Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 104
Totale: 104
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: coppermine
03: Home
04: Home
05: Home
06: Home
07: Home
08: News
09: News
10: Home
11: Home
12: Home
13: Search
14: News
15: Home
16: News
17: Home
18: Stories Archive
19: Home
20: Home
21: Statistics
22: News
23: Statistics
24: Home
25: Home
26: Home
27: News
28: Home
29: Home
30: Home
31: Home
32: News
33: Home
34: News
35: News
36: Home
37: Forums
38: Home
39: News
40: Search
41: Home
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: Home
51: Home
52: Home
53: Home
54: Home
55: Home
56: Stories Archive
57: Home
58: Home
59: Home
60: Home
61: Home
62: News
63: coppermine
64: Home
65: News
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: News
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: Home
76: coppermine
77: Stories Archive
78: coppermine
79: Home
80: Home
81: Home
82: Home
83: coppermine
84: Home
85: News
86: Home
87: Home
88: Home
89: News
90: Home
91: News
92: Home
93: News
94: Home
95: Home
96: Home
97: Home
98: Home
99: coppermine
100: Home
101: Stories Archive
102: coppermine
103: Home
104: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9021
  · Viste: 1924041
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Teatro non stop con gli emergenti
Postato da Antonio il Martedì, 03 aprile @ 22:33:50 CEST (1117 letture)
Mostre e spettacoli

Premio scenario
Teatro non stop con gli emergenti


Ingresso gratuito e teatro non stop da mattina a sera con i semifinalisti del Premio Scenario. Si tratta dell’iniziativa rivolta ogni due anni alle giovani generazioni, per selezionare progetti inediti destinati alle scene. Quest’anno i lavori candidati erano 290. Selezionati dalle varie commissioni locali, si sono ridotti a 52. Ora arrivano al vaglio delle tappe aperte al pubblico di Milano (dal 3 al 5 aprile, al Teatro dell’Arte) e L’Aquila (dal 9 all’11 maggio, nei teatri San Filippo e Sant’Agostino), da dove emergeranno i finalisti.
Leggi Tutto... | 469 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La tentazione di farsi amare in modo indelebile
Postato da Antonio il Martedì, 03 aprile @ 19:53:38 CEST (1422 letture)
Riflessioni di Francesco Alberoni I

Fernando Botero
Una famiglia

Un tempo i genitori avevano molti figli. Oggi ne hanno uno, al massimo due, su cui concentrano l’affetto. La notte la mamma si alza per vedere se il piccolo respira. Per la parità dei sessi, il padre non deve essere da meno. Alla nascita di un bimbo l’appassionato amore erotico degli sposi cede all’adorazione del nuovo nato. Aggiungiamo che la psicoanalisi gli spiega il pericolo dei traumi infantili. Bisogna evitarli a ogni costo. Se il bimbo piange ha un trauma, se è malcontento ha un trauma.
Se va male a scuola ha un trauma. Gli insegnanti sono visti come potenziali erogatori di traumi e spesso i genitori si schierano con i figli contro di loro. Un tempo l’amore dei figli per i genitori era dato per scontato. Oggi non più. Oggi si vedono molti genitori che temono di non essere amati dai figli e cercano di guadagnarsi il loro affetto con elogi, regali, concedendo immediatamente tutto quello che chiedono.
Leggi Tutto... | 1646 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PREPARATI A UNA FESTA
Postato da Grazia01 il Lunedì, 02 aprile @ 19:57:07 CEST (1143 letture)
Poesie sulla natura e l'universo

L'inverno, con la sua fragilità di ramo secco
che un piede può spezzare, sta ormai per finire
senza che sia caduta la neve: e anche questo
screpola i cuori come le nostre labbra, li lascia
un poco aridi, esposti ai capricci di marzo
che nei suoi mulinelli trascina i ricordi.
Ma proprio per questo non devi temere, amata,
la nostra sia una storia spazzata dal vento,
ridotta in polvere, sospinta nel vicolo
dove spariscono gli amanti senza domani.
Leggi Tutto... | 721 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Perchè non siamo tutti belli e forti ?
Postato da Grazia01 il Lunedì, 02 aprile @ 19:49:48 CEST (1200 letture)
Scienze

Perchè non siamo tutti belli e forti se è vero che si dovrebbero selezionare e propagare i geni migliori?

La mancata riparazione di alcune mutazioni è vantaggiosa
Il mutevole mondo dell’evoluzionismo.


LONDRA - Se è valida la teoria di Darwin sull'evoluzione, se le femmine sono attratte da alcuni caratteri sessuali, come mai questi caratteri non si propagano a macchia d’olio tra la popolazione? In altre parole: se i maschi vengono scelti in base alla presenza di alcuni fenotipi (la manifestazione visibile del codice genetico, cioè l'aspetto), cui corrispondono dei geni, perché questi stessi geni, e quindi gli stessi fenotipi non sono diffusissimi? Perché ci sono ancora tutte queste differenza tra individui della stessa specie? Perchè, in altre parole, non siamo tutti belli e attraenti come la teoria dell'evoluzione vorrebbe?
Leggi Tutto... | 2015 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La storia di Cariddi
Postato da Grazia01 il Lunedì, 02 aprile @ 13:01:46 CEST (1315 letture)
Leggende e fiabe II

Tale mostro impersona, nell’immaginario collettivo, un vortice formato dalle acque dello stretto. Tale ninfa mitologica greca è figlia di Poseidone e di Gea ed era tormentata da una grande voracità. Giove la scaglia sulla terra insieme ad un fulmine.
Leggi Tutto... | 496 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Creme per Pasqua
Postato da Grazia01 il Sabato, 31 marzo @ 13:31:03 CEST (2403 letture)
Ricette dolci I E' quasi Pasqua
Cinque salse da servire con la colomba classica.


Leggi Tutto... | 2078 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


L'albero degli amici
Postato da Grazia01 il Sabato, 31 marzo @ 08:51:29 CEST (4783 letture)
Poesie sulla vita II


Esistono persone nelle nostre vite che ci rendono felici
per il semplice caso di avere incrociato il nostro cammino.
Alcuni percorrono il cammino al nostro fianco,
vedendo molte lune passare,
gli altri li vediamo appena tra un passo e l'altro.
Tutti li chiamiamo amici e ce sono di molti tipi.
Talvolta ciascuna foglia di un albero rappresenta uno
dei nostri amici.

Il primo che nasce è il nostro amico Papà e la nostra
amica Mamma,
che ci mostrano cosa è la vita.
Dopo vengono gli amici Fratelli, con i quali dividiamo il
nostro spazio affinché possano fiorire come noi.
Conosciamo tutta la famiglia delle foglie che
rispettiamo e a cui auguriamo ogni bene.
Leggi Tutto... | 1718 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.71


Perchè alla fine....
Postato da Grazia01 il Venerdì, 30 marzo @ 23:37:57 CEST (1236 letture)
Poesie sulla vita II

«Perché alla fine che cos'è
tutto il genere umano a paragone
della natura e della universalità delle cose?»
I ragazzi corrono senza fiato.
Le pinete scricchiolano al sole.
Di qui la società è invisibile.
Ma se continuiamo a non volere la verità
sarà terribile la nostra via.
Leggi Tutto... | 490 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Mostar 1993
Postato da Grazia01 il Venerdì, 30 marzo @ 23:23:35 CEST (1162 letture)
Letture varie II

La luce era dolce nel pomeriggio che lo sorprese, appena sveglio, sudato nel letto. Violenta quella di un'alba esasperata dal dolore.
La sua mascella sinistra maciullata, rigurgiti di vomito, il corpo dov'era?
Perduto, sezionato, sfondato. La mente soffocava e lui sprofondava.
Le ore del giorno nel torpore degli psicofarmaci, liquidi impastati nelle vene, aghi nel cervello, mascella addormentata.
Correva, fuori dalla casa, nei campi bagnati dalla pioggia, e gli veniva incontro l'uomo con il coltello.
Portava addosso la collana di perle di Maria.
Della sua Maria. L'aveva lasciata sul molo del porto, in una città sconosciuta. Forse perduta.
C'era stato un saccheggio nella città, dopo le bombe.
Leggi Tutto... | 1672 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Cuore o cervello?
Postato da Grazia01 il Giovedì, 29 marzo @ 23:28:35 CEST (1204 letture)
Psicologia e salute II

Immaginate che un uomo si trovi all'interno di una sfera e un altro al suo esterno.
Colui che si trova all'interno, naturalmente la vede concava, mentre colui che è all'esterno, convessa.
I due discutono e si azzuffano: è impossibile metterli d'accordo.
Interpretiamo ora questa immagine.
Colui che è all'interno della sfera è il cuore; egli osserva la vita dal dentro, soggettivamente, ovvero attraverso l'emozione, il sentimento e la sensazione.
Colui che è all'esterno, è l'intelletto che osserva le cose dal fuori, obiettivamente, razionalmente.
Per questo fra cuore e intelletto continuano a perpetuarsi discussioni interminabili e scontri secolari.
Chi dice il vero? Tutti e due, ma ciascuno al cinquanta per cento.
Se ora arrivasse un terzo osservatore che dicesse:
"La sfera è sia concava che convessa", i primi due, a questo punto, si inquieterebbero e lo considererebbero un insensato.
In realtà, quest'ultimo è un saggio che contempla la verità nella sua interezza.
Egli rappresenta l'intuizione che ha la capacità di riunire pensiero e sentimento
per vedere le cose contemporaneamente dall'interno e dall'esterno.
Per conoscere la vera realtà delle cose, bisogna essere contemporaneamente oggettivi e soggettivi, porsi contemporaneamente all'interno e all'esterno...
Leggi Tutto... | 13 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Due parole - ALFONSINA STORNI
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 28 marzo @ 19:20:05 CEST (1484 letture)
Poesia al femminile II

Questa notte all'orecchio
m'hai detto due parole.
Due parole stanche
d'esser dette. Parole
cosi' vecchie da esser nuove.
Parole cosi' dolci
che la luna che andava
trapelando dai rami
mi si fermo' alla bocca.
Cosi' dolci parole
che una formica passa sul mio collo
e non oso muovermi per cacciarla.
Cosi' dolci parole
Leggi Tutto... | 302 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.5


Galileo dipinse il volto della Luna
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 28 marzo @ 19:06:47 CEST (1401 letture)
Storia Scoperti cinque disegni acquerellati nella prima copia del Sidereus Nuncius.

Mostrano la Luna, e le velature ocra e marroncino spalmate sui crateri rendono viva l'immagine del satellite naturale della Terra.




La luna disegnata da Galileo


Sono cinque acquerelli, disegnati e colorati da Galileo Galilei direttamente negli spazi liberi di alcune pagine della prima copia del «Sidereus Nuncius», pubblicato per la prima volta a Venezia nel 1610. Mostrano la Luna, e le velature ocra e marroncino spalmate sui crateri rendono viva l'immagine del satellite naturale della Terra. Galileo con il suo cannocchiale aveva, per primo, violato i mari vuoti e polverosi. E il fascino che lo aveva colto scrutando nelle notti padovane lo voleva imprimere sulla carta andando oltre il segno, chiedendo aiuto al colore.
Leggi Tutto... | 4596 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Le sorelle di Via Borgo Vecchio
Postato da Miriam il Mercoledì, 28 marzo @ 12:12:04 CEST (3147 letture)
Mostre e spettacoli Il dramma si svolge fra le mura della casa, riproponendo il modo di vivere e la mentalità di quegli anni.



fotografie di Aldo Colnago
Leggi Tutto... | 2133 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.33


LE ORIGINI DEL PIANOFORTE
Postato da Antonio il Mercoledì, 28 marzo @ 11:14:21 CEST (4374 letture)
Invenzioni e origini II


Sebbene il clavicembalo, prima della definitiva affermazione del pianoforte, fosse lo strumento a tastiera più usato, non si può ritenere un predecessore del pianoforte. Soprattutto per quello che riguarda la concezione meccanica dello strumento.
Il diretto antenato del pianoforte è senza dubbio il clavicordo, strumento nel quale le corde vengono percosse e non pizzicate, appartenente quindi a una famiglia diversa da quella delle spinette e del clavicembalo, i quali fanno invece parte della famiglia a plettro o a pizzico.
Nei primi clavicordi l'organo percussore fungeva anche da ponticello, ciò vuol dire che la tangente di ottone che colpiva la corda ne delimitava anche la porzione vibrante. E siccome, sotto l'azione della tangente, avrebbero vibrato ugualmente le due porzioni della corda, si applicò il cosiddetto smorzo fisso, che consisteva in un nastro di soffice panno intrecciato attraverso le corde dalla parte sinistra dell'esecutore, il quale rendeva impossibile la vibrazione di questa sezione della corda.
Il clavicordo non riuscì a superare la concorrenza del suo brillante rivale, il clavicembalo, strumento che aveva ormai raggiunto una perfezione tale da essere preferito praticamente da tutti i compositori dell'epoca.
Leggi Tutto... | 7178 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.37


La storia di Scilla
Postato da Grazia01 il Martedì, 27 marzo @ 23:57:59 CEST (5606 letture)
Leggende e fiabe II

Scilla, figlia di Crateide, era una ninfa stupenda che si aggirava nelle spiagge di Zancle (Messina) e fece innamorare il dio marino Glauco, metà pesce e metà uomo. Rifiutato dalla ninfa, il dio marino chiede l’aiuto della maga Circe, senza sapere che la maga stessa era innamorata di lui.

La maga, offesa per il rifiuto del dio marino alla sua corte, decide di vendicarsi preparando una porzione a base di erbe magiche da versare nella sorgente in cui Scilla si bagna usualmente.
Leggi Tutto... | 1068 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4.16


Cocaina, la droga della volontà di potenza
Postato da Grazia01 il Martedì, 27 marzo @ 23:49:40 CEST (1302 letture)
Riflessioni di Francesco Alberoni I

Che cosa significa la diffusione della cocaina in tutti gli ambienti a partire dai giovani? Perché questa droga e non un'altra? Un tempo era diffuso l'alcol, che dà un senso di ottimismo, stordisce ed esaspera l'espressione delle emozioni. L'alcol vuol essere oblio e diventa pathos. Negli anni Sessanta si diffuse l'Lsd, un allucinogeno estremamente pericoloso, che i suoi adepti usavano sognando di superare i confini della propria coscienza, di sperimentare altre vite, altri mondi. E' il momento dell'immaginario, della visione. Poi è dilagata l'eroina che ha devastato un'intera generazione. Chi la assume non agisce, non lavora, si abbandona come un
clochard e cerca la beatitudine del nulla. E' la cultura dell' annullamento, del nirvana.
Leggi Tutto... | 1201 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


L'Insegnamento
Postato da Grazia01 il Lunedì, 26 marzo @ 12:33:48 CEST (1332 letture)
Poesie e prosa di Gibran II

Nessun uomo può rivelarvi altro se non quello
che giace semiaddormentato
nell'albeggiare della vostra conoscenza

Il maestro che cammina
all'ombra del tempio tra i suoi studenti
non offre il suo sapere,
ma piuttosto la sua fede e il suo amore
Leggi Tutto... | 534 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Musica in collina
Postato da Miriam il Lunedì, 26 marzo @ 12:27:32 CEST (1541 letture)
Mostre e spettacoli La voce di Terry Evans, calda e profonda, s'inserisce nella grande tradizione dei cantanti d'ispirazione soul, gospel, blues e R&8 del sud degli Stati Uniti.

Leggi Tutto... | 2576 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IMPRESSION DU MATIN di OSCAR WILDE
Postato da Grazia01 il Domenica, 25 marzo @ 23:32:07 CEST (4788 letture)
Poesie d'autore I

Il notturno del fiume azzurro e oro
Si tramutò in armonia di grigio;
Un barcone di fieno color ocra
Si staccò dalla riva: fredda e muta

La nebbia gialla dilagò strisciando
Dai ponti, sin che i muri delle case
Parvero divenire ombre, e San Paolo
Enorme bolla sopra la città.
Leggi Tutto... | 385 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


La leggenda di Aci e Galatea
Postato da Grazia01 il Domenica, 25 marzo @ 23:16:41 CEST (1244 letture)
Leggende e fiabe II

Tale leggenda ha un’origine greca e spiega la ricchezza di sorgenti d’acqua dolce nella zona etnea.
Aci era un pastorello che viveva lungo i pendii dell’Etna.
Galatea, che aveva respinto le proposte amorose di Poliremo, lo amava. Poliremo, offeso per il rifiuto della ragazza, uccide il suo rivale nella speranza di conquistare la sua amata.
Ma Galatea continua ad amare Aci.
Leggi Tutto... | 1007 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


FA CHE UNA STELLA -Laura Pierdicchi
Postato da Grazia01 il Domenica, 25 marzo @ 01:00:15 CET (1392 letture)
Poesia al femminile I

Il giorno che mi lascerai
sarà pianto di stelle
ad illuminare la notte
ed il mio pianto.

Oscuro
il cielo sarà punto esclamativo
spoglio
senza preavviso.

Il giorno che mi lascerai - quel giorno
nei miei pugni il sale,
la mente a controllare il fiato.
Leggi Tutto... | 451 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sicilia: terra, mare e vulcano
Postato da Antonio il Sabato, 24 marzo @ 20:47:04 CET (1151 letture)
Natura e capolavori nel mondo Un paesaggio sfrontato e sorprendente, dove gli elementi si presentano impetuosi come il carattere di chi vi abita.
Senza dubbio ho passato qui le mie più belle vacanze, alla scoperta di quest' isola magica, dove l'acqua si è fatta orizzonte e il fuoco si è fatto lava.





Se c'è una terra d'Italia nella quale gli elementi si siano manifestati tutti insieme, e in tutta la loro forza, questa regione è la Sicilia. Circondata dal mare, con un'anima di vulcano, ricca di ogni tipo di roccia e modellata dal vento, l'isola si presenta tanto aspra nei torridi giorni d'estate, quanto dolce nella primavera dei mandorli in fiore. A costituire l'essenza impetuosa e sensuale della Sicilia, dunque, concorrono tutti i quattro elementi, più uno: la leggenda. La fantasia.
Non è un caso che proprio qui sia nata, ai tempi della Magna Grecia, l'arte retorica, né che tanti dei miti classici ruotassero intorno a queste coste.
Raggiungere la Sicilia, del resto, voleva dire superare l'aria indomabile e le correnti irregolari dello stretto di Messina: non sorprende, dunque, che gli antichi si fossero inventati due mostri, Scilla e Cariddi, pronti a dilaniare marinai di passaggio, nel punto in cui, la terra cerca di restringere il mare.
Oggi, di queste leggende rimangono i nomi scritti sui traghetti delle Ferrovie dello Stato, gli "zatteroni", come li chiama la popolazione locale.
Leggi Tutto... | 5267 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


VIAGGIATORE D'OMBRA di Dario Bellezza
Postato da Grazia01 il Sabato, 24 marzo @ 13:58:01 CET (3878 letture)
Poesie d'autore I

Dura legge sapere che niente
potrà consolare il niente assoluto
che ci divora lontano dal mare,
nelle sabbie ardenti, o nell'acque
sospirose di una fontana fresca
e salutare. Niente, dirò,
fra pietre immemoriali
che laggiu, nella passeggiata
mattutina, sedendomi
su uno scalino
di una scala lunga
come quella di Giacobbe
guardo.
Leggi Tutto... | 308 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


NiCK EDEL
Postato da Grazia01 il Sabato, 24 marzo @ 10:50:17 CET (2691 letture)
ARTE I

Nick Edel, Albergian, 1989, acquerello su carta 30 x 27 cm


Solitari come eremiti, si aggirano per i monti e per i boschi di tutta Europa a scovare cinghiali, camosci, starne, aquile. Tra loro, c'è persino chi sogna di imbattersi in tassi, oppure in orsi. Se li si osserva da lontano, si può incorrere in inganno. Hanno molto del cacciatore, a iniziare dallo stile nel vestirsi: giacca dal sapore tirolese, cappello di feltro, solitamente verde, e piuma alla Passator cortese.
A tracolla, però, non portano fucile, né cartucciera alla cintola.
Sono gentiluomini armati soltanto di inoffensive matite, di gessetti colorati e di notes, grandi e piccoli, per disegno.
Questo loro andar per monti, boschi e laghi, per afferrare dal vero il volo e il colore degli uccelli, o la nobiltà statica di un cervo, questo tentar di riprodurre su carta o tela il mondo animale, variopinto e misterioso, è un antico e nobile rituale .
Leggi Tutto... | 6359 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Totò
Postato da Grazia01 il Sabato, 24 marzo @ 10:21:15 CET (1167 letture)
Cinema

UNA MARIONETIA. A PRESCINDERE ...
Nato nel 1898, non ha ancora vent'anni quando si affaccia all' avanspettacolo, destinato a diventare presto Totò, bombetta logora e frac del nonno. Dapprima è varietà, con la compagnia Maresca, quindi la rivista e il grande successo accanto ad Anna Magnani e a Galdieri: ma intanto sono già gli anni Quaranta ed è arrivato il cinema.
Totò debutta in Fermo con le mani! (1937) e da quel momento in poi interpreterà oltre cento film, quasi tutti esteticamente al di là del bene e del male e resi irripetibili dalla sua presenza.
I suoi lazzi e i suoi frizzi percorrono la strada comica dei fescennini e delle atellane, di Aristofane e di Plauto, dell'inevitabile Pulcinella e della sua fame antica nonché di Scarpetta.
Leggi Tutto... | 686 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Le origini delle leggende
Postato da Grazia01 il Venerdì, 23 marzo @ 23:08:13 CET (2072 letture)
Invenzioni e origini II

Tanto tempo fa, i viandanti nelle pause del loro peregrinare, ricambiavano l'ospitalità che veniva loro offerta, raccontavano quello che avevano visto o sentito durante il lungo viaggio.
La loro capacità era quella di saper arricchire con dettagli fantasiosi e inventati, le storie che avevano sentito in un altro lontano villaggio, così che un lupo che aveva attaccato un gregge di pecore, diventava un mostro mangiatore di persone, una tigre che si era strofinata su una pianta esotica conferendogli proprietà fosforescenti, diventava un essere dai poteri magici, o ancora, gli ultimi superstiti di animali preistorici, diventavano dei draghi sputa fuoco.
E' così che nacquero le leggende, e per dargli più credibilità le legarono a uomini le cui gesta erano già conosciute, accrescendo il loro mito.
Se da un lato questi racconti potevano aumentare la paura verso l'ignoto di alcune persone, dall'altro stimolavano la fantasia di altri, che spinti dalla voglia di avventura, partivano in cerca di nuovi orizzonti.
Leggi Tutto... | 2603 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 1


IL CACCIATORE DI AQUILONI
Postato da Grazia01 il Giovedì, 22 marzo @ 20:23:08 CET (2556 letture)
Recensioni IV

IL CACCIATORE DI AQUILONI - di KHALED HOSSEINI

Il potere del passaparola, ovvero quando un libro è bello i lettori se ne accorgono e non se lo fanno scappare.
E' il caso di Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini.

Pubblicato a marzo del 2004 con una prima tiratura di 6.000 copie senza aggressivi piani di marketing, dopo due anni è arrivato alla 27esima ristampa e a 150.000 copie vendute grazie al passaparola dei lettori e ai suggerimenti dei librai.

Il libro

Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a inseguirlo e a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta.
Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan - il ragazzo dal viso di bambola, il cacciatore di aquiloni - è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul.
Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile. Così, quando una telefonata inattesa lo raggiunge nella sua casa di San Francisco, capisce di non avere scelta: deve partire, tornare a casa, per trovare il figlio di Hassan e saldare i conti con i propri errori mai espiati.
Leggi Tutto... | 2497 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 2.5


Il Settimo Splendore, la modernità della malinconia
Postato da Antonio il Giovedì, 22 marzo @ 16:33:59 CET (995 letture)
Mostre e spettacoli Domenica 25 marzo alle ore 9:30 inizia ufficialmente a Palazzo della Ragione a Verona la mostra
“Il Settimo Splendore, la modernità della malinconia”.




Il ritorno di Giuditta a Betulia, Botticelli, 1492, Firenze, Galleria degli Uffizi.
Leggi Tutto... | 939 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


E dopo aver navigato sul web, .......
Postato da Antonio il Giovedì, 22 marzo @ 16:17:45 CET (1274 letture)
Siti interessanti e strani

E dopo aver navigato sul web, i ragazzi navigano sul sofà....

Da una casa all'altra, in giro per il mondo. In cambio di un divano si lavano i piatti.
È il nuovo modo di viaggiare dei ragazzi. I padri ne sono orgogliosi.
Ma se la viaggiatrice è una ragazza ...


I giovani più intraprendenti lo sanno. I signorini e le signorine non ne hanno mai sentito parlare. I genitori sono quasi sempre all'oscuro di tutto. Ma un padre che, a viaggio avvenuto, viene a sapere che il suo figliuolo ha passato tutto il suo soggiorno all'estero con un biglietto low cost, passando da un divano all'altro senza spendere niente per dormire, non può essere che colto da una vampata di soddisfazione per l'oculata internazionalità del giovanotto.
Anche se ormai le donne sono come e più degli uomini, per quanto riguarda le ragazze, viaggiare da un sofà all'altro metterebbe in agitazione qualsiasi genitore. La storia che ormai coinvolge migliaia di giovani in tutto il mondo, compresi quelli italici, si chiama CouchSurfing, letteralmente significa «surf sul divano» ma in realtà è un modo avventuroso per andare in giro per il mondo, spendendo pochissimo.
Leggi Tutto... | 1277 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ritorna di André François Villon
Postato da Grazia01 il Giovedì, 22 marzo @ 14:48:46 CET (3940 letture)
Poesie d'autore I

Ritorna
ritorna almeno
una volta
con quella luce di Venezia
negli occhi.

Ritorna
solo una volta ancora
senza parole
soltanto con la tenerezza
che accese quel fuoco
devastante.

Ritorna
non per testimoniare
la mia esistenza bruciata!

Ritorna
non per vendetta
ma per portare sollievo
al dolore brutale
del tuo abbandono.


André François Villon
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Attenzione alle anime intense, profonde e antiche [ 0 commenti - 13 letture ]
 I dialetti [ 0 commenti - 9 letture ]
 La trama di "Ettore Fieramosca" di Massimo d'Azeglio [ 0 commenti - 19 letture ]
 ROGGIA VECCHIA (detta anche Rusa Végia) [ 0 commenti - 8 letture ]
 Una bella storia [ 0 commenti - 6 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy