Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 121
Totale: 121
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: Stories Archive
05: News
06: Home
07: Home
08: Home
09: News
10: Stories Archive
11: Stories Archive
12: Home
13: Forums
14: Home
15: Stories Archive
16: Stories Archive
17: Home
18: coppermine
19: Home
20: Home
21: Home
22: Home
23: News
24: coppermine
25: Home
26: Home
27: Stories Archive
28: Home
29: News
30: News
31: Home
32: News
33: Home
34: Home
35: News
36: Home
37: Home
38: Home
39: Home
40: Stories Archive
41: Home
42: Home
43: coppermine
44: Home
45: Home
46: coppermine
47: Home
48: Home
49: Stories Archive
50: Home
51: Home
52: Home
53: Stories Archive
54: News
55: Home
56: coppermine
57: Home
58: Your Account
59: Stories Archive
60: Search
61: coppermine
62: coppermine
63: Home
64: Home
65: Home
66: coppermine
67: Home
68: Home
69: Your Account
70: coppermine
71: coppermine
72: Home
73: coppermine
74: coppermine
75: Home
76: Home
77: coppermine
78: Search
79: Stories Archive
80: Home
81: Home
82: Home
83: News
84: Home
85: Home
86: Home
87: Stories Archive
88: Stories Archive
89: Home
90: coppermine
91: Home
92: Home
93: Stories Archive
94: Stories Archive
95: Home
96: Your Account
97: Home
98: News
99: Home
100: Home
101: Home
102: Home
103: coppermine
104: Home
105: Home
106: Home
107: coppermine
108: Stories Archive
109: Home
110: Home
111: Home
112: Home
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: News
118: Home
119: Forums
120: News
121: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8987
  · Viste: 1918393
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Novità in rete Google «protegge» i dati
Postato da Grazia01 il Sabato, 21 aprile @ 08:33:09 CEST (821 letture)
Internet I Novità in rete Google «protegge» i dati e tutela il copyright Nuovi strumenti per consentire di cancellare i propri contenuti dal motore di ricerca, e per bloccare «ulpoad» fuorilegge su YouTube
STATI UNITI – Ancora nuove idee dalla società di Brin e Page.
Questa volta Google si è mosso sul versante dei contenuti, rilasciando sia una nuova procedura che consentirà ai gestori di siti internet di rimuovere agevolmente pagine indicizzate dal motore di ricerca, sia un filtro che impedisca agli internauti di pubblicare su You Tube qualsiasi video protetto da copyright.


Leggi Tutto... | 3340 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il tunnel sottomarino più lungo del mondo
Postato da Grazia01 il Sabato, 21 aprile @ 08:29:25 CEST (2517 letture)
Attualità I

Il progetto del tunnel tra Siberia e Alaska
La Russia si collegherà agli Stati Uniti, tramite lo Stretto di Bering, con il tunnel subacqueo più lungo del mondo: 100 chilometri



MOSCA - La Russia sta progettando di costruire il più lungo tunnel sottomarino al mondo, e la prossima settimana i funzionari di Mosca presenteranno ufficialmente il progetto ai governi canadese e statunitense.
Leggi Tutto... | 2271 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 2.33


Notte di luna
Postato da Grazia01 il Venerdì, 20 aprile @ 23:02:45 CEST (1223 letture)
Poesie della buonanotte I




Calda è la notte. A guisa di scintille,
che sprizzano dal ferro arroventato
sotto i colpi del maglio, a mille a mille
volteggiano le lucciole nel prato.

Fluttua nell' acque nitide e tranquille
dell'Astichel la luna: in ogni lato
posan l'aure e le fronde, e dalle ville
odi appena venir qualche latrato.

Di tetto in tetto con infausto grido
svolazza la civetta insidiando
de'non piumati rondinini al nido;

ma, come sopraffatto a tanta pace
della terra e del ciel, di quando in quando
manda un gorgheggio l'usignolo e tace.

Giacomo Zanella
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il «pedale anti-capo», per non farti scoprire
Postato da Grazia01 il Venerdì, 20 aprile @ 12:32:13 CEST (1064 letture)
Invenzioni e origini I

Veramente nessuno sa cos'è il «tasto anti-capo»?
Un tasto che una volta pigiato nasconde ciò che attualmente si sta facendo al pc. Al pc sul posto di lavoro, beninteso.
Che si giochi una partita a «solitario», che si chatti o che si navighi in Rete invece di ultimare magari una tabella Excel.
Non avendo in quell'istante, per qualsivoglia motivo, nessuna mano libera per pigiare il «tasto anti-capo» e non scoprire così le proprie carte davanti al superiore, ecco arrivare in soccorso il pulsante d'emergenza.
Anzi, il pedale - nascosto accuratamente sotto la scrivania. Il suo nome è semplicemente «Stealth Switch»; «Stealth» come il velivolo superveloce e «switch», dall'inglese «cambio».
Grazie a questo pedale viene nascosta improvvisamente dallo schermo la finestra «proibita», riaprendo l'ambiente lavorativo.
La privacy verrà garantita all'istante e, assicurano dalla società produttrice cinese, nessuno noterà movimenti improvvisi o si insospettirà.


guarda demo su:

http://www.stealthswitch.com/demo.asp
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Reo
Postato da Miriam il Venerdì, 20 aprile @ 09:59:12 CEST (4590 letture)
Poesie e racconti di Ballerini Miriam Sono ombra
avvizzita,
intristita.


Leggi Tutto... | 387 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Nhan bu - La scuola dello stagno
Postato da Miriam il Venerdì, 20 aprile @ 09:52:26 CEST (989 letture)
Recensioni IV Ambientato in Vietnam, questo romanzo sulle arti marziali è scritto e vissuto attraverso gli occhi del bambino protagonista, e del suo sogno: diventare un abile guerriero.
Leggi Tutto... | 2761 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Nomi di marca
Postato da spalato il Giovedì, 19 aprile @ 23:35:47 CEST (1407 letture)
Argomenti vari II L'origine di alcuni dei più famosi nomi di marca:


COCA-COLA: il nome del marchio più famoso e più forte del mondo (si calcola il suo valore in 68.9 miliardi di dollari) deriva dal nome della coca, un arbusto sudamericano e da quello della cola, un estratto della noce di kola.

GOOGLE: il nome del motore di ricerca più famoso del mondo deriva dalla parola del gergo matematico googol che indica la cifra formata da un 1 seguito da 100 zeri: chiaro il riferimento all'obbiettivo di indicizzare un numero di pagine web enorme. Da notare che il termine venne "coniato" dal nipote (di 9 anni) del matematico che introdusse l'uso del googol.

ADIDAS: Adolf Dassler fu il fondatore dell'azienda di abbigliamento sportivo che creò questo nome prendendo spunto dal suo: il suo soprannome era Adi e da Adi e Dassler nacque Adidas.
Leggi Tutto... | 3660 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3


Nasce la sera
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 aprile @ 23:13:45 CEST (1199 letture)
Poesie della buonanotte I NASCE LA SERA



Nasce la sera attorno ai campanili
soavemente, sveglia le campane,
placa le pietre,
più quieto è il mormorio delle fontane,
sfiora le strade, entra nei cortili,
varca le soglie, accende le lucerne.

E in questa eterna realtà raccolgo
i brandelli sparsi e ricompongo
l’anima mia.

Cesare Cuttin
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Magia della notte
Postato da Antonio il Giovedì, 19 aprile @ 18:23:10 CEST (1904 letture)
Poesie della buonanotte I


Una stella
che ti sfiora
nella notte

Un gabbiano
che cattura
il tuo pensiero

Una goccia
rubata
alla pioggia

Un sorriso
che ti accarezza
come piuma nel vento
Leggi Tutto... | 562 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


Il dono della terra
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 aprile @ 13:29:51 CEST (1403 letture)
Leggende e fiabe  I


C’era un contadino che coltivava il suo campo e ne ricavava abbastanza per non morire di fame insieme a sua moglie e ai suoi molti figli. La fatica era tanta, il pane poco e la famiglia tirava avanti accontentandosi di cavoli e latte acido. "Essere poveri è come avere una malattia che non guarisce mai."
Diceva il contadino sospirando. E questo pensiero lo tormentava tanto che un giorno andò dal pope del villaggio e gli chiese: "Dimmi, babbino, perché ci sono uomini che portano vesti di seta ed hanno mani bianche e delicate, buone solo a contare le monete d’oro, ed altri che come me si spezzano la schiena zappando tutto il giorno?"
Leggi Tutto... | 2458 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


CANCELLERANNO IL GIORNO
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 18 aprile @ 16:44:25 CEST (1103 letture)
Poesie originali e strane I

Cancelleranno il giorno.
Le pagine riunite saranno
tutte nel dubbio.
Cancelleranno il giorno. Rispondete
voi, che perdeste la fede,
voi, che una nebbia tardiva
nascose a me.
Rispondete!
Si ode appena
il fischio rauco del treno.
Cancellate dalla parola tutte le strade,
i sentieri confusi.
Rispondete, giorni passati
che riecheggiate di un suono incerto.
Solo il vento sibila strano
sgomberando i crocicchi.
lo stessa cancellerò i dubbi
delle pagine, senza capire.


Nika Turbina
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La fata e la strega
Postato da Antonio il Mercoledì, 18 aprile @ 12:11:53 CEST (1883 letture)
Leggende e fiabe II


C'era una volta una fata che sognava di essere cattiva e di una strega che voleva tanto diventare buona.
La fata chiede aiuto al Tribunale delle Presenze Celesti e riceve il permesso di compiere tre cattive azioni.
È molto soddisfatta e si compera un pugnale, un vestito nero e un dizionario delle brutte parole.
Si veste, nasconde il pugnale in una manica ed incomincia ad imparare a memoria le prime dieci pagine del dizionario.
Recitando soave parole violente e volgari percorre le strade della sua città, cerca qualcuno da aggredire, da far piangere, da far soffrire.
Ma tutti le sembrano belli e buoni e simpatici così non riesce a fare del male a nessuno anche se ne ha tanta voglia.
Continua a essere una fata benigna e si odia per questo e piange tutta sola avvolta nei suoi lunghissimi capelli biondi.
È seduta per terra all'angolo di una strada, quando le passa davanti una strega veramente bruttissima con i peli sulla bocca e la faccia magra e i seni come due borse mezze vuote e i capelli intrecciati con sottili serpenti morti.
Leggi Tutto... | 1202 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La giungla delle tariffe anche per chi naviga via cellulare
Postato da spalato il Mercoledì, 18 aprile @ 09:36:30 CEST (921 letture)
Attualità I Nel frattempo l'Antitrust si scaglia contro la pubblicità ingannevole

VNUnet.it, 17-04-2007

La fine dei costi di ricarica sta diventando una trappola per gli utenti? La domanda è d'obbligo dopo che Wind ha rimodulato le tariffe e Vodafone ha cancellato Happy ricarica, la tariffa low cost. Ora l'attenzione si sposta sui rincari delle tariffe nella navigazione mobile: Telecom dal due aprile ha aumentato di 8 centesimi lo scatto per entrare nel portale mobile; Wind dal 16 aprile fa pagare 30 centesimi l'accesso al portale.

Di fronte a questo Far West l'Antitrust lancia un allarme per la pubblicità ingannevole nella telefonia fissa e mobile. I consumatori sono disorientati da spot televisivi che traggono in inganno e che evolgono continuamente. L'Autorità ha già sanzionato le pubblicità trappola per 1,6 milioni di euro, corrispondenti al 25% del totale delle multe decise.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sesso e telefonini, l’amore sbagliato dei ragazzi
Postato da Antonio il Martedì, 17 aprile @ 18:33:49 CEST (4341 letture)
Riflessioni di Francesco Alberoni I

Si diffonde sempre di più fra i ragazzi e le ragazze dai 12 ai 16 anni l’abitudine di fare sesso, di filmarlo con i cellulari e poi passarselo fra amici o mandarlo in rete.
L’iniziativa viene dai maschi più vecchi di qualche anno, che convincono i più piccoli e le ragazzine.
Quasi sempre queste in seguito si pentono, restano traumatizzate, intervengono i genitori, ma poi tutto ricomincia come prima. Cosa sta succedendo? Per rispondere dobbiamo partire da un dato biologico. A questa età i giovani maschi hanno due soli impulsi molto sviluppati: l’aggressività e il sesso.
Leggi Tutto... | 1958 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Paolo Conte
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 aprile @ 09:59:48 CEST (1913 letture)
Testi canzoni II

Via con me

Via, via, vieni via di qui,
niente più ti lega a questi luoghi,
neanche questi fiori azzurri…
via, via, neache questo tempo grigio
pieno di musiche e di uomini che ti son piaciuti,


It’s wonderfoul, it’s wonderfoul, it’s wonderfoul
good luck my babe, it’s wonderfoul,
it’s wonderfoul, it’s wonderfoul, I dream of you…
chips, chips, du-du-du-du-du

Via, via, vieni via con me
entra in questo anore buio,
non perderti per niente al mondo…
via, via, non perderti per niente al mondo

Lo spettacolo d’ arte varia di uno innamorato di te,
it’s wonderfoul, it’s wonderfoul…
Leggi Tutto... | 14140 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Musica in collina
Postato da Miriam il Lunedì, 16 aprile @ 12:44:49 CEST (1564 letture)
Mostre e spettacoli
SABATO 21 APRILE ORE 21 – FALOPPIO AUDITORIUM COMUNALE - VIA ROMA

RICCARDO ZAPPA TRIO

(CON WALTER CALLONI E RINO ZURZOLO)


Leggi Tutto... | 3837 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Avvistamenti Ufo
Postato da Antonio il Lunedì, 16 aprile @ 06:48:24 CEST (1993 letture)
Attualità I

Nel 2005 gli episodi erano stati quattro.
Il record nel 2001: dodici
L'Aeronautica: avvistati tre Ufo nel 2006
Gli avvistamenti sono stati segnalati da alcuni cittadini e registrati


ROMA - Tre presunti avvistamenti di Ufo sono stati registrati, nel 2006, dall'Aeronautica militare: uno a maggio e due a settembre, secondo i dati raccolti dal Reparto generale sicurezza della Forza armata, che si occupa anche di queste cose. Tra i compiti del Reparto, infatti, c'è pure quello di «seguire e trattare le segnalazioni di oggetti volanti non identificati, per le quali viene redatto un riepilogo annuale». Ma, viene precisato, «per uso esclusivamente statistico»: non vengono cioè espresse valutazioni sull'attendibilità dei casi segnalati, provenienti da diverse fonti.
Leggi Tutto... | 3531 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3


Modi di dire V
Postato da Antonio il Lunedì, 16 aprile @ 06:24:24 CEST (2355 letture)
Invenzioni e origini I L’INSALATA RUSSA
Questa è proprio bella da raccontare: perché l'insalata russa si chiama così? Intanto preciso che, a parte le tante varianti di questo piatto, più o meno "ricco", la base rimane pur sempre un miscuglio di verdure lessate, ridotte a dadini e legate con maionese.
Insomma ogni cuoco (cuoca) può dar spazio alla propria fantasia, ma il miscuglio di verdure deve sempre esserci.
Esattamente come la Russia è un miscuglio di popolazioni di origini e tradizioni diverse. E questa è una prima spiegazione.
Un'altra interpretazione sull'origine del nome viene dal cuoco del diplomatico Reuss. Questo cuoco, essendo evidentemente un bel ruffiano, diede a questo piatto il nome del suo.....datore di lavoro: l'ambasciatore Reuss, per l'appunto.

NATO CON LA CAMICIA
Per comprendere questo modo di dire popolare si deve risalire a un'antica credenza secondo la quale avrebbe avuto un grande futuro il neonato che, nel venire al mondo, avesse avuto ancora sul suo corpicino una parte della pellicola amniotica, la placenta, che lo avvolgeva nel ventre materno.
I Greci, per esempio, traevano auspici attraverso una particolare tecnica detta "amniomanzia" (appunto dal greco amnion, membrana, e manzia, divinazione).
Le levatrici dell'antica Roma, invece, furbe come poche altre, anzi che perdere tempo a "prevedere il futuro", vendevano brandelli di placenta come amuleti.

CHI NON SCIOPERA È UN CRUMIRO
La Crumiria è una regione settentrionale della Tunisia abitata da un'antica popolazione berbera.
Nell'Ottocento, la ribellione e il brigantaggio dei crumiri offrirono alla Francia (ma guarda un po' che novità!!!!) il pretesto per intervenire in aiuto del bey di Tunisi (1881).
Ovviamente i crumiri non erano ben visti dai francesi che incominciarono a usare il loro nome soprattutto per indicare quei lavoratori che rifiutavano di sostenere, anche ricorrendo agli scioperi, la battaglia per un generale miglioramento delle condizioni di lavoro.
Il termine attraversò poi le Alpi e cominciò a essere usato anche qui da noi per indicare, per l'appunto, quei lavoratori che si rifiutavano di partecipare attivamente alle battaglie sindacali.
Leggi Tutto... | 4478 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


SIETE CAPACI DI ASCOLTARE LA PIOGGIA.....?
Postato da Grazia01 il Domenica, 15 aprile @ 23:23:08 CEST (1242 letture)
Poesie originali e strane I SIETE CAPACI DI ASCOLTARE LA PIOGGIA CON LE DITA?



Siete capaci di ascoltare la pioggia con le dita?
È semplice!
Toccate con la mano la corteccia di un albero,
fremerà sotto le vostre dita,
come un cavallo bagnato.
Toccate con la mano
il vetro della finestra di notte.
Sentite?
Teme la pioggia,
ma dalle umide gocce
deve proteggermi
e io attraverso il vetro
le gocce accarezzerò con le dita.
Pioggia!
Porta!
Ascolta, porta,
lasciami uscire!
La strada risuona tutta di ruscelli.
Voglio sentire la pioggia con le dita
per poter dopo scrivere la musica.

Nika Turbina
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Amici in internet
Postato da Grazia01 il Domenica, 15 aprile @ 23:03:59 CEST (855 letture)
Internet I

Gli amici in Internet contano come quelli in carne e ossa


Gli amici incontrati in Internet valgono,come quelli veri.
E' il sorprendente risultato di una ricerca condotta dalla Southern California University. Collegarsi alla chat e non vedere sul proprio computer il nickname del confidente preferito è una delusione.
Proprio come quella che si prova quando un amico in carne e ossa non si presenta a un appuntamento o non si fa più vivo al telefono.


Leggi Tutto... | 2026 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Modi di dire IV
Postato da Antonio il Domenica, 15 aprile @ 18:34:38 CEST (3137 letture)
Invenzioni e origini I NDRAGHETA
Si tratta, come tutti sanno, della criminalità organizzata calabrese che ora, però, si è trasferita specialmente a Milano ove “monopolizza” il traffico della droga, è inserita nel mondo dell’alta finanza, tratta in immobili, gestisce non poche attività commerciali, compresi molti locali notturni e altro ancora.
E’ considerata, dal servizio segreto tedesco, la più pericolosa associazione criminale d’Europa, da quando ha “indossato l’abito blu”.
‘Ndragheta significa “uomini valorosi”, dal greco andragathoi, e la sua base iniziale era sull’Aspromonte, sopra San Luca (Reggio Calabria) dove ogni anno i big di questa….associazione si riunivano per venerare la "Madonna della Montagna": una statua della madonna di pietra siracusana scelta come simbolo ancestrale della stessa ‘ndragheta. Più che venerare la Madonna, i capi delle famiglie (‘ndrine) sparse per il mondo mettevano a punto i programmi per la loro attività. Con i soldi ricavati con i molteplici sequestri di persone, hanno messo in piedi, come detto, a un’attività apparentemente “pulita” che produce miliardi di euro all’anno.

FARE IL BUCATO
Il termine "bucato" è il participio passato del verbo gallo-romanzo "bucare" corrispondente al francese bukon che indicava proprio l’operazione del fare il bucato con la liscivia.
In Germania anche oggi si usa il corrispettivo bauchen.
L’origine, comunque, pare risalga ai reparti militari romani di stanza ai confini con i Germani, in epoca imperiale.
Ciò spiegherebbe, fra l’altro, la ragione per la quale anche in Italia si è diffusa l’espressione fare il bucato anzi che quella - che sarebbe stata più logica - di fare il lavaggio.

LA DONNA INCINTA
Già nel XIII secolo una donna che aspettava un bambino (una donna …..in attesa) veniva definita incinta.
Jacopone da Todi, per esempio, scriveva, a proposito della Madonna: "Spirito Santo, amor sommo e paterno, riempié lei del suo santo governo, incinta si trovò la pulzelletta".
L’etimologia della parola ci porta al latino medioevale incincta che, a sua volta, deve considerarsi una derivazione dal latino classico. Per farla breve il senso vuol dire che la donna gravida non poteva essere cinta, cioè non poteva portare alcuna cintura, non solo perché ovviamente le dimensioni del ventre (pancia) si modificavano, ma anche per il timore che una cintura qualsiasi potesse danneggiare il feto.
Leggi Tutto... | 3224 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 2


Mostra fotografica
Postato da Miriam il Domenica, 15 aprile @ 15:59:59 CEST (1101 letture)
Mostre e spettacoli Le associazioni “Il pozzo - onlus”, “Il fontanile” e l’istituto comprensivo Carlo Carminati di Lonate Pozzolo; col Patrocinio del Comune di Lonate Pozzolo e della Provincia di Varese, organizzano la mostra fotografica di Aldo Colnago
Leggi Tutto... | 863 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Adsl nell'occhio del ciclone
Postato da spalato il Domenica, 15 aprile @ 15:59:50 CEST (1108 letture)
Internet I La Legge Bersani ha permesso agli utenti di disdire in anticipo i contratti annuali di Adsl senza pagare le mensilità restanti: Altroconsumo denuncia lo scatto di una penale inaccettabile

VNUnet.it, 10-04-2007

L'Adsl può essere disdetta in anticipo senza più dover pagare i restanti canoni alla scadenza annuale dell'abbonamento: questa doveva essere una delle conquiste della Legge Bersani. Ma Altroconsumo ha denunciato che, a fronte della liberalizzazione, è spuntata una penale non accettabile per gli utenti, nella fase di adeguamento dei contratti da parte degli operatori.
Leggi Tutto... | 1013 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Marea
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 aprile @ 23:44:20 CEST (1338 letture)
Poesie sulla natura e l'universo


Brunodorati sul ricolino flutto
i grappoli della vite di roccia alti s'àgitano,
vaste le ali sopra le balenanti acque incombono
dei giorno greve.

Implacato un deserto d'acque
agita e impenna la sua criniera d'alghe
dove foriero il giorno incombe sopra il mare
in cupo disdegno.

Impenna e àgita, dorata vite,
i grappoli di frutti sulla colma marea d'amore
balenante e vasta e implacata quanto
è l'incertezza tua!


James Joyce
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Modi di dire III
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 aprile @ 23:35:38 CEST (3604 letture)
Invenzioni e origini I

IL MULETTO NELLA FORMULA UNO
La definizione "muletto", riferito alla vettura di riserva nelle competizioni di Formula 1 nasce negli anni 30 in Italia.
Con questo termine si identificava un’auto usata nelle prove, nella ricognizione del percorso e a disposizione per eventuali emergenze qualora vi fossero stati problemi sulla vettura designata per la gara.
La parola era stata scelta per indicare (da il mulo, animale) qualcosa di meno nobile di un "purosangue" com’era, invece, considerata la vettura ufficiale, ma, nel contempo, estremamente resistente (appunto come un mulo).
Il termine ovviamente venne adottato dalla Ferrari. ed è ancor oggi in uso.
I team inglesi, invece, utilizzano il vocabolo Tear che significa vettura da allenamento.. Tear sta, infatti, per training car.

MINISTRO SENZA PORTAFOGLIO
Il portafoglio - che in questo caso non è quello che ognuno di noi ha per conservarvi soldi e documenti - è finito (l’origine non la si conosce) nel linguaggio politico-istituzionale e significa il complesso delle responsabilità e delle competenze riservate a un ministero dotato di poteri in un determinato campo e di possibilità di spesa. Ministro senza portafoglio sta, conseguentemente, a indicare il titolare di un….ministero che, però, non ha un proprio autonomo bilancio.
Leggi Tutto... | 3948 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 2


Modi di dire II
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 aprile @ 23:28:52 CEST (2290 letture)
Invenzioni e origini I

MAY DAY..... MAY DAY....
Il termine mayday è l’adattamento inglese del francese m’aider, aiutami, e si pronuncia mèd-ay.
È la parola usata internazionalmente nelle comunicazioni radiotelefoniche per chiedere aiuto, l’equivalente, in fonia, del SOS che è ormai andato in pensione nell’era delle comunicazioni satellitari.
Nel 1927 la Convenzione internazionale radiotelegrafica di Washington adottò il termine mayday quale segnale di soccorso radiotelefonico: va ripetuto esattamente tre volte di seguito e indica pericolo grave e imminente e deve avere la precedenza assoluta su qualsiasi altra comunicazione in frequenza. È seguito dall’indicazione del nome e/o della sigla del natante o dell’aereo, della sua posizione e, se possibile,, della natura del pericolo in atto.

IN BORGHESE
In genere, quando un militare non indossa la divisa si dice che è in borghese. Perché?
Borghese è parola di antichissima origine, il cui significato, nel corso dei secoli, è mutato più volte soprattutto in relazione alle situazioni politiche dei vari momenti storici.
Nel Medioevo, per esempio, erano chiamati borghesi gli abitanti del borgo che solitamente era un gruppo di case fuori della cinta muraria abitate per lo più da artigiani, piccoli commercianti e contadini.
Nel 1007, in Francia, borghesia significava l’insieme dei "villani", cioè dei contadini che avevano abbandonato la campagna.
Nel 1200, sempre in Francia, col termine borghesia si comincerà a indicare i membri delle classi popolari e, col passare degli anni, tutti coloro che non appartenevano alla nobiltà che, com’è ben noto, aveva, fra le altre, la caratteristica di un abbigliamento raffinato.
Nel Settecento, poi, borghese era colui che vestiva in una qualche maniera (cioè come capitava e secondo le sue disponibilità finanziarie), mentre la nobiltà aveva ancor più accentuato la cura del proprio abbigliamento che, specie per i nobili maschi, aveva assunto le caratteristiche quasi di una divisa.
È da quel momento - e siamo alla vigilia dalla Rivoluzione - che borghese è chi non indossa una divisa militare o…..nobile o ecclesiastica che fosse.
Questa concezione si trascinò nel tempo, con gli aggiustamenti del caso, e oggi, per l’appunto, un militare che non indossa la divisa si dice che veste in borghese.
I preti hanno risolto il problema eliminando l’abito talare e ora vestono come loro pare e piace. Personalmente ritengo che la loro non sia una scelta intelligente .

CUOCERE A BAGNOMARIA
La Maria cui il modo di dire allude è Maria l’Ebrea, un’alchimista egizia vissuta intorno al IV secolo avanti Cristo. In origine, pertanto, con bagnomaria non si indicava una pratica culinaria, bensì una tecnica consistente nello scaldare la materia filosofale in un recipiente, detto athanor, immerso a sua volta in un altro pieno d’acqua.
Il termine e la pratica passano in Occidente, e in particolare in Italia, nel Cinquecento, quando comincia a svilupparsi l’alchimia.
Per il bagnomaria in cucina bisognerà attendere l’Ottocento
Il termine e la pratica passano in Occidente, e in particolare in Italia, nel Cinquecento quando comincia a svilupparsi l’alchimia.
Per il bagnomaria in cucina bisognerà attendere l’Ottocento
Leggi Tutto... | 2731 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3


Modi di dire I
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 aprile @ 23:22:14 CEST (5243 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni III


FILIPPICA
Perché si dice "Filippica"? Il termine é derivato dalle orazioni di Demostene contro Filippo II di Macedonia. Lo adottò, per la prima volta nella storia della lingua, Cicerone che definì "filippiche" le sue 14 orazioni contro Antonio. Da qui, poi, i termini "catilinaria": le orazioni di Cicerone contro Catilina; dare vita a una diatriba (termine derivante dal greco): lungo discorso aspro e violento proprio delle polemiche degli antichi filosofi; fare una scena madre: che si dice d'un lungo discorso accorato, commovente oppure pieno d'ira o risentimento, ecc.
La "scena madre" é nel dramma quella più importante, più commovente, quella su cui s'impernia l'intreccio della vicenda o, se si preferisce, dell'opera teatrale "messa in scena.

DARSI LA ZAPPA SUI PIEDI
È un’espressione il cui significato dovrebbe essere ben noto a tutti. Significa nuocere a se stessi, oppure, in una discussione, portare argomenti o ragioni che alla fine vanno a proprio svantaggio, contraddicendosi involontariamente.
Più o meno sullo stesso piano stanno espressioni quali: darsi il dito nell’occhio, tagliare il ramo su cui si è seduti, scavarsi la fossa (con le proprie mani), pisciare controvento.

ANDARE A CANOSSA
Beh, la spiegazione dell'origine di questo modo di dire è di estrema facilità e credo che più o meno tutti l'abbiamo studiato a scuola: l’imperatore Enrico IV, scomunicato da Papa Gregorio VIII nel 1076, si recò l’anno successivo (gennaio 1077), vestito da penitente e con i piedi scalzi nonostante il gelo, al castello di Canossa (provincia di Reggio Emilia) a chiedere perdono al Papa che era ospite della famosissima Matilde, contessa, per l’appunto, di Canossa e marchesa di Toscana.
Il Papa (ma che buono!!!!! ma che misericordioso!!!) fece attendere l’imperatore, al freddo e al gelo, per ben tre giorni prima di riceverlo.
Andare a Canossa significa fare atto di sottomissione completa, oppure pentirsi per aver fatto o detto qualcosa che non andava né fatto né detto; ritirare accuse infondate; chiedere scusa magari per giudizi irresponsabilmente o incautamente espressi.
Perfino in una com bellissima come la nostra potrebbe capitare, talvolta, che qualcuno possa trovarsi nelle condizioni di dover andare anch’egli a Canossa, dopo essersi reso conto d’aver magari ecceduto nel tranciare giudizi, interpretare fatti, giudicare persone, valutare negativamente o polemicamente espressioni che nelle intenzioni di chi le aveva scritte volevano essere solo scherzose o ironiche.
Capita a volte di prendere delle solenni cantonate. Andare a Canossa in questi casi non umilia chi chiede scusa, ma lo eleva nella sua dignità di essere umano responsabile e cosciente. Insomma, detto chiaro e tondo, dimostra che uno ha le palle.
Leggi Tutto... | 3223 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


È in arrivo il wimax. e mette tutti in rete
Postato da Grazia01 il Domenica, 08 aprile @ 23:07:47 CEST (979 letture)
Invenzioni e origini I

Lo schema di funzionamento del Wimax (da Newton)

Una vera rivoluzione: porterà la banda larga e le connessioni senza fili ovunque. Perché non ha bisogno di cavi

Lo schema di funzionamento del Wimax (da Newton)
C’è qualcosa di nuovo nell’etere. Questa tecnologia promette di abbattere il «digital divide» (il divario digitale) portando le connessioni a banda larga ovunque, con costi ridottissimi per gli operatori e vantaggi per i consumatori. Dopo anni di promesse e sperimentazioni il WiMax è pronto per sbarcare in Europa. Germania e Francia hanno già concesso le licenze agli operatori. La Gran Bretagna, dopo una fase sperimentale, sarà pronta entro la fine del 2007. Anche Spagna e Grecia sono entrate nel club dei «tutti pazzi per il WiMax». E l’Italia? Nel nostro Paese lo sviluppo di questa tecnologia è rimasto bloccato da una disputa politica che è durata un decennio. Ma adesso le cose sembrano essersi sbloccate. La svolta, per rimettersi in pari, dovrebbe arrivare entro l’anno. Il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, ha preso un impegno preciso: garantire entro la legislatura, cioè il 2011, la possibilità per tutto il Paese di connettersi in rete ad alta velocità. E dal WiMax, che a regime può coprire il 99% del territorio, può arrivare un grande aiuto.
Leggi Tutto... | 5719 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La storia dei colori
Postato da Grazia01 il Domenica, 08 aprile @ 22:48:16 CEST (1101 letture)
Leggende e fiabe  I

Tanto tempo fa, il pappagallo non aveva colori; era tutto grigio, le sue piume erano corte come quelle di una gallina bagnata. Uno tra i tanti uccelli giunti chissà come nel mondo.
Gli Dei litigavano sempre; litigavano perché il mondo era assai noioso con due soli colori. Ed era motivata la loro ira, poiché solo due colori si alternavano nel mondo: uno era il nero che comandava la notte, l'altro era il bianco che camminava di giorno, il terzo non era un colore, era il grigio che dipingeva sere e mattine affinché non si scontrassero troppo.
Ma questi Dei erano litigiosi ma molto sapienti.
In una riunione giunsero all'accordo di rendere i colori più lunghi perché fosse allegro il camminare e l'amare di uomini e donne.
Leggi Tutto... | 3289 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ad una speranza
Postato da Grazia01 il Domenica, 08 aprile @ 00:10:57 CEST (939 letture)
Poesie della buonanotte II


Come vorrei, ora,
che le velluate carezze
di parole confortanti
profonde s'imprimessero
nella tua anima e pelle.
Ho desiderato, prima,
che il sognante sguardo,
misterioso rivelatore
di parole mai dette,
accendesse in me la speranza.

Manterrò, domani,
questo novello ardore
tanto placido invero,
ma pur sorto e vivo
dal deserto di passioni.


Sunday
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Via Domiziana [ 2 commenti - 19 letture ]
 Il cuore mi batte troppo forte [ 1 commenti - 124 letture ]
 L'ombra [ 0 commenti - 43 letture ]
 La rabbia senza l'orgoglio [ 1 commenti - 76 letture ]
 La vita al tempo del covid 19 [ 0 commenti - 78 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 19
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy