Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 246
Totale: 246
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Forums
04: Home
05: coppermine
06: Home
07: Home
08: coppermine
09: Forums
10: Home
11: coppermine
12: Search
13: coppermine
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: Home
23: News
24: Home
25: coppermine
26: coppermine
27: Home
28: coppermine
29: Home
30: Home
31: coppermine
32: Home
33: coppermine
34: coppermine
35: Home
36: News
37: Home
38: Home
39: Home
40: Home
41: Home
42: Home
43: Home
44: coppermine
45: Home
46: coppermine
47: Home
48: Home
49: News
50: News
51: Search
52: Home
53: coppermine
54: Home
55: coppermine
56: coppermine
57: Home
58: Home
59: Home
60: Home
61: News
62: News
63: Home
64: coppermine
65: coppermine
66: Home
67: Home
68: Home
69: News
70: Search
71: coppermine
72: Home
73: Home
74: Your Account
75: coppermine
76: Home
77: Home
78: Home
79: Home
80: coppermine
81: Home
82: coppermine
83: coppermine
84: Home
85: Home
86: coppermine
87: News
88: Home
89: Home
90: Home
91: Home
92: News
93: Home
94: Home
95: Home
96: coppermine
97: Stories Archive
98: coppermine
99: Home
100: Home
101: coppermine
102: coppermine
103: Home
104: Home
105: Home
106: Search
107: coppermine
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: Stories Archive
113: coppermine
114: Home
115: Home
116: coppermine
117: Home
118: News
119: Home
120: Home
121: Home
122: Home
123: Home
124: Home
125: Home
126: Home
127: Home
128: Home
129: Home
130: Stories Archive
131: Home
132: Home
133: Home
134: Home
135: Home
136: News
137: coppermine
138: coppermine
139: Home
140: News
141: Home
142: coppermine
143: Search
144: Home
145: Home
146: Search
147: coppermine
148: Home
149: coppermine
150: coppermine
151: Home
152: News
153: Home
154: coppermine
155: Home
156: Home
157: Home
158: Home
159: coppermine
160: Home
161: Home
162: coppermine
163: Home
164: Stories Archive
165: coppermine
166: coppermine
167: Home
168: Home
169: Home
170: Search
171: coppermine
172: Home
173: coppermine
174: coppermine
175: Home
176: coppermine
177: News
178: Home
179: Home
180: Home
181: Home
182: coppermine
183: Forums
184: News
185: Search
186: Home
187: Home
188: Home
189: coppermine
190: News
191: Home
192: Home
193: Home
194: Stories Archive
195: Home
196: Home
197: Home
198: Home
199: Home
200: coppermine
201: Home
202: Home
203: Home
204: coppermine
205: coppermine
206: News
207: Home
208: Home
209: Stories Archive
210: Home
211: Home
212: coppermine
213: coppermine
214: Home
215: coppermine
216: coppermine
217: Home
218: Home
219: coppermine
220: Home
221: coppermine
222: News
223: Home
224: coppermine
225: Home
226: Search
227: coppermine
228: Home
229: Stories Archive
230: Home
231: Home
232: Home
233: News
234: Home
235: Home
236: Statistics
237: Home
238: Home
239: Home
240: Home
241: Home
242: Search
243: News
244: Home
245: News
246: coppermine

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8706
  · Viste: 1428930
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità › Cane e padrone
Cane e padrone
Postato da Grazia01 il Lunedì, 15 gennaio @ 20:57:58 CET (115 letture)
Racconti II




Come suggerisce il Dottor Paolo, per attinenza al mio pensierino, propongo un pezzetto del racconto di Mann





Chi ha o ha avuto un cane deve assolutamente leggere Cane e padrone, questo breve racconto di Thomas Mann. E’ una lettura serena dove l’acutezza di analisi dell’autore, destinata di solito a scandagliare anime tormentate, è rivolta al rapporto di amicizia col proprio cane. Lo scrittore ci narra come Bauschan, un bracco di non pura razza (viene definito dal veterinario del racconto «bracco bastardo»), sia entrato a far parte della propria famiglia e della propria quotidianità e ci parla, all'occorrenza con piacevole ironia, dei gesti, delle azioni e dei fatti che sono tipici della convivenza con l’animale.



Quando la bella stagione fa onore al proprio nome e il cinguettar degli uccelli è riuscito a svegliarmi di buon’ora, perché il giorno precedente l’avevo terminato a tempo debito, mi piace, prima di colazione, camminar senza cappello per mezz’oretta all’aperto, nel viale davanti alla casa, oppure negli ampi prati, per respirare qualche boccata della fresca aria mattutina avanti d’immergermi nel lavoro, e per partecipare un po’ alle gioie del limpido mattino. Poi, sui gradini, che portano all’uscio di casa, lancio un fischio modulato su due note, simile alla melodia iniziale del secondo movimento della sinfonia incompiuta di Schubert, un segnale che si può considerare pressappoco come la musica a un nome di due sillabe. Un istante dopo, mentre continuo a camminare verso la porta del giardino, si ode lontano, in principio appena percettibile, nondimeno sempre più vicino e più chiaro, un leggero scampanellio, come quello che può risultare dallo sbattere d’una medaglietta contro le borchie metalliche d’un collare; e, quando mi volto, vedo Bauschan in piena corsa svoltare all’angolo posteriore della casa e precipitarsi su di me quasi intendesse buttarmi a terra. Per la fatica, ritira un po’ il labbro inferiore così da scoprire due o tre dei suoi incisivi, che luccicano d’un bianco splendido al sole mattutino.
Viene dalla cuccia che si trova lì dietro, sotto l’impiantito della veranda sostenuta da pilastri, e dove forse, fino al bisillabo fischio, si è fatto un breve pisolino mattinale dopo una notte passata tra mille avvenimenti. La cuccia è fornita di tende di stoffa ruvida e ricoperta di paglia, per cui accade che qualche fuscello resti attaccato al pelo di Bauschan, per giunta arruffato un po’ dal giacere, oppure gli si vada addirittura a ficcare tra le unghie delle zampe: uno spettacolo che ogni volta mi ricorda il vecchio conte Moor, visto un tempo, durante una rappresentazione singolarmente realistica, uscire dalla torre della fame con un fuscello di paglia tra due dita calzate dei suoi poveri piedi. Senza volere mi giro di fianco verso l’irruente, in posizione difensiva, perché’ la sua pseudo-intenzione di passarmi tra i piedi e di farmi cadere ha potenza illusoria infallibile. All’ultimo momento però, e immediatamente prima dell’urto, riesce a frenare e a deviare, cosa che dimostra il suo autocontrollo tanto fisico che psichico; a questo punto, senza abbaiare perché’ fa uso parsimonioso della sua voce sonora ed espressiva, prende ad eseguire intorno a me una sconvolta danza di saluto composta di saltelli, di smoderato scodinzolio, che non si limita allo strumento espressivo destinato a questo scopo, cioè la coda, ma coinvolge tutta la parte posteriore fino alle costole, e di contrazioni inanellanti del corpo e pure di capriole scattanti e centrifughe cui si aggiungono giri sul proprio asse, esibizioni tutte che lui però usa sottrarre ai miei sguardi, eseguendole sempre, dovunque io mi volti, dalla parte opposta alla mia.
Tuttavia nell’istante in cui mi chino e tendo la mano, eccolo all’improvviso, con un salto, accanto a me, il corpo premuto al mio stinco, fermo come una statua: si regge appoggiato di traverso, le forti zampe puntate sul terreno, il muso alzato verso di me, così che mi guarda negli occhi alla rovescia e dal basso in alto, e la sua immobilità, mentre gli accarezzo la spalla tra parole buone e a mezza voce, emana attenzione e eccitamento uguali a quelli della frenesia precedente…”

Thomas Mann







"Cane e padrone" | Login/Crea Account | 0 commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.


Toggle Content Links Correlati
 Inoltre Racconti II

Articolo più letto relativo a Racconti II:
Ricordo di caccia

Toggle Content Valutamento Articolo
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Per favore prenditi un secondo e vota l'articolo:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Regolare
Pessimo


Toggle Content Opzioni

Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Il Po tra storia e leggenda [ 0 commenti - 21 letture ]
 Perdendomi nel tramonto [ 0 commenti - 18 letture ]
 RISUSCITAMI [ 0 commenti - 17 letture ]
 Dedicate alla mia adorata amica Dolly [ 0 commenti - 36 letture ]
 Luisa Anzoletti nacque a Trento il 9 aprile del 1863 [ 0 commenti - 38 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content .
www.casatea.com

Toggle Content *
sito web

Toggle Content
Sito d'argento

Toggle Content .

Toggle Content -
10000 punti ottenuti

Toggle Content Magicamente

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy