Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 85
Totale: 85
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: News
03: Home
04: News
05: Stories Archive
06: Home
07: Home
08: Search
09: News
10: Home
11: Home
12: Home
13: Forums
14: News
15: Home
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: Home
23: Home
24: News
25: News
26: coppermine
27: News
28: Home
29: Home
30: Home
31: Home
32: Home
33: Search
34: Home
35: Home
36: Search
37: Home
38: Statistics
39: Home
40: Home
41: News
42: Home
43: Search
44: Home
45: News
46: coppermine
47: News
48: News
49: Home
50: Home
51: Home
52: News
53: coppermine
54: Home
55: Home
56: News
57: Home
58: News
59: Search
60: Home
61: Home
62: Home
63: Home
64: News
65: Stories Archive
66: Home
67: coppermine
68: Home
69: News
70: Home
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: News
76: Home
77: Home
78: News
79: Home
80: News
81: Home
82: Home
83: Home
84: Statistics
85: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9085
  · Viste: 1925927
  · Voti: 432
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › La primavera non c'è più
La primavera non c'è più
Postato da Grazia01 il Lunedì, 03 marzo @ 14:02:05 CET (4357 letture)
Poesie sulla natura e l'universo La primavera non c'è più
Bertolt Brecht

Molto tempo prima
Che ci gettassimo su petrolio, ferro e ammoniaca
C'era ogni anno
Il tempo degli alberi che verdeggiavano irresistibili e violenti.




Molto tempo prima
Che ci gettassimo su petrolio, ferro e ammoniaca
C'era ogni anno
Il tempo degli alberi che verdeggiavano irresistibili e violenti .
Noi tutti ricordiamo
I giorni più lunghi
Il cielo più chiaro
L'aria mutata
Della primavera destinata a venire.
Ora leggiamo nei libri
Di questa celebrata stagione
E pure da molto tempo
Non sono stati scorti sulle nostre città
I famosi stormi di uccelli.
La gente ancora seduta sui treni è la prima
A sorprendere la primavera.
Le pianure la mostrano
Nell'antica chiarezza.
Certo negli alti spazi sembrano passare tempeste:
Esse toccano solo le nostre antenne.






"La primavera non c'è più" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre Poesie sulla natura e l'universo

Articolo più letto relativo a Poesie sulla natura e l'universo:
Luna

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 4.76
Voti: 13


Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Con il tempo ho imparato... [ 0 commenti - 32 letture ]
 Sognare [ 0 commenti - 31 letture ]
 addio Casatea [ 2 commenti - 196 letture ]
 Milano mia [ 0 commenti - 62 letture ]
 COME MUORE UN ANZIANO OGGI? [ 1 commenti - 102 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 28
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy