoletti Rossi" di Maria Facci [ 1 commenti - 29 letture ]
 Milano [ 0 commenti - 20 letture ]
 A volte [ 0 commenti - 14 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 21
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy