Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 277
Totale: 277
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: News
05: Home
06: Home
07: Home
08: coppermine
09: Home
10: Home
11: Home
12: News
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: News
19: Home
20: Forums
21: Home
22: Home
23: Home
24: Home
25: Forums
26: News
27: Stories Archive
28: Home
29: Home
30: Your Account
31: Home
32: Home
33: Home
34: Home
35: Home
36: Home
37: Home
38: Home
39: coppermine
40: Home
41: Home
42: Home
43: Home
44: Search
45: Home
46: Home
47: Home
48: coppermine
49: Home
50: Home
51: News
52: News
53: Home
54: Home
55: Home
56: Home
57: Home
58: Home
59: Home
60: News
61: Home
62: Home
63: Home
64: Home
65: Groups
66: Home
67: Home
68: coppermine
69: Home
70: Home
71: Home
72: Home
73: News
74: Home
75: Home
76: Stories Archive
77: Forums
78: News
79: Forums
80: News
81: Home
82: Your Account
83: Home
84: Stories Archive
85: News
86: Home
87: News
88: Stories Archive
89: Home
90: Home
91: Home
92: Home
93: Home
94: Your Account
95: News
96: Home
97: coppermine
98: Home
99: News
100: Home
101: coppermine
102: Home
103: Home
104: Stories Archive
105: Home
106: Home
107: Home
108: Home
109: Search
110: Home
111: Home
112: Home
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Home
120: Home
121: Home
122: Home
123: Home
124: Home
125: Home
126: Home
127: Forums
128: Home
129: Home
130: Search
131: Home
132: News
133: Search
134: Home
135: News
136: News
137: Home
138: News
139: Home
140: News
141: Home
142: Forums
143: Home
144: Home
145: Home
146: News
147: Home
148: Home
149: coppermine
150: Home
151: News
152: Home
153: Home
154: Home
155: Home
156: Home
157: News
158: coppermine
159: Home
160: Home
161: Home
162: News
163: Home
164: Home
165: Home
166: Home
167: Home
168: News
169: Forums
170: News
171: Forums
172: Home
173: Home
174: Home
175: Home
176: Home
177: Home
178: Home
179: Home
180: coppermine
181: Home
182: Home
183: Home
184: Search
185: News
186: Home
187: Forums
188: Home
189: Home
190: Search
191: Stories Archive
192: Home
193: Home
194: Home
195: Home
196: Search
197: Home
198: Home
199: Home
200: Home
201: coppermine
202: Home
203: Forums
204: Home
205: Home
206: Home
207: Home
208: Home
209: Forums
210: Home
211: Home
212: Forums
213: Home
214: Home
215: Home
216: Home
217: Search
218: Home
219: Home
220: Home
221: Home
222: Home
223: News
224: Home
225: Home
226: coppermine
227: Home
228: Forums
229: Home
230: Home
231: Home
232: Home
233: Home
234: Home
235: Home
236: Stories Archive
237: Home
238: Home
239: News
240: Home
241: coppermine
242: Home
243: Home
244: Home
245: Home
246: Home
247: Home
248: Home
249: News
250: Home
251: Home
252: Home
253: Home
254: Home
255: coppermine
256: Home
257: Home
258: Home
259: Home
260: Home
261: Home
262: Home
263: Home
264: Home
265: News
266: Home
267: Home
268: Home
269: Home
270: Home
271: Home
272: News
273: Home
274: Home
275: Home
276: News
277: Search

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9049
  · Viste: 1924122
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità
Poesie d'autore, poesie inedite, Biografie, immagini e molto altro...: Un pensiero, un poesia al giorno

Cerca in questo Argomento:   
[ Vai alla Home | Seleziona un nuovo Argomento ]

E per sopravvivere
Postato da Grazia01 il Giovedì, 23 settembre @ 18:45:17 CEST (13 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





E per sopravvivere


E per sopravvivere
mi son fatta tenace.

Ma tu chiedi di cedere,
di rinunciare,

allentare la presa,
sciogliere l’elmo,

separare il morso.

Ma sostieni si possa
il respiro anche senza

intenzione, si possa
abdicare a una morte

violenta. Anche nuda
in un tratto io resto,

convinta di esistere.

Convinta di esistere (Ensemble, 2021)

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI
Postato da Grazia01 il Lunedì, 20 settembre @ 11:40:34 CEST (13 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno




A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI

A volte in certi causali movimenti
sfiora la mia mano la tua mano della tua mano il dorso
oppure il mio corpo dentro i vestiti si appoggia quasi senza saperlo
per un attimo contro il tuo corpo nei vestiti
questi movimenti minimi quasi vegetali
il tuo sguardo angolato e il tuo occhio volutamente perso nel vuoto
la tua domanda subito interrotta dove vai quest’estate
cosa stai leggendo
mi attraversano come un dolce coltello
in pieno cuore e lungo tutta la gola
e mi dissecco come una fonte in una calda estate

Friederike Mayröcker


Della vita le zampe (Donzelli, 2002), a cura di S. Barni


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Spiegami la fioritura
Postato da Grazia01 il Giovedì, 09 settembre @ 18:46:49 CEST (13 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno


Spiegami la fioritura
e il declino
il mistero del nascere
e del morire il cedere
d’ogni cosa vivente e creata
al crollo della fine
tu stesso nell’altrove
dei mondi a me per sempre
perduto il caro viso
dolcezza dello sguardo
la dedizione del cuore.

Giuseppina Luongo Bartolini

Album – Poesie dell’amore (Book Editore, 2005)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Dal manuale del nomade
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 08 settembre @ 18:01:09 CEST (29 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno


Dal “Manuale del nomade”

Non scordarti di chiudere la finestra prima di uscire
non scordarti di chiudere la porta a chiave
non scordarti di baciare tua moglie sulla bocca e sull’orecchio
non scordarti di dondolare la piccola culla
senza spaventare il bambino.
Non scordarti la torcia elettrica
e portati dietro le batterie.
Tu sai quando parti
ma non quando tornerai.
Forse tornando la finestra sarà chiusa
e la porta di casa chiusa a chiave,
tua moglie non distinguerà i tuoi passi
e tuo figlio non saprà più chi sei.
Attento, o tu che parti per terre lontane,
non metterti in cammino se intendi
tornare.

Natan Zach

Poeti israeliani (Einaudi, 2007), trad. it. Ariel Rathaus

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tu non ricordi
Postato da Grazia01 il Domenica, 05 settembre @ 18:21:11 CEST (33 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno


Questa è una delle più belle poesie che ho letto negli ultimi anni, complimenti all'autore



Tu non ricordi


Tu non ricordi
ma in un tempo
così lontano che non sembra stato
ci siamo dondolati
su un’altalena sola

Che non finisse mai quel dondolio
fu l’unica preghiera in senso stretto
che in tutta la mia vita
io abbia levato al cielo

Michele Mari

da Cento poesie d’amore a Ladyhawke (Einaudi, 2007)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un giorno tu ti sveglierai
Postato da Grazia01 il Giovedì, 29 luglio @ 18:32:33 CEST (77 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





“Un giorno tu ti sveglierai e vedrai una bella giornata.
Ci sarà il sole, e tutto sarà nuovo, cambiato, limpido.
Quello che prima ti sembrava impossibile diventerà semplice, normale.
Non ci credi? Io sono sicuro. E presto. Anche domani.”

Fëdor Dostoevskij
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La poesia...
Postato da Grazia01 il Domenica, 20 giugno @ 09:01:09 CEST (76 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





La poesia ha questo compito sublime:
di prendere tutto il dolore che ci spumeggia
e ci romba nell'anima e di placarlo,
così come sfociano i fiumi nella vastità celeste del mare.

Antonia Pozzi

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Non credete soltanto a ciò che vedete.
Postato da Grazia01 il Sabato, 19 giugno @ 17:11:26 CEST (77 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





Non credete soltanto a ciò che vedete.
È più profondo lo sguardo dei poeti.
Per loro la Natura è un giardino di casa.

Costantino Kavafis
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Otto piante che fareste bene a tenere in casa
Postato da Grazia01 il Sabato, 19 giugno @ 08:48:04 CEST (170 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Le piante fanno bene, anche quelle d'appartamento. Che vasi e fiori siano a tutti gli effetti un complemento d'arredo è ormai cosa nota, ma pochi sanno degli effetti benefici che una pianta può dare alla casa.
Secondo gli studi effettuati dalla NASA, alcune di esse possono filtrare sostanze pericolose con cui ci ritroviamo a convivere quotidianamente, purificando quindi l'aria che respiriamo ogni giorno.
A queste si aggiungono poi quelle che hanno la capacità di migliorare l'umore.

Ve le presentiamo ognuna con i suoi benefici.



Edera
È stata nominata dalla NASA come la migliore pianta purificatrice, grazie alla sua capacità di assorbire grandi quantità di formaldeide, potente battericida che si trova comunemente in detersivi e capi d'abbigliamento.
Inoltre, l'edera aiuta a ridurre la muffa (alcuni studi sostengono addirittura del 94%).
È facile da gestire perché non ha bisogno di troppa luce e va bagnata settimanalmente.
Leggi Tutto... | 3427 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Com'è cambiata l'igiene nei secoli?
Postato da Grazia01 il Venerdì, 28 maggio @ 18:33:53 CEST (121 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Com'è cambiata l'igiene nei secoli?

Ci è voluto molto tempo per capire l'importanza dell'igiene. Un esempio? Il Re Sole, in 72 anni di regno, fece solamente due bagni.


Luigi XIV di Borbone di Francia, detto il re Sole (1638 – 1715)

La storia dell'igiene ha dell'incredibile: ci sono voluti secoli per poter arrivare alle sane abitudini odierne. Basti pensare che in Europa, dal Rinascimento fino all'Illuminismo, fare il bagno era vietato dai medici perché ritenevano che l'acqua aprisse i pori della pelle, attraverso i quali potevano entrare gravi malattie.
Leggi Tutto... | 1973 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Giornata contro l'omofobia
Postato da Grazia01 il Martedì, 18 maggio @ 16:57:20 CEST (108 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Così l'omosessualità è stata condannata nei secoli
Nella Giornata contro l'omofobia, non dimentichiamo come, in passato, gli omosessuali sono stati perseguitati: dal rogo alla forca, dalla gogna alle camere a gas.



Persecuzioni omosessuali

Il 17 maggio 1990 l'Organizzazione Mondiale della Sanità cancellò per sempre l'omosessualità dalle malattie mentali e la definì "una variante naturale del comportamento umano". Da allora, il 17 maggio, in oltre 130 Paesi si celebra la Giornata internazionale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia: «l'occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza - ha dichiarato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella - e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea».

Per non dimenticare come nei secoli l'omofobia sia stata imperante e le persecuzioni contro gli omosessuali incredibilmente crudeli, proponiamo l'articolo

"A morte i diversi" di Claudia Giammatteo, tratto da Focus Storia
Leggi Tutto... | 9793 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Carezze al cane
Postato da Grazia01 il Giovedì, 29 aprile @ 19:03:53 CEST (105 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno




Carezze al cane

Cane, bontà degli uomini perduta,
o fedeltà di tanti falsi amici,
il mio cuore ti pensa e ti saluta!
Questa vita di tedï e malefici
te la dirò dentr’un’orecchia, o cane,
che i miei segreti ascolti e non li dici.
Le pupille tue fonde e più che umane,
san la mia dolce illusïon caduta.
E la tua testa è calda come un pane…

Paolo Buzzi

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Attenzione alle anime intense, profonde e antiche
Postato da Grazia01 il Martedì, 13 aprile @ 17:19:01 CEST (116 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno

Sono anime che vivono in equilibrio fra il bene e il male se avete avuto modo di assaporare l’Amore fluido che possono donare, la presenza indelebile che donano incondizionatamente.
Ricordatevi che tanta luce tanta ombra, come sopra così sotto, come dentro così fuori.


Leggi Tutto... | 1247 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


I dialetti
Postato da Grazia01 il Lunedì, 12 aprile @ 17:33:53 CEST (130 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
I miei genitori fra loro parlavo il milanese ma non si rivolgevano mai a noi figlie in tale modo, preferivano che non lo usassimo
e parlando fra loro in dialetto pensavano di essere capiti meno e di avere una sorta di privacy.


Leggi Tutto... | 972 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Una bella storia
Postato da Grazia01 il Martedì, 06 aprile @ 18:11:03 CEST (109 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Il famoso sommozzatore italiano, Enzo Maiorca, si stava immergendo nel mare caldo di Siracusa e parlava con sua figlia Rossana che era sulla barca.
Pronto a immergersi, ha sentito qualcosa colpire leggermente la schiena, si è girato e ha visto un delfino, ha capito allora che non voleva giocare ma esprimere qualcosa.
L' animale si è immerso e Enzo lo ha seguito.

Leggi Tutto... | 1009 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Gaspare Campari
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 marzo @ 19:35:48 CET (167 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Siamo in una notte del 1842 e Gaspare sta cercando di prendere sonno perchè domani lascerà la sua famiglia di agricoltori per trasferirsi a Torino. Ha solo 14 anni e il sogno è quello di lasciare i campi di Cassolnovo, nel cuore della Lomellina, per seguire la sua passione per le erbe e i distillati trasferendosi a nella città sabauda. Per uno strano gioco del destino conosce il maestro pasticcere di Casa Savoia, Teofilo Barla, che lo presenta a Giacomo Bass proprietario di una rinomata liquoreria in Piazza Castello, sempre a Torino. Dopo 8 anni decide di spiccare il volo: si trasferisce a Novara e apre il suo primo locale:; il Caffè dell’Amicizia in quello che era detto l’angolo delle ore, tra Corso Cavour e Corso Italia.




Foto bellissima di Luca Bisceglia (Photophonico)
Leggi Tutto... | 1570 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ancora sulla mia Milano
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 marzo @ 19:25:58 CET (127 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Quando il Maresciallo Radetzky emanava un’ordinanza o intendeva comunicare ai milanesi le decisioni del governo austriaco lo faceva affiggendo i suoi decreti.
Guardando la Darsena dall’ultimo ponte del Naviglio Grande prima dell’ingresso in Darsena, il “Ponte dello Scodellino”, vedrete una piccola edicola.
E' una struttura in ferro e vetro con un grande tetto a pagoda. Probabilmente è stata una delle più antiche rivendite di giornali e, negli ultimi anni è diventato uno spazio dedicato alla ricerca artistica contemporanea.





Foto di Nel Cuore di Milano
Leggi Tutto... | 925 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Milano festeggiava la primavera il 13 marzo
Postato da Grazia01 il Sabato, 13 marzo @ 19:10:06 CET (128 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Quando Milano festeggiava la primavera in una data diversa dal resto del mondo
Nell’angolo tra via Gratosoglio e via Feraboli esisteva un’abbazia dei monaci Benedettini molto particolare. Erano monaci Vallombrosani la cui fama era soprattutto scientifica. Lo stesso Galileo Galilei fu un novizio Vallombrosano. I frati laici dell’ordine abitavano questa cascina a corte quadrata insieme agli animali da cortile. L’intero complesso era abbastanza importante anche dal punto di vista architettonico ma, le parziali demolizioni e le ricostruzioni successive di edifici più moderni quasi nascondono ciò che rimane della struttura.




La foto è della chiesa di Sant’Eufemia durante la fioritura di primavera.
E’ in zona Corso Italia, non distante da Santa Maria al Paradiso e il bellissimo scatto è di Mauro Travagin
Leggi Tutto... | 2050 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il campanile di Curon
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 03 marzo @ 19:40:41 CET (101 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Il campanile di Curon o campanile di Resia, la cui base è sommersa dalle acque, è situato nel lago di Resia, in Val Venosta, in Alto Adige.
Il lago di origine artificiale ha sommerso diverse abitazioni, risparmiando il campanile medievale, risalente al 1300 circa.
Tutto questo accadde nel 1950 nonostante gli abitanti fossero contrari.
Il campanile di Curon è diventato la particolarità del lago che attira ogni anno numerosi turisti, fotografi e instagramer.
Si narra che la notte d’inverno sia possibile ancora ascoltare il suono delle campane ormai perdute.
Con le temperature rigide il lago di Curon si ghiaccia ed è possibile raggiungere il campanile a piedi.


Leggi Tutto... | 792 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


In riva al mare
Postato da Grazia01 il Martedì, 23 febbraio @ 20:06:33 CET (101 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno

E' uno scienziato, medico, filosofo, alchimista del quattrocento, Paracelso, che ci spiega perché adoriamo stare in riva al mare.
“Il luogo dove vi è più energia al mondo è quello dove l’elemento acqua si unisce all’elemento terra.
In riva al mare, al Sole, dove anche l’elemento fuoco è presente, l’energia è ancora maggiore. A cui si unisce la forza dell’aria, data dal vento”.
Insomma la riva del mare come il luogo dove si concentrano i 4 elementi del mondo.


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Quando la tempesta sarà finita
Postato da Grazia01 il Martedì, 16 febbraio @ 21:12:02 CET (102 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno


Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu
come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo.
Anzi non sarai neanche sicuro che sia finita per davvero.
Ma su un punto non c'è dubbio.
Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai più lo stesso che vi è entrato.

Kafka

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Scegli di avvicinarti a quelli che cantano
Postato da Grazia01 il Martedì, 16 febbraio @ 11:33:46 CET (133 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno


Scegli di avvicinarti a quelli che cantano,
raccontano storie, si godono la vita e hanno
la gioia negli occhi. Perchè la gioia è contagiosa.

P.Coelho
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ho lavorato nel “Palazzo”
Postato da Grazia01 il Lunedì, 15 febbraio @ 19:54:08 CET (116 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Ho lavorato nel “Palazzo”, occupando la “poltrona” più importante. Ma tra i corridoi e gli uffici di Palazzo Chigi, anche alla fine delle giornate più dure e dopo le scelte più gravose, ho sempre avvertito l’orgoglio, l'onore e la responsabilità di rappresentare l'Italia.
Sono grato a Voi cittadini per il sostegno e l'affetto, che ho avvertito forti e sinceri in questi due anni e mezzo. Ma vi sono grato anche per le critiche ricevute: mi hanno aiutato a migliorare, rendendo più ponderate le mie valutazioni e più efficaci le mie azioni.



Leggi Tutto... | 2082 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Se ne vanno
Postato da Grazia01 il Giovedì, 26 novembre @ 21:21:11 CET (118 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno





Se ne vanno. Mesti, silenziosi, come magari è stata umile e silenziosa la loro vita, fatta di lavoro, di sacrifici.
Se ne va una generazione, quella che ha visto la guerra, ne ha sentito l’odore e le privazioni, tra la fuga in un rifugio antiaereo e la bramosa ricerca di qualcosa per sfamarsi.
Se ne vanno mani indurite dai calli, visi segnati da rughe profonde, memorie di giornate passate sotto il sole cocente o il freddo pungente. Mani che hanno spostato macerie, impastato cemento, piegato ferro, in canottiera e cappello di carta di giornale.
Se ne vanno quelli della Lambretta, della Fiat 500 o 600, dei primi frigoriferi, della televisione in bianco e nero.
Ci lasciano, avvolti in un lenzuolo, come Cristo nel sudario, quelli del boom economico che con il sudore hanno ricostruito questa nostra nazione, regalandoci quel benessere di cui abbiamo impunemente approfittato.
Se ne va l’esperienza, la comprensione, la pazienza, la resilienza, il rispetto, pregi oramai dimenticati.
Se ne vanno senza una carezza, senza che nessuno gli stringesse la mano, senza neanche un ultimo bacio.
Se ne vanno i nonni, memoria storica del nostro Paese, patrimonio dell'intera umanità.
L’Italia intera deve dirvi GRAZIE e accompagnarvi in quest’ultimo viaggio con 60 milioni di carezze.
( Fulvio Marcellitti)

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La rabbia senza l'orgoglio
Postato da Grazia01 il Domenica, 14 giugno @ 16:37:13 CEST (237 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno




In questi giorni guardando la pioggia scrosciante durante i tanti temporali ho pensato che sarebbe stato bello se tutta quell'acqua invece di fare danni potesse pulire tutto, questo virus che non ci dà pace, ma non solo, dovrebbe cancellare tutte le cattiverie, le disonestà, le infamità, che anche in questo periodo sono state commesse. Come in tutti i disastri ci sono quelli che ne approfittano, giocando sulla pelle degli altri senza coscienza e senza pietà. Questo virus oltre ad uccidere una generazione di nonni, tra immani sofferenze e soli, ha creato ancora più poveri, quelli che già lo erano sono allo stremo, e ce ne sono di nuovi.
E c'è chi ha speculato, sulle mascherine, sui dispositivi sanitari per medici e infermieri, su presidi necessari a salvare vite, sui tamponi su tutto quello che permetteva di lucrare.
Ed è inutile chiedersi se questi hanno una coscienza, loro si vantano di essere furbi, "o approfitti delle occasioni o sei un perdente", così pensano e se la ridono come successe nei dopo terremoti.
Non so se qualcuno di voi guarda il programma televisivo Report, io lo seguo da quando c'era la Gabanelli, ma ogni volta mi arrabbio perché se solo fosse vera la metà di quello che dicono, ci sarebbe da fare una rivoluzione, invece no, tutti zitti, tutti sereni. Quelli che hanno in mano il potere, fingono di litigare ma poi si danno man forte. Il mondo va così, alcuni mi dicono che è sempre stato così. Allora non siamo una Democrazia, siamo il paese dei campanelli.

Grazia
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La vita al tempo del covid 19
Postato da Grazia01 il Venerdì, 12 giugno @ 18:42:04 CEST (203 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
Gli interminabili 69 giorni del lockdown. Una storia infinita o manca solo il finale?
Il 9 marzo e il 18 maggio 2020 sono due date che ritroveremo nei libri di storia e rimarranno un ricordo indelebile nella nostra mente

E’ la sera del 9 marzo e Giuseppe Conte annuncia agli italiani che “purtroppo tempo non ce n’è”. Troppi malati, troppi morti. Perciò dal 10 marzo, un nuovo decreto e lockdown. Parola dal suono duro per dire che il Paese si chiude e si ferma, tranne i servizi essenziali. Il giorno dopo l’Organizzazione mondiale della sanità sentenzia: è pandemia. L’Italia sceglie una doppia quarantena forzata fino al 3 aprile, poi estesa al 13. Ma questa emergenza, raccontata con numeri e grafici inizia molto prima. Per il mondo e per chi ha seguito da subito la diffusione del virus, la prima mappa che ha provato a tracciare il virus che da lì a breve avrebbe investito tutto il mondo arriva da una università americana con sede a Baltimora, Maryland.


Leggi Tutto... | 9179 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La vita è come un caleidoscopio
Postato da Grazia01 il Giovedì, 07 maggio @ 19:13:59 CEST (125 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno




La vita è come un caleidoscopio perennemente cangiante: un piccolo cambiamento, e tutti i disegni e le configurazioni si alterano. Una lite con un amico rimescola e sposta altre quindici relazioni, le nostre vite sono collegate come in un gioco di domino. Un momento tutto sembra pieno e perfetto, il momento successivo accade un incidente o ci ammaliamo. Ormai abituati a vivere da soli, incontriamo qualcuno e ci innamoriamo profondamente. Andiamo in una direzione quando appare un ostacolo imprevisto e dobbiamo bruscamente cambiare strada. Improvvisamente, sorprendentemente, ci ritroviamo in una vita diversa.
Sharon Salzberg
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La solitudine è tra noi
Postato da Grazia01 il Lunedì, 04 maggio @ 16:37:50 CEST (173 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno


In queste settimane abbiamo riscoperto il valore etico della socialità. Ci manca il contatto fisico con la gente, un abbraccio, una carezza. Ognuno di noi cerca di sopperire a questa mancanza, chi con una videochiamata e chi cantando a squarciagola dal balcone l’azzurro di Celentano. Questa crisi sociale, tuttavia, presenta due facce della medaglia.

Da un lato evidenzia la straordinaria solidarietà dell’essere umano, che necessita della collettività in quanto da sempre animale sociale; dall'altro sottolinea l’amara avversione alla solitudine, frutto della sempre maggiore mancanza di riflessione. Nel febbraio del 1993 una emergente Laura Pausini vinceva la categoria «Novità» del festival di Sanremo con la canzone intitolata «La solitudine». Una delle strofe recita: «La solitudine è tra di noi». Questa frase racchiude, secondo me, un concetto importante e profondo anche se espresso con la leggerezza di una ragazza in cerca della realizzazione artistica. La solitudine, infatti, si mischia tra di noi poiché è intrinseca alla natura umana. L’individuo tenta di eludere questa sensazione convinto di poter sfuggire ad una condizione che, invece, è inevitabilmente parte dell’esistenza.

Leggi Tutto... | 4936 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Gli anziani e la pandemia
Postato da Grazia01 il Giovedì, 23 aprile @ 08:45:48 CEST (130 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno IL MANIFESTO

Ci si scandalizza oggi per questa strage di anziani, per questa poca cura dei corpi deboli che ha dimostrato tutti i suoi limiti perché non al centro delle attenzioni delle politiche, perché marginalizzata e confidata al profitto.Di fronte alla pandemia si scopre, come fosse una novità, che siamo tutti dipendenti dalla cura, che tutti dobbiamo essere riprodotti da qualcuno, che ciascuno di noi ha in sé la debolezza del vivente, che da soli non ce la facciamo


Leggi Tutto... | 10059 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Aiutare gli altri anche quando si ha paura per la propria incolumità.
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 22 aprile @ 16:54:18 CEST (104 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno
"Lascialo", urlava a Sean il suo terrore. "Lascialo. Corri!Corri!"
Saul strisciava verso di lui, con la faccia coperta di sangue e gli occhi fissi sul suo volto. "Sean!"
"Lascialo!Lascialo!
Ma c'era speranza su quel pietoso viso insanguinato, e le dita di Saul artigliavano l'erba fino alle radici, mentre si trascinava in avanti.
Era al di là di ogni ragionevolezza. Ma Sean tornò indietro.
Spronato dal terrore, trovò la forza di sollevare Saul e di correre con lui.
Odiandolo come non aveva mai odiato prima, Sean trasportò barcollando il compagno verso il fosso di drenaggio. La tensione nervosa rallentava il ritmo del tempo e gli parve di correre per un'eternità. "Maledetto" disse a Saul, odiandolo...Poi il terreno gli mancò sotto i piedi. Caddero insieme nel fossato...
"Grazie, Sean". Improvvisamente Courteney si accorse che gli occhi del compagno erano pieni di lacrime e la cosa lo imbarazzò. Distolse lo sguardo.
"Grazie...per essere tornato a prendermi".



WILBUR SMITH - La voce del tuono
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0



Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 E per sopravvivere [ 1 commenti - 13 letture ]
 A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI [ 0 commenti - 13 letture ]
 Spiegami la fioritura [ 0 commenti - 13 letture ]
 Dal manuale del nomade [ 0 commenti - 29 letture ]
 Tu non ricordi [ 0 commenti - 33 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy