Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 186
Totale: 186
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Stories Archive
04: coppermine
05: Home
06: Groups
07: coppermine
08: coppermine
09: Home
10: Home
11: Home
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: Forums
17: News
18: Home
19: Home
20: Forums
21: coppermine
22: Home
23: Home
24: coppermine
25: Home
26: Home
27: Home
28: Home
29: coppermine
30: Search
31: coppermine
32: Forums
33: News
34: Home
35: Home
36: Home
37: Home
38: Home
39: Forums
40: coppermine
41: Home
42: News
43: coppermine
44: coppermine
45: Home
46: Your Account
47: News
48: Home
49: News
50: News
51: Forums
52: News
53: coppermine
54: News
55: Home
56: Home
57: Home
58: News
59: Home
60: Home
61: Home
62: Home
63: Home
64: News
65: News
66: coppermine
67: Home
68: coppermine
69: coppermine
70: Home
71: Home
72: coppermine
73: Home
74: Stories Archive
75: News
76: coppermine
77: Home
78: News
79: Home
80: Your Account
81: Home
82: Home
83: News
84: Home
85: Home
86: coppermine
87: Home
88: Home
89: Home
90: Home
91: Home
92: coppermine
93: Home
94: Home
95: coppermine
96: Home
97: Home
98: News
99: News
100: News
101: Home
102: Home
103: Home
104: Home
105: Home
106: coppermine
107: Home
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: coppermine
113: Home
114: Contact
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: coppermine
120: Home
121: News
122: Home
123: Home
124: Home
125: Home
126: coppermine
127: Home
128: Home
129: News
130: coppermine
131: Home
132: Home
133: coppermine
134: Home
135: Home
136: Home
137: Home
138: Home
139: Home
140: Forums
141: News
142: News
143: Search
144: Home
145: Forums
146: Home
147: Home
148: Home
149: coppermine
150: News
151: Home
152: Home
153: Home
154: coppermine
155: Home
156: News
157: Home
158: coppermine
159: Home
160: Groups
161: News
162: News
163: News
164: Stories Archive
165: Home
166: Home
167: Home
168: Search
169: Tell a Friend
170: coppermine
171: Search
172: Home
173: coppermine
174: coppermine
175: Home
176: News
177: News
178: coppermine
179: Search
180: Home
181: Home
182: Home
183: coppermine
184: coppermine
185: Home
186: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8982
  · Viste: 1908466
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità
Poesie d'autore, poesie inedite, Biografie, immagini e molto altro...: Letture varie II

Cerca in questo Argomento:   
[ Vai alla Home | Seleziona un nuovo Argomento ]

NOI CHE...
Postato da Grazia01 il Domenica, 30 maggio @ 20:05:25 CEST (1095 letture)
Letture varie II

Un amico che come me, non è più giovane, mi ha mandato questo…noi che…
Forse a tutti noi i tempi in cui eravamo ragazzi sembrano i migliori, proprio perché eravamo giovani.
Leggendo queste frasi mi sono affiorati alla mente ricordi belli, periodi della vita in cui tutto sembrava ancora possibile…
Leggi Tutto... | 5349 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il monello
Postato da Grazia01 il Giovedì, 20 maggio @ 09:34:06 CEST (1110 letture)
Letture varie II
Ne I Miserabili di Victor Hugo, è descritta dall'autore la figura del monello di strada e penso come abbinarlo ai bambini di strada di oggi..... ce ne sono ancora? O dobbiamo proprio ritenere che sono rimasti solo gli extracomunitari o i nomadi, piccoli deviati, mandati sulla strada per procurare soldi ai più grandi?!...
Rivediamo insieme questa antica figura...


Leggi Tutto... | 6367 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


tempo di...pensieri
Postato da Grazia01 il Lunedì, 03 maggio @ 16:48:21 CEST (1450 letture)
Letture varie II





Noi non ci atteniamo mai al tempo presente. Anticipiamo il futuro come troppo lento a venire, come per affrettarne il corso; oppure ricordiamo il passato per fermarlo come troppo rapido; così imprudenti, che erriamo nei tempi che non sono nostri, e non pensiamo affatto al solo che ci appartiene, e così vani, che riflettiamo su quelli che non son più nulla, e fuggiamo senza riflettere quello solo che esiste.

Blaise Pascal, Pensieri

Si rallegrano gli uomini vedendo avvicinarsi una nuova stagione, come se una cosa nuova dovesse sopraggiungere; col volgere delle stagioni si consuma la vita dei viventi.

Ramayana, Poema epico indiano.

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il mughetto
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 maggio @ 19:34:43 CEST (1057 letture)
Letture varie II


Ieri, primo maggio, come si sa, era la festa del lavoro, ma in Francia in quel giorno, è anche la festa del mughetto, cioè la tradizione di offrire il mughetto alle persone amate e a tutte le persone amiche.
Questa tradizione risale al 1 maggio 1561, quando il re di Francia, Carlo IX, venuto a conoscenza che,
nel linguaggio dei fiori, il mughetto significava felicità ed era un simbolo di rinascita, della primavera e dell'amore,
decise che era logico che diventasse un porta fortuna e di festeggiare ogni anno il 1 maggio, offrendo questo fiore.
Vi offro, anche se in ritardo un mazzolino di questi fiori, con l'augurio di tanta fortuna.

Buona settimana
Grazia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'estremo delle cose
Postato da Grazia01 il Sabato, 06 giugno @ 08:16:06 CEST (1197 letture)
Letture varie II

«È così ... tutta la vita a pensarci e succede così. .. senza bisogno di nulla ... e avviene proprio come le altre azioni ...».
Il respiro lascia la casa.
Leggi Tutto... | 1183 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il perturbante
Postato da Grazia01 il Giovedì, 09 aprile @ 21:04:36 CEST (1908 letture)
Letture varie II

Il perturbante è un essere mostruoso coperto di peli, bagnato di bava filamentosa e gelatinosa e con un odore di mare in putrefazione, si stampa sulla finestra del nostro studio. Il rumore che manda è uno squasc molle e vibrante. Dalle mani spuntano unghie giallognole e rosicchiate che rigano il vetro con un assordante raschiare. Dalla sua bocca esce un urlo che è la somma di tutte le grida del mondo.
Leggi Tutto... | 4248 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Inno alle donne
Postato da Grazia01 il Venerdì, 06 marzo @ 17:28:49 CET (3314 letture)
Letture varie II
Quando il Signore fece la donna…


…era il suo sesto giorno di lavoro, stava facendo gli straordinari.



Leggi Tutto... | 3872 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ognuno nel suo recinto
Postato da Grazia01 il Sabato, 20 settembre @ 19:44:12 CEST (1297 letture)
Letture varie II

Nel paesello dove passo le vacanze, una volta le recinzioni non c’erano, Era un ameno continente di verde, campi e boschi, senza reti né grate. C’era la stagione dei narcisi, quella delle more, e poi quella dei funghi e delle castagne.
Leggi Tutto... | 1803 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Quando l'ossessione ti mette a terra
Postato da Grazia01 il Venerdì, 19 settembre @ 08:49:18 CEST (1225 letture)
Letture varie II Quando l'ossessione ti mette a terra

La mattina che ebbero la sorpresa, l'umore finì come le gomme: a terra. Quei condomini sorteggiati dal raid vandalico si ritrovarono con le auto giù di corda, quasi posate a terra, giusto all'ora di infilare la chiave nel cruscotto e guadagnare il posto di lavoro. Un coltello, o forse un paio di forbici, aveva lasciato sull'asfalto diversi pneumatici flosci.


Leggi Tutto... | 3473 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Anniversario di Dante
Postato da Grazia01 il Sabato, 13 settembre @ 21:00:05 CEST (1274 letture)
Letture varie II Anniversario di Dante - 13 settembre 1321



"Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole, e più non dimandare"
e' una frase che conosciamo bene e viene ripetuta da Virgilio
nell'Inferno per due volte in maniera esattamente uguale
e per una terza volta con qualche variazione.
Il significato in prosa è più o meno:
"Questa è la volontà di chi detiene il potere, non chiedere altro".
Leggi Tutto... | 541 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


..mare
Postato da Antonio il Giovedì, 22 maggio @ 20:44:40 CEST (1660 letture)
Letture varie II

Non c'è persona, per quanto ottusa, che possa veder questo spettacolo ora per ora durante lunghi giorni, senza rimaner colpita, e siccome Harvey era tutt'altro che ottuso, finì per comprendere e godere profondamente il fascino dell'aspro coro delle onde le cui cime si frangono l'una dietro l'altra in un susseguirsi incessante di colpi secchi come uno schianto; la fretta del vento che si precipita fischiando entro ogni spazio vuoto, e aduna in greggi le ombre azzurre e porporine delle nuvole;
Leggi Tutto... | 1209 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il ragazzo che riconobbe Topolino
Postato da Antonio il Venerdì, 11 aprile @ 19:24:01 CEST (1230 letture)
Letture varie II

Era un mattino d'agosto e lui, al parco acquatico, vide quello che non doveva vedere, e soprattutto raccontare.
Così il coraggio fu premiato con la solitudine.


Chissà se qualcuno gliel'ha raccontato a Marco o Giulio o Pietro, o come lo si voglia chiamare, dal momento che non ha più il suo nome e neppure la casa, gli amici e la vita di un tempo: chissà se qualcuno gli ha detto di quell'applauso piovuto, l'altro giorno, in un teatro della sua ex città. Ha spalle robuste. Da non crederci, per la sua età, ma non è il caso di aggiungerci un peso: la solitudine è già una fascina che ti piega la schiena, raddoppiare la dose sarebbe stata una crudeltà.
Leggi Tutto... | 3867 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Annunci curiosi
Postato da Grazia01 il Venerdì, 05 ottobre @ 23:39:09 CEST (1744 letture)
Letture varie II


Gli annunci a pagamento più pazzi d'Italia apparsi sul Corriere della Sera

SBARBATELLO 20enne moro molto carino e dolce cerca disperatamente amichetto massimo coetaneo per rapporto duraturo di affetto. Scrivere fermo posta Bollate (Mi). Scrivete inviando assolutamente foto per avere risposta. Fidati. (Pubblicato nel 1990)



PAPEROTTO presto sul barcone tra neve e nebbia navigheremo il Naviglio pensami ti bacio Scimmia. (Pub. nel 1976)


Leggi Tutto... | 2828 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ecco alcune delle cose che ho imparato nella vita...
Postato da Grazia01 il Martedì, 01 maggio @ 09:26:17 CEST (1022 letture)
Letture varie II


"Ecco alcune delle cose che ho imparato nella vita:
di Paulo Coelho

Paulo Coelho - Ho imparato.....





•Ho imparato... Che ignorare i fatti non cambia i fatti.

•Ho imparato... Che quando vuoi vendicarti di qualcuno lasci solo che quel qualcuno continui a farti del male.

•Ho imparato... Che l'amore, non il tempo guarisce le ferite.

•Ho imparato... Che il modo più facile per crescere come persona è circondarmi di persone più intelligenti di me.

•Ho imparato... Che quando serbi rancore e amarezza la felicità va da un'altra parte.

•Ho imparato... Che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.

•Ho imparato... Che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno ti ha agganciato per la vita.

•Ho imparato... Che tutti vogliono vivere in cima alla montagna ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.

•Ho imparato... Che è meglio dare consigli solo in due circostanze: quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.

•Ho imparato... Che la miglior aula del mondo è ai piedi di una persona anziana.

•Ho imparato... Che quando sei innamorato, si vede.

•Ho imparato... Che appena una persona mi dice, "mi hai reso felice! ", ti rende felice.

•Ho imparato... Che essere gentili è più importante dell'aver ragione.

•Ho imparato... Che non bisognerebbe mai dire no ad un dono fatto da un bambino.

•Ho imparato... Che posso sempre pregare per qualcuno, quando non ho la forza di aiutarlo in qualche altro modo.

•Ho imparato... Che non importa quanto la vita richieda che tu sia serio... Ognuno ha bisogno di un amico con cui divertirsi.

•Ho imparato... Che talvolta tutto ciò di cui uno ha bisogno è una mano da tenere ed un cuore da capire.

•Ho imparato... Che la vita è come un rotolo di carta igienica... Più ti avvicini alla fine, più velocemente va via.

•Ho imparato... Che dovremmo essere contenti per il fatto che Dio non ci dà tutto quel che gli chiediamo.

•Ho imparato... Che i soldi non possono acquistare la classe.

•Ho imparato... Che sono i piccoli avvenimenti giornalieri a fare la vita così spettacolare.

•Ho imparato... Che sotto il duro guscio di ognuno c'è qualcuno che vuole essere apprezzato e amato.

•Ho imparato... Che il signore non ha fatto tutto in un giorno solo. Cosa mi fa pensare che io potrei?

•Ho imparato... Che ogni persona che incontri merita d'essere salutata con un sorriso.

•Ho imparato... Che non c'è niente di più dolce che dormire coi tuoi bambini e sentire il loro respiro sulle tue guance.

•Ho imparato... Che nessuno è perfetto, fino a quando non te ne innamori.

•Ho imparato... Che la vita è dura, ma io sono più duro.

•Ho imparato... Che le opportunità non si perdono mai, qualcuno sfrutterà quelle che hai perso tu. Che desidererei aver detto una volta in più a mio padre che lo amavo, prima che se ne andasse.

•Ho imparato... Che ognuno dovrebbe rendere le proprie parole soffici e tenere, perché domani potrebbe doverle mangiare. Ho imparato... Che non posso scegliere come sentirmi, ma posso scegliere cosa fare con queste sensazioni.

•Lavora come se non avessi bisogno dei soldi

•ama come se nessuno ti avesse mai fatto soffrire

•balla come se nessuno ti stesse guardando

•canta come se nessuno ti stesse sentendo.

Paulo Coelho
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La storia della Fata Morgana
Postato da Grazia01 il Sabato, 07 aprile @ 08:13:42 CEST (5112 letture)
Letture varie II

La leggenda ci tramanda che, dopo aver condotto suo fratello Artù ai piedi dell'Etna, Morgana si trasferisce in Sicilia tra l'Etna e lo stretto di Messina, dove i marinai non si avvicinano a causa delle forti tempeste, e si costruisce un palazzo di cristallo.
Sempre in base alla leggenda, Morgana esce dall'acqua con un cocchio tirato da sette cavalli e getta nell'acqua tre sassi, il mare diventa di cristallo e riflette immagini di città.
Leggi Tutto... | 613 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Mostar 1993
Postato da Grazia01 il Venerdì, 30 marzo @ 23:23:35 CEST (1133 letture)
Letture varie II

La luce era dolce nel pomeriggio che lo sorprese, appena sveglio, sudato nel letto. Violenta quella di un'alba esasperata dal dolore.
La sua mascella sinistra maciullata, rigurgiti di vomito, il corpo dov'era?
Perduto, sezionato, sfondato. La mente soffocava e lui sprofondava.
Le ore del giorno nel torpore degli psicofarmaci, liquidi impastati nelle vene, aghi nel cervello, mascella addormentata.
Correva, fuori dalla casa, nei campi bagnati dalla pioggia, e gli veniva incontro l'uomo con il coltello.
Portava addosso la collana di perle di Maria.
Della sua Maria. L'aveva lasciata sul molo del porto, in una città sconosciuta. Forse perduta.
C'era stato un saccheggio nella città, dopo le bombe.
Leggi Tutto... | 1672 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I bambini nel mondo
Postato da Grazia01 il Venerdì, 16 marzo @ 14:09:22 CET (1146 letture)
Letture varie II

La schiena materna è, per due anni, tutto il mondo del bambino nero. Il bambino bianco impara a riconoscere la madre dal sorriso. Il bambino negro la conosce dal filo della schiena e dalla ondulazione dell'anca. Guarda in su, e il suo primo giocattolo, se ci arriva, san le treccioline corte fitte e nere che spuntano.
La madre non guarda il suo bambino: lo sente. La vecchia madre nera non pensa, come la madre bianca: «Vorrei che mio figlio fosse ancora piccino, per tenermello stretto al petto ». Pensa: «Vorrei che fosse ancora piccino per legarmelo sulle reni ».


(Quarantacinque gradi all' ombra)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il campo di patate
Postato da Grazia01 il Lunedì, 05 febbraio @ 20:27:44 CET (3327 letture)
Letture varie II

Un vecchio arabo residente a Chicago da più o meno quarant'anni, vuole piantere delle patate nel suo giardino, ma arare la terra è diventato un lavoro troppo pesante per la sua età.
Il suo unico figlio, Ahmed, sta studiando in Francia. Il vecchio manda una e-mail a suo figlio, spiegandogli il problema:
"Caro Ahmed, sono molto triste perché non posso piantare patate nel mio giardino quast'anno, sono troppo vecchio per arare la terra. Se tu fossi qui tutti i miei problemi sarebbero risolti. So che tu dissoderesti la terra e scaveresti per me. Ti voglio bene. Tuo padre."
Leggi Tutto... | 842 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Analisi di uno scrittore di Ingeborg Bachmann
Postato da Grazia01 il Sabato, 20 gennaio @ 20:29:17 CET (963 letture)
Letture varie II

Questo è uno dei pochi brani tradotti in italiano di Ingeborg Bachmann, considerata una delle più grandi poetesse contemporanee.


Lo scrittore - e questo è nella sua natura - si augura di essere ascoltato. E però gli appare meraviglioso accorgersi un giorno che comincia ad avere degli effetti, e tanto più quanto sa di poter dire poco di consolante ad uomini che hanno bisogno di una consolazione come solo possono averlo quelli che sono feriti, dilaniati e pieni di quel grande e segreto dolore con cui l'uomo si distingue tra tutte le altre creature. È una distinzione terribile e incomprensibile. E se davvero dobbiamo sopportarla e imparare a convivere con essa, come dovrebbe apparire questa consolazione e cosa dovrebbe significare per noi? È infatti impossibile, io credo, pretendere di costruirla con parole. Sarebbe sempre troppo misera, troppo a buon mercato, troppo provvisoria

E così il compito dello scrittore non può consistere nel negare il dolore, nel cancellarne le tracce, nel fingere che non esista. Per lui, anzi, il dolore deve essere vero e deve essere reso tale una seconda volta, cosicché noi possiamo vederlo. Perché noi tutti vogliamo diventare vedenti. E solo dopo aver provato quel dolore segreto possiamo sentire (in modo diverso) ogni esperienza, ed in particolare quella della verità. Quando giungiamo a questo stato in cui il dolore diventa fertile, stato che è insieme chiaro e triste, noi diciamo, molto semplicemente, ma a ragione: mi si sono aperti gli occhi. E non lo diciamo perché abbiamo davvero percepito esteriormente un oggetto o un avvenimento, ma proprio perché comprendiamo ciò che non possiamo vedere. E l'arte dovrebbe portare a questo: far sì che, in tal senso, i nostri occhi si aprano.
Leggi Tutto... | 3714 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


L'Albero degli amici
Postato da Grazia01 il Lunedì, 18 dicembre @ 13:23:40 CET (1465 letture)
Letture varie II

Esistono persone nelle nostre vite che ci rendono felici per il semplice caso di avere incrociato il nostro cammino.
Alcuni percorrono il cammino al nostro fianco, vedendo molte lune passare, gli altri li vediamo appena tra un passo e l'altro.
Tutti li chiamiamo amici e ce sono di molti tipi.
Talvolta ciascuna foglia di un albero rappresenta uno dei nostri amici.
Il primo che nasce è il nostro amico Papà e la nostra amica Mamma, che ci mostrano cosa è la vita.
Dopo vengono gli amici Fratelli, con i quali dividiamo il nostro spazio affinché possano fiorire come noi.
Conosciamo tutta la famiglia delle foglie che rispettiamo e a cui auguriamo ogni bene.
Leggi Tutto... | 1588 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Basta guanti da forno a Natale!
Postato da Grazia01 il Domenica, 17 dicembre @ 01:06:34 CET (1200 letture)
Letture varie II

“In famiglia siamo in dodici. Ciascuno ha portato un pacchetto a ciascuno. Abbiamo scartato 144 pacchetti. Il pavimento era pieno di carta, c'erano fiocchi che a legarli tutti insieme ti calavi dal ventesimo piano. Un incubo”.
“Ho cucinato per quattordici ore, ho lavato piatti per due ore. Alla fine ero così stanca che mi sono addormentata seduta su uno sgabello. Quando mi sono svegliata loro volevano di nuovo mangiare. Un incubo”.
Leggi Tutto... | 3366 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'epistrofeo di Luca Goldoni
Postato da Grazia01 il Venerdì, 27 ottobre @ 23:12:11 CEST (2097 letture)
Letture varie II

Non sono mai riuscito a leggere un libro in poltrona: è una vita che leggo soltanto a letto. Ignoro le ragioni anatomiche o metaboliche per cui solo la posizione orizzontale si concilia con una lettura appena impegnata.
Ma so di non essere il solo ad avere questa abitudine e a dover affrontare i problemi connessi. Se il libro è un tascabile ci si pianta in mezzo il pollice e si procede senza complicazioni. Ma se è massiccio, bisogna ricorrere a tecniche defatiganti. Per esempio lo si appoggia a L sul cuscino e ci si mette sul fianco, però si legge solo la pagina verticale e per passare alla successiva bisogna trasferire la L dall'altra parte del cuscino e torcere il collo in quella direzione. Oppure, se la rilegatura lo consente si tenta di piegare il libro a tenda canadese.
Dopo una decina di pagine e di relativi esercizi, generalmente ci si mette supini e si alza il volume, impugnandolo a braccia tese come un volante.
Ma è una posizione in cui si resiste pochi minuti.
Leggi Tutto... | 1013 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Scritto e orale di Luca Goldoni
Postato da Grazia01 il Venerdì, 27 ottobre @ 23:06:33 CEST (1579 letture)
Letture varie II

Invitato in una scuola, età media dell'uditorio tredici anni, tema dell'incontro: «Leggo un libro o guardo la tele?».
Faccio una veloce introduzione e dico agli alunni che preferisco esser pilotato dalle loro domande. Si alza Annamaria, bionda, con efelidi e senza complessi. «Secondo me si impara di più a guardare la televisione che a leggere un libro. Quando leggo sono sola, triste e annoiata. La tele è allegra e si guarda tutti insieme.»
Le dico che leggere è più importante che ascoltare o seguire delle immagini. Sai perché? Perché, quando ascolti o guardi la televisione, sei un soggetto passivo, mentre quando leggi sei un soggetto attivo. Cosa significa? Significa che quando guardi un film assorbi una storia già completa in tutti i particolari: la faccia dei protagonisti, la loro voce, l'orologio che hanno al polso, l'ambiente in cui si muovono, la musica in sottofondo, ecc. Una storia può piacerti o non piacerti, comunque è già confezionata: prendere o lasciare.
Leggi Tutto... | 2550 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Segnaletica
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 ottobre @ 14:18:44 CEST (1313 letture)
Letture varie II

La ragazza seduta di fronte a me in treno tiene un libro aperto sulle ginocchia, dev'essere un testo universitario. Legge con determinazione, ma mi accorgo che il suo sguardo spesso risale sulla pagina nello sforzo evidente di trovare la concentrazione. Deve anche essere a disagio perché si sente osservata e non riesce a stabilire con il testo quel magico contatto per cui si entra nel giro delle parole e se ne è trascinati, al punto di non accorgersi più di niente.
Il relais non scatta e gli occhi irrequieti continuano ad errare sul foglio. Improvvisamente l'idea risolutiva, che ha ragione anche della mia insistente curiosità: fruga nella borsetta e pesca la soluzione. L'evidenziatore.
Leggi Tutto... | 3061 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Vittima e carnefice
Postato da Grazia01 il Giovedì, 12 ottobre @ 13:04:38 CEST (2037 letture)
Letture varie II

La prima volta che per la strada, tornando da scuola, un tale ti si è avvicinato e ha cominciato a
dirti cose, e tu non le capivi nemmeno, ma hai intuito lo schifo prima ancora del pericolo, e sei scappata
via, e la notte non riuscivi a dormire, ma neanche a dirlo.
Come se un po', almeno un po', te la fossi andata a cercare.
Leggi Tutto... | 2599 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.6


Dino Buzzati dalla A alla Zeta
Postato da Grazia01 il Domenica, 24 settembre @ 18:23:24 CEST (1314 letture)
Letture varie II

A cento anni dalla nascita esce "Album Buzzati" a cura di Lorenzo Viganò, un libro che ne ripercorre la vita attraverso foto, documenti personali e le sue stesse parole.
Eccone alcuni stralci:
Leggi Tutto... | 8176 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Madame Bovary siamo noi...
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 20 settembre @ 12:55:31 CEST (1151 letture)
Letture varie II

Madame Bovary non muore d’amore, ma di debiti. Sono i debiti che la fanno correre nello stanzino del farmacista a rimpinzarsi d’arsenico. Cosa si paga? Gli uomini? No, è bellissima. Emma si paga il lusso di non vedere l’avarizia dei suoi amanti. Lo intuisce subito che da quel lato lì non sono brillanti, ma non vuole saperlo.
Leggi Tutto... | 1250 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La notte di San Lorenzo
Postato da Grazia01 il Domenica, 06 agosto @ 20:25:23 CEST (4253 letture)
Letture varie II
Romantici, sognatori, innamorati, cultori, appassionati, è dalla notte dei tempi che gli esseri umani s'incantano ad ammirare il firmamento solcato dalla scia luminosa delle stelle cadenti, affidando loro un desiderio, una speranza, un sogno, ma quelle stelle proprio cadenti non sono: guai se sul serio precipitassero nella nostra atmosfera, finiremmo bruciati, inglobati e disintegrati insieme al corpo celeste!
Sono sciami di schegge celesti, dette Perseidi perché in questo periodo l'orbita della Terra , che si trova nella costellazione di Perseo, incrocia frammenti residui della cometa Swift-Tuttle, che irrompono nell'atmosfera; le loro molecole a contatto con l'aria s'incendiano e determinano l'affascinante scia luminosa.
Ma non è proprio la notte del 10, la "notte di San Lorenzo", è piuttosto fra il 10 e il 13 di agosto che lo spettacolare evento puntualmente si ripete, in magico connubio fra poesia e realtà.
Per i cristiani, in ricordo del martirio di San Lorenzo (avvenuto nel III secolo d. C. durante la persecuzione dei cristiani scatenata dall'imperatore Valeriano), che si rifiutò di adorare le divinità pagane e perciò fu arrestato il 6 agosto dalla Guardia imperiale mentre assisteva Sisto II durante una Messa e, dopo essere stato torturato, il 10 agosto fu bruciato vivo su una graticola arroventata da carboni ardenti, simboleggiano le scintille del fuoco al quale arse, oppure le lacrime versate dal Santo durante il supplizio, che vagano nei cieli e giungono sulla Terra il giorno in cui morì per portare agli uomini la speranza.
Per i più romantici sono le stelle dei desideri; appena si vede cadere una stella basta esprimere un desiderio ad occhi chiusi e quello di certo si avvererà.
Giovanni Pascoli, in ricordo dell'uccisione del padre, avvenuta il 10 agosto del 1867, scrisse "X agosto", un canto di memoria, nel quale universalizzava il dolore personale e, attraverso la favola della rondine e dell'uomo, lamentava le ingiustizie che si consumano sotto la volta celeste.
Le stelle cadenti, per il Poeta, significavano il pianto che il Cielo riversa sulla terra, definita "atomo opaco del male".

www.letteraturaalfemminile.it
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3


“Un uomo in orbita. E sta bene…”
Postato da spalato il Mercoledì, 12 aprile @ 09:52:15 CEST (1313 letture)
Letture varie II “ATTENZIONE! UNA NOTIZIA CLAMOROSA: oggi, 12 aprile 1961, è nello spazio il primo uomo, Jurij Aleksejevich Gagarin. È in orbita attorno alla Terra, e sta bene”. Con questo annuncio, quarant’anni fa la voce di Jurij Levitan risuonò a Mosca, e nelle principali città dell’ex Unione Sovietica tramite i megafoni installati nelle piazze, informando dell’impresa straordinaria di un giovane ventiseienne, maggiore dell’aviazione russa, di nome Jurij Gagarin. Era lui il primo uomo ad entrare in orbita attorno alla Terra, e a completare un giro quasi completo in 108 minuti. Ed era lui il primo a rientrare sano e salvo sulla Terra, lanciandosi con un (edited)iolino eiettabile dalla sua capsula, la “Vostok 1”, per atterrare in un prato della pianura di Saratov.
Leggi Tutto... | 3467 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Domenica delle Palme
Postato da Grazia01 il Sabato, 08 aprile @ 19:13:32 CEST (6268 letture)
Letture varie II

La Quaresima si chiude con la Settimana Santa.
La Settimana Santa si apre con la Domenica delle Palme.
Nella Domenica delle Palme si ricorda l'ingresso
trionfale di Gesù nella città di Gerusalemme
sei giorni prima della Sua Passione.
Il Suo ingresso nella città fu accolto da una folla
di gente semplice e di fanciulli con in mano palme
e ulivi in segno di gioia, pace e saluto.
Leggi Tutto... | 580 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0



Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 INFANZIA LONTANA [ 0 commenti - 10 letture ]
 Ezio Bosso ci ha lasciato [ 0 commenti - 13 letture ]
 La trama di "Kim" di Rudyard Kipling [ 0 commenti - 20 letture ]
 Circolo di Lettura Vaccheria Nardi: Antonio Scurati [ 0 commenti - 37 letture ]
 La vita è come un caleidoscopio [ 0 commenti - 11 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 18
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy