Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 188
Totale: 188
Chi è online:
 Visitatori:
01: coppermine
02: Home
03: coppermine
04: Statistics
05: coppermine
06: Forums
07: News
08: Forums
09: News
10: News
11: Home
12: Home
13: Home
14: coppermine
15: Search
16: coppermine
17: Home
18: coppermine
19: Forums
20: Statistics
21: Home
22: Home
23: Home
24: Home
25: Your Account
26: coppermine
27: Home
28: Home
29: Home
30: News
31: Home
32: Home
33: coppermine
34: coppermine
35: coppermine
36: Stories Archive
37: Home
38: Home
39: coppermine
40: coppermine
41: Home
42: News
43: coppermine
44: Home
45: News
46: coppermine
47: News
48: Stories Archive
49: Home
50: Forums
51: Forums
52: coppermine
53: Search
54: coppermine
55: coppermine
56: Home
57: Home
58: Home
59: Home
60: coppermine
61: Home
62: coppermine
63: coppermine
64: Home
65: Home
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: News
71: Home
72: Stories Archive
73: Your Account
74: Home
75: Home
76: Home
77: Home
78: Home
79: Home
80: Home
81: Home
82: coppermine
83: Home
84: Home
85: coppermine
86: Home
87: Home
88: News
89: Home
90: Stories Archive
91: Home
92: Home
93: News
94: Home
95: Home
96: Home
97: Stories Archive
98: Search
99: coppermine
100: Home
101: Home
102: coppermine
103: Home
104: Home
105: Home
106: coppermine
107: coppermine
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: Search
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Home
120: Home
121: Home
122: Home
123: coppermine
124: Home
125: News
126: coppermine
127: Home
128: Home
129: coppermine
130: Home
131: Home
132: News
133: Home
134: News
135: Your Account
136: Stories Archive
137: Home
138: News
139: Home
140: News
141: coppermine
142: Home
143: Home
144: Home
145: Stories Archive
146: Home
147: coppermine
148: Home
149: coppermine
150: Home
151: Home
152: Home
153: Search
154: Home
155: Search
156: Home
157: News
158: Statistics
159: Home
160: News
161: coppermine
162: Home
163: coppermine
164: coppermine
165: Home
166: Stories Archive
167: Home
168: News
169: Home
170: Home
171: Home
172: News
173: Home
174: coppermine
175: Home
176: Home
177: Home
178: News
179: Home
180: Home
181: Home
182: Forums
183: Stories Archive
184: coppermine
185: Home
186: Your Account
187: Home
188: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9011
  · Viste: 1924026
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità
Poesie d'autore, poesie inedite, Biografie, immagini e molto altro...: Recensioni III

Cerca in questo Argomento:   
[ Vai alla Home | Seleziona un nuovo Argomento ]

Malattia e destino
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 25 luglio @ 09:22:03 CEST (994 letture)
Recensioni III





“Crediamo che il tempo corra dal passato verso il futuro e non consideriamo che nel punto che noi chiamiamo presente si incontrato sia il passato che il futuro. Questo rapporto difficilmente immaginabile puo’ essere reso evidente dalla seguente analogia. Immaginiamo il corso del tempo come una linea diritta, un capo della quale corre in direzione passato, mentre l’altra estremità si chiama futuro.
Ora noi sappiamo però dalla geometria che in realtà non esistono linee parallele, perchè la curvatura sferica dello spazio fa si che ogni linea diritta, se noi la prolunghiamo all’infinito si chiude in un cerchio (teoria di Riemann). Quindi in realta ogni linea diritta è la sezione di un cerchio… questo vuol dire che noi viviamo sermpre in funzione del passato, o il nostro passato è stato determinato dal nostro futuro...
L’uomo viene al mondo con un corpo nuovo ma con una coscienza antica. Il livello di coscienza che porta con se è espressione di quanto appreso fino a quel momento.

da Malattia e destino
di Thorwald Dethlefsen, Rüdiger Dahlke
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La strega di portobello
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 28 marzo @ 09:39:05 CEST (874 letture)
Recensioni III




Figlia adottiva di una libanese e di un prospero industriale di Beirut, si trasferisce a Londra poco dopo lo scoppio della guerra in Libano. All'università conosce colui che diventerà il padre di suo figlio, tuttavia a causa delle difficoltà che attraversa la coppia il matrimonio in poco tempo fallisce. Una volta diventata madre, non riesce a smettere di pensare alla donna che la fece nascere e, per capire perché sua madre l'abbandonò, decide di iniziare un viaggio in Romania per trovarla. Tuttavia un viaggio non ti porta solo dove pensavi di andare e ciò che Athena scopre in questo viaggio cambierà per sempre la sua vita e la vita di coloro che la circondano. Come possiamo trovare il coraggio di essere sinceri con noi stessi, anche se non abbiamo alcuna certezza su chi siamo davvero? Ecco la domanda che anima "La strega di Portobello". E' la storia di una donna misteriosa di nome Athena, raccontata attraverso le voci di molte persone che la conoscevano bene, o che l'avevano soltanto incontrata.
Leggi Tutto... | 541 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il mondo oltre la baia
Postato da Grazia01 il Giovedì, 26 gennaio @ 09:22:01 CET (1013 letture)
Recensioni III

Il mondo oltre la baia
di Beverly Jensen

La baia spazzata dal vento, il fragore dell’oceano, il sapore delle patate e delle aringhe, la vastità e la solitudine. Una fattoria abbarbicata alla dura terra è il mondo di Avis e Idella, sorelle diversissime tra loro, unite forse solo dalla voglia di fuggire, evadere, trovare nuove strade e nuovi mondi. Il fratello maggiore Dalton, solitario e introverso. L’amata madre che muore dando alla luce la piccola Emma, il padre che si ritrova con quattro figli, sperduto in un luogo conosciuto ed amato, ma complicato e rude. Beverly Jensen ci regala una storia familiare densa di sapori, odori, emozioni. Le vite di Idella e Avis, ma anche quelle dei loro cari, scorrono di fronte ai nostri occhi, ora impetuose ed incontrollabili, ora pacate e solari, ora oscure e ferite.
Leggi Tutto... | 2857 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Che noia la poesia
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 gennaio @ 17:48:40 CET (915 letture)
Recensioni III

Chi pensa che la poesia sia noiosa, inutile ed estranea alla nostra vita commette un errore. Perché in realtà il nostro cervello è letteralmente invaso da versi più o meno facili: dalle ninnenanne alle filastrocche, dalla pubblicità alle canzoni. Per quale motivo allora tanta gente proprio non sopporta la poesia? A questa domanda che cercano di rispondere Enzensberger e Berardinelli in un libro, dicendoci che cosa significa scrivere e leggere versi, spiegandoci secondo quali regole i poeti riescono a giocare meravigliosamente con le parole e fornendoci anche qualche indicazione sul «fai-da-te». Fra lettura e studio, ci viene suggerito, non dovrebbe esserci grande differenza: da Dante, il più difficile dei poeti, a Sandro Penna, in apparenza facile, leggere bene e con passione è già studiare.
La porta della poesia è sempre aperta: basta entrare.
Leggi Tutto... | 771 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Le parole tra noi leggere
Postato da Grazia01 il Giovedì, 05 gennaio @ 09:12:58 CET (981 letture)
Recensioni III
Nel 1969, dopo quattro anni di intenso e teso lavoro, Lalla Romano dà alle stampe il suo romanzo di maggior successo, fatto — come scrisse Montale presentandolo dalle colonne del «Corriere della Sera» — per il lettore «capace di amare una poesia incapace di esibirsi come tale».

È proprio un verso, tratto da una poesia d'amore di Montale —

(«… le parole tra noi
leggère cadono
Ti guardo
in un molle riverbero»)

a dare il titolo a quest'opera, nata per l'appunto da un rapporto d'amore.



Leggi Tutto... | 1829 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Leggere di vampiri e scoprire...
Postato da giorgio il Domenica, 30 ottobre @ 22:59:26 CET (770 letture)
Recensioni III
Quanto può vivere un uomo a cui viene negata ogni possibile ambizione, o peggio qualsiasi futuro? Marco, un "non più giovane ragazzo", vive tra le fila del precariato di una grande città. Uno snervante stato di insonnia e una sete di carne rossa lo spingeranno a fare la conoscenza di alcuni loschi figuri e diventarne amico. Un gioco ad armi pari contro il sistema che non vuole cambiare e non cambierà mai, in cui l'unica soluzione di rivalsa sembra essere vivere per l'eternità.


Leggi Tutto... | 963 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il caso Jane Eyre
Postato da Grazia01 il Giovedì, 22 settembre @ 21:28:57 CEST (965 letture)
Recensioni III

..”Ci sono due scuole di pensiero circa la consistenza del tempo. La prima sostiene che il tempo è altamente volatile e ogni più piccolo evento modifica il possibile futuro della terra. La seconda ritiene che il tempo sia rigido: nonostante ogni sforzo, rimbalzerà sempre verso un presente determinato. Quanto a me, non mi curo di queste frivolezze. Mi limito a vendere cravatte a chiunque ne voglia comprare…”

Jasper Fforde (Il caso Jane Eyre)
Leggi Tutto... | 2510 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lapponi e criceti
Postato da Grazia01 il Martedì, 01 marzo @ 08:39:33 CET (1758 letture)
Recensioni III

Alla riscoperta di Milano con la netturbina fantasma
La riscoperta di Milano, soprattutto della zona di via Pasteur, da parte di una netturbina morta e diventata fantasma grazie ad un patto con Dio, è il filo conduttore di un libro divertente e profondo di Nicoletta Vallorani, una scrittrice che proprio in quella parte del capoluogo meneghino vive.
Leggi Tutto... | 1316 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La mia lotta (1) di Karl Ove Knausgård
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 26 gennaio @ 17:15:22 CET (1698 letture)
Recensioni III






"Per tutta l’infanzia e l’adolescenza ci sforziamo di stabilire la giusta distanza dalle cose e dai fenomeni. Leggiamo, impariamo, facciamo esperienze, rettifichiamo. Arriviamo quindi un giorno al punto in cui tutte le distanze necessarie sono state fissate, tutti i sistemi necessari sono stati stabiliti. E allora che il tempo comincia ad andare più veloce. Non incontra più nessun ostacolo, tutto è stato fissato, il tempo scorre attraverso le nostre vite, i giorni scompaiono a gran velocità, prima di rendercene conto abbiamo quaranta, cinquanta, sessant’anni...


Leggi Tutto... | 2304 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Viaggio al termine della notte
Postato da Grazia01 il Domenica, 02 gennaio @ 11:21:04 CET (1179 letture)
Recensioni III



Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Céline è uno di quei libri che non si possono non leggere, a mio parere. E' una lettura illuminante, che induce a riflessioni importanti.

Leggi Tutto... | 1007 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


LA FINESTRA ROTTA
Postato da Grazia01 il Venerdì, 10 settembre @ 12:51:47 CEST (1089 letture)
Recensioni III

LA FINESTRA ROTTA di Jeffery Deaver

La Finestra rotta è dedicato dall’autore

“A una cara amica, la parola scritta”

Nella prefazione:

La maggior parte delle violazioni della privacy non sono causate dalla rivelazione di grandi segreti personali, bensì dalla divulgazione di tanti piccoli fatti…
Come con le api assassine, una è solo un fastidio, ma uno sciame può essere fatale.


Robert O’Harrow Jr. (No Placet o Hide)
Leggi Tutto... | 2092 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il caso Neruda di Roberto Ampuero
Postato da Grazia01 il Giovedì, 13 maggio @ 08:56:38 CEST (975 letture)
Recensioni III
Il caso Neruda di Roberto Ampuero
"Perché se la poesia ti trasporta in cielo, il romanzo poliziesco ti introduce alla vita così com'è, ti sporca le mani e il viso di fuliggine come ai macchinisti dei treni del Sud. Ti presterò questi libri affinché tu possa imparare qualcosa dal commissario Maigret. Non ti consiglio invece di leggere Poe, nonostante sia l'inventore del racconto poliziesco e un grande poeta; e neppure Conan Doyle, pepà do Sherlock Holmes. E sai perché? Perché i loro detective sono troppo stravaganti e cerebrali. Non riuscirebbero a risolvere nemmeno il caso più elementare in questa nostra caotica America Latina."


Leggi Tutto... | 3783 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La mia vita dentro
Postato da Miriam il Sabato, 03 aprile @ 08:07:22 CEST (1068 letture)
Recensioni III La mia vita dentro è un testo interessante perché scritto da una persona che ha fatto trentasei anni in carcere, dal 1969 al 2005. Stando dentro da incolpevole, da direttore, eppure recluso.

Leggi Tutto... | 2697 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La soffiatrice di vetro
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 febbraio @ 12:37:01 CET (1680 letture)
Recensioni III



1945. Livia Grandi è la giovane erede di una famiglia di mastri vetrai di Murano. Orfana di entrambi i genitori, è stata cresciuta dal nonno che le ha trasmesso l'amore per quel mestiere affascinante. Sul letto di morte questi le affida la preziosa formula ségreta del celebre "chiaroscuro" dei Grandi, eleggendola così a vera continuatrice dell'arte famigliare
Leggi Tutto... | 1954 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


Il suono di mille silenzi
Postato da Miriam il Sabato, 30 gennaio @ 16:44:19 CET (1162 letture)
Recensioni III Leggendo questo libro, scritto in modo nudo e crudo dalla protagonista, si rimane agghiacciati.


Leggi Tutto... | 2536 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'amicizia
Postato da Grazia01 il Martedì, 13 ottobre @ 13:43:05 CEST (1371 letture)
Recensioni III


Come sorge l'amicizia? C'è, su questo argomento, uno stereotipo diffuso anche fra gli studiosi della materia.
L'amicizia incomincerebbe sotto forma di conoscenza superficiale. Poi, i due conoscenti, frequentandosi, stabiliscono fra di loro relazioni amichevoli.
Leggi Tutto... | 3640 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il primato della pietà
Postato da Miriam il Venerdì, 27 febbraio @ 18:21:56 CET (1384 letture)
Recensioni III Il primato della pietà è una raccolta di racconti molto particolare, infatti ogni brano ha come titolo una delle “opere di misericordia” elencate dalla Chiesa come manifestazione concrete di Carità, come ci dice lo stesso autore nella prefazione.

Leggi Tutto... | 2975 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La generazione del dopoguerra raccontata in un romanzo
Postato da Antonio il Giovedì, 12 giugno @ 10:32:10 CEST (3763 letture)
Recensioni III È il romanzo di una generazione, quella delle nate e dei nati tra il1945 e il 1950, cioè negli anni dell'immediato dopoguerra.

Leggi Tutto... | 990 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Le corna del diavolo
Postato da Antonio il Lunedì, 24 settembre @ 08:42:24 CEST (2239 letture)
Recensioni III

Le corna del diavolo

Le rive del nostro lago appartennero, nei secoli scorsi e fino all'età napoleonica, a poche, grandi famiglie: i Borromei, che stendevano i loro possessi da Arona a Stresa e a Cannero, i Marliani feudatari del luinese e più tardi i Crivelli, che cominciavano ad avere terra verso Angera e ne possedevano, lungo la sponda lombarda, fino al confine svizzero.
Leggi Tutto... | 7697 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il giglio marino
Postato da Antonio il Martedì, 31 luglio @ 18:41:36 CEST (1342 letture)
Recensioni III
Il giglio marino

"L'autoritratto di un'anima è il ritratto dell'impossibile.
L'autoritratto della mia anima è il ritratto del mare".



Leggi Tutto... | 1749 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Camilleri racconta Caravaggio
Postato da Grazia01 il Giovedì, 08 febbraio @ 09:51:17 CET (6114 letture)
Recensioni III

La copertina del nuovo libro di Andrea Camilleri
Il colore del sole


«Quando non racconto le storie di Montalbano mi sento libero» confessa l'autore. Che nel romanzo dedicato all'artista affronta il tema del tormento creativo. In un diario che è anche una scommessa: la ricostruzione della scrittura del genio

Il fax si accende continuamente sulla scrivania di Andrea Camilleri. E spesso sono fogli trasmessi scritti a mano. Nel suo studiolo, pieno di quadri e di libri, Camilleri accende una sigaretta: «Come le è sembrato?» chiede. Si riferisce al nuovo romanzo che esce dalla Mondadori il 6 febbraio, intitolato: Il colore del sole, 110 pagine scritte in un italiano secentesco, un diario siciliano del pittore Caravaggio.

Un diario falso, ovviamente, di cui nessuno ha mai saputo nulla, e ritrovato in modo rocambolesco.

«Vorrei proprio sapere come lo prenderanno i miei lettori» dice sorridendo.
Quelli che vorrebbero solo e soltanto Montalbano?
Infatti. Quando non scrivo di Montalbano mi sento libero. È come una fuga d'amore.
La annoia scrivere di Montalbano?
No, però certe volte è una prigione.
La fuga lei anche questa volta l'ha fatta in Sicilia. Racconta che in un modo misterioso viene avvicinato da un uomo che la porta in un luogo dove un equivoco personaggio le mostra delle pagine manoscritte di Caravaggio. Lei ha costruito un falso storico perfetto. Faticoso?
Per niente. Per me falsificare è una gioia. È una delle cose che mi riescono meglio.
Leggi Tutto... | 5925 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Parlare di Gesù
Postato da Grazia01 il Venerdì, 26 gennaio @ 19:26:03 CET (1338 letture)
Recensioni III

Chi era veramente Gesù Cristo, al di là degli innumerevoli ritratti che ne sono stati fatti nel corso dei secoli, nella sua fisicità di uomo? E cosa è successo dopo la tragica giornata del Golgota? Cosa ha fatto davvero per meritare quella tragica, crudele fine sulla Croce? In quale rapporto era con i sacerdoti ebrei e con i romani?
Leggi Tutto... | 701 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il trentesimo anno
Postato da Grazia01 il Sabato, 20 gennaio @ 19:09:38 CET (1125 letture)
Recensioni III

RACCONTI. La Bachmann (Klagenfurt 1926-Roma 1973), considerata tra i più grandi poeti moderni, cominciò a scrivere racconti dopo i trent'anni. Ed è famoso proprio quello sul compleanno fatale. Più poetico e coinvolgente è Giovinezza in una città austriaca. Protagonisti, i bambini felici che giocano e imparano, allegri e coccolati. Finché un giorno qualcuno dice loro che è scoppiata la guerra e la loro vita è subito stravolta, i sogni trasformati in incubi, le domande senza più risposte, la fanciullezza finita. Si ritroveranno adulti, senza sapere come. La poesia della vita.

di Ingeborg Bachmann,
Adelphi, pag.195,
€ 9,50
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Flaubert: il socialismo non si addice alla letteratura
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 gennaio @ 19:36:36 CET (2265 letture)
Recensioni III

Jacques Joseph Tissot "Giorno di festa" (1876) Londra

Nell'estate del 1930 la scrittrice americana Willa Cather fece amicizia con un'anziana signora che portava vistosi cappelli di pizzo bianco, ospite come lei di un rinomato albergo di Aix-les-Bains. Solo dopo qualche giorno di chiacchiere svagate scoprì che l'elegante dama,che si chiamava Caroline Franklin-Grout, era la nipote di Gustave Flaubert, l'amatissima figlia della sorella morta, nonché l'esecutrice testamentaria dello scrittore. Qualche mese dopo l'incontro la Cather, tornata negli Usa, ricevette un biglietto dell'ottantaquattrenne signora in una busta nella quale avrebbe dovuto essere acclusa come regalo una lettera di Flaubert a George Sand, che però nel percorso era andata perduta.
Leggi Tutto... | 4377 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


“La perfezione” di Raul Montanari
Postato da Grazia01 il Giovedì, 18 gennaio @ 19:02:47 CET (1024 letture)
Recensioni III

Pubblicato nel 1994, dopo il gran successo viene ristampato questo romanzo di Raul Montanari, viaggio nella Lombardia "dark"

Un raro caso di longseller è La perfezione il primo romanzo di Raul Montanari pubblicato nel '94 continua a vendere ed è stato ora riveduto e corretto dall'autore milanese con un migliaio di piccoli cambiamenti lessicali. Lo scrittore e la casa editrice hanno dunque preferito evitare l'ennesima ristampa, dando solo una stirata ad una veste un po' stropicciata dagli anni.
Leggi Tutto... | 1894 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il guardiano dei sogni
Postato da Grazia01 il Domenica, 14 gennaio @ 21:19:29 CET (2328 letture)
Recensioni III

Il nuovo libro di Paolo Maurensig si intitola "Il guardiano dei sogni".

Un uomo viene ricoverato in ospedale in fin di vita. Si riprende e fa conoscenza con un misterioso compagno di stanza dai tratti slavi che gli ricorda Tolstoj. Quest'uomo mostra di avere una dote straordinaria: la facoltà di vedere i sogni che sognano gli altri. L'uomo racconta al protagonista come ha ottenuto questo dono e poi viene dimesso. E qui incomincia la seconda parte della vita del protagonista: la ricerca di quell'uomo. Ecco un passaggio:
Leggi Tutto... | 687 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il catino di zinco di Margaret Mazzantini
Postato da Antonio il Domenica, 07 gennaio @ 12:38:43 CET (2369 letture)
Recensioni III

«Il catino di zinco è un romanzo che ha durata. Chi l'ha letto non lo dimentica, chi l'ha nella sua biblioteca lo riprenderà in mano ogni tanto. Il rapporto figlia-famiglia, nipote-nonna, è rievocato con una tal precisione di memoria che è come se la Mazzantini avesse conservato un'intera epoca surgelata nel cervello: la scongela in questo momento e la fa vivere sulle pagine, per te, sotto i tuoi occhi»
Ferdinando Camon
Leggi Tutto... | 547 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La canzone di Susannah - Stephen King
Postato da Grazia01 il Martedì, 26 dicembre @ 09:11:39 CET (1769 letture)
Recensioni III


LA CANZONE DI SUSANNAH Stephen King
© 2004 Sperling & Kupfer Editori S.p.A

Prosegue la saga in questo sesto libro della famosa serie della Torre Nera.
Susannah, posseduta da Mia, incinta del Tizio, fugge attraverso la porta introvata per andare a partorire.

In questo volume vediamo i personaggi a noi ormai noti, spostarsi dal mondo dove si sono trovati e uniti, alla ricerca della torre nera, per tornare nel mondo conosciuto, in diversi quando.
Jake, padre Callahan e Oy inseguono Susannah – Mia.
Roland e Eddie vanno a trovare Calvin Torre, il proprietario del terreno con la rosa, per concludere il loro contratto e proteggere così quel fiore assai prezioso per l’incolumità dei mondi.
Questo sesto libro scorre veloce, pagina dopo pagina. Ed è quello che, finora, raccoglie in sé, custodisce, i trucchi migliori del vasto repertorio di King.
Oltre che a ripresentarci brani e personaggi pescati da altri suoi libri famosi, il lettore si trova a tu per tu con lo stesso King. Roland e Eddie, infatti, lo vanno a cercare, dopo aver compreso di essere dei personaggi scaturiti dalla sua fantasia.
Ho trovato questo passaggio davvero geniale!
Il libro si conclude col parto imminente di Susannah – Mia e con delle pagine prese da un diario tenuto da King, il quale racconta come stia procedendo il suo lavoro.
E, altro colpo di scena, lo scrittore sfrutta l’incidente che ha avuto nel 1999, quando fu investito da un minivan; ma, sorprese delle sorprese, ne resta, forse,ucciso.
Chi sarà, allora, a scrivere il settimo e ultimo libro della serie della Torre Nera?


Miriam Ballerini
eeditrice.com
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'ultimo cavaliere di Stephen King
Postato da Grazia01 il Venerdì, 22 dicembre @ 17:39:45 CET (986 letture)
Recensioni III

copyright 1982 by S. King
1994 Sperling e Kupfer editori s.p.a.

Dalla nota dell’autore si scopre che L’ultimo cavaliere è stato scritto nell’arco di tempo di dodici anni; durante i quali, King non è rimasto con le mani in mano, ma ha pubblicato diversi altri libri.
Un fattore importante che ha dato l’avvio a questo libro, che fa parte della saga della Torre Nera, è stato, dice l’ autore, la poesia Childe Roland di Robert Browning.
Leggi Tutto... | 3872 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La stanza delle conchiglie
Postato da Miriam il Martedì, 28 novembre @ 13:19:40 CET (1403 letture)
Recensioni III Anche in quest’alba chiara
nella mia testa
è sempre primavera.


Leggi Tutto... | 2496 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0



Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 In riva al mare [ 0 commenti - 8 letture ]
 I miei figli dimenticheranno [ 0 commenti - 16 letture ]
 La triaca [ 0 commenti - 11 letture ]
 Quando la tempesta sarà finita [ 0 commenti - 10 letture ]
 Scegli di avvicinarti a quelli che cantano [ 0 commenti - 17 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy