Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 98
Totale: 98
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: News
04: Home
05: Home
06: coppermine
07: Home
08: Home
09: News
10: News
11: coppermine
12: Home
13: News
14: coppermine
15: Home
16: Home
17: coppermine
18: Home
19: Home
20: News
21: coppermine
22: Home
23: coppermine
24: Home
25: Forums
26: coppermine
27: Home
28: coppermine
29: Home
30: coppermine
31: Home
32: Home
33: coppermine
34: Home
35: coppermine
36: Home
37: Forums
38: Home
39: coppermine
40: News
41: Forums
42: News
43: Search
44: News
45: coppermine
46: Home
47: Home
48: Search
49: Home
50: Forums
51: Home
52: coppermine
53: coppermine
54: News
55: Search
56: coppermine
57: coppermine
58: Home
59: Home
60: Home
61: coppermine
62: Home
63: coppermine
64: Stories Archive
65: Stories Archive
66: coppermine
67: Stories Archive
68: Home
69: Home
70: Home
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: Search
76: Home
77: Home
78: Home
79: Home
80: coppermine
81: Home
82: Home
83: Home
84: News
85: Home
86: Home
87: Home
88: Search
89: coppermine
90: Forums
91: Stories Archive
92: Home
93: News
94: coppermine
95: coppermine
96: Home
97: Home
98: coppermine

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8588
  · Viste: 1312662
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › FELICITA'
FELICITA'
Postato da Grazia01 il Domenica, 09 dicembre @ 21:24:43 CET (6909 letture)
POESIE TEMATICHE II°



Il tema di questa settimana sono la gioia e la felicità



Felicità raggiunta
di Eugenio Montale

Felicità raggiunta, si cammina
per te su fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s'incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t'ama.
Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.




Sono un incurabile romantico
di Leonard Nimoy

Sono un incurabile romantico
Credo nella speranza nei sogni e nella decenza
Credo nell'amore nella bontà credo nell'umanità
Credo nello spirito universale
Credo nella manna dal cielo che cade sulle acque
Sono ammaliato dalle immagini delle montagne innevate
Dalla vastità degli oceani
Sono intenerito da una coppia di innamorati di qualsiasi età
Che si stringe le mani durante una passeggiata
Lungo le strade di una città
Una creatura nel dolore mi fa rabbrividire dal dolore
Il grido di un gabbiano mi travolge con un senso di mistero
Un fiume o un ruscello mi fa commuovere fino alle lacrime
Come un nido in una vallata mi porta alla pace
Spero per tutta l'umanità la gioia pura che abbiamo trovato insieme
So che sarà così e allora festeggeremo
Festeggeremo il vino e il frutto
Festeggeremo l'alba e il tramonto il freddo e il caldo
I suoni e i silenzi le voci dei bambini
Festeggeremo i sogni le speranze che hanno riempito le anime
Di tutti gli uomini e delle donne decenti
Innalzeremo i calici e brinderemo con lacrime di gioia




Desiderio radioso
di Marco

Desiderio radioso
unito al vero bisogno.
Desiderio fertile
ferito dalla vita,
umiliato,
destinato a soffrire.
Porti con te forza,
fedele speranza,
fedele atto d’amore,
Senti certi curiosi seducenti attimi.
Senti la tua geniale superba gioia di esistere.
Senti di essere verso la felicità.




HO VOGLIA DI SORRIDERE
di Bartolomeo Di Monaco

Ho voglia di sorridere
quando mi levo al mattino
e il sole è già alto;
il passero viene al davanzale
e mi saluta.
Dalla mia finestra
m'inchino alla ridente Primavera,
con lei gioca il mio bambino
là nella pineta,
e mi pare di vederla la Stagione
che lo accarezza,
lo guida tra le margherite,
sull'erba ancora bagnata di rugiada.
Ed io ricordo la mia età di allora
quand'ero soltanto felice!
Coi compagni correvo le strade
antiche della mia città,
le sere già calde.
Dove sono quegli anni?
In quale parte dell'universo
sono nascosti quei giorni?
Insegnami la strada
ed io vi andrò.
Ho voglia di sorridere
quando nutro la speranza
di riessere bambino
o di accogliere quel tempo
qui nel palmo della mano,
riempirlo di baci e di carezze.
Oh, come vorrei spiare il mio destino
in quei lontani occhi di ragazzo,
scoprire se sono diventato quello che dovevo
od ho tradito la speranza!
Ho voglia di sorridere
mentre crescono i miei figli
ed io non ho più tempo
ancora.
Affrettami l'incontro,
rivelami il luogo,
anche se oltre quel cielo,
dove custodisci le cose mirabili
che sento nel cuore.
Sulle rive del Serchio,
ricordo,
correvamo felici,
il sole cocente,
e noi nell'acqua si rideva,
toccavamo il fondo inebriati.
Ho voglia di sorridere
quando apro la finestra
e vedo il giorno luminoso.
Là nella pineta
mio figlio gioca con la Primavera
ed io lo penso qui al posto mio
fra molti anni
a ricercare l'immagine ch'io vedo
e che oggi mi fa contento.




FELICITA'
di Umberto Saba

La giovanezza cupida di pesi
porge spontanea al carico le spalle.
Non regge. Piange di malinconia.

Vagabondaggio, evasione, poesia,
cari prodigi sul tardi! Sul tardi
l'aria si affina ed i passi si fanno
leggeri.
oggi è il meglio di ieri
se non è ancora la felicità.

Assumeremo un giorno la bontà
del suo volto, vedremo alcuno sciogliere
come un fumo il suo inutile dolore.

La giovanezza cupida di pesi
porge spontanea al carico le spalle.
Non regge. Piange di malinconia.

Vagabondaggio, evasione, poesia,
cari prodigi sul tardi! Sul tardi
l'aria si affina ed i passi si fanno
leggeri.
oggi è il meglio di ieri
se non è ancora la felicità.

Assumeremo un giorno la bontà
del suo volto, vedremo alcuno sciogliere
come un fumo il suo inutile dolore.


Grazia[/b]

FELICITA' RAGGIUNTA, SI CAMMINA
Eugenio Montale

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s'incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t'ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
e' dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.


FINO A QUANDO STARAI IN PIEDI
Blaga Dimitrova

Non scordarti di gioire! -
gli alberi saggi sussurrano
e con le ginocchia falciate
con fragore cadono sotto la scure.
Non scordarti di gioire!
Fino a quando starai in piedi
fino a quando andrai incontro al vento
fino a quando respirerai l'altezza.

Fino a quando la scure resterà assopita.


CANZONE RIDENTE
William Blake

Quando i boschi verdi di gioia ridono,
E corrugandosi il ruscello
Li accompagna colle sue risa;
Quando l'aria si mette a ridere
Col nostro spirito folletto,
E ride di quel chiasso il verde colle;

Quando di vivo verde
i prati ridono e la cavalletta
ride in mezzo a quell'allegria,
quando Susanna, Emilia e la Mari'
colle loro dolci brocche rotonde
cantano "Ah ah hi".

Quando gli uccelli coloriti
nell'ombra ridono,
e la nostra tavola è sparsa
di ciliegie e noci,
vieni a vivere, e sii gaio, e uniti
cantiamo in dolce coro "Ah ah hi"!


ODE AL GIORNO FELICE
Pablo neruda

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.
Camminando, dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.
Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto.
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché sì,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l’erba
e la sabbia essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.












LA GIOIA… LA FELICITA'… IN POESIA E NON SOLO
(E L'ANNIVERSARIO DI QUESTO GENERE DI POST)
a cura di Tony Kospan


Cari amici amanti come me della poesia
permetettemi per un attimo di ricordare che questo è
l'8° anniversario
di questo genere di post dedicati alle poesie a tema.







Nacque, quella prima domenica del dicembre 2003 in me
l’idea di un post augurante una felice domenica in poesia
a tutti gli amici virtuali…


Certo questo genere di post ne ha fatta di strada…
diventando sempre più ampio e completo
nel corso di questi 8 anni…
arricchendosi sempre di più di presentazione,
poesie, immagini e musiche.







Ora, scusatemi, con un pò di immodestia
intendo ricordare quel momento,
e perché no… festeggiarlo… insieme a voi…
perché è proprio grazie a voi che col vostro calore
e la vostra partecipazione avete fatto sì
che continuassimo su questo lungo… poetico persorso.

Come festeggiare?
Bè dedicando il tema di questa domenica proprio
alla… gioia… alla felicità…
sentimenti e momenti che riescono a dare
suoni, profumi e colori ai nostri giorni…
aiutandoci a vivere meglio…







E' vero che in questi giorni abbiamo,
come italiani… come europei…
poca voglia di gioire…
ma dobbiamo farci forza e cercar di godere,
almeno un pò, delle piccole cose… come queste…


Quelle che seguono sono le poesie scelte
per questo 8° anniversario
e come sempre sarà bello leggere
quelle che piacciono a voi…




Edward Henry Potthast – Happy Days


LA GIOIA
Emily Dickinson

La Gioia è la Brezza
Che ci solleva da Terra
E ci lascia in un altro posto
Di cui non sappiamo le regole
- Non ci rimanda, ma dopo un po'
Noi sobriamente scendiamo
Un po' più nuovi per quel momento
Su un Suolo Incantato.






FELICITA' RAGGIUNTA, SI CAMMINA
Eugenio Montale

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s'incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t'ama.
Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
e' dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case







CANZONE RIDENTE
William Blake

Quando i boschi verdi di gioia ridono,
E corrugandosi il ruscello
Li accompagna colle sue risa;
Quando l'aria si mette a ridere
Col nostro spirito folletto,
E ride di quel chiasso il verde colle;

Quando di vivo verde
i prati ridono e la cavalletta
ride in mezzo a quell'allegria,
quando Susanna, Emilia e la Mari'
colle loro dolci brocche rotonde
cantano “Ah ah hi”.

Quando gli uccelli coloriti
nell'ombra ridono,
e la nostra tavola è sparsa
di ciliegie e noci,
vieni a vivere, e sii gaio, e uniti
cantiamo in dolce coro “Ah ah hi”!







LA FELICITA'
Jorge Luis Borges

Chi abbraccia una donna è Adamo. La donna è Eva.
Tutto accade per la prima volta.
Ho visto una cosa bianca in cielo. Mi dicono che è la luna, ma
Che posso fare con una parola e con una mitologia?
Gli alberi mi fanno un poco paura. Sono così belli.
I tranquilli animali si avvicinano perché io gli dica il loro nome.
I libri della biblioteca sono senza lettere. Se li apro appaiono.
Sfogliando l'Atlante progetto la forma di Sumatra.
Chi accende un fiammifero al buio sta inventando il fuoco.
Nello specchio c'è un altro che spia.
Chi guarda il mare vede l'Inghilterra.
Chi pronuncia un verso di Liliencron partecipa alla battaglia.
Ho sognato Cartagine e le legioni che desolarono Cartagine.
Ho sognato la spada e la bilancia.
Sia lodato l'amore che non ha né possessore né posseduta, ma entrambi si donano.
Sia lodato l'incubo che ci rivela che possiamo creare l'Inferno.
Chi si bagna in un fiume si bagna nel Gange.
Chi guarda una clessidra vede la dissoluzione di un impero.
Chi maneggia un pugnale prevede la morte di Cesare.
Chi dorme è tutti gli uomini.
Ho visto nel deserto la giovane Sfinge appena scolpita.
Non c'è nulla di antico sotto il sole.
Tutto accade per la prima volta, ma in un modo eterno.
Chi legge le mie parole sta inventandole.







ODE AL GIORNO FELICE
Pablo Neruda

Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all’ultimo profondo angolino del cuore.
Camminando, dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell’erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l’acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l’aria canta come una chitarra.
Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto.
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché sì,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.
Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l’erba
e la sabbia essere felice con l’aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.




Orso Tony







Ricorre l'ottavo anniversario per l'amico Tony delle poesie domenicali a tema





Congratulzioni e auguri carissimo Tony
ti auguriamo tanta felicità

e grazie da parte di Casatea
per le meraviglie che ci regali ogni settimana.





Tutti vorrebbero vivere sulla cima di una montagna,
dimenticando però che la vera felicità sta nello scalare la vetta.

Anonimo






In teoria vi è una perfetta possibilità di felicità:
credere all'indistruttibile in noi e non aspirare a raggiungerlo.

Franz Kafka








FELICITA'

di Trilussa


C'è un'ape che se posa
su un bottone de rosa:
lo succhia e se ne va...
Tutto sommato, la felicità
è una piccola cosa.







FELICITA'

di Hermann Hesse


Felicità:finchè dietro a lei corri
non sei maturo per esser felice,
pur se quanto è più caro tuo si dice.

Finchè tu piangi un tuo bene perduto,
e hai mete,e inquieto t'agiti e pugnace,
tu non sai ancora che cos'è la pace.

Solo quando rinunzi ad ogni cosa,
nè più mete conosci nè più brami,
nè la felicità più a nome chiami,

allora al cuor non più l'onda affannosa
del tempo arriva,e l'anima tua posa










Io ti amo, amore mio
di RABINDRANATH TAgORE

Io ti amo, amore mio, perdona il mio amore.
Sono presa come un uccello, smarrito lungo la via.
Quando il mio cuore fu scosso e perse il suo velo
rimase nudo. Coprilo con la tua pietà, amore mio,
e perdona il mio amore.

Se non puoi amarmi, amore mio, perdona il mio dolore.
Non guardarmi sdegnato, da lontano.
Tornerò nel mio cantuccio e siederò al buio.
Con entrambe le mani coprirò
la mia nuda vergogna.

Volgi la testa, amore mio, e perdona il mio dolore.
Se mi ami, amor mio perdona la mia gioia.
Quando il mio cuore è trascinato dal vortice
della felicità, non ridere della mia tenerezza.
Quando siedo sul mio trono e ti tiranneggio
col mio amore, o quando, come una dea,
ti concedo la mia grazia, sopporta il mio orgoglio,
amore mio, e perdona la mia felicità.








FELICITA'
di Umberto SABA

La giovanezza cupida di pesi
porge spontanea al carico le spalle.
Non regge. Piange di malinconia.

Vagabondaggio, evasione, poesia,
cari prodigi sul tardi! Sul tardi
l'aria si affina ed i passi si fanno
leggeri.
oggi è il meglio di ieri
se non è ancora la felicità.

Assumeremo un giorno la bontà
del suo volto, vedremo alcuno sciogliere
come un fumo il suo inutile dolore.









Per la tua gioia
di ROBERT LOUIS STEVENSON

Per la tua gioia farò gingilli e balocchi,
Di canto d'uccelli il mattino, di luce di stelle la sera.
Farò un palazzo adatto a te e me,
Di giorni verdi nelle foreste e giorni azzurri sul mare.

Io farò la cucina, e tu terrai la tua stanza,
Dove scorre bianco il fiume e s'agita lucente la ginestra,
E laverai i tuoi panni e terrai bianco il corpo
Negli scrosci di pioggia il mattino e nella rugiada la sera,

E questa sarà la nostra musica quando nessun altro sia presso,
Bel canto da cantare, raro canto da udire,
Ch'io solo ricordo, che tu soltanto ammiri,
Dell'ampia strada che corre, e del fuoco a lato della strada.


Grazia






E' il quinto anniversario per le poesie domenicali a tema.
Congratulazioni Tony Kospan, ti dedico un brindisi!




Molti sostengono che le poesie migliori sono quelle che esprimo malinconia,
rimpianto, amore non corrisposto.
Molto autori illustri hanno dato il meglio di sé nei momenti di disperazione.
Può essere vista come uno sfogo dell'anima, un modo di rendere gli altri partecipi
di quella sofferenza.
Ma per scrivere poesie occorre un po' tutto, il dolore non è l'ingrediente essenziale,
Una poesia è "buona" al di là del fatto che nasca da un sentimento triste o felice.
Una poesia è "buona" se è scritta bene e se comunica in modo efficace quel che
chi l'ha scritta vuol esprimere.
Con la poesia si può raccontare di tutto.
Nel suo spazio più o meno breve offre, a chi la legge,
una pennellata di colore che può colpire,
al pari di una tela o di un accordo musicale ben riuscito.
Maledetta o dolce che sia, ironica o riflessiva, scherzosa o sofferta, giocosa o sorprendente.



FELICITA'
di Arthur Rimbaud


O stagioni, o castelli, quale anima è senza difetti?
O stagioni, o castelli,

ho fatto il magico studio della felicità che nessuno elude.

Oh, viva lei, ogni volta che canti il gallo gallico.

Ma non avrò più desideri: essa s'è incaricata della mia vita.

Questo incanto! prese anima e corpo e disperse ogni sforzo.

Come comprendere la mia parola? Bisogna ch'essa fugga e voli!

O stagioni, o castelli!






Più felice sono quando più lontana
di Emily Brontë

Più felice sono quando più lontana
porto la mia anima dalla sua dimora d'argilla,
in una notte di vento quando la luna brilla
e l'occhio vaga attraverso mondi di luce

Quando mi annullo e niente mi è accanto
né terra, né mare, né cieli tersi
e sono tutta spirito, ampiamente errando
attraverso infinite immensità.




FELICITA'
di Umberto Saba

La giovanezza cupida di pesi
porge spontanea al carico le spalle.
Non regge. Piange di malinconia.

Vagabondaggio, evasione, poesia,
cari prodigi sul tardi! Sul tardi
l'aria si affina ed i passi si fanno
leggeri.
oggi è il meglio di ieri
se non è ancora la felicità.

Assumeremo un giorno la bontà
del suo volto, vedremo alcuno sciogliere
come un fumo il suo inutile dolore.


Grazia







Cari amici amanti come me della poesia permetettemi per un attimo di ricordare che questo è il - 5° ANNIVERSARIO - di questo tipo di post nato in occasione della prima domenica del dicembre 2003. Nasceva allora in me infatti l'idea di un post augurante una felice domenica in... poesia... a tutti gli amici virtuali...

Eccolo... quel 1° post...


UNA BELLA POESIA PER UNA BELLA DOMENICA

Pericoloso e tenero il volto dell'amore
Prevert
Pericoloso e tenero
il volto dell'amore
m'è apparso la sera
d'un lunghissimo giorno
Forse era un arciere
con l'arco
o un musicante
con l'arpa
Non so più
Non so niente
La sola cosa che so
è che mi ha feri to
forse con una freccia
forse con una canzone
La sola cosa che so
è che mi ha ferito
ferito al cuore
ferito per la vita
E come brucia
la ferita dell'amore.

Orsosognante





Certo esso ne ha fatta di strada ed un post dedicato al sogno... ha raggiunto proprio qui in Casatea... circa 12.000 letture... Ora, scusatemi, con un pò di immodestia intendo ricordare quel momento,e perché no... festeggiarlo... insieme a voi... Come? Bè dedicando il tema di questa domenica alla... gioia... alla felicità... sentimenti e momenti che riescono a darci suoni profumi e luci colorate ai nostri giorni... aiutandoci a vivere meglio... E' un tema non frequentissimo in poesia in quanto l'ispirazione dei poeti trae maggiormente spunto dal dolore... dall'addio... dalla speranza... dai ricordi... etc...per cui non è stato dunque facile trovare poesie sulla felicità che non avessi già prescelto in precedenti occasioni... ma eccole...



FELICITA'
- Trilussa -

C’è un’ape che si posa
su un bocciolo di rosa:
lo succhia e se ne va…
Tutto sommato, la felicità
è una piccola cosa.



AMO TUTTO CIO' CHE E' STATO
- Fernando Pessoa -

Amo tutto ciò che è stato,
tutto quello che non è più,
il dolore che ormai non mi duole,
l’antica e erronea fede,
l’ieri che ha lasciato dolore,
quello che ha lasciato allegria
solo perché è stato, è volato
e oggi è già un altro giorno.




SE
- Emily Dickinson -

Se le mie pene future in una volta
venissero ad affliggermi quest'oggi,
sono così felice che son certa
si allontanerebbero ridendo.
Se le mie gioie future in una volta
venissero ad invadermi quest'oggi,
non potrebbero essere così grandi
come questa che mi possiede adesso.



DUE AMANTI FELICI
- Pablo Neruda -

Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell'erba,
lascian camminando due ombre che s'uniscono,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.
Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s'uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
È la felicità una torre trasparente.
L'aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.
Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l'eternità della natura.

TONY KOSPAN








Casatea si congratula con Tony Kospan
per il suo VI anniversario dell'iniziativa
"Poesie a tema"



Festeggio e gioisco con lui per questa bella soddisfazione
e lo ringrazio per tutti i suoi "regali" domenicali





Ogni giorno era bello. In cuor la vita
cresceva come vela a mare colmo.
Ogni gioia che era in cuor finita
ricresceva nel cuor di vita colmo.

Sandro Penna



Canzone ridente

Quando i boschi verdi di gioia ridono,
E corrugandosi il ruscello
Li accompagna colle sue risa;
Quando l'aria si mette a ridere
Col nostro spirito folletto,
E ride di quel chiasso il verde colle;

Quando di vivo verde
I prati ridono e la cavalletta
Ride in mezzo a quell'allegria,
Quando Susanna, Emilia e la Mari'
Colle loro dolci brocche rotonde
Cantano "Ah ah hi".

Quando gli uccelli coloriti
Nell'ombra ridono,
E la nostra tavola è sparsa
Di ciliegie e noci,
Vieni a vivere, e sii gaio, e uniti
Cantiamo in dolce coro "Ah ah hi"!


William Blake



Felicità

O stagioni, o castelli, quale anima è senza difetti?
O stagioni, o castelli,
ho fatto il magico studio della felicità che nessuno elude.
Oh, viva lei, ogni volta che canti il gallo gallico.

Ma non avrò più desideri: essa s'è incaricata della mia vita.
Questo incanto! Prese anima e corpo e disperse ogni sforzo.
Come comprendere la mia parola? Bisogna ch'essa fugga e voli!
O stagioni, o castelli!

Arthur Rimbaud



L'arcobaleno

Il mio cuore esulta al cospetto
dell'arcobaleno che sta nascendo:
come venendo al mondo;
come nel sapersi uomo;
così, nello scoprirsi vecchio,
mi sia data la morte!
Il Bambino è padre dell'Uomo
e siano i miei giorni
l'uno all'altro stretti
dal sentimento della natura.

William Wordsworth







Questa sera

Le faville che danzano
nelle tue pupille
mi trafiggono
con piccole infinite
grida di gioia
Sono come uccelli migratori
al crepuscolo
infiammato del cielo
contro il blù infinito
dei tuoi occhi

Anche quando non parli
io sono parte del tuo
universo
piccolo ed infinito
diviso e fuso
con tutta la mia felicità

Felice Pagnani




CANTIAMO, GIRIAMO IN TONDO


Cantiamo,
giriamo in tondo.
Ho con me la mia ragazza
e la sua mano è ben stretta nella mia.

Leggo nei suoi occhi
la gioia di questo giorno.

Cantiamo;
muovo lesto i miei passi
per star dietro all'amore.
Lei sì che sa ballare!

La mia ragazza l'ho incontrata
in un giorno di sole;

voglio la tua bocca, le ho detto,
i tuoi capelli e i tuoi occhi
e d'allora
siamo stati insieme.

Cantiamo,
giriamo in tondo.
La giovinezza ci permette
questo e altro.

Sopra i campi si muovon
le nostre risate
e il sole di mezzodì
ci tiene compagnia.

Bartolomeo Di Monaco



Per la tua gioia


Per la tua gioia farò gingilli e balocchi,
Di canto d'uccelli il mattino, di luce di stelle la sera.
Farò un palazzo adatto a te e me,
Di giorni verdi nelle foreste e giorni azzurri sul mare.

Io farò la cucina, e tu terrai la tua stanza,
Dove scorre bianco il fiume e s'agita lucente la ginestra,
E laverai i tuoi panni e terrai bianco il corpo
Negli scrosci di pioggia il mattino e nella rugiada la sera,

E questa sarà la nostra musica quando nessun altro sia presso,
Bel canto da cantare, raro canto da udire,
Ch'io solo ricordo, che tu soltanto ammiri,
Dell'ampia strada che corre, e del fuoco a lato della strada.

ROBERT LOUIS STEVENSON



Grazia







"FELICITA'" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre POESIE TEMATICHE II°

Articolo più letto relativo a POESIE TEMATICHE II°:
AMICIZIA

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Siediti al sole [ 0 commenti - 10 letture ]
 Friedrich-von-Amerling [ 0 commenti - 8 letture ]
 Mare nostro [ 0 commenti - 10 letture ]
 Incidente stradale [ 0 commenti - 14 letture ]
 Fernanda Pivano [ 0 commenti - 22 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content .
www.casatea.com

Toggle Content *
sito web

Toggle Content
Sito d'argento

Toggle Content .

Toggle Content -
10000 punti ottenuti

Toggle Content Magicamente

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy