Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 181
Totale: 181
Chi è online:
 Visitatori:
01: News
02: Home
03: coppermine
04: Home
05: News
06: Home
07: coppermine
08: coppermine
09: Home
10: coppermine
11: News
12: coppermine
13: coppermine
14: coppermine
15: Home
16: Home
17: News
18: Home
19: News
20: Home
21: Home
22: coppermine
23: Stories Archive
24: coppermine
25: Home
26: Search
27: Home
28: Search
29: coppermine
30: News
31: coppermine
32: News
33: News
34: News
35: Home
36: Home
37: Home
38: Search
39: Home
40: Home
41: Home
42: coppermine
43: News
44: Home
45: coppermine
46: coppermine
47: coppermine
48: Home
49: coppermine
50: Home
51: coppermine
52: Home
53: News
54: News
55: Home
56: News
57: Search
58: coppermine
59: coppermine
60: Home
61: coppermine
62: coppermine
63: Home
64: coppermine
65: Home
66: coppermine
67: Home
68: coppermine
69: Home
70: Search
71: coppermine
72: Home
73: Home
74: Search
75: Home
76: coppermine
77: News
78: News
79: Home
80: Home
81: Home
82: coppermine
83: Home
84: coppermine
85: Search
86: Home
87: coppermine
88: Home
89: coppermine
90: News
91: News
92: News
93: coppermine
94: coppermine
95: Search
96: News
97: News
98: News
99: News
100: coppermine
101: coppermine
102: News
103: Home
104: coppermine
105: coppermine
106: News
107: Home
108: coppermine
109: coppermine
110: News
111: News
112: Statistics
113: Stories Archive
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: coppermine
119: Home
120: coppermine
121: coppermine
122: coppermine
123: News
124: News
125: Home
126: coppermine
127: Search
128: Stories Archive
129: Search
130: Search
131: Home
132: Home
133: Stories Archive
134: Search
135: coppermine
136: Forums
137: Search
138: News
139: Stories Archive
140: Stories Archive
141: Home
142: Search
143: News
144: coppermine
145: News
146: coppermine
147: coppermine
148: Home
149: coppermine
150: Home
151: Search
152: Stories Archive
153: Search
154: coppermine
155: News
156: coppermine
157: News
158: Home
159: coppermine
160: News
161: Home
162: Home
163: Home
164: News
165: coppermine
166: Statistics
167: coppermine
168: coppermine
169: coppermine
170: Home
171: Home
172: coppermine
173: News
174: Home
175: Home
176: coppermine
177: Stories Archive
178: coppermine
179: coppermine
180: Search
181: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8581
  · Viste: 1311506
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › SETTEMBRE
SETTEMBRE
Postato da Grazia01 il Sabato, 14 luglio @ 16:22:36 CEST (9792 letture)
POESIE TEMATICHE I°

Settembre



Il nome Settembre deriva dal latino Septembris, che indicava il settimo mese del Calendario Arcaico romano.



Altri nomi:

Calendario Arcaico Romano: Septembris era il settimo mese del calendario e contava 31 giorni

Calendario della Repubblica Romana: Septembris era il settimo mese del calendario e contava 29 giorni.

Calendario Giuliano: Septembris era il nono mese del calendario e contava 31 giorni.

Calendario Augusteo: Septembris era il nono mese del calendario e contava 30 giorni.

La tradizione romana dedicava questo mese a Vulcano, dio del fuoco e della lavorazione dei metalli, protettore del focolare.

Settembre per gli ebrei Elùl (dal babilonese Ululu),è il dodicesimo e ultimo mese del calendario, dura 29 giorni e il primo del mese non può

cadere martedì, giovedì o sabato.

Per i musulmani Rajab è il settimo mese del calendario, conta 29 giorni e va da Agosto a settembre, mentre Sha'ban, ottavo mese, dura 29

giorni e va da Settembre a Ottobre.
Rajab è uno dei mesi sacri in cui ogni azione ostile è proibita;

Per i persiani Shahrivar, sesto mese, dura 31 giorni e andava da Agosto a Settembre, mentre Mehr, settimo mese, aveva 30 giorni e andava da

Settembre a Ottobre;

Per i celti Edrinos (tempo delle emissione delle sentenze) durava 30 giorni e andava da Agosto a Settembre, mentre Cantlos (tempo delle

canzoni), dodicesimo e ultimo mese del calendario celtico, andava da Settembre a Ottobre e contava 29 giorni;



Anche i pellerossa d'America adattarono il computo dei mesi al sistema importato dai pionieri, ma i loro mesi erano legati alla vita della

luna e, naturalmente, ogni popolo aveva nomi propri per i mesi dell'anno:
secondo la testimonianza di Alce Nero, del popolo Lakota, era: Luna quando ai vitelli cresce il pelo; per gli indiani Chippewa e Ojibwa era:

Luna delle Foglie che cambiano il colore.




Durante la Rivoluzione Francese il periodo che andava dal 18 Agosto al 21 Settembre prese il nome di Fructidor (Fruttidoro), mentre quello

che andava dal 22 Settembre al 21 Ottobre fu chiamato Vendémiaire (Vendemmiaio) ed era considerato il primo mese dell'anno, quindi il giorno

22 Settembre si festeggiava il Capodanno rivoluzionario.




Nel Medioevo Settembre era rappresentato da un gruppo di persone intente alla vendemmia.

Nell'antica Grecia in Settembre si celebravano feste in onore di Demetra, dea greca delle messi (più tardi identificata con la dea latina

Cerere).

Le giornate si accorciano, la temperatura dell'aria si rinfresca, si approssima la stagione autunnale e l'Equinozio d'Autunno, la natura si

prepara al suo lungo sonno, le radici bevono avidamente gli ultimi raggi di sole attraverso le foglie che ancora per poco offrono riserve di

energia. Settembre è il mese dei colori , dei profumi, degli ultimi frutti estivi.







Proverbi di settembre

Un settembre caldo e asciutto maturare fa ogni frutto;

A Settembre chi è esperto non viaggia mai scoperto

Se in Settembre senti tonare tini e botti puoi preparare;

Di Settembre l'uva rende e il fico pende

Pioggia in Settembre poco acquista e nulla rende;

Aria settembrina fresco la sera e fresco la mattina;

Santa Croce pane e noce Per San Michele l'uva è come il miele



Settembre
da I pastori
di Gabriele D'Annunzio

Settembre, andiamo. E' tempo di migrare.
Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all'Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.

Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d'acqua natía
rimanga ne' cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d'avellano.

E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!

Ora lungh'esso il litoral cammina
la greggia. Senza mutamento è l'aria.
il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquío, calpestío, dolci romori.

Ah perché non son io cò miei pastori?



Impressioni di settembre

Premiata Forneria Marconi
Mogol - Pagani - Mussida

Quante gocce di rugiada intorno a me
cerco il sole, ma non c'è.
Dorme ancora la campagna, forse no,
è sveglia, mi guarda, non so.
Già l'odore della terra, odor di grano
sale adagio verso me,
e la vita nel mio petto batte piano,
respiro la nebbia, penso a te.
Quanto verde tutto intorno, e ancor più in là
sembra quasi un mare l'erba,
e leggero il mio pensiero vola e va
ho quasi paura che si perda...
Un cavallo tende il collo verso il prato
resta fermo come me.
Faccio un passo, lui mi vede, è già fuggito
respiro la nebbia, penso a te.
No, cosa sono, adesso non lo so,
sono un uomo, un uomo in cerca di se stesso.
No, cosa sono, adesso non lo so,
sono solo, solo il suono del mio passo.
e intanto il sole tra la nebbia filtra già
il giorno come sempre sarà.



Settembre
di Antonello Venditti



Stai con me,
com'è difficile
stringerti a me
con tutta l'anima
restiamo insieme
fino a quando
gli occhi tuoi
ancora chiusi troveranno
gli occhi miei.
Stai con me
per ogni lacrima
che cade giù
da questa nuvola
quando la notte
piano piano finirà
chissà chi è il primo
di noi due che parlerà .
Settembre poi ci prenderà
coi suoi venti di pioggia
vincerà ..
Adesso no
ferma il tuo attimo
stringiti a me
per questo secolo
quando la musica
pian piano finirà
come un miracolo
poi l'alba nascerà ...
restiamo insieme fino a quando
gli occhi tuoi
ancora chiusi troveranno
gli occhi miei.
settembre non ci troverà
coi suoi venti non può
non vincerà ..
Adesso si
tutto è possibile
farlo così
con tutta l'anima
quando la musica
piano piano finirà
chissà chi è il primo
di noi due che parlerà ...
di noi due che parlerà ...



In questi giorni il maltempo è arrivato in quasi tutta Italia, spazzando via gli ultimi rimasugli dell'estate, avremo ancora belle giornate

calde, specialmente al sud, ma forse la vera estate è già davvero finita in questa domenica di metà settembre.



Vi auguro una buona domenica, anche se putroppo, sarà un po' umida.

Grazia









Non amo molto settembre, lo vivo come un mese di transizione,
i suoi colori sono magnifici ma malinconici,
iniziano le scuole, e le piogge, che mettono in crisi la città,
è un ritorno crudo nella realtà, inevitabile.....
ma che vorrei sempre rimandare, eppure sono piacevoli
i suoi profumi, quello dell'uva, dei funghi,
e le giornate sono spesso piacevolmente tiepide...
comunque ...ciao settembre, benvenuto...
regalaci ancora qualche giorno di sole



Il sole di settembre indora i canti
degli operai. fE già lontano il tempo
quando vinti al gran sole i nudi corpi
turbavano il mio cuore. Adesso brilla
deserto il fiume. Ritornato è l'uomo
in piedi. lo rido a più sereno amore.


Sandro Penna



RECITATIVO DI SETTEMBRE


C'è,
nell'aria,
un incredibile
odore d'autunno;

e le ciglia
tra lacrime e sole
scintillano d'oro.

Mentre tu -
come uccello al mattino
svegliatosi allora -

torni


Rosa Maria Tornù







Ho misurato gli anni


Qui ho imparato gli odori
tutti delle stagioni
e il linguaggio vellutato dei merli.
Ho spiato le tane
delle serpi e dei gufi
e ruzzolo a valle col riccio.

S'aprirono i miei occhi
su una verde vallata
ove scorre un torrente
e scendono fiori
a ciottoli ambrati
di granchi e d'anguille.

Ho misurato gli anni
al ritorno dei mosti
e al miele dei cannicci,
al respiro del vento nel camino
e al croscio argentato sulla soglia
delle palme benedette.
Ma quando il bosco esala
di funghi e foglie morte
sento più dolce ed intima la voce
della terra, un po' simile a mia madre
nel ricordo
che settembre fa triste.


Felice Mastroianni



Piccola Poesia d'amore
Non si può fermare la ruota del tempo,
la macina del mulino,
il profumo dell'autunno ,
Settembre il mese dei ripensamenti,
i segni del destino imprigionano lo spirito,
è solo l'uomo, estasiato dai sapori delle caldarroste
innalza lo straziato cuore grondante d'amore
per vedere oltre le infinite apparenze e certezze .


Sandro Tonini



Era il settembre. Riandava la gente
rumorosa alle strade. Il sole amava
il vino e l'operaio. I canti ardevano
fino alla notte fonda.
Ma restava
attonito un fanciullo, ormai legato
- sotto il caldo fogliame di una sera -
al ridere innocente di un amico...



Sandro Penna





Buona domenica






Continuo l'argomento proposto da Tony...settembre
sono finite le vacanze, periodo in cui i pensieri spesso sono più leggeri e
a volte il ritorno alla normalità è fonte di una sorta di malinconia...
un'altra bella stagione della nostra vita sta sfumando,
consoliamoci con il vino e l'uva, con il loro profumo ed il loro sapore di festa..



Settembre
di QUIARA

"Nel cielo chiaro
spunta il sole di settembre,
illumiha e riscalda paziente.
L'erba del prato e' fresca
ricamata di settembrini
rosa violetto e giallini.
L'aria e' tiepida
e tutt'intorno tace.
E' settembre
e regna la pace."





Vendemmia
di Felice Socciarelli

Con un secchio o un cestello,
con le forbici o il coltello,
donne e uomini, da ieri,

tutti allegri e faccendieri
colgon l'uva zuccherina
e la portano in cantina.

La vendemmia è un gran lavoro!
Nella vigna era un tesoro
di bei grappoli dorati.

Or li han colti e li han pigiati;
ed il mosto in un gran tino
già fermenta e si fa vino.



Profumi di settembre
di Almina Madau

Ancora una volta,
tra il sole pungente e le nubi veloci,
sento,
il delicato profumo,
sfumato di fiori di mandorlo,
che attraverso i campi già nudi,
arriva al paese in fermento.
I tini ricolmi,
le botti in attesa.
Già vedo il colore, dorato ed ambrato,
già sento il sapore fino, sottile, caldo e vellutato.
Gradevole e beffardo...dolce e poi amaro.
E’ come godere,
di un suono,
di un blues,
che insinua il vocale,
e penetra il cuore.



Settembre
di Alessandro Cancian

Vaio,
come l'uva settembrina
che ciondola
vanesia
in sugosi grappoli,
ci parla il cielo
dal suo covo
d'orizzonte

Tra le oblique schiere
di marziali filari
la gioia scolora.
Svapora in cirri
di malinconica trama
la nostra allegria



Nella vigna
di Andrea Alfani

Grappoli d'uva si tingono
scaldati dal sole ancora estivo

Acini color rosso sanguigno
rimangono
l'un l'altro attaccati

Tralci assetati
trovano lì
il loro unico appiglio



Felice settembre a voi tutti
Grazia






Stavolta il tema delle poesie domenicali è...
il mese che stiamo vivendo...
SETTEMBRE
mese dell'uva... dei funghi... etc...
ma ahimé anche il mese in cui è avvenuta una tragedia
che ha coinvolto l'intera umanità...
Settembre in senso figurato
è il mese ponte tra l'estate... e l'autunno...
ed a dirla con Guccini...
«Settembre è il mese del ripensamento, sugli anni e sull'età
Dopo l'estate porti il dono usato della perplessità,
Ti siedi, pensi e ricominci il gioco della tua identità
come scintille brucian nel tuo fuoco le possibilità...»
(-"La canzone dei dodici mesi" -)
Sono poesie di autori non molto noti, quelle cho scelto...,
ma, a mio parere, belle... e parlano anche d'amore...





SETTEMBRE
michael santhers

Si fa pancia il fosso
al ruscello
incinto delle lacrime
celeste
e in tremolìo scorrono
verso il parto
nel lavatoio
di miserie arrostite
ove si rifà il trucco
settembre
questo mediatore
tra futuro
e ricordi
da far bastare
per fuggire oltre
la tenaglia dei morti
non sazi con
il rosorio del due novembre
e vogliono carezze
di marmorei volti freschi

Il vento strappa
l'ultima calura
imboscata



ODOR D'AUTUNNO
Diana

M’affaccio nel buio
d’un cielo senza luna

stormisce altero il vento
stanotte
tra le fronde degli olmi

in turbìne
bisbigli concitati
or lievi ora più gravi
storie assorbite e rese agli angeli
che intendono il linguaggio delle foglie

storie ascoltate e viste
nei viali del giardino
in notti calde ch’escludevano il sonno

notti d’innamorati
che s’amavano e toccavano le stelle

Odor d’autunno stanotte
nell’aria settembrina
rinfrescata anzitempo
e tra i bisbigli cerco la nostra storia
per risentirti in me ora che sei lontano


A TE
Rosatea

Sai
mi lega a te l'amore
un volo di storni chiassosi
in un cielo settembrino
il tuo avanzare
incontro al mio sorriso bianco
l'incrocio di due mani
la fusione
di due pensieri che si cercano
e lo stupore


LE RAGIONI DI SETTEMBRE
Gianni Montieri

Dopo si amarono di più
assorbendo gli istanti già compiuti
le frasi pronunciate a mezza voce
quelle dette muovendo appena gli occhi
consapevoli di ogni goccia di sangue
di ogni centimetro di pelle
dello sfregare impercettibile delle vertebre

non furono i venti a parlare
né il fuoco dell’ultimo tramonto
la passione delle notti precedenti
delle mille estati già scomparse
li fece stringere ossa e carne
nelle ragioni di una nuova tenerezza.

Ciao da Tony Kospan














SETTEMBRE IN POESIA… MUSICA... IMMAGINI... E…
a cura di Tony Kospan (2011)

Stavolta il tema delle poesie domenicali
è il mese che stiamo da poco vivendo…





E' il mese in cui non sono del tutto svaniti
i colori ed i calori dell'estate
e però vediamo e sentiamo nell'aria
nuovi e più tenui colori
e più fresche temperature…

E' il mese della vendemmia…, dei funghi,
della riapertura delle scuole… etc…
ed è anche il mese in cui è avvenuta, ahimé,
una tragedia che ha sconvolto tutta l'Umanità.





Amo Settembre per i suoi colori davvero unici…
soft e avvolgenti…
per la sua aria dolce e malinconica,
ma anche tanto romantica…

Per questo suo indubbio fascino questo mese
è molto gettonato in poesia ma ancor più in musica…

Ma veniamo alle poesie prescelte…
e come sempre sarà bello leggere anche quelle vostre
o di altri autori che piacciono a voi...





SETTEMBRE
Attilio Bertolucci

Chiaro cielo di settembre
illuminato e paziente
sugli alberi frondosi
sulle tegole rosse
fresca erba
su cui volano farfalle
come i pensieri d’amore
nei tuoi occhi
giorno che scorri
senza nostalgie
canoro giorno di settembre
che ti specchi nel mio calmo cuor





SETTEMBRE
Tony Kospan

Il dolce inizio sei
del tramonto dell'anno
dell'estate annunciando la fine…

I tuoi color rossarancioni
per bellezza fanno a gara…
con i verdazzurri della primavera.

Cadono con le foglie… tanti sogni…
nell'umida terra settembrina…
mentre altri però metton radici…

Dalle più corte giornate
un nuovo eterno ciclo di natura prende vita
che poi al sol d'agosto splenderà…

Più fresca l'aria…
danzando con le fronde
ai consueti ritmi dei nostri giorni
ci riporta…

Caro malinconico settembre
ch'ancor risenti del fuoco dell'estate…
dacci anche tu, insieme al vino,
un bel ricordo d'un sogno d'amore…

Rubiamo dunque tutti insieme
l'ultimo stanco raggio…di sole
da lui lasciandoci baciare…

E così tra rimpianti e speranze…
una fiammella di luce e di calore…
sotto il tappeto d'un morbido fogliame
e nel chiuso segreto dei nostri cuori…
aspettando primavera... accesa resterà…




ARIETTA SETTEMBRINA
Alfonso Gatto

Ritornerà sul mare
la dolcezza dei venti
a schiuder le acque chiare
nel verde delle correnti.
Al porto sul veliero
di carrube l’ estate
imbruna, resta nero
il cane delle sassate.
S’addorme la campagna
di limoni e d’ arena
nel canto che si lagna
monotono di pena.
Così prossima al mondo
dei gracili segni,
tu riposi nel fondo
della dolcezza che spegni.





SETTEMBRE
Hermann Hesse

Triste il giardino: fresca
scende ai fiori la pioggia…
silenziosa trema
l’estate, declinando alla sua fine.
Gocciano foglie d’oro
giù dalla grande acacia…
Ride attonita e smorta
l'estate dentro il suo morente sogno;
s’attarda tra le rose,
pensando alla sua pace;
lentamente socchiude
i grandi occhi pesanti di stanchezza.





I PASTORI
Gabriele D'Annunzio

Settembre, andiamo. E' tempo di migrare.
Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all'Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.
Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d'acqua natía
rimanga ne' cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d'avellano.
E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!
Ora lungh'esso il litoral cammina
la greggia. Senza mutamento è l'aria.
il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquío, calpestío, dolci romori.
Ah perché non son io cò miei pastori?





FELICE SETTEMBRE PER TUTTI
DA TONY KOSPAN





PER IL POST CON PIU' IMMAGINI COLORI E MUSICHE E PER LE NOVITA' DEL BLOG CLIKKA QUI GIU'...
IL MONDO DI ORSOSOGNANTE








Il tema di questa domenica è






Ciao amici e amiche di Casatea,
com'è andato agosto? Spero bene, ha fatto molto caldo
ma tutto sommato è stata una bella estate.
Raccontatemi un po' delle vostre vacanze e se settembre
vi mette un po' di malinconia.
Io paragono il mese di settembre alla mia età,
all'età di tutti coloro che hanno superato da un pezzo
i famosi "anta" e si sentono al tramonto.
E' il mese che preclude all'autunno,
ma che è ancora sfavillante, ricco di colori,
pieno di profumi di un'intensità struggente...
Può essere il periodo più bello della vita,
basta saperlo guardare e viverlo
con semplicità e naturalezza.
Il sentimento della vita,
è splendido anche in autunno,
è un'altro tipo di primavera,
un tempo particolare
in cui potremmo vivere ogni giorno
come se avessimo vissuto tutta la vita
proprio per quel giorno....
di settembre.





Era il settembre. Riandava la gente
rumorosa alle strade. Il sole amava
il vino e l'operaio. I canti ardevano
fino alla notte fonda.
Ma restava
attonito un fanciullo, ormai legato
- sotto il caldo fogliame di una sera -
al ridere innocente di un amico...

Sandro Penna



Vendemmia


Settembre odoroso,
con te il ricordo più bello:
le donne castellane
che raccolgono l’uva matura,
le ceste piene dei grappoli succosi,
i sentieri lunghi e tortuosi
della Terra di lavoro.

Un profumo forte si sparge
dalle vigne di Falanghina
fino a Mondragone.

E poi, la grande cisterna
dove giovani fanciulle
con la gonna sollevata
pigiano il dolce nettare,
cantando motivi paesani.

Più tardi il mosto
scorrerà vivo nei tini.

Giuseppe Porpiglia







Settembre
di Andrea Bruccolieri


Settembre è uno stato mentale.
Il mare è scuro e tetro come il mio umore;
le nuvole sono fitte e impenetrabili
come i pensieri della gente.
Le barche, spettri ondeggianti
siam noi, anime ambulanti
che andiamo incontro
ai meravigliosi bagliori lontani.





Settembre
di Monica De Steinkuehl

Travolta
da te
che mi trasporti lontano
come a volte fa il vento
in un mondo immaginario...

Avvolta
dal vortice
di questo grande tornado
tu, forte mi sostieni
così non cado...

Trasportata
da quest'aria
fatta di brividi e magie
mi lascio andare ai cieli infiniti
senza paura, senza bugie..

Settembre
mi accoglie
nel suo strano torpore
mi tiene stretta
dentro al tuo cuore.


Monica De Steinkuehl





Lasciami sanguinare
di Attilio Bertolucci


Lasciami sanguinare sulla strada
sulla polvere sull'antipolvere sull'erba,
il cuore palpitando nel suo ritmo feriale
maschere verdi sulle case i rami

di castagno, i freschi rami, due uccelli
il maschio e la femmina volati via,
la pupilla duole se tenta
di seguirne la fuga l'amore

per le solitudini aria acqua del Bràtica,
non soccorrermi quando nel muovere
il braccio riapro la ferita il liquido
liquoroso m'inorridisce la vista,

attendi paziente oltre la curva via
l'alzarsi del vento nel mezzogiorno, fingi
soltanto allora d'avermi udito chiamare,
entra nella mia visuale da un giorno

quieto di settembre, la tavola apparecchiata
i figli stanchi d'attendere, i figli
giovani col colore della gioventù
esaltato da una luce che quei rami inverdiscono.




Vi auguro una splendida domenica di settembre
Grazia






SETTEMBRE IN POESIA E... NON SOLO...

Stavolta il tema delle poesie domenicali è...
il mese che stiamo vivendo... il mese della vendemmia...



dei funghi... della riapertura delle scuole.. etc... etc...
ma ahimé anche il mese in cui è avvenuta una tragedia
che ha sconvolto l'intera umanità...



Settembre in senso figurato è il mese ponte
tra l'estate... e l'autunno...
Amo Settembre sia per i suoi coloridavvero unici soft e avvolgenti...
e per la sua aria dolce e malinconica ma tanto romantica...
e per questo indubbio fascino molti poeti l'hanno cantato...



DUE MESI SETTEMBRE
Joseph Rudyard Kipling

All'alba un mormorio corse tra gli alberi,
una lieve increspatura nella cisterna, e nell'aria
un presagio di prossima frescura - ovunque
una voce profetica nella brezza.
Balzò il sole e indorò tutta quella polvere,
e lottò per disseccare ancor più l'oziosa terra,
impotente come un re invecchiato che guerreggia
per un impero che gli si sgretola in mano.
L'un dopo l'altro caddero i petali del loto,
sotto l'assalto dell'anno ribelle,
ammutinato contro un cielo iracondo;
e, lontano, bisbigliò l'inverno; "E' bene
che muoia la rovente estate. L'ausilio e' vicino,
giacché quando l'umano bisogno più stringe, io arrivo."



SETTEMBRE
Vittorio Sereni

Già l'olea fragrante nei giardini
d'amarezza ci punge: il lago un poco
si ritira da noi, scopre una spiaggia
d'aride cose,
di remi infranti, di reti strappate.
E il vento che illumina le vigne
già volge ai giorni fermi queste plaghe
da una dubbiosa brulicante estate.
Nella morte già certa
cammineremo con più coraggio,
andremo a lento guado coi cani
nell'onda che rotola minuta.



ARIETTA SETTEMBRINA
Alfonso Gatto

Ritornerà sul mare
la dolcezza dei venti
a schiuder le acque chiare
nel verde delle correnti.
Al porto sul veliero
di carrube l' estate
imbruna, resta nero
il cane delle sassate.
S' addorme la campagna
di limoni e d' arena
nel canto che si lagna
monotono di pena.
Così prossima al mondo
dei gracili segni,
tu riposi nel fondo
della dolcezza che spegni.



SETTEMBRE
Hermann Hesse

Triste il giardino: fresca
scende ai fiori la pioggia...
silenziosa trema
l'estate, declinando alla sua fine.
Gocciano foglie d'oro
giù dalla grande acacia...
Ride attonita e smorta
Pestate dentro il suo morente sogno;
s'attarda tra le rose,
pensando alla sua pace;
lentamente socchiude
i grandi occhi pesanti di stanchezza.



Che settembre sia felice per tutti noi... è l'augurio di Tony Kospan

IL MONDO DI ORSOSOGNANTE









Non amo molto settembre, lo vivo come un mese di transizione,
i suoi colori sono magnifici ma malinconici,
iniziano le scuole, e le piogge, che mettono in crisi la città,
è un ritorno crudo nella realtà, inevitabile.....
ma che vorrei sempre rimandare, eppure sono piacevoli
i suoi profumi, quello dell'uva, dei funghi,
e le giornate sono spesso piacevolmente tiepide...
comunque ...ciao settembre, benvenuto...
regalaci ancora qualche giorno di sole



Il sole di settembre indora i canti
degli operai. fE già lontano il tempo
quando vinti al gran sole i nudi corpi
turbavano il mio cuore. Adesso brilla
deserto il fiume. Ritornato è l'uomo
in piedi. lo rido a più sereno amore.


Sandro Penna



RECITATIVO DI SETTEMBRE


C'è,
nell'aria,
un incredibile
odore d'autunno;

e le ciglia
tra lacrime e sole
scintillano d'oro.

Mentre tu -
come uccello al mattino
svegliatosi allora -

torni


Rosa Maria Tornù







Ho misurato gli anni


Qui ho imparato gli odori
tutti delle stagioni
e il linguaggio vellutato dei merli.
Ho spiato le tane
delle serpi e dei gufi
e ruzzolo a valle col riccio.

S'aprirono i miei occhi
su una verde vallata
ove scorre un torrente
e scendono fiori
a ciottoli ambrati
di granchi e d'anguille.

Ho misurato gli anni
al ritorno dei mosti
e al miele dei cannicci,
al respiro del vento nel camino
e al croscio argentato sulla soglia
delle palme benedette.
Ma quando il bosco esala
di funghi e foglie morte
sento più dolce ed intima la voce
della terra, un po' simile a mia madre
nel ricordo
che settembre fa triste.


Felice Mastroianni



Piccola Poesia d'amore
Non si può fermare la ruota del tempo,
la macina del mulino,
il profumo dell'autunno ,
Settembre il mese dei ripensamenti,
i segni del destino imprigionano lo spirito,
è solo l'uomo, estasiato dai sapori delle caldarroste
innalza lo straziato cuore grondante d'amore
per vedere oltre le infinite apparenze e certezze .


Sandro Tonini



Era il settembre. Riandava la gente
rumorosa alle strade. Il sole amava
il vino e l'operaio. I canti ardevano
fino alla notte fonda.
Ma restava
attonito un fanciullo, ormai legato
- sotto il caldo fogliame di una sera -
al ridere innocente di un amico...



Sandro Penna





Buona domenica






L'argomnento di questa domenica è





La notte è fredda quel tanto che basta perché il trovarsi sotto il cielo stellato non avvenga per caso, ma piuttosto desiderato e voluto appagamento di quella necessità interiore per cui cerchiamo un libro, una poesia o questo brillare splendido delle stelle o la calma, serena luce della Luna.





L'aria è ora trasparente, come se nemmeno fosse li;
solo un vento leggero passa e addensa,
all'orizzonte grossi cumuli di soffici bianchissime nubi,
che, un attimo dopo, disperde sfilacciandole in tenui fiocchi vaganti.





Settembre



Triste il giardino: fresca
scende ai fiori la pioggia.
Silenziosa trema
l'estate, declinando alla sua fine.
Gocciano foglie d'oro
giù dalla grande acacia.
Ride attonita e smorta
l'estate dentro il suo morente sogno.
S'attarda fra le rose,
pensando alla sua pace;
lentamente socchiude
i grandi occhi pesanti di stanchezza.

Hermann Hesse






Ora che sale il giorno


Finita è la notte e la luna
si scioglie lenta nel sereno,
tramonta nei canali.

E’ così vivo settembre in questa terra
di pianura, i prati sono verdi
come nelle valli del sud a primavera.
Ho lasciato i compagni,
ho nascosto il cuore dentro le vecchie mura,
per restare solo a ricordarti.

Come sei più lontana della luna,
ora che sale il giorno
e sulle pietre batte il piede dei cavalli!

Salvatore Quasimodo




TRISTE SETTEMBRE

Triste e timidamente, con passo leggero e felpato
arriva settembre. Come lacrime pietose la pioggia dal cielo discende
e rinfresca la terra, che l'estate felice e focosa abbandona,
saluta e tramonta;

fra foglie ingiallite si mimetizza un pallido sole che
poi si nasconde come il suo ruolo non fosse apparire.
Le nuvole si rincorrono giocando a nascondino,
mentre giocano si scambiano i colori fra il bianco, il grigio scuro e il nero.
Preludio d'imminente temporale.

Settembre spalanca la porta all'autunno che adagiato con pacata calma
fra la gioiosa estate e il cupo inverno,
le forze fiacca, l'umore non è al massimo!
accogliamolo sorridenti e con amore, anche se triste, ne
coglieremo il fascino!

Rosarossa





Profumi di settembre


Ancora una volta,
tra il sole pungente e le nubi veloci,
sento,
il delicato profumo,
sfumato di fiori di mandorlo,
che attraverso i campi già nudi,
arriva al paese in fermento.
I tini ricolmi,
le botti in attesa.
Già vedo il colore, dorato ed ambrato,
già sento il sapore fino, sottile, caldo e vellutato.
Gradevole e beffardo...dolce e poi amaro.
E’ come godere,
di un suono,
di un blues,
che insinua il vocale,
e penetra il cuore.

Almina Madau




Settembre


E d'un tratto la vacanza è finita
si riallacciano fili di abitudini dimenticate
luce profumata di pomeriggi tiepidi
aria dorata di mattini frizzanti
giorni sospesi tra estate e autunno
foglie dorate e frutti succulenti
aspettative dolci come nettare di fichi
sogni e speranze come acini d'uva
qualcosa sta per accadere
un nuovo inizio ci aspetta
ed è di nuovo Settembre.

Cristina Voltolini





LA MIA BOHÈME


Me ne andavo, i pugni nelle tasche sfondate;
anche il mio cappotto diventava ideale;
andavo sotto il cielo, Musa!, ed ero il tuo leale;
oh! quanti amori assurdi ho strasognato!

Nei miei unici calzoni avevo un largo squarcio.
- Pollicino sognatore, in corsa sgranavo
rime. Il mio castello era l'Orsa Maggiore.
- Le mie stelle in cielo facevano un dolce fru-fru.

Le ascoltavo, seduto sul ciglio delle strade,
nelle calme sere di settembre in cui sentivo
sulla fronte le gocce di rugiada, come un vino vigoroso;

in cui, rimando in mezzo a quelle ombre fantastiche,
come fossero lire, tiravo gli elastici
delle mie suole ferite, con un piede contro il cuore.

Arthur Rimbaud




SETTEMBRE

Chiaro cielo di settembre
illuminato e paziente
sugli alberi frondosi
sulle tegole rosse

fresca erba
su cui volano farfalle
come i pensieri d’amore
nei tuoi occhi

giorno che scorri
senza nostalgie
canoro giorno di settembre
che ti specchi nel mio calmo cuor

Attilio Bertolucci




Vi auguro una splendida domenica di settembre











"SETTEMBRE" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre POESIE TEMATICHE I°

Articolo più letto relativo a POESIE TEMATICHE I°:
IL BACIO

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Incidente stradale [ 0 commenti - 12 letture ]
 Fernanda Pivano [ 0 commenti - 18 letture ]
 Conosci la terra dei limoni in fiore [ 0 commenti - 24 letture ]
 Alessandro Baricco [ 2 commenti - 20 letture ]
 La mia anima cristallina [ 0 commenti - 13 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content .
www.casatea.com

Toggle Content *
sito web

Toggle Content
Sito d'argento

Toggle Content .

Toggle Content -
10000 punti ottenuti

Toggle Content Magicamente

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy