Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 170
Totale: 170
Chi è online:
 Visitatori:
01: News
02: News
03: News
04: Home
05: Your Account
06: News
07: Home
08: coppermine
09: Home
10: Home
11: Stories Archive
12: Home
13: News
14: Home
15: Home
16: Home
17: coppermine
18: News
19: Home
20: News
21: Home
22: News
23: Home
24: News
25: Home
26: Home
27: Search
28: Home
29: Forums
30: Home
31: Home
32: Stories Archive
33: Home
34: Home
35: coppermine
36: Home
37: Stories Archive
38: Home
39: Home
40: Home
41: Home
42: News
43: Your Account
44: Forums
45: Home
46: Home
47: Home
48: News
49: News
50: Home
51: Home
52: Home
53: Stories Archive
54: Home
55: Home
56: News
57: Home
58: News
59: Home
60: Home
61: Home
62: Home
63: Forums
64: Home
65: Home
66: Home
67: coppermine
68: Home
69: Home
70: Forums
71: Home
72: News
73: Home
74: Stories Archive
75: Home
76: Home
77: Home
78: coppermine
79: coppermine
80: Home
81: Stories Archive
82: Stories Archive
83: Home
84: News
85: Home
86: Home
87: News
88: Stories Archive
89: Home
90: Search
91: Home
92: Home
93: News
94: coppermine
95: Home
96: News
97: Stories Archive
98: Home
99: Home
100: Home
101: Search
102: Home
103: Home
104: News
105: Home
106: Home
107: Home
108: coppermine
109: Home
110: Home
111: Home
112: News
113: Home
114: Search
115: Home
116: News
117: Home
118: Home
119: Forums
120: News
121: Home
122: coppermine
123: Search
124: Home
125: Home
126: Home
127: coppermine
128: Forums
129: Home
130: coppermine
131: News
132: Home
133: Search
134: News
135: News
136: Home
137: Stories Archive
138: Home
139: Home
140: News
141: Home
142: Search
143: Home
144: News
145: Statistics
146: Stories Archive
147: Home
148: Home
149: Home
150: Home
151: Home
152: News
153: Home
154: coppermine
155: Forums
156: Stories Archive
157: Home
158: Home
159: Home
160: Home
161: Stories Archive
162: coppermine
163: Home
164: Home
165: coppermine
166: Home
167: Stories Archive
168: Home
169: coppermine
170: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9071
  · Viste: 1924467
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità
Poesie d'autore, poesie inedite, Biografie, immagini e molto altro...: Poesie e racconti di Gianni Rodari

Cerca in questo Argomento:   
[ Vai alla Home | Seleziona un nuovo Argomento ]

Indovinami, indovino
Postato da Grazia01 il Giovedì, 30 dicembre @ 19:42:08 CET (27 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari






Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.

(Gianni Rodari)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ferragosto
Postato da Grazia01 il Lunedì, 15 agosto @ 19:14:18 CEST (537 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari





Ferragosto

Filastrocca vola e va
dal bambino rimasto in città.

Chi va al mare ha vita serena
e fa i castelli con la rena,
chi va ai monti fa le scalate
e prende la doccia alle cascate…

E chi quattrini non ne ha?
Solo, solo resta in città:
si sdraia al sole sul marciapiede,
se non c’è un vigile che lo vede,
e i suoi battelli sottomarini
fanno vela nei tombini.

Quando divento Presidente
faccio un decreto a tutta la gente;

“Ordinanza numero uno:
in città non resta nessuno;
ordinanza che viene poi,
tutti al mare, paghiamo noi,
inoltre le Alpi e gli Appennini
sono donati a tutti i bambini.
Chi non rispetta il decretato
va in prigione difilato”.

Gianni Rodari

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


BAMBOLE CHE HANNO TUTTO
Postato da Grazia01 il Venerdì, 10 febbraio @ 13:22:35 CET (964 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari





BAMBOLE CHE HANNO TUTTO

La mia bambina ha una bambola,
la sua bambola ha tutto:
il letto, la carrozzina, i mobili della cucina
... e chicchere e posate e scodelle,
e un armadio con i vestiti sulle stampelle in folla,
e un automobile a molla
con la quale passeggia per il corridoio quando le scarpe le fanno male.
La mia bambina ha una bambola
e la sua bambola ha tutto,
persino altre bamboline più piccine
anche loro con le loro scodelline, chiccherine, posatine...
E questa è una storiella divertente
ma solo un poco,
perché ci sono bambole che hanno tutto
e bambini che non hanno niente.


Gianni Rodari

Biografia
Leggi Tutto... | 573 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buona Epifania
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 05 gennaio @ 23:16:28 CET (1126 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari







Filastrocca della Befana


Viene viene la Befana
Da una terra assai lontana,
così lontana che non c’è…
la Befana, sai chi è?
La Befana viene viene,
se stai zitto la senti bene:
se stai zitto ti addormenti,
la Befana più non senti.
La Befana, poveretta,
si confonde per la fretta:
invece del treno che avevo ordinato
un po’ di carbone mi ha lasciato.


Gianni Rodari

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'ANNO DI RODARI
Postato da Grazia01 il Giovedì, 13 maggio @ 08:35:27 CEST (1254 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Il 2010 è il novantesimo anniversario della nascita di Gianni Rodari, il trentennale della morte, il quarantennale dalla assegnazione al grande scrittore italiano del più prestigioso riconoscimento internazionale per scrittori di libri per ragazzi, l' H.C. Andersen Award (1970 a Bologna).
Leggi Tutto... | 636 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il pianeta degli alberi di natale
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 16 dicembre @ 09:45:42 CET (1618 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari
Il pianeta degli alberi di natale


Dove sono i bambini che non hanno
l'albero di Natale
con la neve d'argento, i lumini
e i frutti di cioccolata?



Leggi Tutto... | 1286 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Fine di Maggio di un pazzo
Postato da Grazia01 il Venerdì, 16 gennaio @ 18:57:21 CET (1124 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari Ladislao Robustiniani, pazzo tranquillo. La sua vita è stata un continuo prendere posizione di fronte a se stesso, un tormento di squadrare il suo spirito, scinderlo nei suoi elementi, analizzarlo, disegnarlo a linee rette e linee curve, trovarne il principio, il mezzo, la fine.
Leggi Tutto... | 6879 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Avvento - 5 dicembre 2008
Postato da Grazia01 il Sabato, 06 dicembre @ 11:43:57 CET (1173 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari


"L'ABETE DI NATALE"
(di Gianni Rodari)

Chi abita sull'abete
tra i doni e le comete?

C' è un Babbo Natale
alto quanto un ditale.
Ci sono i sette nani,
gli indiani,
i marziani.
Ci ha fatto il suo nido
perfino Mignolino.

C'è posto per tutti,
per tutti c'è un lumino
e tanta pace per chi la vuole
per chi da che la pace
scalda anche più del sole

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Avvento - 3 dicembre 2008
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 03 dicembre @ 08:59:52 CET (1188 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

"IL PELLEROSSA NEL PRESEPE"
di Gianni Rodari


Il pellerossa con le piume in testa
e con l'ascia di guerra in pugno stretta,
com'è finito tra le statuine
del presepe, pastori e pecorine,
e l'asinello, e i maghi sul cammello,
e le stelle ben disposte,
e la vecchina delle caldarroste?
Non è il tuo posto, via! Toro Seduto:
torna presto di dove sei venuto.
Ma l'indiano non sente. O fa l'indiano.
Se lo lasciamo, dite, fa lo stesso?
O darà noia agli angeli di gesso?
Forse è venuto fin qua,
ha fatto tanto viaggio,
perchè ha sentito il messaggio:
pace agli uomini di buona volontà.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Favole al telefono - terza parte
Postato da Grazia01 il Martedì, 28 ottobre @ 14:52:35 CET (1579 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Alice casca in mare

Una volta Alice Cascherina andò al mare, se ne innamorò e non voleva mai uscire dall’acqua. - Alice, esci dall’acqua, - la chiamava la mamma. - Subito, eccomi, - rispondeva Alice. In­vece pensava: - Starò in acqua fin che mi cresceranno le pinne e diventerò un pesce. Di sera, prima di andare a letto, si guardava le spalle nello specchio, per vedere se le crescevano le pinne, o almeno qualche squama d'argento. Ma scopriva soltanto dei granelli di sabbia, se non si era fatta bene la doccia. Una mattina scese sulla spiaggia più presto del solito e incontrò un ragazzo che raccoglieva ricci e telline. Era figlio di pescatori, e sulle cose di mare la sapeva lunga. -
Leggi Tutto... | 29407 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Favole al telefono - seconda parte
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 ottobre @ 19:16:20 CEST (1669 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari
Favole al telefono - seconda parte



Alice Cascherina

Questa è la storia di Alice Cascherina, che cascava sempre e dappertutto.
Il nonno la cercava per portata ai giardini: - Alice! Dove sei, Alice? - Sono qui, nonno.
- Dove, qui?
- N ella sveglia.
Si, aveva aperto lo sportello della sveglia per curiosare un po', ed era finita tra gli in¬granaggi e le molle, ed ora le toccava di saltare continuamente da un punto all' altro per non essere travolta da tutti quei meccanismi che scattavano facendo tic-tac.

Leggi Tutto... | 23536 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Favole al telefono - prima parte
Postato da Grazia01 il Lunedì, 06 ottobre @ 19:54:33 CEST (3956 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari


Favole al telefono - prima parte

C'era una volta ...
... il ragionier Bianchi di Varese. Era un rappresentante di commercio e sei giorni su sette girava l'Italia intera a Est a Ovest a Sud a Nord e in mezzo, vendendo medicinali. La domenica tornava a casa sua e il lunedì mattina ripartiva. Ma prima che partisse la sua bambina gli diceva: - Mi raccomando papà: tutte le sere una storia. Perché quella bambina non poteva dormire senza una storia e la mamma quelle che sapeva gliele aveva già raccontate tutte anche tre volte. Cosi ogni sera dovunque si trovasse alle nove in punto il ragionier Bianchi chiamava al telefono Varese e raccontava una storia alla sua bambina. Questo libro contiene appunto le storie del ragionier Bianchi. Vedrete che sono tutte un po' corte: per forza il ragioniere pagava il telefono di tasca sua non poteva mica fare telefonate troppo lunghe. Solo qualche volta se aveva concluso buoni affari si permetteva qualche «unità» in più. Mi hanno detto che quando il signor Bianchi chiamava Varese le signorine del centralino sospendevano tutte le telefonate per ascoltare le sue storie. Sfido: alcune sono proprio belline.


Leggi Tutto... | 18585 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Chi comanda?
Postato da Grazia01 il Venerdì, 19 settembre @ 12:20:17 CEST (2768 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Ho domandato ad una bambina:
"Chi comanda in casa?" Sta zitta e mi guarda.
"Su, chi comanda da voi : il babbo o la mamma?"
Leggi Tutto... | 602 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Una viola al Polo Nord
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 07 maggio @ 20:12:59 CEST (1425 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari Una viola al Polo Nord



Una mattina, al Polo Nord, l'orso bianco fiutò nell'aria un odore insolito e lo fece notare all'orsa maggiore (la minore era sua figlia):
- Che sia arrivata qualche spedizione?
Furono invece gli orsacchiotti a trovare la viola. Era una piccola violetta mammola e tremava di freddo, ma continuava coraggiosamente a profumare l'aria, perché quello era il suo dovere.
- Mamma, papà, - gridarono gli orsacchiotti.
- Io l'avevo detto subito che c'era qualcosa di strano, - fece osservare per prima cosa l'orso bianco alla famiglia. - E secondo me non è un pesce.
- No di sicuro, - disse l'orsa maggiore, - ma non è nemmeno un uccello.
- Hai ragione anche tu, - disse l'orso, dopo averci pensato su un bel pezzo.
Leggi Tutto... | 2234 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il semaforo blu
Postato da Grazia01 il Domenica, 20 aprile @ 16:33:48 CEST (1527 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari Il semaforo blu

Una volta il semaforo che sta a Milano, in piazza del Duomo fece una stranezza.
Tutte le sue luci, ad un tratto, si tinsero di blu', e la gente non sapeva più come regolarsi.
"Attraversiamo o non attraversiamo? Stiamo o non stiamo?"


Leggi Tutto... | 1112 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Bella nave
Postato da Grazia01 il Giovedì, 13 marzo @ 13:54:45 CET (1397 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari Bella nave

"Bella nave che vai sul mare,
quante cose puoi portare?"

Leggi Tutto... | 566 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Due sognatori
Postato da Antonio il Martedì, 26 febbraio @ 23:15:24 CET (2728 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Due sognatori

C'era una volta un uomo che faceva bellissimi sogni tutte le notti. Poi si alzava e.... ma facciamo un esempio.
Una mattina il signor Proietti si svegliò e chiamò la moglie:
- Presto, vestiti, andiamo in campagna.
- E dove?
- Perbacco, ma sul Lago Maggiore, nel nostro nuovo villino.
- Villino?
- Insomma, sei proprio tonta: quel villino con un bel portico davanti e un pergolato d'uva in giardino.
- Te lo sei sognato per caso?
Leggi Tutto... | 2743 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Pioggia di settembre di Gianni Rodari
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 20 febbraio @ 13:31:34 CET (2778 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Veniva su dalla valle un vento freddo che faceva ingiallire le foglie innanzi tempo. Si vedevano dalla finestra i boschi chiazzati di giallo: un giallo malinconico sotto tutte quelle nubi, tra le nebbie che salivano e ridiscendevano la valle come greggi al pascolo. Comparivano più su i pascoli, verso le cime ondulate, e qualche vacca vi si attardava facendo squillare il campano.
Il professore disse a se stesso, come parlando con un estraneo: "Autunno!".
E di nuovo si sentivano sbattere nel silenzio i campani, come suoni che venissero da lontananze inarrivabili.
Il professor Emanuele, guardava ancora attraverso i vetri quando incominciò a piovere.
Leggi Tutto... | 8583 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Un grattacielo in mare di Gianni Rodari
Postato da Grazia01 il Domenica, 10 febbraio @ 20:25:35 CET (2029 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Forse non sarò creduto: ho visto, una notte, a Genova, un grattacielo partire per mare come un transatlantico.
Stavo sulla terrazza del mio albergo e guardavo il porto. Nel porto un transatlantico, alto come un grattacielo, spiccava con le sue mille luci sulla folla più bassa dei mercantili, dei rimorchiatori, dei vaporetti.
Una sirena ululò, da qualche punto di quell'immenso groviglio di alberature, di ciminiere, di scafi oscuri ed immobili.
Leggi Tutto... | 5559 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Filastrocca di Capodanno
Postato da Grazia01 il Giovedì, 27 dicembre @ 10:46:28 CET (1696 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Filastrocca di Capodanno
di Gianni Rodari


Filastrocca di capodanno:
fammi gli auguri per tutto l'anno:
Leggi Tutto... | 454 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3


Abbasso il nove
Postato da Grazia01 il Domenica, 11 febbraio @ 19:24:01 CET (1153 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Uno scolaro faceva le divisioni:
- Il tre nel tredici sta quattro volte con l'avanzo di uno. Scrivo quattro al quoto. Tre per quattro dodici, al tredici uno. Abbasso il nove...
- Ah, no, - gridò a questo punto il nove.
- Come? - domandò lo scolaro.
- Tu ce l'hai con me: perché hai gridato «abbasso il nove»? Che cosa ti ho fatto di male? Sono forse un nemico pubblico?
- Ma io...
- Ah, lo immagino bene, avrai la scusa pronta. Ma a me non mi va giù lo stesso. Grida «abbasso il brodo di dadi», «abbasso lo sceriffo», e magari anche «abbasso l'aria fritta», ma perché proprio «abbasso il nove»?
- Scusi, ma veramente...
- Non interrompere, è cattiva educazione. Sono una semplice cifra, e qualsiasi numero di due cifre mi può mangiare il risotto in testa, ma anch'io ho la mia dignità e voglio essere rispettato. Prima di tutto dai bambini che hanno ancora il moccio al naso. Insomma, abbasso il tuo naso, abbasso gli avvolgibili, ma lasciami stare.
Confuso e intimidito, lo scolaro non abbassò il nove, sbagliò la divisione e si prese un brutto voto. Eh, qualche volta non è proprio il caso di essere troppo delicati.

Gianni Rodari

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il paese con l'esse davanti
Postato da Grazia01 il Domenica, 11 febbraio @ 19:18:12 CET (1343 letture)
Poesie e racconti di Gianni Rodari

Giovannino Perdigiorno era un grande viaggiatore. Viaggia e viaggia, capitò nel paese con l'esse davanti.
- Ma che razza di paese è? - domandò a un cittadino che prendeva il fresco sotto un albero.
Il cittadino, per tutta risposta, cavò di tasca un temperino e lo mostrò bene aperto sul palmo della mano.
- Vede questo?
- E' un temperino.
- Tutto sbagliato. Invece è uno «stemperino», cioè un temperino con l'esse davanti. Serve a far ricrscere le matite, quando sono consumate, ed è molto utile nelle scuole.
- Magnifico, - disse Giovannino. - E poi?
- Poi abbiamo lo «staccapanni».
- Vorrà dire l'attaccapanni.
- L'attaccapanni serve a ben poco, se non avete il cappotto da attaccarci. Col nostro «staccapanni» è tutto diverso. Lì non bisogna attaccarci niente, c'è già tutto attaccato. Se avete bisogno di un cappotto andate lì e lo staccate. Chi ha bisogno di una giacca, non deve mica andare a comprarla: passa dallo staccapanni e la stacca. C'è lo staccapanni d'estate e quello d'inverno, quello per uomo e quello per signora. Così si risparmiano tanti soldi.
- Una vera bellezza. E poi?
- Poi abbiamo la macchina «sfotografica», che invece di fare le fotografie fa le caricature, così si ride. Poi abbiamo lo «scannone».
- Brrr, che paura.
- Tutt'altro. Lo «scannone» è il contrario del cannone, e serve per disfare la guerra.
- E come funziona?
- E' facilissimo, può adoperarlo anche un bambino. Se c'è la guerra, suoniamo la stromba, spariamo lo scannone e la guerra è subito disfatta.
Che meraviglia il paese con l'esse davanti.

Gianni Rodari

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0



Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Maternità [ 0 commenti - 24 letture ]
 Se saprai starmi vicino [ 0 commenti - 16 letture ]
 Indovinami, indovino [ 0 commenti - 27 letture ]
 il tempo [ 0 commenti - 25 letture ]
 Buone Feste [ 0 commenti - 14 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 24
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy