Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 85
Totale: 85
Chi è online:
 Visitatori:
01: Search
02: News
03: Home
04: Home
05: Home
06: Home
07: Home
08: Home
09: Home
10: coppermine
11: News
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: News
17: Stories Archive
18: News
19: Stories Archive
20: Home
21: Home
22: Stories Archive
23: Home
24: Home
25: Home
26: Stories Archive
27: Home
28: Home
29: Home
30: News
31: Search
32: Home
33: Home
34: Home
35: News
36: Home
37: Home
38: Home
39: Search
40: Stories Archive
41: Home
42: Home
43: News
44: News
45: News
46: News
47: Home
48: News
49: News
50: Home
51: Home
52: Search
53: News
54: Home
55: Home
56: coppermine
57: Home
58: News
59: Home
60: Home
61: Search
62: Home
63: News
64: Search
65: Stories Archive
66: Home
67: Home
68: Stories Archive
69: Home
70: Home
71: Home
72: Home
73: Home
74: News
75: Home
76: Stories Archive
77: Home
78: News
79: coppermine
80: Home
81: Home
82: coppermine
83: coppermine
84: Search
85: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9021
  · Viste: 1924041
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › L'INCONTRO
L'INCONTRO
Postato da Tony-Kospan il Sabato, 23 febbraio @ 21:50:26 CET (5663 letture)
POESIE TEMATICHE I°



Care amiche ed amici stavolta il tema delle poesie domenicali...
non è che quel che accade dopo che gli occhi ed i cuori... temi delle ultime 2 domeniche...
hanno provocato la... scintilla d'amore... e cioè...

L'incontro... il primo incontro...
è uno dei momenti fondamentali in qualunque storia d'amore...
E' il momento della prima verifica...
della corrispondenza tra le nostre impressioni...
con le emozioni reali...



Esso può esser l'entusiasmante riconoscersi e... perdersi...
in una calda nuvola d'amore...
o il riconoscere a sé stessi... d'aver vissuto solo un abbaglio...

Stavolta, a parte l'ultima, le poesie da me prescelte
sono di autori non molto noti ma a mio parere molto belle...



ORA CHE SEI VENUTA
Camillo Sbarbaro

Ora che sei venuta,
che con passo di danza sei entrata
nella mia vita
quasi folata in una stanza chiusa
a festeggiarti, bene tanto atteso,
le parole mi mancano e la voce
e tacerti vicino già mi basta.

SOTTO L'ARCOBALENO
Daniela Costantini

E’ un mattino dipinto d’arcobaleno
e mille emozioni mi increspano l’anima.
Le strade ancora bagnate di pioggia
riflettono le mille sfumature del cielo;
mille colori,
mille pensieri,
mille emozioni fatte di te.
Mille baci poserò sulle tue labbra
tra poco…
quando ti incontrerò…
Mi immergerò nel tuo sguardo
dove incontrerò la tua anima.
Naufragherò nel mare del tuo amore
senza cercare salvezza.
Le strade ancora bagnate
sono ora una specchio di luce;
alzo gli occhi…
mi stai venendo incontro.
Mi fermo a guardarti…
troppa emozione;
ti sorrido, mi sorridi…
sotto i colori dell’arcobaleno.



E TU STAI LI'
Elgreco

E tu stai li a guardarmi con gli occhi accesi,
spaventata dal trovarti
ad amarmi,
e tu stai in silenzio
le mani che cercano le mani,
le parole che cercano
le parole,
e tu stai li con respiro
lento ad assaporare
il desiderio di un bacio,
guardando labbra
che sorridono,
e tu stai li a sognare
di volare,
mentre gli occhi
si chiudono a sognare,
e tu stai li
all’angolo della strada,
con la mano aperta
a salutare,
tu stai li
ed io mi fermo
mi volto
e torno con te a volare.


VALSE BRILLANTE
Herman Hesse

Una danza di Chopin irrompe nella sala,
una frenetica, scatenata danza,
Le finestre riflettono aria di tempesta,
una corona appassita orna il pianoforte.
Il pianoforte tu, il violino io,
così suoniamo e non finiamo mai
ed aspettiamo ansiosi, tu ed io,
chi romperà per primo l'incantesimo.
Chi si fermerà per primo in mezzo al ritmo
e spingerà via da sé i lumi,
e chi per primo farà la domanda
alla quale risposta non c'è.

L'Orso dunque vi saluta augurando a tutti...
felicissimi incontri...




Orso Tony
kospan@msn.com









L'INCONTRO D'AMORE IN POESIA
a cura di Tony Kospan

Care amiche ed amici riprendiamo,
dopo aver festeggiato la donna in poesia,
questa mini antologia sul percorso dell'amore umano.

Duque dopo che gli occhi ed i cuori...
hanno provocato la... scintilla d'amore...
cos'avviene se non... l'incontro?







E' il momento della prima verifica…
della corrispondenza tra le nostre impressioni…
con le emozioni reali…
in quanto può esser l'inizio d'una storia fantastica
o ahimé l'inizio della fine d'un sogno...

Stavolta... le poesie prescelte sono di autori noti
e non noti e l'ultima è della grande poetessa polacca
recentemente scomparsa che inquadra l'incontro d'amore
in una storia già scritta nel destino...
come con altre parole ci dice anche Coelho...







Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime
prim'ancora che i corpi si vedano.
Paulo Coelho



Come al solito sarebbe bello leggere sul tema
poesie vostre, o di altri autori, che piacciono a voi.







SOTTO L'ARCOBALENO
Daniela Costantini

E’ un mattino dipinto d’arcobaleno
e mille emozioni mi increspano l’anima.
Le strade ancora bagnate di pioggia
riflettono le mille sfumature del cielo;
mille colori,
mille pensieri,
mille emozioni fatte di te.
Mille baci poserò sulle tue labbra
tra poco…
quando ti incontrerò…
Mi immergerò nel tuo sguardo
dove incontrerò la tua anima.
Naufragherò nel mare del tuo amore
senza cercare salvezza.
Le strade ancora bagnate
sono ora una specchio di luce;
alzo gli occhi…
mi stai venendo incontro.
Mi fermo a guardarti…
troppa emozione;
ti sorrido, mi sorridi…
sotto i colori dell’arcobaleno.







L'ANTICO ROGO
Salvatore Fiume

Mezz'ora
mezz'ora della mia vita
mezz'ora nella mia vita
vuota completamente
...la mezz'ora in cui
non ci conosciamo ancora.
Fra mezz'ora.
Il nostro incontro
può cambiare completamente
la mia e la sua vita.
Cosa scriverò
in altro foglio
dopo che questa mezz'ora
sarà finita?
Riempirò di lei la poesia
o è già poesia quella mezz'ora
senza me né lei?







DOMANI ELLA VERRA'!
Olindo Guerrini

Domani ella verrà! - Domani è certo
che il tempo mi parrà lungo, mortale,
quando commenterò sull'uscio
...ogni passo che suoni in sulle scale.
Verrà! Verrà! Ma perché dunque, incerto,
e tremo come un collegiale?
Ah, purché tutto non sia già scoperto!
la mamma non sospetti il male!
Dentro una voce susurrarmi sento:
verrà... doman verrà! Chi più l'aspetta ;
lo ritrova più dolce il gran momento!
Come calda sarà la prima stretta
della sua man tremante e lo spavento
de' primi baci dietro alla veletta!







PIACEVOLE INCONTRO
J. W. Goethe

Nell'ampia cappa avvolto fin al mento,
prendevo la via tra le rocce, aspra e grigia,
e poi giù per i prati invernali,
l'animo inquieto, disposto alla fuga.

D'un tratto, il nuovo giorno si spogliò del velo:
giunse una fanciulla, bella come il cielo,
perfetta come quelle donne leggiadre
care ai poeti. La mia ansia s'acquietò.

Ma sviai il passo e la lasciai andare,
mi strinsi più forte nelle pieghe,
come per difendermi nel mio calore.

Eppure la seguii. Mi fermai. Era accaduto!
Nella mia veste non potei più celarmi,
la gettai via. E ci fu lei tra le mie braccia.







LA STAZIONE
Wislawa Szymborska

Il mio arrivo nella città di N.
è avvenuto puntualmente.
Eri stato avvertito
con una lettera non spedita.
Hai fatto in tempo a non venire
all'ora prevista.
Il treno è arrivato sul terzo binario.
E' scesa molta gente.
L'assenza della mia persona
si avviava verso l'uscita tra la folla.
Alcune donne mi hanno sostituito
frettolosamente
in quella fretta.
A una è corso incontro
qualcuno che non conoscevo,
ma lei lo ha riconosciuto
immediatamente.
Si sono scambiati
un bacio non nostro,
intanto si è perduta
una valigia non mia.
La stazione della città di N.
ha superato bene la prova
di esistenza oggettiva.
L'insieme restava al suo posto.
I particolari si muovevano
sui binari designati.
E' avvenuto perfino
l'incontro fissato.
Fuori dalla portata
della nostra presenza.
Nel paradiso perduto
della probabilità.
Altrove.
Altrove.
Come risuonano queste piccole parole.





TONY KOSPAN


frameborder="0"allowfullscreen>[/align]
Incontro d'amore in poesia e non solo




Gli incontri più importanti
sono già combinati dalle anime
prima ancora che i corpi si vedano.
Paulo Coelho






Conosco dell'amore solo i lati peggiori:
il distacco da un incontro mai stato.
Aldo Busi






L'amore: un sentimento inventato:
ciò che conta è il gioco della seduzione,
il rituale di piacere a qualcuno.

Gesualdo Bufalino.






Incontro
di Carlo Bramanti

Un mar
Di sogni e pensieri
Di volti sinceri
S'affollano, ora assolati
E c'è odor di foglie
Di verdi voglie
E ora null'altro
Null'altro che gli occhi tuoi.








INASPETTATA MI SEI APPARSA
di Francesco Gheza

Inaspettato incontro: mi sei apparsa!
Non cercavo insoliti turbamenti aspri:
semplice, raffinata la tua figura,
pulita nei modi ed affascinante.

Un fremito ricomposto, domato a stento,
voglia di guardarti senza ferirti certo,
scrutarti ovunque a partire dal sorriso,
cercando ingenuo una particolare grazia.

Compiacenti sembriamo, senza scabri eccessi,
quasi morbide due persone alla conquista:
mentre parliamo ci scrutiamo attenti,
quasi rivelandoci una contenuta gioia.

Già dentro di me il solito timido pensiero:
anche tu sarai sempre, solo, nei miei ricordi!









ATTIMO
di Rainer Maria Rilke

Un silenzio improvviso è fra di noi.
Ci abbandoniamo al vento,
trasfigurati in un tremor di rami
che, al cuore del Maggio protesi,
ne ascoltan sommesse parole.

L'ombra, d'un tratto, invade ogni sentiero
Tendiamo l'orecchio in ascolto...
Un sussurrar di pioggia:
e tutto il mondo le sobbalza incontro,
per farsi più vicino a quel ristoro.







L'incontro
di Farese Angelo

Ho varcato il cancello verde,
addentrandomi nel parco solitario.
Scendendo le poche scale rimaste,
come sole al tramonto,
da lontano ti scorgo.
Con una certa signorilità,
incroci il mio sguardo,
ed io, il tuo profumo che sfuma.
In omaggio, mi rendi un saluto,
e timidamente, rispondo arrossendo,
al tuo fascino femminile,
che il gentil cuor rallegra,
in clamorosi sorrisi,
nel mio bruto animo maschile.







Tempus fugit
di Aldo Bordoni

Ammiro i tuoi occhi
e maledico il vento
che spazza via, gelido,
i ricordi.
Mi immergo nella dolcezza
del tuo sorriso
e maledico il tempo,
che spazza via, crudele,
gli anni.
Dovevo incontrarti
un quarto di secolo fa
ed innamorarmi di te
che ad ogni apparizione mi doni,
inconsapevole, pace
ed infinita dolcezza.




Grazia














L'INCONTRO… POESIE E NON SOLO
a cura di Tony Kospan

Care amiche ed amici, amanti come me della poesia, mentre l'estate ha ornai superato la boa centrale…(ma dal caldo che fa non si direbbe) eccoci al nostro consueto tema poetico domenicale...







Esso stavolta si collega in qualche modo proprio all'estate, in quanto, per effetto di viaggi e vacanze, questa è la stagione in cui massima è la possibilità concreta di nuovi incontri… più o meno… magici… fatidici… etc…

Se l'incontro di sogno accade per caso o è deciso dal destino ognuno può pensarla come vuole… riporto però quest'aforisma che mi piace molto…





Gli incontri piu importanti sono già combinati dalle anime prima ancora che i corpi si vedano.(Paulo Coelho)





Le poesie prescelte stavolta ci parlano,
le prime 2 dell'incontro come attesa,
la terza e la quarta di quello già avvenuto
e la quinta del desiderio di ripeterlo
come la prima volta con tutte le sue emozioni.

Come sempre mi piacerebbe leggere quelle che amate voi… qui o nel FANTASTICO MONDO DELLA POESIA.







INCONTRO SOGNATO
Mavina


Incontro sognato

Tu
che mi cerchi
che mi trovi
e che mi cogli
tra le note del mio canto…

Tu
che mi baci
senza aver mai visto
la mia bocca…

Tu
mi verrai incontro
in un'ora di luce
nella pausa del vento
nel silenzio della parola
nella parola degli sguardi…

Tu
da me.







DOMANI ELLA VERRA'!
Olindo Guerrini

Domani ella verrà! – Domani è certo
che il tempo mi parrà lungo, mortale,
quando commenterò sull'uscio
…ogni passo che suoni in sulle scale.
Verrà! Verrà! Ma perché dunque, incerto,
e tremo come un collegiale?
Ah, purché tutto non sia già scoperto!
la mamma non sospetti il male!
Dentro una voce susurrarmi sento:
verrà… doman verrà! Chi più l'aspetta ;
lo ritrova più dolce il gran momento!
Come calda sarà la prima stretta
della sua man tremante e lo spavento
de' primi baci dietro alla veletta!





ORA CHE SEI VENUTA
Camillo Sbarbaro

Ora che sei venuta,
che con passo di danza sei entrata
nella mia vita
quasi folata in una stanza chiusa
a festeggiarti, bene tanto atteso,
le parole mi mancano e la voce
e tacerti vicino già mi basta.







TI HO INCONTRATA
Mario Vecchione

Ti ho incontrata
lungo la vita
che suonavi
le corde del vento
e cantavi canzoni di sole
canzoni d’amore
io pifferaio senza topi
tu in cerca
dell’ultimo fiore
siam caduti
nell’argento dei rimpianti;
ti ho incontrata
lungo la vita
che scrivevi
su foglie di gelso
e parlavi di storie di stelle
di storie d’amore
io don chisciotte senza mulini
tu violinista senza un archetto
siam caduti
nel buco nero dell’amore;
e adesso che
siamo vicini
pure lontani
come due poli
non indosso più gilè
grigio scuri
la tua mano nella mia
come un messaggio planetario
con il nettare di dio
nei nostri cuori.







VORREI INCONTRARTI ANCORA
Ferdinando Giordano

Vorrei incontrarti ancora per la prima volta
e per la prima volta vorrei averti ora
ad un passo di labbra
alla distanza di un bacio
separati solo da una frenesia di carezze
nell'ingombro delle vesti.
Nuovi di tutto
per avere di nuovo tutto:
dal tremore
alla prima certezza.
Senza i giorni per arrivare qui.


Tony Kospan











é il tema poetico di questa domenica





"Senza parlare sei arrivata come una
vera regina, di nascosto
hai posato i piedi dentro l'anima."

RABINDRANATH TAGORE





"Vorrei dirti le parole più vere, ma non oso,
per paura che tu rida. Ecco perché mento,
dicendo il contrario di quello che penso.
Rendo assurdo il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso."

RABINDRANATH TAGORE





Incontro

Un mar
Di sogni e pensieri
Di volti sinceri
S'affollano, ora assolati
E c'è odor di foglie
Di verdi voglie
E ora null'altro
Null'altro che gli occhi tuoi.

Carlo Bramanti








ATTIMO

Un silenzio improvviso è fra di noi.
Ci abbandoniamo al vento,
trasfigurati in un tremor di rami
che, al cuore del Maggio protesi,
ne ascoltan sommesse parole.

L'ombra, d'un tratto, invade ogni sentiero
Tendiamo l'orecchio in ascolto...
Un sussurrar di pioggia:
e tutto il mondo le sobbalza incontro,
per farsi più vicino a quel ristoro.

Rainer Maria Rilke





Brezza

Trasformarsi in un alito di vento
per arrivare fino a te,
avvolgerti come fa una tiepida brezza
in un rosso tramonto
su una distesa di tenera erba ingiallita
dal sole cocente del giorno.

Ruggire come un leone al tramonto
per sentirti tremare,
brillare come la luna piena
sul mare calmo
per illuminare il tuo cuore.

Entrare nei tuoi sogni
per diventare il tuo principe azzurro,
aprire gli occhi
per ritrovarmi sdraiato accanto a te
stretto sul tuo cuore.

Poterti amare con la forza della natura,
con l'intensità che fa pulsare di vita l'Universo.

Poterti dire semplicemente
"TI AMO"
ogni volta che incontro i tuoi occhi.

Aldo Bordoni






APPUNTAMENTO MANCATO


Tu non venisti,
E il tempo in cammino trascorse e m'invase torpore.
Pure, non tanto per il vuoto della tua cara presenza laggiù,
Quanto perché trovai così mancare nella tua natura
Quell'alta compassione che sa superare
Riluttanza per mero impulso di pietà
lo mi dolsi, quando, come l'ora della speranza batté la sua somma,
Tu non venisti.

Tu non mi ami,
E, soltanto l'amore potrebbe donarti lealtà;
Lo so e l'ho sempre saputo. Ma al grande tesoro
Degli atti umani, divini in tutto fuor che nel nome,
Non valeva una piccola ora o poco più
Aggiungere anche questo: che una volta tu, donna, venisti
A lenire un uomo lacero di tempo, sebbene in verità
Tu non mi ami?

Thomas Hardy







Il tuo volto


Con gli occhi aperti
con gli occhi chiusi
fisso sempre
il tuo volto
I tuoi occhi
che mi guardano
che sorridono dentro
mentre ti parlo

Uno sguardo lontano
di luce
che illumina
il buio

Che attraversa
Che mi attraversa

Mi incammino
lungo il tuo sorriso
in un viaggio
per raggiungere le tue lontananze

La rugiada del mattino
della tua giovinezza

Se tu chiudessi gli occhi
io morirei in un istante
precipitando
in un abisso di buio

Se solo tu smettessi
di sorridere
io giacerei morto
in un deserto di silenzio

Vorrei procedere
camminando a ritroso
per incontrarti
non più lontana
non più impossibile

Mentre il sonno
socchiude i tuoi occhi
la notte mi inghiotte
privandomi di tutto


Felice Pagnani






Incontrarsi per caso


Tra la folla guardarsi per un attimo,
in un attimo sorridersi.
Improvvisi ecco i ricordi accendersi,
per un attimo in loro perdersi.
Non sei cambiata, la bellezza tua
s’è fatta più dolce e più donna sei.
Chissà se con lui di me hai parlato mai,
chissà se prima di fare l’amore con lui,
sciogliendo i capelli come sai fare tu,
hai pensato a quelle foto fatte per gioco
delle quali ridemmo insieme.
Ti stringi a lui e mi sorridi ancora,
non è cambiata di giocare la tua voglia.
Mi tieni dal tuo nuovo mondo distante,
ma gli occhi che mentire non sanno
dicono che nel tuo cuore sono presente.
Nasce in un attimo il nuovo segreto,
so che anche con lui al tuo fianco
del mio ricordo non puoi fare a meno.
Sfiori di lui con un bacio le labbra,
torni a guardarmi con occhi di rabbia,
sembra di sentire la tua voce…

Tuo sarebbe stato quel bacio ed altri
più intensi se solo a me avessi pensato.
Invece di un’altra i baci hai preferito.

Volgi altrove ora lo sguardo e sorridi
porti per sempre con te il mio rimpianto.
Ti allontani, inseguirti vorrei per essere
al posto suo, averti per sempre accanto

Claudio Pompi





Grazia











L'INCONTRO D'AMORE IN POESIA E NON SOLO
a cura di Tony Kospan

Care amiche ed amici riprendiamo, dopo la sosta dedicata alle poesie per il carnevale e per la festa della donna, questa mini antologia sul percorso dell’amore umano.





Dunque dopo che gli occhi ed i cuori… hanno provocato la… scintilla d’amore… cos’avviene se non… l’incontro?

L'incontro… il primo incontro… è uno dei momenti fondamentali in qualunque storia d'amore…





E' il momento della prima verifica… della corrispondenza tra le nostre impressioni… con le emozioni reali…

Esso può concludersi con l'entusiasmante perdersi… in una calda nuvola d'amore… o il riconoscer… d'aver vissuto solo un abbaglio…

Dunque il tema delle poesie stavolta… è quel che accade al momento dell'incontro…





Le prescelte sono di autori noti e non noti e come sempre mi piacerebbe leggere quelle che, sul tema, amate voi.

Segnalo solo quella della Szymborska, Premio Nobel per la Letteratura nel 1996, per la sua davvero sorprendente genialità…





SOTTO L’ARCOBALENO
Daniela Costantini

E’ un mattino dipinto d’arcobaleno
e mille emozioni mi increspano l’anima.
Le strade ancora bagnate di pioggia
riflettono le mille sfumature del cielo;
mille colori,
mille pensieri,
mille emozioni fatte di te.
Mille baci poserò sulle tue labbra
tra poco…
quando ti incontrerò…
Mi immergerò nel tuo sguardo
dove incontrerò la tua anima.
Naufragherò nel mare del tuo amore
senza cercare salvezza.
Le strade ancora bagnate
sono ora una specchio di luce;
alzo gli occhi…
mi stai venendo incontro.
Mi fermo a guardarti…
troppa emozione;
ti sorrido, mi sorridi…
sotto i colori dell’arcobaleno.





L'ANTICO ROGO
Salvatore Fiume

Mezz'ora
mezz'ora della mia vita
mezz'ora nella mia vita
vuota completamente

la mezz'ora in cui
non ci conosciamo ancora.
Fra mezz'ora.
Il nostro incontro
può cambiare completamente
la mia e la sua vita.
Cosa scriverò
in altro foglio
dopo che questa mezz'ora
sarà finita?
Riempirò di lei la poesia
o è già poesia quella mezz'ora
senza me né lei?






VORREI SEDERMI VICINO A TE
Garcia Lorca

Vorrei sedermi vicino a te in silenzio,
ma non ne ho il coraggio: temo che
il mio cuore mi salga alle labbra.
Ecco perche' parlo stupidamente e nascondo
il mio cuore dietro le parole.
Tratto crudelmente il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso.
Il mio cuscino mi guarda di notte
con durezza come una pietra tombale;
non avevo mai immaginato che tanto amaro fosse
essere solo
e non essere adagiato nei tuoi capelli.





LA STAZIONE
Wislawa Szymborska

Il mio arrivo nella città di N.
è avvenuto puntualmente.
Eri stato avvertito
con una lettera non spedita.
Hai fatto in tempo a non venire
all'ora prevista.
Il treno è arrivato sul terzo binario.
E' scesa molta gente.
L'assenza della mia persona
si avviava verso l'uscita tra la folla.
Alcune donne mi hanno sostituito
frettolosamente
in quella fretta.
A una è corso incontro
qualcuno che non conoscevo,
ma lei lo ha riconosciuto
immediatamente.
Si sono scambiati
un bacio non nostro,
intanto si è perduta
una valigia non mia.
La stazione della città di N.
ha superato bene la prova
di esistenza oggettiva.
L'insieme restava al suo posto.
I particolari si muovevano
sui binari designati.
E' avvenuto perfino
l'incontro fissato.
Fuori dalla portata
della nostra presenza.
Nel paradiso perduto
della probabilità.
Altrove.
Altrove.
Come risuonano queste piccole parole.





VALSE BRILLANTE
Herman Hesse

Una danza di Chopin irrompe nella sala,
una frenetica, scatenata danza,
Le finestre riflettono aria di tempesta,
una corona appassita orna il pianoforte.
Il pianoforte tu, il violino io,
così suoniamo e non finiamo mai
ed aspettiamo ansiosi, tu ed io,
chi romperà per primo l'incantesimo.
Chi si fermerà per primo in mezzo al ritmo
e spingerà via da sé i lumi,
e chi per primo farà la domanda
alla quale risposta non c'è.





Orso Tony







L'incontro d'amore, è il tema poetico e non
proposto da Tony per questa domenica...








Incontro

Un mar
Di sogni e pensieri
Di volti sinceri
S'affollano, ora assolati
E c'è odor di foglie
Di verdi voglie
E ora null'altro
Null'altro che gli occhi tuoi.

Carlo Bramanti








Amore notturno


Accarezzami, amore,
ma come il sole
che tocca la dolce fronte della luna.
Non venirmi a molestare anche tu
con quelle sciocche ricerche
sulle tracce del divino.
Dio arriverà all'alba
se io sarò tra le tue braccia.

Alda Merini







Una notte vicino alla sua casa

E dal balcone aperto nella mite
Notte del Sud, la donna che m'apparve
Golosa di risucchio come un'acqua
Gelata. E non avrà mai volto,
Sale la gola chiara, scende al buio
Degli occhi avidamente salda.


A bocca aperta nella pioggia, un nero
Grappolo le lasciava goccia a goccia
Sapore di città - disse - di vento.


Alfonso Gatto










Ora che sei venuta



Ora che sei venuta,
Che con passo di danza sei entrata
Nella mia vita
Quasi folata in una stanza chiusa -
A festeggiarti, bene tanto atteso,
Le parole mi mancano e la voce
E tacerti vicino già basta.


Il pigolio così che assorda il bosco
Al nascere dell'alba, ammutolisce
Quando sull'orizzonte balza il sole.


Ma te la mia inquietudine cercava
Quando ragazzo
Nella notte d'estate mi facevo
Alla finestra come soffocato:
Che non sapevo, m'affannava il cuore.
E tutte tue sono le parole
Che, come l'acqua all'orlo che trabocca,
Alla bocca venivano da sole,
L'ore deserte, quando s'avanzavan
Puerilmente le mie labbra d'uomo
Da sé, per il desiderio di baciare...


Camillo Sbarbaro







Vertigine



Afferrami alla vita,
uomo. La cengia è stretta.
E l'abisso è il risucchio spaventoso
che ci vuole assorbire.
Vedi: la falda erbosa, da cui balza
questo zampillo estatico di rupi,
somiglia ad un camposanto sconfinato,
con le sue pietre bianche.

Io mi vorrei tuffare a capofitto
nella fluidità vertiginosa;
vorrei piombare sopra un duro masso
e sradicarlo e stritolarlo, io,
con le mie mani scarne;
strappare gli vorrei, siccome a croce
di cimitero, una parola sola
che mi desse la luce. E poi berrei
a golate gioiose il sangue mio.


Afferrami alla vita,
uomo. Passa la nebbia
e lambe e sperde l'incubo mio folle.
Fra poco la vedremo dipanarsi
sopra le valli: e noi saremo in vetta.
Afferrami alla vita. Oh, come dolci
i tuoi occhi esitanti,
i tuoi occhi di puro vetro azzurro!


Antonia Pozzi








L'inesprimibile


Quando in giugno svolazzavano i moschini
Intorno al lampione sull'angolo
Gettando ombre guizzanti sulla strada;
Quando tu passeggiavi a piedi nudi
In una calda e buia sera di giugno
Con l'erba che ti bagnava i piedi di rugiada;


Quando sentivi strimpellare un banjo
Sulla veranda della casa di fronte,
E dal parco ti giungeva il profumo dei lillà
C'era qualcosa che lottava, in te,
Che non riuscivi a mettere in parole....
Eri viva poesia, nel buio, là!


Ernest Hemingway








INCONTRO NEL VIALE DI CASTAGNI

La verde oscurità, sui limitare,
come un serico manto lo ravvolse
entro la sua frescura. Ed egli - stretti
i lembi a sé - si drappeggiava intento,
quando lontano, al trasparente e fermo
limite opposto, fuor dal sole verde,
quasi irrompendo da verdi cristalli,
una bianca figura balenò.

Per indugiar, da prima; indi, avanzare.
Ad ogni passo, traboccò lo scroscio
della luce su lei, fendendo i rami;
mutevole ingrandì con le sue forme:
ma dietro le sfuggìa, trepida e bionda.

L'ombra, d'un tratto, si fece profonda.
Un lampo d'occhi divampò vicino,
grande sul volto ignoto eppur preciso,
che visse in marmo sculto il solo istante
in cui l'incontro si staccò - fugace.

Fu, nell'attimo, eterno: un nulla, poi.


Marco Saya





Grazia






Il tema che proponiamo per questa domenica è







"Senza parlare sei arrivata come una
vera regina, di nascosto
hai posato i piedi dentro l'anima."

RABINDRANATH TAGORE







Incontro

Un mar
Di sogni e pensieri
Di volti sinceri
S'affollano, ora assolati
E c'è odor di foglie
Di verdi voglie
E ora null'altro
Null'altro che gli occhi tuoi.

Carlo Bramanti






Abitudini


Sull'asfalto del viale la luna fa un lago
silenzioso e l'amico ricorda altri tempi.
Gli bastava in quei tempi un incontro improvviso
e non era piú solo. Guardando la luna,
respirava la notte. Ma più fresco l'odore
della donna incontrata, della breve avventura
per le scale malcerte. La stanza tranquilla
e la rapida voglia di viverci sempre,
gli riempivano il cuore. Poi, sotto la luna,
a gran passi intontiti tornava, contento.

A quei tempi era un grande compagno di sé.
Si svegliava al mattino e saltava dal letto,
ritrovando il suo corpo e i suoi vecchi pensieri.
Gli piaceva uscir fuori prendendo la pioggia
o anche il sole, godeva a guardare le strade,
a parlare con gente improvvisa. Credeva
di saper cominciare cambiando mestiere
fino all'ultimo giorno, ogni nuovo mattino.
Dopo grandi fatiche sedeva fumando.
Il piacere piú forte era starsene solo.

E' invecchiato l'amico e vorrebbe una casa
che gli fosse più cara, e uscir fuori la notte
e fermarsi sul viale a guardare la luna,
ma trovare al ritorno una donna sommessa,
una donna tranquilla, in attesa paziente.
E' invecchiato l'amico e non basta piú a sé.
I passanti son sempre gli stessi; la pioggia
e anche il sole, gli stessi; e il mattino, un deserto.
Faticare non vale la pena. E uscir fuori alla luna,
se nessuno l'aspetti, non vale la pena.

Cesare Pavese








Incontri in CHAT-LINE


Il mondo della chat-line è un universo affascinante dove si fanno incontri di tutti i generi,
dove nascono amicizie ed anche amori, dove la gente entra per trovarci quella comunicabilità
che la vita moderna ci ha fatto perdere persino in famiglia.

Rotto è il silenzio solo da un cadensar di click,
e da quella tastiera parte un nuovo messaggio
che diretto verso uno di quegli anonimi nick,
nei cybernetici meandri, intraprende il viaggio.

L'occhio attende ansioso, la risposta ertziana,
che un'altra mano sconosciuta sta scrivendo,
quella frase fredda senza sembianza umana
che veloce sullo schermo forma sta prendendo.

La mente cerca ancora invano di associare
un'anima e un volto a quell'anonima missiva,
duro è l'auto-divieto-imposto d'immaginare
l'umana origine di quella cyber comitiva.

In un moderno, fatto di sola indifferenza,
ove raro il buongiorno concedi al tuo vicino,
la chat-line assume la stranissima parvenza
di una ricerca dell' umanità col lumicino.

Se un giorno di persona conosci l'altro utente,
potresti con sorpresa scoprire infin l'arcano
e accorgerti che in questa solitudine latente
hai "chattato" con il vicino del tuo stesso piano.


Domenico Bertuccelli







Brezza

Trasformarsi in un alito di vento
per arrivare fino a te,
avvolgerti come fa una tiepida brezza
in un rosso tramonto
su una distesa di tenera erba ingiallita
dal sole cocente del giorno.

Ruggire come un leone al tramonto
per sentirti tremare,
brillare come la luna piena
sul mare calmo
per illuminare il tuo cuore.

Entrare nei tuoi sogni
per diventare il tuo principe azzurro,
aprire gli occhi
per ritrovarmi sdraiato accanto a te
stretto sul tuo cuore.

Poterti amare con la forza della natura,
con l'intensità che fa pulsare di vita l'Universo.

Poterti dire semplicemente
"TI AMO"
ogni volta che incontro i tuoi occhi.

Aldo Bordoni





Il tuo volto

Con gli occhi aperti
con gli occhi chiusi
fisso sempre
il tuo volto
I tuoi occhi
che mi guardano
che sorridono dentro
mentre ti parlo

Uno sguardo lontano
di luce
che illumina
il buio

Che attraversa
Che mi attraversa

Mi incammino
lungo il tuo sorriso
in un viaggio
per raggiungere le tue lontananze

La rugiada del mattino
della tua giovinezza

Se tu chiudessi gli occhi
io morirei in un istante
precipitando
in un abisso di buio

Se solo tu smettessi
di sorridere
io giacerei morto
in un deserto di silenzio

Vorrei procedere
camminando a ritroso
per incontrarti
non più lontana
non più impossibile

Mentre il sonno
socchiude i tuoi occhi
la notte mi inghiotte
privandomi di tutto


Felice Pagnani

















L'INCONTRO D'AMORE IN POESIA
a cura di Tony Kospan

Care amiche ed amici riprendiamo, dopo aver festeggiato la donna in poesia,
questa mini antologia sul percorso dell'amore umano






Duque dopo che gli occhi ed i cuori... hanno provocato la... scintilla d'amore...
cos'avviene se non... l'incontro?

L'incontro è un momento fondamentale in quanto può esser l'inizio d'una storia fantastica o ahimé l'inizio della fine d'un sogno...





L'incontro reale rappresenta infatti la cartina di tornasole
che ci dimostra la corrispondenza o meno tra le nostre aspettative e la realtà...

Stavolta... le poesie prescelte sono di autori noti e non noti
e come al solito mi farebbe piacere leggere sul tema
poesie vostre, o di altri autori, che piacciono a voi.





INCONTRO SOGNATO
~ Mavina ~

Incontro sognato
Tu
che mi cerchi
che mi trovi
e che mi cogli
tra le note del mio canto...
Tu
che mi baci
senza aver mai visto
la mia bocca...
Tu
mi verrai incontro
in un'ora di luce
nella pausa del vento
nel silenzio della parola
nella parola degli sguardi...
Tu
da me.



UN INCONTRO. E POI LA PIOGGIA
Beowulf

Gocce insistenti di lacrime lontane
inondano l'animo di nuove emozioni
portando profumi, e voci, e colori struggenti di realtà.
E l'essere veri non oltraggia il mistero
di lucenti pensieri fattisi attesa,
resisi incontro, vissuti di carezze.
Una voce, un'esitazione, un'intesa, un saluto...
Mentre lacrime lontane si mutano in sorriso
e gocce insistenti diventano coriandoli di felicità.





E TU STAI LI'
Elgreco

E tu stai li a guardarmi con gli occhi accesi,
spaventata dal trovarti
ad amarmi,
e tu stai in silenzio
le mani che cercano le mani,
le parole che cercano
le parole,
e tu stai li con respiro
lento ad assaporare
il desiderio di un bacio,
guardando labbra
che sorridono,
e tu stai li a sognare
di volare,
mentre gli occhi
si chiudono a sognare,
e tu stai li
all’angolo della strada,
con la mano aperta
a salutare,
tu stai li
ed io mi fermo
mi volto
e torno con te a volare.




ORA CHE SEI VENUTA
Camillo Sbarbaro

Ora che sei venuta,
che con passo di danza sei entrata
nella mia vita
quasi folata in una stanza chiusa
a festeggiarti, bene tanto atteso,
le parole mi mancano e la voce
e tacerti vicino già mi basta.





SOLTANTO NON SAREBBE
~ Erich Fried ~

La vita
sarebbe
forse più semplice
se io
non ti avessi mai incontrata
Meno sconforto
ogni volta
che dobbiamo separarci
meno paura
della prossima separazione
e di quella che ancora verrà
E anche meno
di quella nostalgia impotente
che quando non ci sei
pretende l'impossibile
e subito
fra un istante
e che poi
giacché non è possibile
si sgomenta
e respira a fatica
La vita
sarebbe forse
più semplice
se io
non ti avessi incontrata
Soltanto non sarebbe
la mia vita


SECONDO RICORDO
Rafael Alberti

Anche prima,
molto prima della rivolta delle ombre,
e che nel mondo cadessero piume incendiate
e un uccello potesse essere ucciso da un giglio.
Prima,
prima che tu mi domandassi
il numero e il sito del mio corpo.
Assai prima del corpo.
Nell'epoca dell'anima.
Quando tu apristi nella fronte non coronata, del cielo,
la prima dinastia del sogno.
Allorché,
contemplandomi nel nulla,
inventasti la prima parola.
Allora,
il nostro incontro.









ATTIMO

Un silenzio improvviso è fra di noi.
Ci abbandoniamo al vento,
trasfigurati in un tremor di rami
che, al cuore del Maggio protesi,
ne ascoltan sommesse parole.

L'ombra, d'un tratto, invade ogni sentiero
Tendiamo l'orecchio in ascolto...
Un sussurrar di pioggia:
e tutto il mondo le sobbalza incontro,
per farsi più vicino a quel ristoro.


Rainer Maria Rilke



Incontro

Un mar
Di sogni e pensieri
Di volti sinceri
S'affollano, ora assolati
E c'è odor di foglie
Di verdi voglie
E ora null'altro
Null'altro che gli occhi tuoi.

Carlo Bramanti






INASPETTATA MI SEI APPARSA


Inaspettato incontro: mi sei apparsa!
Non cercavo insoliti turbamenti aspri:
semplice, raffinata la tua figura,
pulita nei modi ed affascinante.

Un fremito ricomposto, domato a stento,
voglia di guardarti senza ferirti certo,
scrutarti ovunque a partire dal sorriso,
cercando ingenuo una particolare grazia.

Compiacenti sembriamo, senza scabri eccessi,
quasi morbide due persone alla conquista:
mentre parliamo ci scrutiamo attenti,
quasi rivelandoci una contenuta gioia.

Già dentro di me il solito timido pensiero:
anche tu sarai sempre, solo, nei miei ricordi!


Francesco Gheza





PRIMO INCONTRO


T'HO INCONTRATO COSÌ, PER CASO, IN MEZZO ALL' INFINITO
AVVOLTA DA TIMORI ERO.
ORA SORRIDE IL TUO VOLTO,
AMANTE
SBOCCIATO COME UN FIORE NELLA ROCCIA
COSÌ
ALL'IMPROVVISO NELL'IMPOSSIBILE.
I BACI, UNO SULL'ALTRO
SFIORANO
COME SOFFIO DI VENTO
LA NOSTRA PELLE;
SORRIDE COLUI CHE CI PENSA INSIEME,
SORRIDIAMO NOI ALLA VITA
DIMENTICANDO LA SOCIETA' CHE VIETA.
OH! QUANTA MALINCONICA GIOIA È IN ME,
VEDERE ROSSE LABBRA TREMANTI
SENTIRE LE TUE MANI
STRINGERE LA MIA PELLE,
STRINGERE ALLO SPASIMO,
GODERE QUEI MOMENTI
...AMARTI...ESSERE AMATA:
CORRONO I BACI
GLI OCCHI TUOI CHIUSI...
...I MIEI APERTI
PER GODERTI MEGLIO.


Marta Fedele




Antipasto d`amore

Lunghi e sommessi respiri
Cornette impazzite,automobiline su corpi roventi
Dita di una mano,
rituale di una macumba frenetica nella fitta foresta amazzonica
Sogni di indigeni neri scandiscono con i loro tamburi l'apice del piacere
Estasi di una pausa appagata
Entrambi...si preparano così al loro primo incontro


Marco Saya




L'incontro.

Ho varcato il cancello verde,
addentrandomi nel parco solitario.
Scendendo le poche scale rimaste,
come sole al tramonto,
da lontano ti scorgo.
Con una certa signorilità,
incroci il mio sguardo,
ed io, il tuo profumo che sfuma.
In omaggio, mi rendi un saluto,
e timidamente, rispondo arrossendo,
al tuo fascino femminile,
che il gentil cuor rallegra,
in clamorosi sorrisi,
nel mio bruto animo maschile.



Farese Angelo.





Care amiche ed amici stavolta il tema delle poesie domenicali...
poseguendo in questa mini antologia sul percorso dell'amore umano è quasi obbligato ed è quel che accade dopo che gli occhi ed i cuori... hanno provocato la... scintilla d'amore...e cioè... L'INCONTRO...

che può esser il momento d'inizio d'una storia fantastica
ma anche talvolta ahimé l'inizio della fine d'un sogno...

L'incontro è certo la cartina di tornasole mediante la quale...
possiamo capire se i nostri sentimenti iniziali hanno
vera corrispondenza... con la... realtà... o meno...


Non sempre gli incontri - sia i primi che i successivi - sono positivi...
ed infatti la prima poesia della grande Achmatova... ci parla
d' un... incontro che non c'è stato... ma per fortuna le altre...





L'INCONTRO
- Anna Andreevna Achmatova -

Al collo un filo di esili grani,
celo le mani nel largo manicotto,
gli occhi guardano distratti
e non piangeranno mai più.

Sembra il volto più pallido
per la seta che tende al lilla,
arriva quasi alle sopracciglia
la mia frangetta non ondulata.

E non somiglia ad un volo
questa lenta andatura, quasi avessi
sotto i piedi una zattera
e non i quadretti del parquet.

La bocca bianca è socchiusa,
ineguale il respiro affannato,
e sul mio petto tremano i fiori
dell'incontro che non c'è stato.



SOTTO L'ARCOBALENO
- Daniela Costantini -

E’ un mattino dipinto d’arcobaleno
e mille emozioni mi increspano l’anima.

Le strade ancora bagnate di pioggia
riflettono le mille sfumature del cielo;
mille colori,
mille pensieri,
mille emozioni fatte di te.

Mille baci poserò sulle tue labbra
tra poco…
quando ti incontrerò…

Mi immergerò nel tuo sguardo
dove incontrerò la tua anima.

Naufragherò nel mare del tuo amore
senza cercare salvezza.

Le strade ancora bagnate
sono ora una specchio di luce;

alzo gli occhi…
mi stai venendo incontro.

Mi fermo a guardarti…
troppa emozione;
ti sorrido, mi sorridi…
sotto i colori dell’arcobaleno.



PORTAMI AD AMARE
- Baldo Bruno -

Con i tuoi occhi mi sono incontrato
ove ogni giorno s'affaccia il sole
...mi ricordano il mare
l'immensità della vita che mi sta dinnanzi

lasciami ancor del mio essere liberar l'urlo
...l'essere nel mondo con te
come bianche farfalle e candide di primavera
e della tempesta non mi troverà mai l'ira
...la mia anima sarà solo lambita dal vento

lasciami raggiungere il tuo cuore
...capire che sei mia
portami ad amare...solo l'amore basta all'amore
...e la tua vita sarà la mia vita



SECONDO RICORDO
- Rafael Alberti -

Anche prima,
molto prima della rivolta delle ombre,
e che nel mondo cadessero piume incendiate
e un uccello potesse essere ucciso da un giglio.

Prima,
prima che tu mi domandassi
il numero e il sito del mio corpo.

Assai prima del corpo.

Nell'epoca dell'anima.

Quando tu apristi nella fronte non coronata, del cielo,
la prima dinastia del sogno.

Allorché,
contemplandomi nel nulla,
inventasti la prima parola.

Allora,
il nostro incontro.



CIAO DA TONY KOSPAN





L'importanza fondamentale dell'incontro è sancita
fin dalle origini della nostra civiltà letteraria.



Nell'Antico Testamento l'intera storia umana è interpretata a partire da una serie di epifanie, attraverso le quali la divinità incontra l'uomo, determinandone diritti e desideri.



Il valore dell'incontro è fondamentale nella Commedia dantesca, dove acquista funzione strutturante: il cammino di conoscenza dell'io.



Contemporaneamente, in ambito lirico viene elaborato e codificato l’importanza dell'incontro d'amore, che diviene un vero e proprio “genere”: il primo incontro e l'innamoramento, l'incontro come momento di spirituale comunione con la persona amata, l'attesa o il rimpianto dell'incontro, la ricerca dell'incontro, il rifiuto dell'incontro…






INCONTRO NEL VIALE DI CASTAGNI
di Rainer Maria Rilke

La verde oscurità, sui limitare,
come un serico manto lo ravvolse
entro la sua frescura. Ed egli - stretti
i lembi a sé - si drappeggiava intento,
quando lontano, al trasparente e fermo
limite opposto, fuor dal sole verde,
quasi irrompendo da verdi cristalli,
una bianca figura balenò.

Per indugiar, da prima; indi, avanzare.
Ad ogni passo, traboccò lo scroscio
della luce su lei, fendendo i rami;
mutevole ingrandì con le sue forme:
ma dietro le sfuggìa, trepida e bionda.

L'ombra, d'un tratto, si fece profonda.
Un lampo d'occhi divampò vicino,
grande sul volto ignoto eppur preciso,
che visse in marmo sculto il solo istante
in cui l'incontro si staccò - fugace.

Fu, nell'attimo, eterno: un nulla, poi.




La stazione
Wislawa Szymborska

Il mio arrivo nella città di N.
è avvenuto puntualmente.

Eri stato avvertito
con una lettera non spedita.

Hai fatto in tempo a non venire
all'ora prevista.

Il treno è arrivato sul terzo binario.
E' scesa molta gente.

L'assenza della mia persona
si avviava verso l'uscita tra la folla.

Alcune donne mi hanno sostituito
frettolosamente
in quella fretta.

A una è corso incontro
qualcuno che non conoscevo,
ma lei lo ha riconosciuto
immediatamente.

Si sono scambiati
un bacio non nostro,
intanto si è perduta
una valigia non mia.

La stazione della città di N.
ha superato bene la prova
di esistenza oggettiva.

L'insieme restava al suo posto.
I particolari si muovevano
sui binari designati.

E' avvenuto perfino
l'incontro fissato.

Fuori dalla portata
della nostra presenza.

Nel paradiso perduto
della probabilità.

Altrove.
Altrove.
Come risuonano queste piccole parole.





Incontro
di Carlo Bramanti

Un mar
Di sogni e pensieri
Di volti sinceri
S'affollano, ora assolati
E c'è odor di foglie
Di verdi voglie
E ora null'altro
Null'altro che gli occhi tuoi.





Buona domenica





Care amiche ed amici stavolta il tema delle poesie domenicali...
è quel che accade al momento dell'incontro... dell'incontro... fatidico..
L'incontro... il primo vero incontro... lo stupore e l'emozione dell'incontro...
è un momento magico e fondamentale in qualunque storia d'amore...



E' il momento della conoscenza diretta... della verifica e della corrispondenza
tra le nostre prime vaghe impressioni... con le emozioni reali...
Esso può esser l'entusiasmante riconoscersi e... perdersi...
in una calda nuvola d'amore... o ahimé anche il riconoscere a sé stessi...
d'aver preso solo un abbaglio...


Stavolta, a parte l'ultima, le poesie da me prescelte
sono anche di autori non molto noti ma a mio parere molto belle...






SOLTANTO NON SAREBBE
- Erich Fried -
La vita
sarebbe
forse più semplice
se io
non ti avessi mai incontrata
Meno sconforto
ogni volta
che dobbiamo separarci
meno paura
della prossima separazione
e di quella che ancora verrà
E anche meno
di quella nostalgia impotente
che quando non ci sei
pretende l'impossibile
e subito
fra un istante
e che poi
giacché non è possibile
si sgomenta
e respira a fatica
La vita
sarebbe forse
più semplice
se io
non ti avessi incontrata
Soltanto non sarebbe
la mia vita



TI HO INCONTRATA
Mario Vecchione

Ti ho incontrata
lungo la vita
che suonavi
le corde del vento
e cantavi canzoni di sole
canzoni d’amore
io pifferaio senza topi
tu in cerca
dell’ultimo fiore
siam caduti
nell’argento dei rimpianti;
ti ho incontrata
lungo la vita
che scrivevi
su foglie di gelso
e parlavi di storie di stelle
di storie d’amore
io don chisciotte senza mulini
tu violinista senza un archetto
siam caduti
nel buco nero dell’amore;
e adesso che
siamo vicini
pure lontani
come due poli
non indosso più gilè
grigio scuri
la tua mano nella mia
come un messaggio planetario
con il nettare di dio
nei nostri cuori.



FRA LE TUE BRACCIA
- Baldo Bruno -
Un brivido...
scivola inarrestabile
lungo la mia pelle...nella mia anima
e il tuo sguardo mi cattura
in quella follia del tempo
...fra le tue braccia
mi riempio del tuo respiro
annegando
nel silenzio vibrante
e m'inondo
delle voci del tuo cuore
uniti...
nella sete di attimi
smarriti nel sogno
...ancora
stringiti a me
persa
e..abbatti quel muro d'ombra
avvolgimi
con le rose del tuo cuore
placa
le ali dei miei desideri
con le tue labbra... col tuo respiro
in quel lampo d'estasi
della nostra vita




Ciao da Tony Kospan




INCONTRO SOGNATO
~ Mavina ~

Incontro sognato
Tu
che mi cerchi
che mi trovi
e che mi cogli
tra le note del mio canto...
Tu
che mi baci
senza aver mai visto
la mia bocca...
Tu
mi verrai incontro
in un'ora di luce
nella pausa del vento
nel silenzio della parola
nella parola degli sguardi...
Tu
da me.


L' INCONTRO
~ Patrizia Masci ~

E’ così…
Quando le parole lentamente sfumano,
si diradano,
perdono consistenza,
irrompe l’attimo del continuo
infinito presente.
Il velo dolcemente cade,
la porta si apre,
l’anelito, sommesso prima,
e sempre più impetuoso poi,
dell’incontro sempre desiderato
si realizza!
Ecco, il silenzio, ora unione
è diventato danza,
mi nutre, mi avvolge, mi sostiene.
Finalmente vivo il puro amore!


SOLTANTO NON SAREBBE
~ Erich Fried ~

La vita
sarebbe
forse più semplice
se io
non ti avessi mai incontrata
Meno sconforto
ogni volta
che dobbiamo separarci
meno paura
della prossima separazione
e di quella che ancora verrà
E anche meno
di quella nostalgia impotente
che quando non ci sei
pretende l'impossibile
e subito
fra un istante
e che poi
giacché non è possibile
si sgomenta
e respira a fatica
La vita
sarebbe forse
più semplice
se io
non ti avessi incontrata
Soltanto non sarebbe
la mia vita


INCONTRO DI 2 MANI
~ Juan Ramon Jimenez ~

Incontro di due mani
in cerca di stelle,
nella notte!
Con che pressione immensa
si sentono le purezze immortali!
Dolci, quelle due dimenticano
la loro ricerca senza sosta,
e incontrano, un istante,
nel loro circolo chiuso,
quel che cercavano da sole.
Rassegnazione d'amore,
tanto infinita come l'impossibile!

Tony Kospan










L'INCONTRO D'AMORE IN POESIA E NON SOLO
a cura di Tony Kospan

Care amiche ed amici riprendiamo, dopo la sosta dedicata alle poesie per il carnevale e per la festa della donna, questa mini antologia sul percorso dell’amore umano.





Dunque dopo che gli occhi ed i cuori… hanno provocato la… scintilla d’amore… cos’avviene se non… l’incontro?

L'incontro… il primo incontro… è uno dei momenti fondamentali in qualunque storia d'amore…





E' il momento della prima verifica… della corrispondenza tra le nostre impressioni… con le emozioni reali…

Esso può concludersi con l'entusiasmante perdersi… in una calda nuvola d'amore… o il riconoscer… d'aver vissuto solo un abbaglio…

Dunque il tema delle poesie stavolta… è quel che accade al momento dell'incontro…





Le prescelte sono di autori noti e non noti e come sempre mi piacerebbe leggere quelle che, sul tema, amate voi.

Segnalo solo quella della Szymborska, Premio Nobel per la Letteratura nel 1996, per la sua davvero sorprendente genialità…





SOTTO L’ARCOBALENO
Daniela Costantini

E’ un mattino dipinto d’arcobaleno
e mille emozioni mi increspano l’anima.
Le strade ancora bagnate di pioggia
riflettono le mille sfumature del cielo;
mille colori,
mille pensieri,
mille emozioni fatte di te.
Mille baci poserò sulle tue labbra
tra poco…
quando ti incontrerò…
Mi immergerò nel tuo sguardo
dove incontrerò la tua anima.
Naufragherò nel mare del tuo amore
senza cercare salvezza.
Le strade ancora bagnate
sono ora una specchio di luce;
alzo gli occhi…
mi stai venendo incontro.
Mi fermo a guardarti…
troppa emozione;
ti sorrido, mi sorridi…
sotto i colori dell’arcobaleno.





L'ANTICO ROGO
Salvatore Fiume

Mezz'ora
mezz'ora della mia vita
mezz'ora nella mia vita
vuota completamente

la mezz'ora in cui
non ci conosciamo ancora.
Fra mezz'ora.
Il nostro incontro
può cambiare completamente
la mia e la sua vita.
Cosa scriverò
in altro foglio
dopo che questa mezz'ora
sarà finita?
Riempirò di lei la poesia
o è già poesia quella mezz'ora
senza me né lei?






VORREI SEDERMI VICINO A TE
Garcia Lorca

Vorrei sedermi vicino a te in silenzio,
ma non ne ho il coraggio: temo che
il mio cuore mi salga alle labbra.
Ecco perche' parlo stupidamente e nascondo
il mio cuore dietro le parole.
Tratto crudelmente il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso.
Il mio cuscino mi guarda di notte
con durezza come una pietra tombale;
non avevo mai immaginato che tanto amaro fosse
essere solo
e non essere adagiato nei tuoi capelli.





LA STAZIONE
Wislawa Szymborska

Il mio arrivo nella città di N.
è avvenuto puntualmente.
Eri stato avvertito
con una lettera non spedita.
Hai fatto in tempo a non venire
all'ora prevista.
Il treno è arrivato sul terzo binario.
E' scesa molta gente.
L'assenza della mia persona
si avviava verso l'uscita tra la folla.
Alcune donne mi hanno sostituito
frettolosamente
in quella fretta.
A una è corso incontro
qualcuno che non conoscevo,
ma lei lo ha riconosciuto
immediatamente.
Si sono scambiati
un bacio non nostro,
intanto si è perduta
una valigia non mia.
La stazione della città di N.
ha superato bene la prova
di esistenza oggettiva.
L'insieme restava al suo posto.
I particolari si muovevano
sui binari designati.
E' avvenuto perfino
l'incontro fissato.
Fuori dalla portata
della nostra presenza.
Nel paradiso perduto
della probabilità.
Altrove.
Altrove.
Come risuonano queste piccole parole.





VALSE BRILLANTE
Herman Hesse

Una danza di Chopin irrompe nella sala,
una frenetica, scatenata danza,
Le finestre riflettono aria di tempesta,
una corona appassita orna il pianoforte.
Il pianoforte tu, il violino io,
così suoniamo e non finiamo mai
ed aspettiamo ansiosi, tu ed io,
chi romperà per primo l'incantesimo.
Chi si fermerà per primo in mezzo al ritmo
e spingerà via da sé i lumi,
e chi per primo farà la domanda
alla quale risposta non c'è.





Orso Tony


[align=center][color=indigo][size=16][b][i]

L'incontro d'amore, è il tema poetico e non
proposto da Tony per questa domenica...



[img]http://www.casatea.com/images/fe





"L'INCONTRO" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre POESIE TEMATICHE I°

Articolo più letto relativo a POESIE TEMATICHE I°:
EMOZIONI

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Attenzione alle anime intense, profonde e antiche [ 0 commenti - 13 letture ]
 I dialetti [ 0 commenti - 9 letture ]
 La trama di "Ettore Fieramosca" di Massimo d'Azeglio [ 0 commenti - 19 letture ]
 ROGGIA VECCHIA (detta anche Rusa Végia) [ 0 commenti - 8 letture ]
 Una bella storia [ 0 commenti - 6 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy