Maria Tore
Sabato, 22 luglio @ 19:16:40 CEST

Postato da Grazia01







"Dentro un grande silenzio
di parole
guardo la luna piena
i prati e i profumati
profili dei ciliegi a primavera.
Estatica rimiro
l'ultima luna
come un grande amore"
(Maria Tore)





Per montagne

La voce delle campane
di monte in monte, di valle in valle arriva
e la nebbia dissolve poco a poco
il profilo delle montagne.
Per sentieri, per scorciatoie
cercando i crochi
i funghi e le castagne
o solo per sentire
l’erba che cresce
andiamo guardando il viso
sorridente
di quelli che ci camminano
accanto
e - dentro – cantano
…e un universo
ma solo di montagne
e picchi e gioghi e sempre nuove cime
e nubi nere, bianche, screziate
laggiù lontano sull’orizzonte del cielo
e ringraziare il Signore di essere vivi,
è così, Mariano, il Paradiso!


Due corvi sul prato

Due corvi sul prato
imperlato dall'ultima pioggia
s'inseguon in cerchio, per gioco.
Lui canta
l'eterna canzone
e lei
con brevi note risponde
al canto ed aumenta
l'incanto del giorno
di primavera.
E questo canto non fine
non esaltato dai vati
commuove il mio cuore
perché come il dolore
anche l'amore è eterno
ed ha una voce sola.
Canto parola o fiore
l'amore ci accomuna
nel momento più bello
e ci conferma infine
che ogni essere vivente
ci è fratello.

Maria Tore





Maria Tore è nata a Udine il 22 luglio del 1940
Già titolare di una cattedra di Materie Letterarie in un istituto superiore udinese, è stata assistente di Letteratura latina e medievale all'Università di Trieste e docente di Paleografia latina all'Università di Udine.
Oltre a vari studi di linguistica, di storia e di critica letteraria, ha pubblicato:
"Dizionario pratico e illustrato Italiano-Friulano", Istituto per l'Enciclopedia del Friuli Venezia Giulia, Agraf, Udine 1980.
"Saggio sulle scrittrici in lingua italiana", in "Scrittrici contemporanee in Friuli", Rebellato, Torre di Mosto 1984.
"Vocabolario della lingua friulana Italiano-Friulano", Verbi editore, Udine 1991.
"Diplomi del monastero benedettino di S. Maria di Aquileia (Biblioteca Comunale di Verona, ms. 707)", Gruppo Archeologico Aquileiese, Aquileia 2000.
Ha tradotto in friulano:
Aristofane "Lisistrate", La Nuova Base, Udine 1985.
Gaspara Stampa "Rimis di Amôr", La Nuova Base, Udine 1985.
Emily Dickinson "Poesiis", La Nuova Base, Udine 1986.
Ha scritto per il teatro in prosa e in poesia, in italiano e in friulano.
Muore a Udine il 28 agosto del 2007



Content received from: Poesie d'autore, poesie inedite, Biografie, immagini e molto altro..., http://www.casatea.com