Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 202
Totale: 202
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: coppermine
04: Home
05: Home
06: Home
07: Home
08: coppermine
09: coppermine
10: Home
11: coppermine
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: coppermine
18: Home
19: News
20: Home
21: Home
22: News
23: coppermine
24: News
25: coppermine
26: News
27: Home
28: Home
29: Home
30: Home
31: News
32: Stories Archive
33: coppermine
34: coppermine
35: Home
36: Home
37: Home
38: News
39: coppermine
40: Home
41: coppermine
42: Home
43: Home
44: coppermine
45: Home
46: Home
47: News
48: Home
49: Search
50: coppermine
51: coppermine
52: Home
53: coppermine
54: Home
55: Home
56: coppermine
57: coppermine
58: coppermine
59: News
60: Home
61: Home
62: Home
63: Home
64: coppermine
65: Stories Archive
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: coppermine
72: Home
73: Home
74: News
75: Home
76: coppermine
77: News
78: News
79: Home
80: Search
81: News
82: coppermine
83: Home
84: News
85: coppermine
86: News
87: coppermine
88: Home
89: Home
90: News
91: Home
92: Home
93: coppermine
94: Home
95: coppermine
96: Home
97: Stories Archive
98: Home
99: Home
100: Home
101: coppermine
102: Home
103: Home
104: Home
105: coppermine
106: Home
107: coppermine
108: Home
109: Home
110: coppermine
111: Home
112: Home
113: Home
114: coppermine
115: Home
116: Home
117: coppermine
118: News
119: coppermine
120: News
121: Search
122: Stories Archive
123: coppermine
124: coppermine
125: coppermine
126: Search
127: coppermine
128: Home
129: Home
130: coppermine
131: Home
132: coppermine
133: coppermine
134: News
135: News
136: Home
137: coppermine
138: coppermine
139: coppermine
140: coppermine
141: Stories Archive
142: coppermine
143: Home
144: coppermine
145: coppermine
146: Home
147: coppermine
148: Home
149: News
150: coppermine
151: Home
152: coppermine
153: Home
154: coppermine
155: Home
156: News
157: Home
158: coppermine
159: coppermine
160: coppermine
161: coppermine
162: Stories Archive
163: Statistics
164: coppermine
165: coppermine
166: coppermine
167: Home
168: Home
169: coppermine
170: coppermine
171: coppermine
172: coppermine
173: News
174: coppermine
175: Stories Archive
176: coppermine
177: Home
178: News
179: Home
180: Statistics
181: Home
182: coppermine
183: Home
184: Home
185: coppermine
186: Home
187: coppermine
188: Search
189: Home
190: News
191: coppermine
192: News
193: Home
194: News
195: News
196: Home
197: Home
198: coppermine
199: coppermine
200: coppermine
201: Home
202: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8599
  · Viste: 1334035
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › PENSIERI LXIX / LXXIII - Giacomo Leopardi
PENSIERI LXIX / LXXIII - Giacomo Leopardi
Postato da Grazia01 il Domenica, 13 marzo @ 20:15:54 CET (716 letture)
Poesie di Leopardi e altre opere II



Pensieri

LXIX.
Dalla famosa lettera di Cicerone a Lucceio, dove induce questo a comporre una storia della congiura di Catilina, e da un’altra lettera meno divulgata e non meno curiosa, in cui Vero imperatore prega Frontone suo maestro a scrivere, come fu fatto, la guerra partica amministrata da esso Vero; lettere somigliantissime a quelle che oggi si scrivono ai giornalisti, se non che i moderni domandano articoli di gazzette, e quelli, per essere antichi, domandavano libri; si può argomentare in qualche piccola parte di che fede sia la storia, ancora quando è scritta da uomini contemporanei e di gran credito al loro tempo.


LXX.

Moltissimi di quegli errori che si chiamano fanciullaggini, in cui sogliono cadere i giovani inesperti del mondo, e quelli che, o giovani o vecchi, sono condannati dalla natura ad essere più che uomini e parer sempre fanciulli, non consistono, a considerarli bene, se non in questo; che i sopraddetti pensano e si governano come se gli uomini fossero meno fanciulli di quel che sono. Certamente quella cosa che prima e forse più di qualunque altra percuote di maraviglia l'animo de' giovani bene educati, all'entrare che fanno nel mondo, è la frivolezza delle occupazioni ordinarie, dei passatempi, dei discorsi, delle inclinazioni e degli spiriti delle persone: alla qual frivolezza eglino poi coll'uso a poco a poco si adattano, ma non senza pena e difficoltà, parendo loro da principio di avere a tornare un’altra volta fanciulli. E così è veramente; che il giovane di buona indole e buona disciplina, quando incomincia, come si dice, a vivere, dee per forza rifarsi indietro, e rimbambire, per dir così, un poco; e si trova molto ingannato dalla credenza che aveva, di dovere allora in tutto diventar uomo, e deporre ogni avanzo di fanciullezza. Perché al contrario gli uomini in generalità, per quanto procedano negli anni, sempre continuano a vivere in molta parte fanciullescamente.

LXXI.
Dalla sopraddetta opinione che il giovane ha degli uomini, cioè perché li crede più uomini che non sono, nasce che si sgomenta ad ogni suo fallo, e si pensa aver perduta la stima di quelli che ne furono spettatori o consapevoli. Poi di là a poco si riconforta, non senza maraviglia, vedendosi trattare da quei medesimi coi modi di prima. Ma gli uomini non sono sì pronti a disistimare, perché non avrebbero mai a far altro, e dimenticano gli errori, perché troppi ne veggono e ne commettono di continuo. Né sono sì consentanei a se stessi, che non ammirino facilmente oggi chi forse derisero ieri. Ed è manifesto quanto spesso da noi medesimi sia biasimata, anche con parole assai gravi, o messa in burla questa o quella persona assente, né perciò privata in maniera alcuna della nostra stima, o trattata poi, quando è presente, con altri modi che innanzi.

LXXII.

Come il giovane è ingannato dal timore in questo, così sono ingannati dalla loro speranza quelli che avvedendosi di essere o caduti o abbassati nella stima d'alcuno, tentano di rilevarsi a forza di uffici e di compiacenze che fanno a quello. La stima non è prezzo di ossequi: oltre che essa, non diversa in ciò dall'amicizia, è come un fiore, che pesto una volta gravemente, o appassito, mai più non ritorna. Però da queste che possiamo dire umiliazioni, non si raccoglie altro frutto che di essere più disistimato. Vero è che il disprezzo, anche ingiusto, di chicchessia è sì penoso a tollerare, che veggendosene tocchi, pochi sono sì forti che restino immobili, e non si dieno con vari mezzi, per lo più inutilissimi, a cercare di liberarsene. Ed è vezzo assai comune degli uomini mediocri, di usare alterigia e disdegno cogl'indifferenti e con chi mostra curarsi di loro, e ad un segno o ad un sospetto che abbiano di noncuranza, divenire umili per non soffrirla, e spesso ricorrere ad atti vili. Ma anche per questa ragione il partito da prendere se alcuno mostra disprezzarti, è di ricambiarlo con segni di altrettanto disprezzo o maggiore: perché, secondo ogni verisimiglianza, tu vedrai l'orgoglio di quello cangiarsi in umiltà. Ed in ogni modo non può mancare che quegli non senta dentro tale offensione, e al tempo medesimo tale stima di te, che siena abbastanza a punirlo.

LXXIII.
Come le donne quasi tutte, così ancora gli uomini assai comunemente, e più i più superbi, si cattivano e si conservano colla noncuranza e col disprezzo, ovvero, al bisogno, con dimostrare fintamente di non curarli e di non avere stima di loro. Perché quella stessa superbia onde un numero infinito d'uomini usa alterigia cogli umili e, con tutti quelli che gli fanno segno d'onore; rende lui curante e sollecito e bisognoso della stima e degli sguardi, di quelli che non Io curano, o che mostrano non badargli. Donde nasce non di rado, anzi spesso, né solamente in amore, una lepida alternativa tra due persone, o l'una o l'altra, con vicenda perpetua, oggi curata e non curante, domani curante e non curata. Anzi si può dire che simile giuoco ed alternativa apparisce in qualche modo, più o manco, in tutta la società umana; e che ogni parte della vita è piena di genti che mirate non mirano, che salutate non rispondono, che seguitate fuggono, e che voltando loro le spalle, o torcendo il viso, si volgono, e s'inchinano, e corrono dietro ad altrui.

Giacomo Leopardi

Biografia






"PENSIERI LXIX / LXXIII - Giacomo Leopardi" | Login/Crea Account | 1 commento
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Re: PENSIERI LXIX / LXXIII - Giacomo Leopardi (Voto: 1 )
di Paolo il Domenica, 13 marzo @ 21:31:46 CET
LXIX. Cicerone ebbe una vera e propria ossessione per Catilina e le sue trovate, al punto da mandare a morte alcuni vegliardi più compromessi con gli acciacchi che con le congiure. Rimarcò la differenza con Cesare, che a mala pena si accorse della presenza storica del congiurato. Vero era Imperatore aggiunto, aveva bisogno di un pò di pubblicità, comunque nella guerra contro l'Iran se la cavò piuttosto bene: ah, gran bontà degli imperatori antiqui!

| Parent


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre Poesie di Leopardi e altre opere II

Articolo più letto relativo a Poesie di Leopardi e altre opere II:
PENSIERI CIV / CXI - Giacomo Leopardi

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 5
Voti: 1


Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Superluna nella notte del 3 dicembre [ 0 commenti - 29 letture ]
 Avevi sangue finto [ 3 commenti - 54 letture ]
 William Adolphe Bouguereau [ 0 commenti - 27 letture ]
 La presunzione [ 0 commenti - 26 letture ]
 Cristo che appare [ 0 commenti - 27 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content .
www.casatea.com

Toggle Content *
sito web

Toggle Content
Sito d'argento

Toggle Content .

Toggle Content -
10000 punti ottenuti

Toggle Content Magicamente

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy