Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 262
Totale: 262
Chi è online:
 Visitatori:
01: Search
02: Stories Archive
03: Home
04: Search
05: coppermine
06: Home
07: coppermine
08: Home
09: Home
10: Home
11: coppermine
12: coppermine
13: News
14: Home
15: coppermine
16: News
17: Home
18: Search
19: News
20: Home
21: Home
22: Home
23: Home
24: News
25: coppermine
26: News
27: Search
28: Home
29: Home
30: Statistics
31: Stories Archive
32: Home
33: Home
34: Forums
35: Home
36: Home
37: Home
38: Stories Archive
39: Home
40: Home
41: Home
42: News
43: News
44: coppermine
45: coppermine
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: Home
51: Search
52: Home
53: Home
54: coppermine
55: Forums
56: coppermine
57: Home
58: News
59: Home
60: Home
61: Home
62: Forums
63: Home
64: Home
65: Home
66: News
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: Forums
72: coppermine
73: Your Account
74: Home
75: News
76: Stories Archive
77: Home
78: Home
79: Stories Archive
80: Home
81: Home
82: News
83: Home
84: coppermine
85: Home
86: Your Account
87: Search
88: Statistics
89: Home
90: Home
91: Home
92: Stories Archive
93: Home
94: Home
95: Stories Archive
96: Home
97: Home
98: Home
99: Home
100: Home
101: coppermine
102: Home
103: News
104: Home
105: Home
106: Home
107: Home
108: coppermine
109: Home
110: coppermine
111: Home
112: News
113: Home
114: coppermine
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: coppermine
120: Home
121: Home
122: News
123: Search
124: Home
125: Home
126: Home
127: Home
128: Forums
129: Home
130: Stories Archive
131: Home
132: Home
133: News
134: Search
135: Home
136: Stories Archive
137: coppermine
138: Home
139: coppermine
140: Home
141: News
142: Home
143: News
144: Home
145: Home
146: Search
147: Search
148: Home
149: Home
150: Home
151: Search
152: Home
153: Home
154: Home
155: coppermine
156: News
157: Home
158: Stories Archive
159: Home
160: coppermine
161: Home
162: Home
163: Home
164: Search
165: Home
166: Home
167: Home
168: Search
169: coppermine
170: Home
171: Home
172: Home
173: Home
174: Home
175: Home
176: Home
177: coppermine
178: Home
179: Home
180: Home
181: Home
182: News
183: Home
184: Search
185: coppermine
186: News
187: coppermine
188: coppermine
189: coppermine
190: Home
191: Home
192: Home
193: Home
194: News
195: Home
196: Home
197: coppermine
198: coppermine
199: Home
200: Home
201: coppermine
202: coppermine
203: Home
204: Home
205: Home
206: Home
207: Home
208: Stories Archive
209: Home
210: Home
211: Surveys
212: Home
213: Home
214: Home
215: Home
216: Home
217: Home
218: Home
219: Home
220: Stories Archive
221: Home
222: Search
223: Home
224: Home
225: Home
226: Home
227: Home
228: News
229: coppermine
230: Home
231: Home
232: Home
233: Home
234: News
235: Home
236: News
237: Home
238: Home
239: Home
240: Home
241: News
242: Home
243: Home
244: Home
245: Home
246: Home
247: Home
248: coppermine
249: Home
250: coppermine
251: News
252: Home
253: Home
254: Home
255: Home
256: Home
257: Home
258: Home
259: Home
260: Home
261: Home
262: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9053
  · Viste: 1924124
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
CERCAMI
Postato da Anonimo il Sabato, 21 giugno @ 14:43:31 CEST (1271 letture)
Le poesie e i racconti di Fabiola


CERCAMI

Cercami

Nel fluttuante desio dell’uomo

Cercami

Nell’illuminarsi e spegnersi del giorno inclemente

Cercami

Tra gli arcani segreti della mente e le parole scemanti da bocche insincere
Cercami

Nella caparbietà di indossare il vestito della vita

Cercami

Nelle ore di riposo, quando un elemento anche insignificante della natura sembra regalare il segreto dell’esistere

Cercami…

Io ti cerco…ma dove sei?



FABIOLA
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 2.8


La vera istruzione? Scienza, letteratura e lavoro manuale
Postato da Antonio il Venerdì, 20 giugno @ 19:15:24 CEST (5073 letture)
Riflessioni di Francesco Alberoni II La vera istruzione? Scienza, letteratura e lavoro manuale


Non daremo mai abbastanza importanza all'istruzione per l'individuo, per la società. Lo sanno bene le persone dotate di grande intelligenza che hanno incominciato a lavorare giovanissime e sono state frenate dall'aver fatto solo le scuole elementari o le medie inferiori.


Leggi Tutto... | 2281 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


ESISTO
Postato da Tony-Kospan il Venerdì, 20 giugno @ 18:43:05 CEST (1201 letture)
Le poesie di Tony-Kospan I





E S I S T O
Tony Kospan

Esisto
questo solo è certo...

Esisto
come le stelle e i buchi neri...
come le marine e le montagne...
come le piante e gli animali...
come le rocce e le sabbie...
come l'aria e l'energia...

Esisto
come il sole per scaldare...
come il fiore per sbocciare...
cole l'uccello per volare...
come il pesce per nuotare...
come l'Uomo per amare...

Esisto...,
particella dell'Universo
da cui sono nato...,
e mutando ogni giorno...
cerco la felicità...
rimanendo in fondo me stesso...
finché a Lui tornerò
nell'Infinito Mistero...




IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


A sera
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 giugno @ 21:30:34 CEST (958 letture)
Poesie e altro di Hesse I A sera

A sera vanno le coppie di amanti
lentamente attraverso il campo,
donne sciolgono i loro capelli,


Leggi Tutto... | 1114 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Quando la realtà batte il neorealismo
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 giugno @ 13:49:56 CEST (1291 letture)
Attualità I
Quando la realtà batte il neorealismo

A TORINO, 12 MINORENNI DEVASTANO UNO STABILE COME IN «CRIMINAL MINDS».
E A MILANO, DUE GIOVANI SPARANO SUI TRAM, GIOCANDO A «SHOOTING».
FILMANDO TUTTI LE LORO GESTA


Leggi Tutto... | 4163 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IL SILENZIO CHE E' DENTRO DI TE, ILLUMINA LA TUA ANIMA
Postato da Tony-Kospan il Mercoledì, 18 giugno @ 19:59:14 CEST (1257 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni II


Questo è un passo del noto psicologo ... Raffaele Morelli... che mi è apparso davvero interessante e che mi fa piacere farvi conoscere...

IL SILENZIO CHE E' DENTRO DI TE, ILLUMINA LA TUA ANIMA



Lo Sguardo interiore ha un potere immenso, poco sfruttato dalla nostra cultura e men che meno nella nostra epoca, in cui siamo abituati solo a guardare solo ciò che c'è fuori di noi.

Impariamo ad osservare gli alberi, gli animali, gli oggetti: ma non siamo abituati a scrutare la nostra interiorità, ed è per questo che ci fa così paura quel silenzio che sta dentro e dietro i nostri occhi.

Ci sembra che al nostro interno ci siano solo pensieri, ricordi, immagini e ci spaventa quella sensazione di solitudine che ci assale quando siamo noi stessi, ad ascoltare la nostra anima.

Così giudichiamo brutto il mondo interno e iniziamo a popolarlo di parole, immagini, telefonate senza senso.
Invece al di fuori delle maschere che indossiamo per noi stessi e per gli altri, c'è la nostra presenza.

Pessoa, il grande poeta portoghese, la chiamava presenza reale e intendeva che nel nostro intimo c'è qualcosa che non ha niente a che vedere con quello che crediamo di essere.

Sentire la propria presenza quando si lavora, si mangia, si fa l'amore, ci si emoziona significa capire che siamo lì, nell'esperienza che stiamo vivendo.

Occorre dirsi: "Sono qui, e guardo cosa mi succede". Percepire noi stessi nelle cose che facciamo, allontana il cervello dall'essere assorbito, dalle infinite e inutili cose che diciamo a noi stessi e che sono la causa principale del nostro malessere.

Significa sentire la propria presenza.

E questa consapevolezza è un raggio di luce che rischiara i labirinti della mente in cui ci perdiamo.

Quando c'è un problema non occorre cercare di risolverlo è più utile guardarlo.

E ancor più percepire la nostra presenza interiore.

La consapevolezza da sola farà la sua parte.

Se qualcosa non va, devo dirmi: "Io sono qui", e non fare nient'altro.

Raffaele Morelli

(dal web)



Ciao da Tony Kospan

IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Va serenamente....
Postato da Antonio il Mercoledì, 18 giugno @ 19:48:12 CEST (4630 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni I

Va serenamente in mezzo al rumore e alla fretta e ricorda quanta pace ci può essere nel silenzio.
Finché è possibile, senza doverti arrendere, conserva i buoni rapporti con tutti.
Leggi Tutto... | 1902 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Pioggia
Postato da Miriam il Mercoledì, 18 giugno @ 12:38:55 CEST (1944 letture)
Poesie e racconti di Ballerini Miriam Son tante frecce
le gocce,
scoccate a colpire
l’opposto del cielo.


Leggi Tutto... | 457 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


Non ho perduto nulla
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 giugno @ 21:56:10 CEST (1611 letture)
Poesie di Quasimodo Non ho perduto nulla

Sono ancora qui, il sole gira
alle spalle come un falco e la terra
ripete la mia voce nella tua.


Leggi Tutto... | 474 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Addio a Mario Rigoni Stern
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 giugno @ 21:48:21 CEST (3586 letture)
In ricordo Addio a Mario Rigoni Stern
Lo scrittore è morto ad Asiago. Aveva 86 anni



Leggi Tutto... | 3712 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 1


Sotto scacco
Postato da Isabella il Martedì, 17 giugno @ 08:20:27 CEST (1267 letture)
Racconti IV Dietro il rosso di un tramonto spegneva le sue emozioni sul posacenere, accanto ai mozziconi di sigarette lasciati a metà.
Mai che avesse terminato una cosa d'altra parte!
Da mollto ormai lasciava tutto in un perenne stato di sospensione nel tempo.
Così era sicura di non dover decidere alcunchè!
Così non avrebbe più sbagliato. E già..aveva paura di sbagliare di nuovo....
Lì, sotto il portico, inseguiva con lo sguardo il rincorrersi delle onde.
Il loro susseguirsi continuo. Il loro cancellare la più piccola traccia del benchè minimo passaggio sul bagnoasciuga...
Era come vedere scomparire i segni indelebili del dolore, vederli trasformati nella risacca di un passato lontano...vederne cancellato il più piccolo ricordo, quasi a dimenticare di essere esistita fino a quel preciso istante...
E in questa strana forma di incoscienza, trovava l'ebrezza dell'imprevisto.
Del vivere qualunque cosa così come le si presentava, per un tempo stabilito, come se la passione potesse avere una scadenza.
Questo significava respirare le emozioni all'ennesima potenza.
Se era gioia doveva essere la più grande mai provata.
Se fosse stato dolore, doveva essere straziante.
Tanto tutto poi finiva. Tutto perdeva il senso che aveva avuto fino a quel preciso istante.
Questo suo incostante modo di essere, la faceva sentire viva dentro....
Padrona del gioco della seduzione, aveva imparato ad affabulare la vita.
O così almeno le sembrava.
Non si accorgeva che era diventata pedina di un gioco più grande di lei.
Non si possono annichilire i propri desideri. Non così a lungo.
Così, quando conobbe l'amore, si trovò sotto scacco di una regina malvagia...la paura di perdere sè stessi dentro la lacrima di un sogno.


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.23


PRIMA CHE BRUCI PARIGI
Postato da Antonio il Lunedì, 16 giugno @ 20:41:36 CEST (5469 letture)
Poesie di Hikmet
PRIMA CHE BRUCI PARIGI


Finchè ancora tempo,mio amore
e prima che bruci Parigi
finchè ancora tempo, mio amore


Leggi Tutto... | 2007 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Mio nonno, anche
Postato da Grazia01 il Lunedì, 16 giugno @ 20:00:34 CEST (2083 letture)
Racconti e poesie di José Saramago

Mio nonno, anche

Forse il giorno piovoso è responsabile di questa malinconia. Siamo una macchina complicata, in cui i fili del presente attivo si intrecciano nella tela del passato morto, aggrovigliandosi in nodi e cappi sicché a volte la vita ci crolla addosso o ci lascia perplessi, confusi, e improvvisamente amputati del futuro. Cade la pioggia, il vento scompiglia l'arida compostezza degli alberi senza foglie e dai tempi passati giunge un'immagine perduta, un uomo alto e magro, vecchio, ora che si avvicina, per una carrareccia allagata.
Leggi Tutto... | 3106 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


ALLEGORIA DELLE FARFALLE
Postato da Tony-Kospan il Lunedì, 16 giugno @ 19:04:14 CEST (5863 letture)
Post di Tony Kospan I


ALLEGORIA DELLE FARFALLE - POESIA SUFI

Questa poesia, insieme ad altre di Attar, grande poeta Sufi...,



è stata presentata nella trasmissione culturale noturna di RAI2...
e mi è anche piaciuta la discussione che ne è seguita...
tesa a carpire il profondo significato degli ultimi versi...
che a prima vista potrebbero sembrare un pò misteriosi...



Allegoria delle Farfalle
- Attar -

Un notte le farfalle si riunirono
in assemblea, volevano conoscere
che cosa fosse una candela. E dissero:
“Chi andrà a cercar notizie su di essa?”


La prima andò a volare intorno a un castello
e da lontano, dall’esterno vide
una luce che brillava. Tornò
e con parole dotte la descrisse.
Ma una saggia farfalla – presiedeva
lei l’assemblea – le disse:
“Tu nulla sai”.


Ed un’altra partì, si avvicinò
arrivò sino a urtare nella cera.
Nei raggi della fiamma fece svoli.
Tornò, raccontò quello che sapeva.
Ma la farfalla saggia disse: “Tu,
tu nulla più della prima hai conosciuto”.


Un terza si mosse infine, ed ebbra entrò
battendo le ali forte nella fiamma
tese il corpo alla fiamma, l’abbracciò
in essa si perdette piena di gioia
avvolta tutta nel fuoco, di porpora
divennero le sue membra, tutte fuoco.


E quando di lontano la farfalla
saggia la vide divenuta una
cosa sola con la candela, e tutta luce
disse: “Lei sola ha toccato la meta, lei sola sa”.


Chi più di sé è dimentico
quello tra tutti sa.
Finché non oblierai
il tuo corpo, la tua anima,
che cosa mai saprai
dell’Amata?



Cosa ne pensate?

Ciao da Tony Kospan

IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il cafè Guerbois
Postato da Grazia01 il Lunedì, 16 giugno @ 13:06:20 CEST (1347 letture)
ARTE I Il Cafè Guerbois si trovava nell'attuale Avenue de Clichy 9 (già grande-rue des Batignolles 11); la città di Parigi ha apposto un pannello a memoria del luogo



Manet aveva scoperto il Guerbois verso il 1863. Situato in grande-rue des Batignolles numero 11 (oggi avenue de Clichy, 9), il caffè era accanto al negozio Hennequin, dove Manet andava a comperare i colori. Uomo di caffè, aveva preso l'abitudine di sostarvi; poi, trovando il posto piacevole, di andarvi quasi tutte le sere dopo il lavoro.
Il Guerbois era un locale di periferia, con giardino e pergolato, destinato ai pranzi di nozze, ai banchetti e ai giocatori di biliardo. Non aveva niente dell'eleganza di Tortoni o del Café de Bade, ma era comodo, perché Manet e i suoi amici abitavano quasi tutti nel quartiere Batignolles. Lì, essi potevano anche trovare delle modelle tra le ragazze della zona, creature facili ma poco venali, come sarebbe stata poi Suzanne Valadon.
Leggi Tutto... | 4572 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


ATROCE DESTINO
Postato da zognetto il Domenica, 15 giugno @ 12:10:58 CEST (1294 letture)
Messaggi II
Guardate gli occhi di questa bambina,povero piccolo angelo...

vorrei postare una piccola poesia sul destino...
Leggi Tutto... | 262 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


VI PRESENTO IL CAFFè DE GUERBOIS
Postato da zognetto il Sabato, 14 giugno @ 14:35:02 CEST (1252 letture)
ARTE I Ciao ragazzi,vorrei presentarvi uno dei primi frequentatori del CAFFè GUERBOIS,Eduard Manet,che ha dato il via al Movimento impressionista in francia.
a lui si sono uniti Monet,Degas,Cesanne,Gauguin e molti altri artisti,tra cui scrittori e poeti......
che bella compagnia doveva essere!!!!!
ecco,il loro ritrovo era il CAFFè DE GUERBOIS,ragazzi,se avete delle immagini o notizie a riguardo,postatele,in modo che possiamo fare un bel salotto!!!!!!
Leggi Tutto... | 3 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


"Scuorati"
Postato da Miriam il Venerdì, 13 giugno @ 16:52:55 CEST (5681 letture)
Poesie e racconti di Ballerini Miriam Tutti simili:
inarrestabili fiumi in piena
di parole contro.


Leggi Tutto... | 606 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3.71


Le notti dei pittori
Postato da zognetto il Venerdì, 13 giugno @ 16:51:07 CEST (1289 letture)
ARTE I ogni pittore di notte sogna la pennellata perfetta

la pennellata che possa far sparire la tristezza dal viso della gente

la pennellata che possa togliere l'indifferenza dal viso della gente

la pennellata che lo fa svegliare contento

salvo poi accorgersi che se l'è gia dimentiacata


ZOGNETTO

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ai bambini una carezza
Postato da zognetto il Giovedì, 12 giugno @ 22:37:58 CEST (1275 letture)
Riflessioni I Ai bambini una carezza

per tutte le infanzie rubate

per i legami strappati

per i fiori recisi

per le andate senza ritorno

per tutti i “progetti-uomo” mai realizzati

per tutte le ferite dell’abbandono

per tutto il freddo

per tutta la paura

per tutto l’odio

per tutta la fame

per tutto il non amore…


Zognetto


Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


copia d'autore di Zognetto
Postato da zognetto il Giovedì, 12 giugno @ 22:29:51 CEST (1083 letture)
ARTE I CIAO RAGAZZI!!!!!!

Posto questa mia copia d'autore,un omaggio al Ferruzzi
che ha forse dipinto la migliore e piu semplice opera che a come tema la maternità.
la includo nella lista disposizione dell'iniziativa che ho chiamato
"dipingiamo per il Brasile!!!"
se volete saprne di più,sono a dsposizione,ragazzi!!!!






Molto Felice Molto Felice Molto Felice Molto Felice
Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Momenti d'incanto
Postato da Grazia01 il Giovedì, 12 giugno @ 22:16:40 CEST (1408 letture)
Le poesie e altro di Grazia IV
Momenti d’incanto



I momenti d’incanto, quegli istanti di pura gioia
in cui il cuore si gonfia come un aquilone


Leggi Tutto... | 513 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La generazione del dopoguerra raccontata in un romanzo
Postato da Antonio il Giovedì, 12 giugno @ 10:32:10 CEST (4151 letture)
Recensioni III È il romanzo di una generazione, quella delle nate e dei nati tra il1945 e il 1950, cioè negli anni dell'immediato dopoguerra.

Leggi Tutto... | 990 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Airto Moreira, la leggenda
Postato da Grazia01 il Giovedì, 12 giugno @ 08:40:20 CEST (1145 letture)
Mostre e spettacoli Fugace visita italiana dell'ex Weather Report, percussionista tra i più contesi della storia. Che anche al Festival brasiliano di Bologna si produce in uno dei suoi straordinari e trascinanti assolo.



Un'immagine del percussionista durante il concerto bolognese

L'incontro con Airto Moreira avviene all'aeroporto di Bologna, dove abbiamo predisposto un piccolo comitato di accoglienza composto da associati Mambo e Marakatimba. Il volo è in orario ma i controlli per i «non Shengen» sono già meticolosi normalmente, figurarsi per uno che presenta tre valigione piene di strumenti da percussione più strani del mondo, molti dei quali autocostruiti.
Leggi Tutto... | 5603 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PICCOLI ANGELI......
Postato da zognetto il Mercoledì, 11 giugno @ 21:52:26 CEST (1581 letture)
Messaggi I ragazzi vorrei postarvi questa immagine dei bambini ospiti presso
una casa di accoglienza in Brasile,dove opera da circa vent'anni
una signora mia compaesana,grandissima persona!!!!!!

il mio peniero va ai milioni di bambini meno fortunati che ancora vivono nelle favelas,in condizioni disumane.....ragazzi...

BISOGNA AIUTARLI!!!!!!!!!

NON SI PUò NASCONDERE LE TESTA SOTTOTERRA!!!!!

a breve vorrei mettervi a conoscenza di una mia iniziativa in qusto senso,a presto ragazzi....


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


MALINCONIA
Postato da Tony-Kospan il Mercoledì, 11 giugno @ 19:01:41 CEST (1455 letture)
Le poesie di Tony-Kospan I


M A L I N C O N I A



Un'ombra nell'animo ascosa,

un peso fatto di niente,

forse un bacio desiato,

vissuto, sofferto e perduto,

il ricordo d'un amore lontano,

il pensiero d'un'amicizia tradita,

una speranza delusa,

un sogno smarrito

un sorriso negato...

l'animo rendonmi triste

pur senza vero dolore.

Tony Kospan


Malinconia - Edvard Munch

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


Non è mai troppo tardi (41-42)
Postato da Antonio il Mercoledì, 11 giugno @ 09:04:19 CEST (7252 letture)
Storia continua....

lezione n. 41

Decadenza dell'Impero: l'anarchia al potere


Morto Alessandro Severo (235 d.c.), Roma conobbe un periodo di caos totale, durato quasi cinquant'anni. In questi cinquant'anni si succedettero al trono qualcosa come ventuno imperatori, monarchi per lo più imposti dall'esercito, contro il volere del Senato, e sostenuti economicamente dagli elettori. Di questi ventuno imperatori, sedici furono ammazzati (in maggior parte dagli stessi fautori), due morirono in guerra, uno si suicidò, uno morì di peste e un altro crepò in prigione. Mi domando se tutto sommato, a Roma non convenisse essere barbone che imperatore.


Leggi Tutto... | 3764 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


METTIAMO L'UMORISMO...NEL MOTORE DELLA NOSTRA VITA
Postato da Tony-Kospan il Martedì, 10 giugno @ 19:52:56 CEST (783 letture)
Post di Tony Kospan I


METTIAMO L'UMORISMO...
NEL MOTORE DELLA NOSTRA VITA



Affrontate i problemi con senso dell'umorismo.
Il senso dell'umorismo è una funzione naturale degli esseri umani...
Se si è privi di senso dell'umorismo, si finisce per rifare le stesse cose.

Senza una risata, qualunque cavolata abbiamo fatto, la facciamo di nuovo.

Quando le persone si sentono in colpa,
si lamentano e brontolano e rifaranno la stessa cosa.

Possiamo invece sentirci sorpresi, sollevati e contenti di averlo notato
e cominciare a ridere.

Allora cosa accade?
Apriamo una porta. Possiamo fuggire a tutto quel mondo.

La gente dice: "Un giorno ci ripenserò e ci riderò sopra".
Perché aspettare quel giorno? Non serve a niente.
E' ora che devi ridere...

Con la capacità di ridere,
avete la libertà di evadere dal vostro stesso modello del mondo.

Molte volte le persone ridono, ma non evadono.
Cogliete il momento. Usate l'istante della risata...
usatela appieno... abbandonatevi del tutto ad essa...

Guardate una situazione sembra seria ma attenti...
guardate come è ridicola in realtà.

In un altro contesto o in un altro momento...
in una diversa società... in una diversa cultura
lo sarebbe.

Potete dunque modificare le vostre percezioni a sufficienza per farlo.





Questo passo è tratto da
Il tempo per cambiare di Richard Bandler
con qualche mia piccola modifica...


Bandler non è per nulla preoccupato dall'idea di dare un tono serioso alla propria disciplina; è piuttosto concentrato sull'idea di ottenere risultati e sa che il divertimento rende tutto più facile, tanto da dire che
"se non è divertente, probabilmente non funziona".


Dati tali presupposti, possiamo capire perché per Bandler la PNL sia libertà, la libertà di uscire in qualsiasi momento dalla propria situazione contingente per osservarla da un altro punto di vista, la libertà di trovare il lato umoristico di ogni cosa, perfino quella più drammatica, la libertà di fare piazza pulita di rancori, sensi di colpa e di tutti quegli ostacoli che abbiamo posto tra noi e la felicità.

Spesso si è portati ad associare il divertimento all'idea di superficialità;

è infatti noto il detto "il riso abbonda sulle labbra degli stolti".

In realtà saper ridere di sé richiede un grande equilibrio interiore e la capacità di vedere oltre le cose per assaporare il bello della vita.

Il divertimento è la migliore arma di difesa contro la sofferenza provocata dal comportamento altrui.

In ogni momento possiamo farne uso: Victor Frankl riuscì perfino a trovare qualcosa di cui ridere ad Auschwitz! Figuratevi se noi non abbiamo la possibilità di ridere del collega arrivista, del vicino di casa molesto o della suocera invadente...



Non sapevo d'esser un allievo di Bandler...
Infatti l'ho sempre pensata così...
Suvvia dunque cerchiamo sempre il lato comico delle cose...
Ci farà star bene... O quantomeno ci aiuterà molto...



Ciao da Tony Kospan

IL MONDO DI ORSOSOGNANTE
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


NON C'È POSTO di Ferreira Gullar
Postato da Grazia01 il Martedì, 10 giugno @ 18:40:46 CEST (1333 letture)
Poeti sudamericani NON C'È POSTO

Per il prezzo dei fagioli
non c'è posto nella poesia. Per il prezzo
del riso
non c'è posto nella poesia.



Leggi Tutto... | 851 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ferreira Gullar
Postato da Grazia01 il Martedì, 10 giugno @ 18:33:08 CEST (1384 letture)
Biografie VI

FERREIRA GULLAR:
POESIA PER UMANIZZARE LA STORIA


Ferreira Gullar, nome d'arte di José Ribamar Ferreira, è uno dei più significativi poeti brasiliani contemporanei. È nato a São Luís del Maranhão, nel Nordest del Brasile, il 10 settembre 1930. Primo di otto figli, ha un'infanzia ribelle di chi mal sopporta la rigida disciplina delle scuole di allora. Scopre presto la poesia, anzi - secondo quanto afferma - la poesia lo salva, impedendo che intraprenda la strada di tanti ragazzi difficili finiti nella strada. Pubblica il primo libro a soli diciannove anni, nel 1949, Um pouco acima do chão, e da allora non si ferma più.
Leggi Tutto... | 3758 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Rotonda terra [ 0 commenti - 7 letture ]
 Verso Luino [ 0 commenti - 8 letture ]
 E per sopravvivere [ 1 commenti - 25 letture ]
 A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI [ 0 commenti - 88 letture ]
 Spiegami la fioritura [ 0 commenti - 19 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy