Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 159
Totale: 159
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: Home
05: Home
06: Your Account
07: News
08: News
09: Home
10: Home
11: Home
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: Home
23: Home
24: Home
25: Home
26: Your Account
27: coppermine
28: Home
29: Home
30: Home
31: Home
32: Home
33: Home
34: coppermine
35: Home
36: Home
37: coppermine
38: Home
39: Home
40: Forums
41: Home
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: Search
47: News
48: Home
49: News
50: Search
51: coppermine
52: Home
53: Home
54: Stories Archive
55: Home
56: Home
57: News
58: Home
59: Home
60: Search
61: Home
62: Home
63: Home
64: Search
65: Home
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: Forums
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: Forums
76: Home
77: coppermine
78: Home
79: coppermine
80: Home
81: coppermine
82: Home
83: Home
84: Home
85: Home
86: Home
87: Home
88: Search
89: Home
90: Home
91: Home
92: Home
93: News
94: Home
95: Home
96: Home
97: News
98: Home
99: Your Account
100: Home
101: coppermine
102: coppermine
103: Home
104: Home
105: Home
106: Home
107: Search
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: Home
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Home
120: Home
121: Home
122: Home
123: News
124: coppermine
125: Home
126: coppermine
127: Home
128: Home
129: Home
130: Home
131: Home
132: coppermine
133: News
134: News
135: Home
136: Home
137: Forums
138: Home
139: Home
140: Home
141: Home
142: Home
143: Home
144: Home
145: Home
146: Home
147: Home
148: Home
149: Forums
150: Home
151: Home
152: News
153: coppermine
154: Home
155: Home
156: Search
157: Home
158: News
159: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8987
  · Viste: 1912758
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
L'anello della fortuna
Postato da Grazia01 il Lunedì, 20 marzo @ 13:40:27 CET (1694 letture)
Leggende e fiabe III (racconto russo)
C’era una volta un montanaro attivo, onesto e lavoratore, che viveva in pace in una casetta insieme con sua moglie e coi suoi figliuoli. Un giorno, mentre stava arando il suo campicello, si fermò un momento per riprendere fiato e per asciugarsi il sudore della fronte. E ad un tratto udì una strana voce, che sembrava venire dall’al di là, e che diceva:- Va’ nel bosco, brav’uomo, e troverai la fortuna!
Il contadino si guardò intorno: nessuno! Chi mai poteva aver parlato? Qualche spirito benefico, forse?
“Sarà meglio che io segua il consiglio, a ogni buon conto”, pensò l’uomo: e si diresse verso il bosco che si stendeva in cima alla montagna. Vi giunse dopo un lungo cammino, e mentre si inoltrava nel folto, vide un uovo che cadeva giù da un nido posto sopra un vecchio abete. Il guscio picchiando sul terreno si spaccò, e dall’uovo venne fuori un’ aquila, che si levò a volo nell’aria, dirigendosi verso Occidente. E mentre si allontanava lasciò cadere al suolo un anello d’oro, dicendo con voce umana:
- Questo è l’anello della fortuna: colui che se lo mette in dito e lo gira, può esprimere un desiderio, e quel desiderio sarà esaudito. Questo però avverrà una sola volta e non di più!
Il montanaro corse presso l’anello magico, lo raccattò e se lo mise al dito. Intanto si era fatto tardi e cominciava ad annottare. “Sarà meglio che io non torni a casa, stasera, si disse il montanaro: chiederò ospitalità al mio vecchio amico che abita in una casetta, là in quella radura del bosco…”. Così fece e l’amico fu ben lieto di ospitarlo. I due cenarono insieme, e il montanaro raccontò all’amico la straordinaria avventura che gli era capitata quel giorno. Fu una grave imprudenza, perché l’amico fu preso dal desiderio malvagio di impossessarsi dell’anello. Nella notte, mentre il montanaro, stanco, dormiva pesantemente, egli si accostò a lui con passo furtivo e riuscì a togliere dal dito l’anello magico senza che quello se ne avvedesse, e gliene infilò un altro simile. Quindi il rapitore si chiuse in una stanza a doppio giro di chiave, si pose in dito l’anello e rigirandolo formulò un voto:- Desidero un milione di rubli!
Non aveva ancora finito di pensare quelle parole che gli piovve addosso dall’alto una fitta gragnola di monete d’oro. I rubli si ammucchiavano tintinnando attorno a lui e non smettevano di cadere: e poco dopo per il peso eccessivo l’impiantino di legno cedette e sprofondò, e i muri della stanza crollarono, seppellendo il ladro sotto le assi sfasciate e sotto le macerie. Il montanaro, destatosi al fragore terribile, accorse e trovò l’uomo morto fra le rovine. “Che terribile disgrazia!” si disse. “E pensare che un’ora fa chiacchierava tranquillamente con me…”. L’oro era scomparso, e così il montanaro non poteva neppur lontanamente supporre la verità. Compose la salma e scese al villaggio a dar la notizia della sciagura. Poi tornò a casa, e raccontò alla moglie tutti gli avvenimenti tristi e lieti del giorno precedente e della notte: e senza sospetto le mostrò il cerchietto d’oro che aveva al dito, dicendole:
- Ecco l’anello della fortuna.
La donna ascoltò con grande interesse il racconto del marito, e rimase silenziosa e pensierosa.
- Ascolta, moglie mia, - le disse egli: - l’aquila mi ha spiegato come il desiderio che l’anello può esaudire è uno solo: sarà meglio che aspettiamo per riflettere bene a quello che ci conviene desiderare… Non ti sembra?
- Certamente, bisogna pensarci con calma, - rispose la brava donna, altrimenti potremmo avercene a pentire, poi…
si stabilì così fra i due coniugi una tacita intesa: non esprimere per ora alcun desiderio e aspettare il momento più opportuno per formulare l’unico voto concesso. Essi continuarono la loro solita vita attiva e modesta, e il montanaro si tenne al dito l’anello senza più farne parola con alcuno. Lo considerava come un talismano e pensava: “Se un giorno avessi bisogno, l’anello della fortuna mi assisterebbe…”. Non ne aveva parlato nemmeno coi figliuoli, perché sua moglie e lui temevano che si esaltassero. Gli anni seguivano gli anni, e il lavoro assiduo aveva procurato alla famigliola una certa agiatezza. I figliuoli crebbero felicemente e si sposarono, e la casa dei vecchi era spesso rallegrata dal sorriso fresco dei nipotini. I due coniugi non sapevano che cosa avrebbero potuto desiderare di più, e infatti non si decidevano mai a formulare il famoso unico desiderio che l’anello avrebbe potuto esaudire. Si sorridevano spesso, guardandolo, e tentennando il capo mormoravano: “Non ancora, non ancora…”. La vecchiaia trascorse tranquilla, e a poco a poco marito e moglie si avviarono senza accorgersene verso la tomba. Spirarono nello stesso giorno, senza soffrire, perché erano giunti a quella estrema età in cui la vita si spegne dolcemente, come la tremula fiammella di una candela consumata. I figliuoli non tolsero al vecchio padre il cerchietto d’oro che gli avevano sempre visto al dito; e in verità esso era stato più prezioso e più magico dell’anello della fortuna.

/www.johnefrem.com
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il tempo
Postato da Grazia01 il Venerdì, 17 marzo @ 21:21:32 CET (1679 letture)
Le poesie e i racconti di Spalato

C'era una volta ma non c'è più
Quel tocco di magia che fa brillare gli occhi
E risveglia un sorriso,
Una parola dolce che riscalda il cuore
E sveglia la speranza
Sul teso e stanco viso.
C'era.....ma perché non c'è più?
Perché servono gli occhi tristi
Svuotati anche dalle lacrime,
Lacrime pesanti e amare
Piene di solitudine che fanno triste
Tutte le anime.
Oh tu, il tempo crudele
Perché non ti fermi almeno per un attimo
Se non puoi tornare indietro
E fai che tutto brilla come una volta
E diventa trasparente
Come il vetro.
Le domande senza risposta
Le speranze senza futuro
Perché sei così duro?
Fermati ti prego
Aiutami a rompere
Quell'invisibile muro.


Spalato
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Scusate
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 15 marzo @ 21:04:54 CET (1521 letture)
Le poesie e i racconti di Spalato

Notte tiepida piena di misteri
Illuminata dalla luna allegra
Che gioca con le nuvole leggere
Oggi, domani, come ieri.
Le ombre danzano in continuo
Cambiano sembianze e volti
Accompagnate dal vento brio
In un ballo sempre perpetuo.
Il mare argentato sembra che dorma
Raccogliendo la forza usata
Combattendo contro uno scoglio
E cancellando tutte le orme.
La sabbia ancora un po’ calda
Si ricorda di secchi e castelli
Percorsa adesso solo da granchi
Non facendo alcuna domanda.
Dormono gli uccelli gioiosi
Con la testa sotto un’ala
Ma domani riprenderanno cantare
Allegri sempre e mai noiosi.
Non tutti vedono questa bellezza
Ne sentono allegria e pace
Sono avvolti nel loro dolore
E neanche li sfiora leggera brezza.
Nella notte idillica appena sussurrando
Piena di tristezza e malinconia
Si sente una voce tra i singhiozzi:
“Scusate, sto piangendo”


Spalato
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


Cristalli di neve di Gea
Postato da Grazia01 il Martedì, 14 marzo @ 23:20:18 CET (1576 letture)
Le poesie di Jack, Ahyme, Gea e Paola

E’ mezzanotte.
La neve si è sdraiata
su un paese addormentato
chiarore lunare
rami di cristallo protesi dagli alberi
trasparenze iridescenti
rivestono
le cose di sempre
proiettandole rigenerate
nell’incantesimo stregato
di un universo incontaminato
dove non esiste il dolore.
Il canto del vento
è nel dondolio sordo di un fanale
che dona sussurri di luce
e giochi misteriosi di ombre
nella piazzetta deserta.
Il tempo si è fermato
si respira eternità e silenzio
nel cuore risuona
lo stupore gioioso
dei bimbi alla loro prima neve
La solitudine della notte
dilata l’animo sino ai primordi della vita
e si è nelle cose
e le cose vivono in noi
e non ci sono più limiti.
Percepiamo
la divinità del creato e dell’amore
quell’amore che agli inizi del tempo
produsse la vita ed ogni cosa.
Si sperimenta così
per brevi istanti
l’ETERNITA’.


Gea
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Neve di Gea
Postato da Grazia01 il Martedì, 14 marzo @ 22:41:37 CET (1757 letture)
Le poesie di Jack, Ahyme, Gea e Paola

Neve
magica signora
riempi d'incanto ogni cosa
e fai tornare il cuore bambino.
Ricordi lontani
di fresche risate e di giochi
succose granite
di limone e ciccolata
guanti di lana inzuppati
aria pura e frescha
da respirate
a pieni polmoni
e poi il grande ovattato silenzio
dove anche le campane avevano un suono ovattato...
Io ti amo
bianca mia amica.

Gea
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 4


Desiderio di Gea
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 23:00:27 CET (1311 letture)
Le poesie di Jack, Ahyme, Gea e Paola

Tu sei con me!
Rassicurante
senso d’appartenenza
calda coperta intessuta
da forti sensazioni

Tu sei con me!
Voce sulla mia pelle
arsa ed assetata di libertà
libertà di non essere libera.

Tu sei con me!
Non è il suono della tua voce
un eco rimbombante
nella mia mente
ma la musica del tuo animo
che dà il ritmo alla mia gioia.

Tu sei con me!
Ruggente desiderio
di nascoste complicità.

GEA
Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3


A mia madre
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 22:29:54 CET (1344 letture)
Le poesie e altro di Grazia I





Troppo presto sei volata via,
avevo tante cose ancora da dirti,
tanto ancora da capire,
da imparare.
Mi sono girata,
appena una bambina,
e tu non c'eri più.
Mi sentii tradita, abbandonata
non seppi come esprimere
il mio grande dolore.
Quel giorno, quel triste giorno
non ti avevo abbracciato
difeso, amato abbastanza
non avevo capito
che non ti avrei visto mai più.
Che grande rimorso!
Negli anni di poi
sentii forte
lo strazio della tua mancanza.
Tanto cercai il tuo amore.
Poi un giorno ti sentii vicina,
forse fu quando anch'io
divenni madre.
Percepii tutto il bene
che mi avevi donato.
So che da lassù mi proteggi,
ti ho sentita con me
nei momenti più duri.
Sei rimasta giovane,
non ti è stato concesso
di invecchiare.
La tua cara immagine
è sempre nei miei pensieri
e quando il ricordo la sbiadisce
subito la mente la riporta nitida
ed io ti rivedo, affettuosa e dolce
come quando mi raccontavi le favole.
Ora lo sai, l'hai sempre saputo...
ti voglio tanto bene
mia adorata mamma.


Grazia
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Sorella
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 20:29:50 CET (1139 letture)
Le poesie e altro di Grazia I


Eri bellissima, viso d'angelo,
occhi di cerbiatto,
piccola ed esile come una gazzella,
mente geniale, spirito aperto
come il cielo dove sei volata,
troppo in fretta.
Eri il mio faro, il mio riferimento,
amica e confidente
quando ci lasciò nostra madre
tu fosti la mia mamma,
una mamma appena adolescente,
severa, giocosa, volubile,
ma sempre amorosa.
La tua vita un vortice,
grandi successi e atroci delusioni.
Non sei uscita a passo di danza
sulle note del tuo pianoforte
che tanto amavi,
sei caduta con dolore,
come piccola rondine
dalle ali troppo fragili.
Ogni sera ti penso, ti saluto,
e sento sempre chiara nella memoria
la tua voce che mi risponde.
Ti custodisco nel profondo
del mio cuore
mia carissima amata sorella.


Grazia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Gnocchi a la fila
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 16:05:19 CET (963 letture)
Ricette golose Difficoltà: facile
Tempo: 20 minuti
Calorie 628 a porzione


Ingredienti per 4 porzioni:

g. 800 gnocchi di patate
g. 200 di toma piemontese o fontina
g. 50 burro
g. 30 parmigiano grattugiato
sale e pepe

1) Accendere il forno a 220 gradi.
Nel frattempo affettare il formaggio a fettine sottili.

2) Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, e scolarli
con una schiumarola non appena verranno a galla.

3) Imburrare una pirofila e distribuirvi a strati gli gnocchi,
alternandoli con le fettine di formaggio. Coprire con il parmigiano
e cospargere con pepe.

4) Distribuire il burro a fiocchetti e passare in forno, quando sarà
ben caldo per un decina di minuti.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Biscotti al cioccolato
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 16:00:48 CET (937 letture)
Ricette golose Difficoltà: facile
Tempo: 30 minuti + riposo
Calorie: 172 per biscotto

Ingredienti per 30 biscotti circa:

g. 500 farina
g. 250 zucchero
g. 200 burro a temperatura ambiente
g. 50 cacao amaro
g. 100 gocce di cioccolato
4 uova intere

1)Setacciare farina e cacao, unire il burro e le uova
e impastare amalgamando bene.
Usare tranquillamente il mixer.
Unire le gocce di cioccolato.
Raccogliere a palla l’impasto, avvolgerlo con pellicola
per alimenti e lasciare riposare almeno 1 ora, in frigo.

2)Stendere con il matterello a circa 1 cm. di spessore e tagliare
a piacere e nella forma preferita.

3)Scaldare il forno a 180 gradi.
Coprire la placca con carta da forno ed allargarvi i biscotti.
Cuocere per 15 minuti, spezzare un biscotto per verificarne
la cottura e, se necessario, continuarla per qualche minuto ancora.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Crespelle saracene al formaggio
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 15:53:36 CET (1183 letture)
Ricette golose Difficoltà: media
Tempo: 1 ora + riposo
Calorie: 636 a porzione

Ingredienti per 4 persone:

150 g. farina di grano saraceno,
3 uova,
ml 200 latte (eventualmente di capra),
g. 50 burro, g. 200 di robiola
g. 200 besciamella, g. 70 grana o pecorino grattugiati,
sale e pepe.

1) Amalgamare in una ciotola, farina, uova, latte,
un pizzico di sale e 20 g. di burro liquefatto.
Lasciare riposare la pastella almeno ½ ora.


2) Spennellare con burro sciolto una padella per crepes
e versarvi pastella sufficiente a velare il fondo.
Rigirare e appoggiare su carta assorbente da cucina.
Proseguire fino ad esaurimento della pastella.

3) Togliere la crosta al formaggio e tagliarlo a pezzi molto piccoli.
Mescolarlo con ½ besciamella, 50 g.di grana o pecorino grattugiati
e abbondante pepe.

4) Spalmare un cucchiaio di composto su ogni crepella e piegarla in 4.


5) Accendere il forno a 200 gradi, sistemare le crepelle in una pirofila
tonda imburrata, sovrapponendole un po’ a ventaglio, spalmare
la superficie con la besciamella avanzata e il formaggio grattugiato
tenuto da parte. Passare in forno per 10 minuti circa.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Frittata all'economica
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 15:45:19 CET (1875 letture)
Ricette golose Difficoltà: facile
Tempo: 15 minuti
Calorie: 234 a porzione

Per 4 persone:

Sbattete 3 uova, aggiungete 25 g. di formaggio grattugiato e
50 g. di pane grattugiato, sale, pepe e una presa di cannella,
l’odore di noce moscata e la buccia di un limone tritato completamente,
lavorate il composto, versatelo in una tortiera imburrata e cuocetelo
al forno a 180 gradi per 15 minuti.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Maccheroni alle acciughe
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 15:42:49 CET (1174 letture)
Ricette golose Difficoltà: facile
Tempo: 15 minuti
Calorie: 430 a porzione

Ingredienti per 4 persone:

400 g. di maccheroni
100 g. di olio,
5/6 acciughe salate bel pulite e tagliuzzate,
1 cipolla piccola tritata
1 cucchiaio di salvia e rosmarino tritati
1 cucchiaio di conserva di pomodoro
1 cucchiaio di farina bianca,
parmigiano grattugiato.

Si friggono nell’olio le acciughe, si aggiunge la cipolla tritata
con la salvia e il rosmarino, la conserva di pomodoro, sciolta
nell’acqua con la farina. Lasciare bollire la salsa per 5 minuti,
quindi versarla sui maccheroni, già lessati in acqua salata e sgocciolati.
Cospargete di parmigiano grattugiato, rimestare e servire.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Riso con verdure e fagioli
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 15:41:15 CET (1088 letture)
Ricette golose Difficoltà: facile
Tempo: 1 ora
Calorie: 500 a porzione


Ingredienti per 4 persone:

150 g. di fagioli borlotti cotti,
300 g. di riso semi integrale,
150 g. di spinaci o erbette,
mezza verza,
1 patata, salvia essiccata,
50 g. di burro,
parmigiano grattugiato,
sale e pepe

Tagliare le foglie di verza e gli spinaci a listarelle e la patata a dadini.
Portare ad ebollizione abbondante acqua leggermente salata,
gettatevi il riso insieme alla verza e la patata, e dopo 15 minuti unite
spinaci e fagioli. Scolate e condite con burro fuso, in cui avrete
sbriciolati le foglie di salvia e il parmigiano grattugiato.
Aggiungere un pizzico di pepe nero prima di servire.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Fabrizio De André
Postato da Grazia01 il Lunedì, 13 marzo @ 14:35:55 CET (1803 letture)
Testi canzoni I

IL PESCATORE

All'ombra dell'ultimo sole
s'era assopito un pescatore
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso.
Il pescatore
Venne alla spiaggia un assassino
due occhi grandi da bambino
due occhi enormi di paura
eran gli specchi di un'avventura.
E chiese al vecchio dammi il pane
ho poco tempo e troppa fame
e chiese al vecchio dammi il vino
ho sete e sono un assassino.
Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno
non si guardò neppure intorno
ma versò il vino e spezzò il pane
per chi diceva ho sete e ho fame.
E fu il calore di un momento
poi via di nuovo verso il vento
davanti agli occhi ancora il sole
dietro alle spalle un pescatore.
Dietro alle spalle un pescatore
e la memoria è già dolore
è già il rimpianto di un aprile
giocato all'ombra di un cortile.
Vennero in sella due gendarmi
vennero in sella con le armi
chiesero al vecchio se lì vicino
fosse passato un assassino.
Ma all'ombra dell'ultimo sole
s'era assopito il pescatore
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso.

CANZONE DEL MAGGIO

Anche se il nostro maggio
ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento
anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.
E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato poco
provate pure a credervi assolti
siete lo stesso coinvolti.
Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le "pantere"
ci mordevano il sedere
lasciandoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate,
voi quella notte voi c'eravate.
E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone
le "verità" della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.
E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora
la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare
la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti,
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti.


CANZONE DELL'AMOR PERDUTO

Ricordi sbocciavan le viole
con le nostre parole
"Non ci lasceremo mai, mai e poi mai",
vorrei dirti ora le stesse cose
ma come fan presto, amore, ad appassire le rose
così per noi
l'amore che strappa i capelli è perduto ormai,
non resta che qualche svogliata carezza
e un po' di tenerezza.
E quando ti troverai in mano
quei fiori appassiti al sole
di un aprile ormai lontano,
li rimpiangerai
ma sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.
E sarà la prima che incontri per strada
che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato,
per un amore nuovo.


VIA DEL CAMPO

Via del Campo c'è una graziosa
gli occhi grandi color di foglia
tutta notte sta sulla soglia
vende a tutti la stessa rosa.
Via del Campo c'è una bambina
con le labbra color rugiada
gli occhi grigi come la strada
nascon fiori dove cammina.
Via del Campo c'è una puttana
gli occhi grandi color di foglia
se di amarla ti vien la voglia
basta prenderla per la mano
e ti sembra di andar lontano
lei ti guarda con un sorriso
non credevi che il paradiso
fosse solo lì al primo piano.
Via del Campo ci va un illuso
a pregarla di maritare
a vederla salir le scale
fino a quando il balcone ha chiuso.
Ama e ridi se amor risponde
piangi forte se non ti sente
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior.

LA GUERRA DI PIERO

Dormi sepolto in un campo di grano
non è la rosa non è il tulipano
che ti fan veglia dall'ombra dei fossi
ma son mille papaveri rossi
lungo le sponde del mio torrente
voglio che scendano i lucci argentati
non più i cadaveri dei soldati
portati in braccio dalla corrente
così dicevi ed era inverno
e come gli altri verso l'inferno
te ne vai triste come chi deve
il vento ti sputa in faccia la neve
fermati Piero , fermati adesso
lascia che il vento ti passi un po' addosso
dei morti in battaglia ti porti la voce
chi diede la vita ebbe in cambio una croce
ma tu no lo udisti e il tempo passava
con le stagioni a passo di giava
ed arrivasti a varcar la frontiera
in un bel giorno di primavera
e mentre marciavi con l'anima in spalle
vedesti un uomo in fondo alla valle
che aveva il tuo stesso identico umore
ma la divisa di un altro colore
sparagli Piero , sparagli ora
e dopo un colpo sparagli ancora
fino a che tu non lo vedrai esangue
cadere in terra a coprire il suo sangue
e se gli sparo in fronte o nel cuore
soltanto il tempo avrà per morire
ma il tempo a me resterà per vedere
vedere gli occhi di un uomo che muore
e mentre gli usi questa premura
quello si volta , ti vede e ha paura
ed imbraccia l'artiglieria
non ti ricambia la cortesia
cadesti in terra senza un lamento
e ti accorgesti in un solo momento
che il tempo non ti sarebbe bastato
a chiedere perdono per ogni peccato
cadesti interra senza un lamento
e ti accorgesti in un solo momento
che la tua vita finiva quel giorno
e non ci sarebbe stato un ritorno
Ninetta mia crepare di maggio
ci vuole tanto troppo coraggio
Ninetta bella dritto all'inferno
avrei preferito andarci in inverno
e mentre il grano ti stava a sentire
dentro alle mani stringevi un fucile
dentro alla bocca stringevi parole
troppo gelate per sciogliersi al sole
dormi sepolto in un campo di grano
non è la rosa non è il tulipano
che ti fan veglia dall'ombra dei fossi
ma sono mille papaveri rossi.


VALZER PER UN AMORE

Quando carica d'anni e di castità
tra i ricordi e le illusioni
del bel tempo che non ritornerà,
troverai le mie canzoni,
nel sentirle ti meraviglierai
che qualcuno abbia lodato
le bellezze che allor più non avrai
e che avesti nel tempo passato
ma non ti servirà il ricordo,
non ti servirà
che per piangere il tuo rifiuto
del mio amore che non tornerà.
Ma non ti servirà più a niente,
non ti servirà
che per piangere sui tuoi occhi
che nessuno più canterà.
Ma non ti servirà più a niente,
non ti servirà
che per piangere sui tuoi occhi
che nessuno più canterà.
Vola il tempo lo sai che vola e va,
forse non ce ne accorgiamo
ma più ancora del tempo che non ha età,
siamo noi che ce ne andiamo
e per questo ti dico amore, amor
io t'attenderò ogni sera,
ma tu vieni non aspettare ancor,
vieni adesso finché è primavera.


BOCCA DI ROSA

La chiamavano bocca di rosa
metteva l'amore, metteva l'amore,
la chiamavano bocca di rosa
metteva l'amore sopra ogni cosa.
Appena scese alla stazione
nel paesino di Sant'Ilario
tutti si accorsero con uno sguardo
che non si trattava di un missionario.
C'è chi l'amore lo fa per noia
chi se lo sceglie per professione
bocca di rosa né l'uno né l'altro
lei lo faceva per passione.
Ma la passione spesso conduce
a soddisfare le proprie voglie
senza indagare se il concupito
ha il cuore libero oppure ha moglie.
E fu così che da un giorno all'altro
bocca di rosa si tirò addosso
l'ira funesta delle cagnette
a cui aveva sottratto l'osso.
Ma le comari di un paesino
non brillano certo in iniziativa
le contromisure fino a quel punto
si limitavano all'invettiva.
Si sa che la gente dà buoni consigli
sentendosi come Gesù nel tempio,
si sa che la gente dà buoni consigli
se non può più dare cattivo esempio.
Così una vecchia mai stata moglie
senza mai figli, senza più voglie,
si prese la briga e di certo il gusto
di dare a tutte il consiglio giusto.
E rivolgendosi alle cornute
le apostrofò con parole argute:
"il furto d'amore sarà punito-
disse- dall'ordine costituito".
E quelle andarono dal commissario
e dissero senza parafrasare:
"quella schifosa ha già troppi clienti
più di un consorzio alimentare".
E arrivarono quattro gendarmi
con i pennacchi con i pennacchi
e arrivarono quattro gendarmi
con i pennacchi e con le armi.
Il cuore tenero non è una dote
di cui sian colmi i carabinieri
ma quella volta a prendere il treno
l'accompagnarono malvolentieri.
Alla stazione c'erano tutti
dal commissario al sagrestano
alla stazione c'erano tutti
con gli occhi rossi e il cappello in mano,
a salutare chi per un poco
senza pretese, senza pretese,
a salutare chi per un poco
portò l'amore nel paese.
C'era un cartello giallo
con una scritta nera
diceva "Addio bocca di rosa
con te se ne parte la primavera".
Ma una notizia un po' originale
non ha bisogno di alcun giornale
come una freccia dall'arco scocca
vola veloce di bocca in bocca.
E alla stazione successiva
molta più gente di quando partiva
chi mandò un bacio, chi gettò un fiore
chi si prenota per due ore.
Persino il parroco che non disprezza
fra un miserere e un'estrema unzione
il bene effimero della bellezza
la vuole accanto in processione.
E con la Vergine in prima fila
e bocca di rosa poco lontano
si porta a spasso per il paese
l'amore sacro e l'amor profano.
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Adriano Celentano
Postato da Grazia01 il Domenica, 12 marzo @ 14:14:12 CET (2161 letture)
Testi canzoni I

L'emozione non ha voce

Io non so parlar d'amore
l'emozione non ha voce
e mi manca un pò il respiro
se ci sei c'è troppa luce
la mia anima si spande
come musica d'estate
poi la voglia sai mi prende
e si accende con i baci tuoi
Io con te sarò sincero
resterò quel che sono
Disonesto mai lo giuro
ma se tradisci non perdono
Ti sarò per sempre amico
pur geloso come sai
io lo so mi contraddico
ma preziosa sei tu per me
Fra le mie braccia dormirai serenamente
ed è importante questo sai
per sentirci pienamente noi
Un'altra vita mi darai
che io non conosco
la mia compagna tu sarai
fino a quando so che lo vorrai
Due caratteri diversi
prendon fuoco facilmente
ma divisi siamo persi
ci sentiamo quasi niente
Siamo due legati dentro
da un amore che ci da
la profonda convinzione
che nessuno ci dividerà
Fra le mie braccia dormirai serenamente
ed è importante questo sai
per sentirci pienamente noi
Un'altra vita mi darai
che io non conosco
la mia compagna tu sarai
fino a quando lo vorrai
Noi vivremo come sai
solo di sincerità
di amore e di fiducia
poi sarà quel che sarà
Fra le mie braccia dormirai serenamente
ed è importante questo sai
per sentirci pienamente noi
pienamente noi
pienamente noi


Azzurro

Cerco l'estate tutto l'anno
e all'improvviso
eccola qua.
Lei è partita per le spiagge
e sono solo
quassù in città
sento fischiare sopra i tetti
un aeroplano
che se ne va
Azzurro il pomeriggio è
troppo azzurro, è
lungo per me
Mi accorgo
di non avere più risorse
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno e
vengo, vengo da te,
Ma il treno
dei desideri,
nei miei pensieri all'incontrario va
Sembra quand'ero all'oratorio
con tanto sole
tanti anni fa.
Quelle domeniche da solo
in un cortile
a passeggiar.
Ora mi annoio più di allora
neanche un prete
per chiacchierar.
Azzurro il pomeriggio è
troppo azzurro, è
lungo per me
Mi accorgo
di non avere più risorse
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno e
vengo, vengo da te,
Ma il treno
dei desideri,
nei miei pensieri all'incontrario va
Cerco un po' d'Africa in giardino
tra l'oleandro
e il baobab
Come facevo da bambino
ma qui c'è gente
non si può più
Stanno innaffiando le tue rose
non c'è il leone
chissà dov'è
Azzurro il pomeriggio è
troppo azzurro, è
lungo per me
Mi accorgo
di non avere più risorse
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno e
vengo, vengo da te,
Ma il treno
dei desideri,
nei miei pensieri all'incontrario va
Azzurro il pomeriggio è
troppo azzurro, è
lungo per me
Mi accorgo
di non avere più risorse
senza di te,
e allora
io quasi quasi prendo il treno e
vengo, vengo da te,
Ma il treno
dei desideri,
nei miei pensieri all'incontrario va
nei miei pensieri all'incontrario va
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lucio Battisti
Postato da Grazia01 il Domenica, 12 marzo @ 14:05:10 CET (1945 letture)
Testi canzoni I

Non è Francesca

Ti stai sbagliando chi hai visto non è,
non è Francesca.
Lei è sempre a casa che aspetta me
non è Francesca.
Se c'era un uomo poi,
no, non può essere lei.
Francesca non ha mai chiesto di più,
chi sta sbagliando son certo sei tu.
Francesca non ha mai chiesto di più perchè
lei vive per me.
Come quell'altra è bionda, però
non è Francesca.
Era vestita di rosso, lo so,
ma non è Francesca.
Se era abbracciata poi,
no, non può essere lei.
Francesca non ha mai chiesto di più,
chi sta sbagliando son certo sei tu.
Francesca non ha mai chiesto di più perchè
lei vive per me.


Anna

Hai ragione anche tu
cosa voglio di più
un lavoro io l'ho
una casa io l'ho
la mattina c'è chi
mi prepara il caffè
questo io lo so
e la sera c'è chi
non sa dir di no
cosa voglio di più hai ragione tu
cosa voglio di più cosa voglio
Anna
voglio Anna.
Non hai mai visto un uomo piangere
apri bene gli occhi sai perchè tu ora lo vedrai
apri bene gli occhi sai perchè tu ora lo vedrai
se tu...
non hai mai visto un uomo piangere
guardami...
guardami...
Anna...
voglio Anna.
Ho dormito lì
fra i capelli suoi
io insieme a lei
ero un uomo.
Quanti e quanti sì
ha gridato lei
quanti non lo sai
ero un uomo.
Cosa sono ora io?
Cosa sono mio Dio?
Resta poco di me
io che parlo con te
io che parlo con te di...
Anna
voglio Anna
voglio Anna
voglio Anna
voglio Anna
voglio Anna....


Fiori rosa fiori di pesco

Fiori rosa fiori di pesco c'eri tu
fiori nuovi 'stasera esco ho un anno di più
stessa strada, stessa porta.
Scusa
se son venuto qui questa sera
da solo non riuscivo a dormire perchè
di notte ho ancor bisogno di te
fammi entrare per favore solo
credevo di volare e non volo
credevo che l'azzurro di due occhi per me
fosse sempre cielo, non è
fosse sempre cielo, non è
posso stringerti le mani
come sono fredde tu tremi
no, non sto sbagliando mi ami
dimmi che è vero
dimmi che è
vero dimmi che è vero
dimmi che è vero
dimmi che noi non siamo stati mai lontani
dimmi che è vero ieri era oggi, oggi è già domani
dimmi che è vero
dimmi che è ve...
Scusa credevo proprio tu fossi sola
credevo non ci fosse nessuno con te
oh scusami tanto se puoi
signore chiedo scusa anche a lei ma
io ero proprio fuori di me
io ero proprio fuori di me quando dicevo:
posso stringerti le mani
come sono fredde tu tremi
non, non sto sbagliando mi ami
dimmi che è vero
dimmi che è vero
dimmi che è vero
dimmi che è vero
dimmi che è vero
dimmi che è vero
dimmi che è vero...


Mi ritorni in mente

Mi ritorni in mente
bella come se forse ancor di più
Mi ritorni in mente
dolce come mai, come non sei tu
Un angelo caduto in volo
questo tu ora sei
in tutti i sogni miei
come ti vorrei, come ti vorrei
Ma c'è qualcosa che non scordo
ma c'è qualcosa che non scordo
che non scordo ...
Quella sera
ballavi insieme a me
e ti stringevi a me
all'improvviso,
mi hai chiesto lui chi è lui chi è
un sorriso,
e ho visto la mia fine sul tuo viso
il nostro amor dissolversi nel vento
ricordo,
sono morto in un momento
Mi ritorni in mente
bella come sei, forse ancor di più
Mi ritorni in mente
dolce come mai, come non sei tu
Un angelo caduto in volo
questo tu ora sei in tutti i sogni miei
come ti vorrei, come ti vorrei
Ma c'è qualcosa che non scordo
ma c'è qualcosa che non scordo
che non scordo ...
Ma c'è qualcosa che non scordo
sei un angelo caduto in volo...
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Luigi Tenco
Postato da Grazia01 il Domenica, 12 marzo @ 13:55:27 CET (1272 letture)
Testi canzoni I

Vedrai vedrai

Quando la sera
tu ritorni a casa
non ho neanche voglia di parlare
tu non guardarmi
con quella tenerezza
come fossi un bambino
che rimane deluso
Si lo so
che questa
non è certo la vita
che hai sognato un giorno per noi
Vedrai vedrai
vedrai che cambierà
forse non sarà domani
ma un bel giorno cambierà
Vedrai vedrai
che non sei finito sai
non so dirti come e quando
ma vedrai che cambierà
Preferirei sapere che piangi
che mi rimproveri d'averti delusa
e non vederti sempre così dolce
accettare da me
tutto quello che viene
Mi fa disperare
il pensiero di te
e di me che non so darti di più
Vedrai vedrai
vedrai che cambierà
forse non sarà domani
ma un bel giorno cambierà
Vedrai vedrai
che non sei finito sai
non so dirti come e quando
ma vedrai che cambierà.


Ragazzo mio

Ragazzo mio, un giorno ti diranno che tuo padre
aveva per la testa grandi idee, ma in fondo, poi....
non ha concluso niente
non devi credere, no, vogliono far di te
un uomo piccolo, una barca senza vela
Ma tu non credere,no, che appena s'alza il mare
gli uomini senza idee, per primi vanno a fondo
Ragazzo mio...un giorno i tuoi amici ti diranno
che basterà trovare un grande amore
e poi voltar le spalle a tutto il mondo
no, no, non credere,no, non metterti a sognare
lontane isole che non esistono
non devi credere,ma se vuoi amare l'amore
tu,...non gli chiedere quello che non può dare
Ragazzo mio, un giorno sentirai dir dalla gente
che al mondo stanno bene solo quelli
che passano la vita a non far niente
no,no,non credere no,
non essere anche tu un acchiappanuvole
che sogna di arrivare
non devi credere, no, no, no non invidiare
chi vive lottando invano col mondo di domani
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La vita
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:52:00 CET (1371 letture)
Poesie sulla vita I

Viale alberato da tigli odorosi
unica sei per ogni mortale.
Seducente creatura dall'essenza
balzana, la tua mise
è mutante ad ogni sorger del sole.
Sei l'elfo del bosco incantato,
la rosa purpurea
dal vento baciata,
sei l'acqua che disseta la terra,
il frutto maturo sul ramo,
il bimbo che giuoca sul prato.
Sei il dono prezioso
di un cuore che ama.

Adelina Gentile
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I figli
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:47:15 CET (1297 letture)
Poesie e prosa di Gibran I

I figli non sono i vostri figli
Essi sono i figli e le figlie della vita che brama se stessa.
Vengono per mezzo di voi ma non da voi,
e benchè essi siano con voi comunque non vi apparttengono.
Potrete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,
poichè essi hanno i loro pensieri.
Potrete ospitare i loro corpi ma non le loro anime,
perchè le loro anime abitano la casa del domani,
che voi non potrete visitare,
neppure nei vostri sogni.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non farli simili a voi.
La vita procede e non si attarda sul passato.
Voi siete gli archi da cui i figli,
come frecce vive,
sono scoccati in avanti.
L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito,
e vi tende con forza
affinchè le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell'Arciere,
Poichè come ama il volo della freccia,
così ama la fermezza dell'arco.

Gibran
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Chiedini
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:44:35 CET (1172 letture)
Poesie preferite


Chiedimi cosa desidero, dove voglio andare….
Abbandonami al mare, alga tra le alghe,
conchiglia tra migliaia di conchiglie
completamente disuguali e uguali,
goccia di mare tra incommensurabili gocce,
granello di sabbia così microscopicamente minuscolo
da non essere visto.
Ti chiedo di non guardarmi,
di non notarmi, di non chiamarmi per nome,
di non chiamarmi mamma, mamma…….
chiunque lo pronunci è mio figlio,
se lo sento chiamare trema il cuore e rispondo amore..
Dammi qualsiasi cosa che sia solo mia,
non chiedere cosa,
non saprei dire cosa possa volere,
desiderare, possedere….
non desidero niente che tu possa comprare.
Vorrei essere fiore di gelsomino,
di tiglio, candido giglio,
pallida rosa di macchia, lavanda,
arbusto verde di timo,
violacciocca di una scarpata affacciata sul mare
averne in me tutti i profumi per colmare i tuoi sensi.
Verde prateria in cui potersi sdraiare
e sparire agli sguardi
per ascoltare crescere l’erba,
frinire le cicale.
Seguire un volo di candide farfalle
e farti cullare dal canto di infinite ali,
riempirti le nari di piccoli profumi delicati…
trifoglio, margherite,
viole, campanule, primule,
essere seme per affondare nella terra.
Salire aggrappata ad un raggio di sole
per poter restare imprigionata
in una nuvola e spinta dal vento
viaggiare sopra terre lontane…..
Essere cristallo di neve per trasformare la luce
in un caleidoscopio di colori….
Possedere mille sorrisi sbocciati dal cuore
e distribuiti dagli occhi colmi d’amore…
essere dolce carezza sul tuo viso
per strapparti un sorriso.

Anonimo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L'hai mai conosciuta?
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:35:46 CET (1056 letture)
Poesie generiche

Mi rincorreva nelle giornate di sole,
mi tendeva agguati, era pronta ogni minuto,
ogni istante, mi corteggiava,
mi chiedeva incontri nel buio di una stanza,
sotto un cielo stellato,
mi guardava negli occhi desiderosa di potermi avvicinare...
c'erano troppe voci, troppi richiami,
troppa felicità per potermi fermare ad ascoltare
i madrigali che affidava al vento
per indurmi a sostare,
ad appoggiarmi morbidamente
al tronco ruvido di un albero in fiore per poterla fissare,
per lasciarla entrare lieve nel mio cuore,
nella mia mente, per poter fissare senza rumore
i pensieri che volevo gustare senza il rumore delle risate
che m'impedivano di lasciarla accostare...
Spesso giungevo ad un compromesso
le promettevo di dedicarle un breve istante
prima di lasciarmi avvincere dalle nebbie del sonno...
ero così stanca delle mie giornate piene di sole,
affollate di sorrisi che l'attimo in cui posavo il capo sul cuscino
mi vedeva già catturata dai sogni...
mi fissava al mattino e c'era rimprovero nei suoi occhi
non le sapevo dedicare un istante...
Corri senza fermarti, trascinata in una giostra di attimi impazziti
pieni di vita e poi te la trovi davanti sorridente...
tacciono le voci, ti trovi troppe volte sola...
fai rumore per spaventarla, per allontanarla...
"di cosa hai paura?"... ti sussurra piano...
"ti darò il tempo per riflettere, per accarezzare i tuoi sogni,
per mettere sulla carta i tuoi pensieri,
tutte le parole che hai racchiuso nel cuore
e che vorresti mostrare a chi ti sta ancora vicino
e non riesce a capire cosa taci, cosa non vuoi dire..."
Ti ho lasciata avvicinare, alla fine mi hai vinta,
nel silenzio ti racconto i miei segreti,
le speranze deluse,
i sogni in cui volevi entrare in punta di piedi...
ora ne sei padrona...
parlo per non farti avvicinare e tu sorridi...
è a te che sto parlando,
all'unica mia amica...
la solitudine.

Anonimo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tre passi
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:30:36 CET (1568 letture)
Poesie sulla vita I

Tre passi, per misurare la mia vita...
il primo un dolce declivio, un prato di smeraldo...
l'ho percorso correndo, visi dolci, sorridenti, accattivanti...
guardavo tutti con occhi di stelle, ammiccanti...
amore dolce di miele, odoroso di fiori,
arcobaleno di morbidi colori era soffice tappeto sotto i piedi...
al secondo mi sono fermata spaventata, dove stavo correndo?
e tutti quei visi sorridenti?
portavano maschere per nascondere il loro vero aspetto
e mi sono smarrita nei meandri più oscuri della mente,
guardavo la vita attraverso un cristallo deformante...
gridavo muta la mia disperazione...
crisalide in un bozzolo pietrificato...
non ne potevo uscire...
Sto misurando il terzo passo, se mi metto allo specchio
percorro lievemente con le dita ogni più piccolo segno
che mi ha lasciato il tempo...
ferite ricucite in fretta,
sto imparando lentamente dall'unica maestra,
la vita, a sorridere nuovamente...

Anonimo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un cuore capace d'amare
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:21:48 CET (1263 letture)
Poesie generiche

Un cuore capace d'amare
ti eri scordata d'averlo non lo volevi ascoltare.
Per quanto tempo l'hai sentito gridare
per qualcuno che non c'è che non ti può più amare...
Adesso lo senti tremare è come se all'improvviso
ti fossi svegliata sbalordita,
abbagliata da qualcosa ch'è sbocciato
che non avresti pensato e lo senti tremare...
Lascialo ancora sognare non volerlo sgridare,
non dirgli che ormai è tardi,
lasciati dolcemente andare ricomincia a pensare
di avere ancora un cuore capace d'amare...

Anonimo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sii paziente
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:13:54 CET (1242 letture)
Poesie sulla vita I
Sii paziente
verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore
e cerca di amare le domande,
che sono simili a stanze chiuse a chiave
e libri scritti in una lingua straniera.
Non cercare ora le risposte che possono esserti date
poichè non saresti capace di convivere con esse.
E il punto è vivere ogni cosa.
Vivere le domande ora.
Forse ti sarà dato senza che tu te ne accorga
di vivere fino al lontano giorno in cui avrai la risposta.

Madre Teresa di Calcutta
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tieni sempre presente...
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 22:09:18 CET (1276 letture)
Poesie sulla vita I

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.

Però ciò che è importante non cambia:
la tua forza e la tua convinzione non hanno età,
il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite….
Insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare arrugginire il ferro che c’è in te.
Fai in modo che invece di compassione ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni
Non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina,
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai!

Madre Teresa di Calcutta
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Universo
Postato da Antonio il Sabato, 11 marzo @ 21:56:09 CET (981 letture)
Le poesie e altro di Grazia I


Universo

La levigatezza rosata di una conchiglia,
la cipria impalpabile delle ali di una farfalla,
i multiformi fiocchi cristallini della neve,
un universo perfetto.
Il pulviscolo nel raggio obliquo del sole,
attraverso il vitreo velo di una lacrima.
Un universo in decomposizione


Grazia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Citazioni famose
Postato da Grazia01 il Venerdì, 10 marzo @ 14:42:19 CET (11039 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni I Non è possibile o non è facile mutare col ragionamento ciò che da molto tempo si è impresso nel carattere.
Aristotele Etica Nicomachea. [Rosti]

Tale è la forza dell'abitudine che ci si abitua perfino a vivere.
Bufalino, Gesualdo Il malpensante, Bompiani, Milano, 2004, p. 75.

L'abitudine è la grande guida della vita umana.
Hume, David Ricerche sull'intelletto umano. [Sordi]

L'abitudine ci nasconde il vero aspetto delle cose.
Montaigne, Michel de Saggi, Mondadori, Milano, 1970, p. 151.

L'abitudine è un abito che, indossato da giovani, ci rifiutiamo di togliere vita natural durante.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti (2), Scheiwiller, Milano, 1980, p. 71.

Il falso amico è come l'ombra che ci segue finché dura il sole.
Dossi, Carlo Note azzurre. [Roncoroni]

Le amicizie vere sono quelle che si fondano sul sentimento; l'amico non giudica, comprende.
Fegatelli, Aldo Luigi Tenco, Mondadori, Milano, 2002, p. 19.

L'amicizia è rara perché è scomoda.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante, Bompiani, Milano, 1983, p. 35.

Il vostro amico è i vostri bisogni esauditi.
Gibran, Kahalil Il Profeta, Newton Compton, Roma, 1995, p. 61.

Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali.
Gracián, Baltasar Oracolo manuale e arte di prudenza. [Roncoroni]

Quel che l'uom vede, Amor gli fa invisibile,
e l'invisibil fa vedere Amore.
Ariosto, Ludovico Orlando furioso, canto I, ottava LVI, vv. 5-6.

C'è tutta una vita in un'ora d'amore.
Balzac, Honoré de Lo zigrino, Rizzoli, Milano, 1957 p. 181.

Ci sono abissi che l'amore non può superare, nonostante la forza delle sue ali.
Balzac, Honoré de Lo zigrino, Rizzoli, Milano, 1957 p. 211.

Ricordiamo a lungo chi abbiamo amato, meno a lungo chi ci ha amato.
Bufalino, Gesualdo Il malpensante, Bompiani, Milano, 2004, p. 23.

L'amore: un sentimento inventato: ciò che conta è il gioco della seduzione, il rituale di piacere a qualcuno.
Bufalino, Gesualdo Il malpensante, Bompiani, Milano, 2004, p.115.

L'amore è come le malattie contagiose; più le si temono e più vi si è soggetti.
Chamfort, Nicolas Massime e pensieri, Guanda, Parma, 1998, p. 71.

L'amore, così come esiste nella società, non è altro che lo scambio di due fantasie e il contatto di due epidermidi.
Chamfort, Nicolas Massime e pensieri, Guanda, Parma, 1998, p. 73.

L'amante troppo amato dalla sua amante finisce con l'amarla di meno, e viceversa.
Chamfort, Nicolas Massime e pensieri, Guanda, Parma, 1998, p. 80.

Si conosce di più l'amore attraverso l'infelicità che procura che per la felicità, spesso misteriosa, che diffonde nella vita degli uomini.
Châtelet, Émilie du Discorso sulla felicità, Sellerio editore, Palermo, 1992 p. 37.

Per conservare a lungo l'amore del proprio amante è indispensabile che la speranza e il timore siano sempre presenti.
Châtelet, Émilie du Discorso sulla felicità, Sellerio editore, Palermo, 1992 p. 59.

L'amore porta molta felicità, molto più di quanto struggersi per qualcuno porti dolore.
Einstein, Albert Pensieri di un uomo curioso, Mondadori, Milano, 1997, p. 145.

Per amarsi a lungo bisogna conoscersi poco.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante, Bompiani, Milano, 1983, p. 12.

L'amore a prima vista spesso non è che una svista.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante, Bompiani, Milano, 1983, p. 135.

In amore chi più ama meno può.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante, Bompiani, Milano, 1983, p. 136.

È sempre accaduto che l'amore abbia ignorato quanto fosse profondo fino al momento del distacco.
Gibran, Kahalil Il Profeta, Newton Compton, Roma, 1995, p. 13.

L'amore, come la morte, cambia tutto
Gibran, Kahalil Massime spirituali, Newton Compton, Roma, 1993, p. 52.

Non ama colui al quale i difetti della persona amata non appaiono virtù.
Goethe, Johann Wolfgang Massime e riflessioni, TEA, Milano, 1988, p. 181.

C'è sempre nell'amore molta illusione e molta curiosità.
Karr, Alphonse Aforismi, Newton Compton, Roma, 1993, p. 20.

L'amore è la più terribile, ma anche la più onesta delle passioni; è la sola che non possa occuparsi della propria felicità senza comprendervi la felicità di un altro.
Karr, Alphonse Aforismi, Newton Compton, Roma, 1993, p. 48.

L'amicizia fra due persone di sesso diverso o non è nulla o è amore.
Karr, Alphonse Aforismi, Newton Compton, Roma, 1993, p. 59.

L'amore è un concetto estensibile che va dal cielo all'inferno, riunisce in sé il bene e il male, il sublime e l'infinito.
Jung, Carl Gustav Aforismi, Newton Compton, Roma, 1989, p. 21.

Il tempo, che rafforza le amicizie, affievolisce l'amore.
La Bruyère, Jean de I caratteri, Einaudi, Torino, 1981, p. 65.

Amore e amicizia si escludono a vicenda.
La Bruyère, Jean de I caratteri, Einaudi, Torino, 1981, p. 66.

Soffrire per l'assenza di chi si ama è un bene in confronto a vivere con chi si odia.
La Bruyère, Jean de I caratteri, Einaudi, Torino, 1981, p. 66.

Il vero amore è come i fantasmi: tutti ne parlano, ma pochi li hanno visti.
La Rochefoucauld, François de Massime, Rizzoli, Milano, 1992, p. 50 (76).

È impossibile amare una seconda volta ciò che non si ama veramente più.
La Rochefoucauld, François de Massime, Rizzoli, Milano, 1992, p. 87 (286).

Amor ogni cosa vince.
Leonardo da Vinci Aforismi, novelle e profezie, Newton Compton, Roma, 1993, p. 32.

Non è l'amore che fa soffrire, ma la sua assenza.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti (2), Scheiwiller, Milano, 1980, p. 75.

L'inizio dell'amore spesso è simultaneo. Non così la fine. Da ciò nascono le tragedie.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti (2), Scheiwiller, Milano, 1980, p. 110.

L'amore reca più male che bene.
Napoleone Bonaparte Aforismi, massime e pensieri, Newton Compton, Roma, 1993, p. 42.

L'amore deve essere un piacere, non un tormento.
Napoleone Bonaparte Aforismi, massime e pensieri, Newton Compton, Roma, 1993, p. 73.

Amore è desiderio di conoscenza.
Pavese, Cesare Il mestiere di vivere, Einaudi, Torino, 1952, p. 249.

Amore: quando la parola viene usata in maniera appropriata, non denota qualsiasi e ogni relazione tra i due sessi, ma soltanto una relazione in cui ci sia un grande coinvolgimento emotivo e che sia di natura psicologica e fisica.
Russell, Bertrand Pensieri, Newton Compton, Roma 1996. p. 21.

L'amore è una cosa più meravigliosa dell'arte.
Wilde, Oscar Il ritratto di Dorian Gray, Mondadori Scuola, Milano, 1990, p. 104.

Tutti vogliono avere un amico, nessuno si occupa d'essere un amico.
Karr, Alphonse Aforismi, Newton Compton, Roma, 1993, p. 87.

Troppi amici, non abbastanza amicizia.
Karr, Alphonse Aforismi, Newton Compton, Roma, 1993, p. 92.

In amicizia non si può andare lontano se non si è disposti a perdonarsi scambievolmente i piccoli difetti.
La Bruyère, Jean de I caratteri, Einaudi, Torino, 1981, p. 92.

Per raro che sia il vero amore, è meno raro della vera amicizia.
La Rochefoucauld, François de Massime, Rizzoli, Milano, 1992, p. 116 (473).

Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese.
Leonardo da Vinci Aforismi, novelle e profezie, Newton Compton, Roma, 1993, p. 35.

L'amicizia non è altro che un nome.
Napoleone Bonaparte Aforismi, massime e pensieri

Una nuova conoscenza è un esperimento, un nuovo amico è un rischio.
Pound, Ezra Aforismi e detti memorabili

Volere e non volere le stesse cose, questa è la vera amicizia.
Sallustio La congiura di Catilina. [Sordi]

Amico è con chi puoi stare in silenzio.
Sbarbaro, Camillo Fuochi fatui. [Roncoroni]

Gli amici si dicono sinceri, ma in realtà sinceri sono i nemici.
Schopenhauer, Arthur L'arte di insultare

Niente è più forte dell'abitudine.
[Nil adsuetudine maius].
Ovidio L'arte di amare. [Sordi]

L'abitudine è il miglior maestro in tutte le cose
[Usus efficacissimus rerum omnium magister].
Plinio il Vecchio Naturalis Historia. [Sordi]

Gli uomini si abituano a tutto con una spaventevole rapidità.
Russell, Bertrand Bertrand Russell dice la sua

A ragione definirono il bene: ciò a cui ogni cosa tende.
Aristotele Etica Nicomachea. [Rosti]

Distinguere il bene dal male non è facile poiché i confini tra questo e quello siamo noi a tracciarli.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante

È morale ciò che ti fa sentir bene dopo che l'hai fatto e immorale ciò che invece ti fa sentir male.
Hemingway, Ernest Morte nel pomeriggio [Sordi]

L'uomo possiede la capacità di distinguere tra bene e male e la facoltà di non tenerne conto.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti

Il dubbio è una passerella che trema fra l'errore e la verità.
Bufalino, Gesualdo Il malpensante

Non ho certezze; la certezza è nemica invidiosa della verità.
Bufalino, Gesualdo Il malpensante

Chi non dubita mai di niente non ha capito niente.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante

Dubito sempre di chi non dubita di niente.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante

Il debole dubita prima della decisione; il forte dopo.
Kraus, Karl Detti e contraddetti

La conoscenza di ciò che è non apre direttamente la porta alla conoscenza di ciò che dovrebbe essere. Si può avere la conoscenza più chiara e più completa di ciò che è, e tuttavia non riuscire a dedurre da questa quale dovrebbe essere la meta delle nostre aspirazioni umane. La conoscenza obiettiva ci fornisce strumenti potenti per la conquista di certe mete, ma il fine ultimo e il desiderio di raggiungerlo devono nascere da un'altra fonte.
Einstein, Albert Pensieri degli anni difficili, Boringhieri

Cos'è mai la conoscenza con parole, se non un'ombra della conoscenza senza parole?
Gibran, Kahalil Il Profeta

Ciò che non si comprende non lo si possiede.
Goethe, Johann Wolfgang Massime e riflessioni

In realtà si sa solo quando si sa poco; col sapere aumenta il dubbio.
Goethe, Johann Wolfgang Massime e riflessioni

Quanto più si diffonde il sapere, tanto più numerosi sono i problemi che affiorano.
Goethe, Johann Wolfgang Massime e riflessioni

Per conoscere bene le cose, bisogna conoscerne i particolari: e siccome questi sono quasi infiniti, le nostre conoscenze sono sempre superficiali e imperfette.
La Rochefoucauld, François de Massime

Penso che la domanda "a che serve?" applicata ai contenuti di uno studio o di una ricerca possa essere la spia di una mentalità utilitaristica, pragmatistica, consumistica. Penso che le civiltà evolute debbano lasciare spazio al conoscere in quanto valore in sé.
Rossi, Paolo in AA.VV., Che cosa fanno oggi i filosofi?

Poche cose possiamo dire di saper bene.
Vauvenargues Riflessioni e massime

Bisogna aver rinunciato al buon senso per non convenire che non conosciamo nulla se non attraverso l'esperienza.
Voltaire Il filosofo ignorante

Il dubbio è il lievito della conoscenza.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti

Traggo serenità dalla certezza del dubbio.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti

Ogni nozione principia con una certezza e sfocia nel dubbio.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti

Non si dovrebbe mai esser certi di niente (...) perché nulla merita certezza, e così si dovrebbe sempre mantenere nelle proprie convinzioni un elemento di dubbio e si dovrebbe essere in grado di agire con vigore malgrado il dubbio.
Russell, Bertrand Bertrand Russell dice la sua

I desideri smodati sono fonte di sofferenza, e la felicità della vita comincia solamente dove essi finiscono.
Chamfort, Nicolas Massime e pensieri

Il desiderio, non meno che il timore, fa soffrire l'uomo.
Gervaso, Roberto Il grillo parlante

Il desiderio è metà della vita; l'indifferenza è già metà della morte.
Gibran, Kahalil Aforismi (sabbia e spuma)

Ciò che desideriamo e non possiamo conseguire ci è più caro di quello che abbiamo già conseguito.
Gibran, Kahalil Aforismi (sabbia e spuma

Le cose più desiderate non si realizzano; o, se si realizzano, ciò non accade nel tempo e nelle circostanze in cui esse avrebbero arrecato un estremo piacere.
La Bruyère, Jean de I caratteri Einaudi

Non si desidera mai ardentemente ciò che si desidera solo con la ragione.
La Rochefoucauld, François de Massime Rizzoli

Non si debba desiderare lo impossibile.
Leonardo da Vinci Aforismi, novelle e profezie,

Chi ha meno di quanto desidera deve sapere che ha più di quanto vale.
Lichtenberg, Georg C. Osservazioni e pensieri. [Roncoroni]

Le cose si ottengono quando non si desiderano più.
Pavese, Cesare Il mestiere di vivere,

Chi si sforza di vincer la propria sorte, deve farlo con giudizio e moderazione.
Calderòn de la Barca, Leon La vita è un sogno. [Rosti]

Non sono gli uomini a dominare la sorte, ma è la sorte a dominare gli uomini.
Erodoto Storie. [Sordi]

Per quanto differenti appaiano i destini, una certa compensazione di mali e di beni li rende tutti uguali.
La Rochefoucauld, François de Massime,

Il destino è la scuola dei deboli.
Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti

Ciò che la gente , comunemente, chiama destino è, per lo più, soltanto l'insieme delle sciocchezze che essa commette.
Schopenhauer, Arthur Parerga e paralipomena.[Rosti]

Poveri o ricchi, nessuno è virtuoso o felice se la fortuna non lo ha messo al suo posto.
Vauvenargues Riflessioni e massime,
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 3.33


Sull'amore
Postato da Grazia01 il Venerdì, 10 marzo @ 14:36:36 CET (8170 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni I


1
Chi ama davvero ama il mondo intero, non soltanto un individuo particolare (Erich Fromm)
2
Chi ama non ha bisogno di sognare perché l'amore è già un sogno.
3
Chi risparmia il bastone odia suo figlio, chi lo ama è pronto a correggerlo. (Salomone)
4
Chi vuol fare il bene picchia al cancello; chi ama trova aperto il cancello (Rabindranath Tagore)
5
Ciò che forma le qualità del marito che si ama, forma spesso i difetti del marito che non si ama (Honoré de Balzac)
6
Dio quando ama, chiama. Quando dona, chiede (Luigi Sartori)
7
E' altrettanto difficile vivere con la persona che si ama che amare la persona con cui si vive.
8
Il figlio saggio ama la disciplina, lo spavaldo non ascolta il rimprovero. (Salomone)
9
La felicità non è in fondo a un bicchiere, non è dentro a una siringa: la trovi solo nel cuore di chi ti ama.
10
La vita reale è soltanto il riverbero dei sogni dei poeti. La vista di tutto ciò che è bello in arte o in natura, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama (Stendhal)
11
Mi dicono che l'uomo ama se stesso. Ahimè, quanto deve essere grande questo amore, quanto disprezzo deve vincere! (Friedrich Nietzsche)
12
Nella sua prima passione la donna ama il suo amante, in tutte le altre ciò che ama è il suo amore (Lord Byron)
13
Non ci sono torti imperdonabili, se non quelli di chi non si ama più (Mademoiselle de Scudéry)
14
Non si ama nessuno quando si è innamorati (Edmonde Charles-Ronx)
15
Non si ama perché si vuole essere amati. Si ama perché si ama. Cammin facendo, si vorrebbe essere ripagati (Louis Thomas)
16
Non si giudica chi si ama. (Jean Paul Sartre)
17
Ogni volta che si ama è quella l'unica volta che si abbia veramente amato. La differenza dell'oggetto dell'amore non altera la sincerità della passione, ma l'intensifica (Oscar Wilde, "Il ritratto di Dorian Gray")
18
Per chi ama, il sole non tramonta mai; per chi soffre, mai spunta.
19
Quando il tuo amore non produce amore reciproco e attraverso la sua manifestazione di vita, di uomo che ama, non fa di te un uomo amato, il tuo amore è impotente, è una sventura (Karl Marx)
20
Quando non si ama, nel silenzio che è in ognuno di noi si può sentire il disperato singhiozzo dell'altro.
21
Quando non si ha ciò che si ama, bisogna amare quel che si ha. (Roger de Bussy-Rabutin)
22
Se ami, ama liberamente, perché l'amore non è una vergogna.
23
Un uomo può essere felice con qualsiasi donna finché lui non l'ama.
24
Ama ciò che ti rende felice, ma non amare la tua felicità (Gustave Thibon)
25
Ama l'arte; fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno.
26
Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato, ama il tuo peccato e sarai innocente (Anonimo)
27
Bella ed amabile illusione è quella per la quale i dì anniversari di un avvenimento, che per la verità non ha a fare con essi più di un qualunque altro dì dell'anno, paiono avere con quello un'attinenza particolare, e che quasi un'ombra del passato risorga e ritorni sempre in quei giorni, e ci sia davanti (Giacomo Leopardi)
28
Tutto è amor proprio nell'uomo e in qualunque vivente. Amabile non pare e non è se non quegli che lusinga o giova l'amor proprio altrui
(Giacomo Leopardi)
29
Niente rende tanto amabili quanto il credersi amati (Pierre de Marivaux)
30
Nulla rende così amabili come il credersi amati. (Marivaux)
31
Se pensi di amare non stai amando.
32
Amiamo la franchezza di quelli che ci amano. La franchezza degli altri la chiamiamo insolenza (André Maurois)
33
Le donne apprezzano la crudeltà più di qualunque altra cosa. E amano esserne dominate (Oscar Wilde)
34
Più si praticano gli uomini, più si amano i cani. (Frate indovino)
35
Quelli che non si ritrattano mai amano se stessi più che la verità (Joseph Joubert)
36
Tutte le grandi città hanno la misteriosa proprietà di rendere invisibili l'uno all'altra coloro che non si amano più (Edmonde Charles-Ronx)
37
Il matrimonio che fallisce, è sempre a causa della donna: l'amante o la suocera (Anonimo)
38
Ma ciò che dice una donna all'amante appassionato, scrivilo nel vento e nell'acqua rapida (Catullo)
39
Nella sua prima passione la donna ama il suo amante, in tutte le altre ciò che ama è il suo amore (Lord Byron)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 1.68


Argomenti vari
Postato da Grazia01 il Venerdì, 10 marzo @ 14:28:01 CET (1377 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni I Il saggio impara molte cose da i suoi nemici.
Aristofane

L’invidia ha gli occhi e la fortuna è cieca.
Corrado Alvaro
Lo uccisi perchè era idiota, perfido, scemo, tardo, stupido, mentecatto, ipocrita, ignorante, burino, buffone, gesuita, a scelta. Una cosa si accetta, due no.
Max Aub : )

Che chi ne l’acqua sta fin alla gola, ben è ostinato se mercè non grida.
Ludovico Ariosto

Credo per comprendere, non comprendo per credere.
S. Agostino

Dio può essere meglio immaginato che descritto, e Lui esiste ancor più sicuramente di quanto possa essere immaginato.
Sant'Agostino

Insegnami a cercarti e a mostrarti a me che ti cerco. Io non posso cercarti se tu non m’insegni, né trovarti se tu non ti mostri. Che io ti cerchi desiderandoti, che ti desideri cercandoti, che ti trovi amandoti, e che ti ami trovandoti.
Sant’Anselmo

Provo un intenso desiderio di tornare nell’utero… Di chiunque.
Woody Allen

I soldi aiutano a sopportare la povertà.
Alphonse Allais

Se un uomo apre la porta dell’auto alla moglie, o è nuova l’auto o è nuova la moglie.
Filippo d’Edimburgo


Non penso mai al futuro. Arriva così presto.
Albert Einstein

Mostrarsi semplici e sorridenti è l’arte suprema del mondo.
Sergey Esenin
Più forte della mia volontà è la passione, causa di mali grandissimi per gli uomini.
Euripede

La felicità non consiste nell’acquistare e godere ma nel non desiderare nulla, perché così si è liberi.
Epitteto

La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.
Einstein

L’uomo giusto è sereno, l’ingiusto è pieno di turbamenti.
Epicuro

Fortunato è l’uomo il quale, non avendo nulla da dire, si astiene dal dimostrare con le parole l’evidenza del fatto.
George Eliot

Prepara mali a se stesso l’uomo che prepara mali agli altri: il cattivo consiglio è dannoso allo steso consigliere.
Esiodo

Cerca di diventare non un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore.
Albert Einstein

La saggezza non sta nel distruggere idoli, sta nel non crearne mai.
Umberto Eco

Ci sono assai meno ingrati di quanti si creda, perché ci sono assai meno generosi di quanto si pensi.
Saint Evremond

È nostra esperienza che i politici sono soliti realizzare il contrario di quello che dicono.
Abba Eban

La tradizione non si può ereditare, e chi la vuole deve conquistarla con grande fatica.
Herny Estienne

Non esitono grandi scoperte ne reale progresso finché sulla terra esiste un bambino infelice.
A. Einstein

Tutto scorre e niente rimane immobile.
Eraclito

La saggezza non è il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla.
Albert Einstein

Non stare a parlare, che, mentre parli, quello che tu realmente sei ti sta sopra e rimbomba, tanto che non mi consente di udire ciò che stai dicendo in contrario.
R. W. Emerson

Se c'è un modo di far meglio, trovalo.
Thomas Alva Edison

Quando la soluzione è semplice, Dio sta rispondendo.
Albert Einstein

Il coraggio è il prezzo che la vita esige per assicurare la pace.
Amelia Earhart

Se un uomo apre la porta dell'auto alla moglie, o è nuova l'auto, o è nuova la moglie.
Filippo d'Edimburgo

È ciò che amiamo, o "come" amiamo che rende vera una storia d'amore?
G. Eliot

Tu non devi cercare che le cose vadano a modo tuo, ma volere che esse vadano proprio così come stanno andando; allora tutto andrà bene.
Epitteto

La fantasia è più importante della conoscenza.
Albert Einstein

Cerca di diventare non un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore.
Albert Einstein

La saggezza non sta nel non distruggere idoli, sta nel non crearne mai.
Umberto Eco

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia.
Epicuro

L'unico modo di avere un amico è essere amico.
Waldo Emerson

Ci sono assai meno ingrati di quanto si creda, perché ci sono assai meno generosi di quanti si pensi.
Saint Evremond

Innanzi tutto dì a te stesso chi vuoi essere; poi fa ogni cosa di conseguenza.
Epitteto

Amore non è guardarci l'un l'altro, ma guardare insieme nella stessa direzione.
Antoine de Saint Exupery

Le tre regole di lavoro: 1. Esci dalla confusione, trova semplicità. 2. Dalla discordia, trova armonia. 3. Nel pieno delle difficoltà risiede l'occasione favorevole.
Albert Einstein

Non dimenticare mai dove la strada conduce.
Eraclito

Non si è mai fatto nulla di grande senza entusiasmo.
Ralph Emerson

Solo l'uomo colto è libero.
Epitteto

Poiché nella grande saggezza c'è molto dolore, colui che aumenta la conoscenza aumenta il dolore.
Ecclesiaste

Rispetta il bambino. Non essere troppo il suo genitore. Non invadere la sua solitudine.
Ralph Waldo Emerson

È ciò che amiamo, o "come" amiamo che rende vera una storia d'amore?
G. Eliot

L'uomo sereno procura serenità a sé e agli altri.
Epicuro

Tutto insegna, maturando, il tempo.
Eschilo

La giusta scelta del momento è, in tutte le cose, il fattore più importante.
Esiodo

È meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.
Albert Einstein

Non sono le cose in se stesse a preoccupare, ma le opinioni che ci facciamo di esse.
Epitteto

Non essere troppo giusto, né savio oltre misura
16 Ecclesiaste 7

Siamo più saggi di quanto non sappiamo
Ralph Waldo Emerson

La vera poesia può comunicare anche prima di essere capita.
T.S. Elliot

Quanto più savio e possente è un maestro, tanto più immediato è il modo in cui crea la sua opera, e tanto più essa è semplice.
Meister Eckhart

Mostrarsi semplici e sorridenti è l'arte suprema del mondo.
Esenin

Chi non ricorda il bene passato è vecchio già oggi.
Epicuro

"Vedi, cara, l'amore è una cosa, il sesso un'altra." "E la roba che facciamo noi come si chiama?"
Ellekappa : )

Abbi riguardo per il tuo nome, giacche' esso ti rimarrà più a lungo di una grande riserva d’oro.
Apocrifi, Ecclesiastico 41.12

Non fidarti dei consigli interessati.
Esopo

Non fare sfoggio della tua saggezza davanti al re.
Ecclesiaste 7,5

Vincono quelli che credono di potere.
4 Ecclesiaste 11

Innanzitutto dì a te stesso chi vuoi essere; poi fa ogni cosa di conseguenza.
Epitteto

La saggezza non sta nel distruggere gli idoli, sta nel non crearne mai.
Umberto Eco

Questa è la più amara sofferenza per un uomo: avere molta conoscenza ma nessun potere.
Erodoto

Occorre convincersi che il discorso lungo e il discorso breve arrivano al medesimo fine.
Epicuro

Fai sempre quel che hai paura di fare.
Ralph Emerson

Le opinioni sono come le palle: ognuno ha le sue. : )
C. Eastwood

"Il segreto della creatività è saper nascondere le proprie fonti".
Albert Einstein
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Il cuore mi batte troppo forte [ 0 commenti - 57 letture ]
 L'ombra [ 0 commenti - 17 letture ]
 La rabbia senza l'orgoglio [ 0 commenti - 38 letture ]
 La vita al tempo del covid 19 [ 0 commenti - 44 letture ]
 INFANZIA LONTANA [ 0 commenti - 23 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 18
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy