Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 384
Totale: 384
Chi è online:
 Visitatori:
01: coppermine
02: Home
03: Home
04: Stories Archive
05: Home
06: coppermine
07: Home
08: Home
09: Home
10: Home
11: Home
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: News
19: News
20: coppermine
21: Home
22: Home
23: Home
24: coppermine
25: Home
26: Home
27: Home
28: Forums
29: News
30: Home
31: Home
32: Home
33: Home
34: Home
35: Home
36: News
37: Home
38: Home
39: Home
40: Home
41: Home
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: Home
51: Home
52: Home
53: Home
54: coppermine
55: coppermine
56: Home
57: Home
58: Home
59: Home
60: Home
61: coppermine
62: Home
63: Home
64: Home
65: Home
66: coppermine
67: Search
68: Home
69: Home
70: Home
71: Home
72: News
73: Home
74: Home
75: News
76: Home
77: Home
78: coppermine
79: Home
80: Stories Archive
81: coppermine
82: Home
83: News
84: Home
85: Home
86: Stories Archive
87: Stories Archive
88: Home
89: coppermine
90: Home
91: Home
92: Home
93: Home
94: Home
95: Statistics
96: Home
97: Home
98: News
99: Stories Archive
100: Home
101: Home
102: Home
103: Stories Archive
104: Home
105: News
106: Home
107: Home
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: Stories Archive
113: Home
114: Forums
115: News
116: News
117: News
118: Home
119: Home
120: Home
121: Home
122: Home
123: Home
124: Home
125: Home
126: News
127: Home
128: coppermine
129: Home
130: News
131: Home
132: Home
133: Forums
134: Home
135: Forums
136: Home
137: News
138: Home
139: Home
140: Search
141: Home
142: Home
143: Home
144: Home
145: Home
146: Home
147: Home
148: Home
149: News
150: Home
151: Home
152: Home
153: Forums
154: Home
155: Home
156: Home
157: Search
158: Home
159: coppermine
160: Your Account
161: Home
162: Home
163: coppermine
164: Search
165: Home
166: Stories Archive
167: Home
168: Home
169: Home
170: Stories Archive
171: Home
172: Stories Archive
173: Home
174: Home
175: Home
176: Home
177: News
178: Home
179: Home
180: Home
181: Home
182: Home
183: Home
184: Home
185: Home
186: Home
187: Home
188: Home
189: Home
190: Home
191: Home
192: Topics
193: News
194: Home
195: News
196: coppermine
197: Stories Archive
198: coppermine
199: Home
200: News
201: Home
202: Home
203: Home
204: Home
205: coppermine
206: Home
207: Home
208: News
209: Home
210: Home
211: Search
212: Home
213: Home
214: coppermine
215: Home
216: Home
217: Home
218: Home
219: Home
220: coppermine
221: coppermine
222: Home
223: Stories Archive
224: coppermine
225: Home
226: Home
227: Home
228: Home
229: Home
230: Home
231: Home
232: Home
233: Home
234: Home
235: Home
236: Stories Archive
237: Home
238: Home
239: Home
240: coppermine
241: Home
242: Home
243: Home
244: Home
245: Home
246: Home
247: coppermine
248: Home
249: Home
250: News
251: Home
252: Home
253: Home
254: News
255: Home
256: Home
257: Home
258: Home
259: Home
260: Home
261: Home
262: Home
263: Stories Archive
264: News
265: Home
266: coppermine
267: Search
268: News
269: coppermine
270: Home
271: Home
272: Home
273: Home
274: Home
275: Home
276: Home
277: Home
278: Home
279: Home
280: Home
281: Home
282: Home
283: Home
284: Home
285: News
286: Stories Archive
287: Home
288: Stories Archive
289: Home
290: Home
291: Home
292: Home
293: Search
294: Home
295: News
296: Stories Archive
297: coppermine
298: Home
299: Home
300: News
301: coppermine
302: Home
303: News
304: Home
305: Home
306: Home
307: Home
308: Home
309: Stories Archive
310: Home
311: Home
312: News
313: Home
314: Home
315: Home
316: Home
317: Home
318: Stories Archive
319: Home
320: Home
321: Home
322: Home
323: Home
324: News
325: Home
326: News
327: Home
328: Home
329: Home
330: Home
331: Home
332: Home
333: Home
334: Stories Archive
335: News
336: Home
337: News
338: Home
339: Home
340: Home
341: Stories Archive
342: Home
343: Home
344: Home
345: Home
346: News
347: Stories Archive
348: Home
349: coppermine
350: coppermine
351: Home
352: Home
353: News
354: Search
355: Home
356: Home
357: Home
358: Stories Archive
359: Home
360: Home
361: Home
362: Home
363: Home
364: coppermine
365: Home
366: Home
367: Home
368: Home
369: Home
370: coppermine
371: Home
372: Home
373: Home
374: Home
375: Home
376: Home
377: Home
378: Home
379: Home
380: Home
381: Home
382: Home
383: Home
384: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9049
  · Viste: 1924122
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
La conoscenza
Postato da Grazia01 il Sabato, 02 agosto @ 19:53:38 CEST (528 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno










In ogni essere umano esistono facoltà latenti
attraverso le quali egli può giungere
alla conoscenza del mondo.

Rudolf Steiner

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Rosa Bianca
Postato da brunouk il Sabato, 02 agosto @ 19:24:45 CEST (690 letture)
Le poesie di Pegaso III







Rosa Bianca

Guardo triste il mio giardino
arido deserto senza vita.

Eppure un tempo
non molto lontano
nell’ aiola protetta
con amore
in un giorno freddo
ti ho messo a dimora
piccola pianta di rosa
per te, attorno a te
serra ho costruito.

Poi...,
ogni giorno ti ho nutrito.

Con il primo tiepido sole
dal ramo tronco
sei cresciuta
cerulo timido germoglio
pianto di nuvola di primavera
forza e vita t’ ha donato.

Slanciata, sinuosa, snella
verso la luce ti sei protesa.

Come l’ incanto
di un sogno che s’avvera
la tua gemma
all’alba si è concessa
profumata splendida rosa bianca.

Incantato
da tanto vellutato candore
inebriato
dal vergine profumo
dolcemente con un bacio
il mio amore t’ho donato.

Le mie dita trepidando
lievi ti accarezzavano
delicata sottile come giada.

Credendoti per sempre mia
alla notte t’ho lasciato
una mano nel buio t’ha rubato.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


PER DIECI MINUTI
Postato da Grazia01 il Sabato, 02 agosto @ 19:23:47 CEST (867 letture)
Recensioni V







PER DIECI MINUTI
di Chiara Gamberale

Una lettura fluida e scorrevole, piacevole come tutti i libri della Gamberale. E' scritto come se fosse un diario e se l'autrice ne fosse la protagonista, con riferimenti ad altri suoi romanzi. L'io narrante è una donna rimasta ragazza, i punti fermi della sua vita vanno a pezzi quando il suo compagno di sempre l'abbandona. L'originalità sta nella proposta della sua analista che le consiglia di provare ogni giorno per 10 minuti di fare una cosa che non ha mai fatto in vita sua. Suo marito la chiama e le propone di continuare il rapporto in maniera diversa, un rapporto più libero...Lei risponde" O stai dentro o stai fuori, se stai sulla porta m'intralci". Non è uno dei suoi libri migliori ma l'ho letto volentieri e in certi punti ho avvertito delle attinenze con il mio vissuto.

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sensazioni
Postato da Grazia01 il Venerdì, 01 agosto @ 19:45:10 CEST (510 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno











I bambini toccando imparano, conoscono, cercano fiducia, amicizia, calore,
regalandoci con quelle piccole magiche mani, sensazioni forti, dolcissime e tenere
che ci commuovono come una carezza nel cuore.

Grazia

Buon fine settimana


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La giovinezza
Postato da Grazia01 il Venerdì, 01 agosto @ 18:43:39 CEST (1575 letture)
Poesie di Maria Luisa Spaziani









La giovinezza

Nei miei vent'anni non ero felice
e non vorrei che il tempo s'invertisse.
Un salice d'argento mi consolava a volte,
a volte ci riusciva con presagi e promesse.

Nessuno dice mai quant'è difficile
la giovinezza. Giunti in cima al cammino
teneramente la guardiamo. In due,
forse la prima volta.

Maria Luisa Spaziani

Biografia


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Palestina
Postato da brunouk il Giovedì, 31 luglio @ 08:04:48 CEST (3973 letture)
Le poesie di Pegaso III








Palestina

Nella notte un grido
nell’eco all’alba rimbomba
suono di passi d’anime innocenti
dentro silente pianto
fallace preghiera al cielo rivolta:

“Perché Dio all’uomo tutto perdoni?”

La mia voce in nascosti pudor tace
manifesta un solo celato attimo
mentre i cedri nei sacchi fermentano
solo nei libri vi è scritta la promessa
travisata nell’essenza e nel tempo.

Ora troppe voci recriminano crimini e dintorni
doveroso scavare nei ricordi
dove perfino Dio è coinvolto
questa Terra, sperduta nell’infinito universo
dove la bellezza nell’aurora è diffusa in ogni alba
mentre il fragore dell’essere nell’anima rimbomba
silente è il pianto, vere nere lacrime sulla terra cadono.

Non è un trionfo, tutti da Eva sono nati
l’ombra è il regno del celato
mentre il sogno è la luce della speranza
dove non ci saranno nuovi giorni bui
e nuovi sepolcri colmi di corpi da Caino uccisi.

Questa e la terra dai nostri avi benedetta
nessuno può negare questo, ora sento solo sofferenza
siamo o no l’immagine di Dio?

Il resto non conta, chi approfitta del libero arbitrio
alla fine dei suoi giorni all’offeso darà ragione
l’attimo del riscatto gli sarà negato
confusa la sua voce tra i suoi simili
relegata in una tomba buia senza nome
coperta da pesante lastra di marmo
dove nessuno lascerà un fiore ne pietra a ricordo.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 5 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ho ucciso il mio passato
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 30 luglio @ 21:18:19 CEST (620 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno









Ho ucciso il mio passato, l’ho chiuso dentro ad una porta con tutte le sue persone dentro, e gli ho dato fuoco…
Per far spazio ai miei sogni!
Ejay Ivan Lac


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


il Dono
Postato da brunouk il Lunedì, 28 luglio @ 08:07:46 CEST (584 letture)
Le poesie di Pegaso III


[/URL]



Deserto assetato d’ombra
solo la rossa duna
rompe la monotonia dell’essere
cromatico raggio del sole l’accarezza.

Il silenzio anima intensi ricordi
mentre il vento è respiro della vita
un’eco rimbalza nella stanza dei sogni
come un gioco dolcemente espande
lento nel tempo rincorre l’attimo
nel profondo del cuore rimbomba
ancora e ancora immagini sfaldano
dalla mente infiniti frammenti evanescenti
solo i suoi battiti, melodia scandiscono
nuova come ultimo tuo dono
illumina la vita che continua.

Ricordo un tempo non lo volevo
ora mi è rimasto solo quello.

Bruno Gasparri
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il sogno di concretizzerà
Postato da Grazia01 il Lunedì, 28 luglio @ 08:04:28 CEST (604 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno







Il sogno si concretizzerà il giorno in cui sapremo dove sono coloro di cui sentiamo la mancanza, perché scoprendolo la nostra memoria non avrà più aperte le ferite dell'incertezza, il balsamo della giustizia s'incaricherà di chiuderle e potremo continuare a sognare, perché solo sognando e restando fedeli ai sogni riusciremo ad essere migliori, e se noi saremo migliori, sarà migliore il mondo.

Sepulveda

Buona settimana
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


C'era una volta
Postato da rosarossa il Lunedì, 21 luglio @ 10:02:09 CEST (640 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX









C’ERA UNA VOLTA

C’era una volta l’amore.
In un prato di verdi anni, profumate rose e timide viole.
Ti sognavo, ti aspettavo, credevo nei sentimenti,
negli sguardi, nelle tue parole.
C’era una volta, l’amore!
Soffrivo, piangevo, guardavo intorno e poi lontano.
A volte ti vedevo e sorridenti mi abbracciavi, altre
nemmeno l’ombra tua appariva.
Non disperavo e con viva fede invocavo il Signore
pensando che tutto se vuole può fare,
Lui forse distratto ignorò la preghiera e il mio dolore.
Spesso piangendo, a me stessa ripeto:
C’era una volta l’amore!
Ho vissuto la vita sempre sola;
immersa in teneri sogni e ricordi ho perso il
tempo a pensarti ogn’istante, e a contare le ore.
In un caldo mattino d’agosto
mentre il mio sguardo si perde nell’azzurro mare
odo un batter d’ali, è un gabbiano che mi sfiora!
Per l’ultima volta, mi saluta, poi vola.
Triste e delusa aspetto che, ritorni ancora.
Quanta emozione!
Il gabbiano mi ha sfiorato. Era forse il mio amore?
Ah! Come batte il cuore!
Chi al mondo ha vissuto aspettando
l’amor che voleva; deve purtroppo chiamare alla mente l’amor che non c’è, e forse non c’era!!!...

Rosarossa

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Hotel
Postato da brunouk il Martedì, 15 luglio @ 12:05:28 CEST (4293 letture)
Le poesie di Pegaso III












Hotel


Stanza
come caverna vuota
fredda e senza storia
solo anonimi ricordi
di gente senza volto
cancellati da fresche lenzuola.

Il tempo mi ha tradito
come uragano vortice
travolto i miei vent'anni
eppure in questa stessa stanza
con te nella prima notte di nozze
ti ho amato con tutto l’ardore del giovane cuore.

Ora qui ti cerco scavando nel silenzio
un pianto represso di nulla l’anima dipinge
in frammentati riflessi, mutevoli sfumano
attratti dal sfavillante specchio
dove oramai vivo in ciò che mi nasconde.

Eppure allora, a te abbracciato in intima ora
nel dono d’amarti in perenne istante
i colori rimangono dipinti su candita tela
e poesia scritta su preziosi libri.

Dal lago fredda brezza serale
soffia sui miei cocci d’esistenza
cerco impossibile icona in questo vuoto
la tua immagine, è confusa nel ricordo
resta solo intatto stupore, m’appartiene
come un sogno colmo d’amore
tu resti l’unica che nel tempo rimani
pur astratta diletto dell’anima.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 6 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Una vita d'amore
Postato da Grazia01 il Lunedì, 14 luglio @ 21:39:28 CEST (437 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








Quando nasciamo siamo dotati di strumenti atti a creare una vita di bellezza. Ma gli stessi strumenti possono essere usati per imbruttire e distruggere. Sta a noi, arrivati ad un punto della nostra vita, decidere di rispecchiare la bellezza. Le opere d'arte possono essere screditate, possono sgretolarsi con il tempo o venir meno per una moda passeggera. Una vita d'amore, amore in senso universale , no, una vita d'amore è per sempre.

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Milano mia
Postato da Grazia01 il Domenica, 13 luglio @ 21:53:05 CEST (615 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno









Questo pomeriggio io, mio marito e Dolly, la nostra cagnolona, abbiamo fatto una lunga passeggiata partendo da casa. Abbiamo percorso tutto Corso Lodi, che va da Porta Romana al Corvetto. E' un viale con al centro una pista ciclabile e una pedonale, ai lati alberi e panchine. Era uscito il sole e la gente in giro era molta. Lungo tutto il percorso, (quattro fermate di Metropolitana) abbiamo incrociato centinaia di persone, tutti stranieri, gli italiani saranno stati una ventina. Non sono razzista, anzi sono sempre stata a favore dell'integrazione razziale, però oggi mi sono sentita "invasa". Il viale che sarebbe bello era pieno di cartacce, bottiglie, lattine, cartocci unti, vetri rotti, tutto gettato in giro a fare da cornice. Molti italiani sono maleducati, lo so, ma ancora di più lo sono un certo numero di stranieri. Mi dispiace molto che Milano sia diventata la spazzatura di tutti. Non c'è rispetto nemmeno per i luoghi dove ci sono i giochi dei bambini. Sono rattristata. Ciao.


Buonanotte e buona settimana

Grazia

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


William Shakespeare
Postato da brunouk il Domenica, 13 luglio @ 19:32:19 CEST (946 letture)
Poesie e opere di Shakespeare

William Shakespeare

Ha detto… goditi la vita, perché è molto breve, amala pienamente e sii sempre felice e sorridente, vivi la tua vita intensamente. E ricorda:” prima di discutere respira; prima di parlare ascolta; prima di criticare esaminati; prima di scrivere pensa; prima di far del male senti; prima di arrenderti prova; prima di morire vivi …”
Leggi Tutto... | 3 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buonanotte
Postato da Grazia01 il Sabato, 12 luglio @ 21:33:18 CEST (673 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








Anche oggi il cielo è diventato scuro, lampi e brontolii lo hanno squarciato,
una pioggia violenta, gocce grosse come sassi picchiavano sui tetti e sulla strada.
Questo luglio non vuole proprio mettere la testa a posto,
è dispettoso e nei fine settimana si comporta ancora peggio.
Certo abbiamo un governo un po' ladro, ma possibile che possa rubarci anche il sereno del cielo?
Mah, non mi stupisco più di nulla.
Buonanotte e buon risveglio, magari con il sole

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Gentilezza
Postato da Grazia01 il Venerdì, 11 luglio @ 21:43:36 CEST (849 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno











commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Pensieri di Osho
Postato da Grazia01 il Giovedì, 10 luglio @ 22:26:57 CEST (882 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno






Pensieri di Osho




A tutti noi viene insegnato ad essere colti, non ad essere innocenti o a percepire la meraviglia dell'esistenza; ci vengono insegnati i nomi dei fiori; degli alberi e non come entrare in comunicazione con loro, in sintonia con l'esistenza. L'esistenza è un mistero e non è accessibile a coloro che vogliono sempre analizzare, selezionare, ma solo a coloro che sono disposti ad innamorarsene, a danzare con lei.





Nella serietà non puoi mai essere libero; nella serietà sarai sempre perseguitato dall'ansia; nella serietà hai sempre paura che qualcosa possa andare storto. Con me niente può andare storto perché non c'è niente che sia dritto. Se c'è qualcosa di dritto, allora qualcosa può andare storto; se non c'è niente di dritto, niente può andare storto. Questo è il significato del concetto orientale di "leela", gioco.
Sei stato un po' troppo serio di recente, seriamente... è tempo di lasciar perdere! Fatti una bella risata e metti da parte i tuoi bei piani.
Davvero non ne hai bisogno. Ciò che dovrà accadere accadrà e tu hai una scelta: andarci insieme o andarci contro.





Piangere e lamentarsi è un modo naturale, una valvola di sfogo per fare sì che le emozioni accumulate,
la tristezza, siamo espulse dal sistema: è una profonda pulizia. Ogni uomo e ogni donna dovrebbero imparare a piangere perfettamente.
E a goderselo! È una cosa così rinfrescante, ti alleggerisce!
E dopo aver pianto, non solo i tuoi occhi diventano freschi, ma tutto il tuo essere diventa puro, semplice, innocente.
Ritorni alla verginità che una volta ti apparteneva e che hai perso... ritorni immacolato.
Dopo un bel pianto ti senti come dopo aver fatto un bel bagno, è come se l'anima avesse fatto una doccia.




L'amore dovrebbe essere simile al respiro. Dovrebbe semplicemente essere una qualità dentro di te: ovunque ti trovi,
con chiunque tu sia, e anche se sei solo, l'amore continua a fluire dal tuo essere.

Osho

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Paziente accetta
Postato da rosarossa il Martedì, 08 luglio @ 19:24:05 CEST (684 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX









PAZIENTE ACCETTA


Nulla importa, se nella vita tanto bene hai fatto.
Quando sei ammalato, disperato e vecchio, anche l’amore più grande, avverti che si sfibra.
L’affetto dei tuoi cari si sfilaccia e
piangendo il tuo dolore solo e afflitto
Voli al Creatore e ti conforti!

Rosarossa

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La tua mano
Postato da brunouk il Martedì, 08 luglio @ 19:22:17 CEST (733 letture)
Le poesie di Pegaso III








La tua mano

La stringo, mi guardi
dimmi, come è il mio mare oggi?
agitalo con rinnovato ardore
lascia che il tuo vento mi porti con se
assieme navigando sull’onda
nell’avventura verso nuove mete.

Guarda amore
ti ho portato dove sono nato
un’altra alba colora il cielo
l’aurora come d’incanto ravviva il sogno
tocca questa pietra che i miei avi hanno riposto
il tempo l’ha segnata con solchi e crepe
nella storia d’atri vissuta
vi è celato l’intimo di imponderabile Dio
a piene mani il dono ha diffuso
in questa terra che l’onda accarezza
il pino profuma e il sole risplende.

Vedi quella casa dalle ante socchiuse
li nell’accogliente ombra di una sua stanza
ho visto la prima luce del sole di luglio
mentre brezza dal mare mescolava
al profumo del pino sapore d’alga e mare.

Il soffio dell’alito del tempo
tra gli anfratti di muri corrosi
nel profondo silenzio lento avanza
filtra dalla finestra aperta
irrompe nell’aria mescolandosi
al nuovo battito del mio cuore.

Questa è la mia terra
dolcemente a ritroso cavalco l’attimo
come atteso eco il mio ieri irrompe
sopiti ma intatti ricordi non mutano le cose.

Travolto, come troppi altri, da anonime scelte
ritrovo qui la pace che ho cercato sui lastricati del mondo
di posti nascosti in solitario delirio
tra dune di rosso deserto e l’onda blu del grande oceano
tra volti di brulicante folla in citta piovose e fredde
luminoso orizzonte del primo sole e notte di punteggiate stelle.

A te confido tutti i miei sogni
tu sola oggi puoi ascoltarmi
ti racconto dell’infanzia, dell’ardore dei vent’anni
falsi e veri amori, trionfi e amare sconfitte
i tradimenti a riposta fiducia
l’attesa della prima stella compaia al tramonto
ti confesso un intimo dove il voglio supera ogni pudore
mentre il piacere della bellezza supera l’amore.

Lo so che ti sarà difficile lasciarmi andare
stai tranquilla l’amore in eterno resta
ora sono a casa, salirò nella stanza
dalla finestra aperta attendendo il tramonto
e quando la nell’universo apparirà la mia stella
mi unirò alla sua sfavillante luce là nel tempo infinito.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Alzare il velo
Postato da Grazia01 il Martedì, 08 luglio @ 19:14:24 CEST (526 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno









Se potessimo alzare il vostro velo solo per un attimo per permettervi di vedere le meraviglie che vi attendono, smettereste di essere pessimisti. Come creatori, la vostra realtà è determinata dal punto di percezione da cui la osservate. Questo è molto più che pensare positivo: è l’arte della creazione consapevole.

Steve Rother

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il potere delle tue parole
Postato da Grazia01 il Lunedì, 07 luglio @ 21:15:45 CEST (636 letture)
Un pensiero, un poesia al giorno








Se tu potessi comprendere il potere delle tue parole, faresti più attenzione a quello che dici: ti esprimeresti sempre formulando delle affermazioni positive. L’Universo risponde a ogni tuo enunciato senza distinguere tra affermazioni positive e negative. Se decidi di credere di essere poco importante e che la vita non avrà mai aspetti positivi, non riuscirai mai ad ottenere quello che desideri: l’Universo risponderà di conseguenza e questo è esattamente quanto riceverai. Dal momento in cui cominci a cambiare e desideri accogliere il bene nella tua vita, l’Universo ti risponderà positivamente.
Louise L. Hay

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La casa degli animali
Postato da Grazia01 il Sabato, 05 luglio @ 20:59:59 CEST (772 letture)
Poesie originali e strane I







La casa degli animali

Ero vicino al tuo letto la scorsa notte.
Ero venuto a dare un’occhiata.
Ho visto che stavi piangendo
e non riuscivi a prendere sonno.
Ho uggiolato piano piano quando hai
asciugato una lacrima dal tuo viso,
” Sono io,non ti ho lasciata, e’ tutto a
posto, sto bene, sono qui “.
Ero vicino a te a colazione, e ti ho
guardata versare il caffè,
stavi pensando a quante volte le tue
mani mi avevano accarezzato.
Ero con te nei negozi oggi, le tue braccia
erano doloranti ,”
ed io avrei voluto portare i tuoi pacchi,
ma non ho potuto
Ero con te oggi quando sei andata
alla mia tomba,
te ne prendi cura con molto amore.
Voglio rassicurarti, io non sono là .
Ho camminato con te per la casa mentre
cercavi le tue chiavi,
ti ho toccata con la zampa, ho sorriso e
ti ho detto .”Sono io”.
Sembravi molto stanca e triste seduta
su quella sedia,
ed io ho cercato con tutte le mie forze
di farti sentire che ero lì, vicino a te.
Per me e’ possibile starti cosi vicino,
sempre.
e dirti :”Non me ne sono mai andato “.
Eri seduta tranquilla, poi hai sorriso,
penso che tu sapessi….
che, nella quiete della sera, io ero
molto vicino a te.
Il giorno e’ finito…,
sorrido e ti guardo sbadigliare,e ti dico :
” Buonanotte, che il Signore ti benedica,
ci vediamo domattina”.
E quando arriverà il momento
in cui tu attraverserai il breve spazio che ci divide,
io ti correrò incontro per darti il benvenuto,
e resteremo fianco a fianco.
Ho molte cose da mostrarti,
e ci sono molte cose da vedere per te.
Sii paziente, arriva fino alla fine del tuo viaggio…
e poi vieni a casa,
vieni da me.

da Facebook "la casa degli animali"

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Camaleonte
Postato da brunouk il Sabato, 05 luglio @ 19:01:47 CEST (770 letture)
Le poesie di Pegaso III








Camaleonte



Riesco vivere nell'attimo
dal buio nascosto
immaginando questa pagina
colma di virgole e punti
l’osservo nel suo bianco candore
ospite paziente non ha limite
non ha reconditi pudori
indifferente a lodi e rime d’amore
né al piacere della bellezza
ho a preghiera a Dio rivolta.

Posto sicuro per nascondermi
qui di nulla posso dipingere l’anima
per trastullarmi in questa tarda sera
penso di accendere ancora e ancora illusioni.

Verso sincrono su di me frammenta
sfavillanti colorate metafore
in multi tonalità riflesse, in esse vivo
cercando d’imitare ogni sfumatura
mi trascinano in questa intima ora
tanto che nemmeno da camaleonte
riesco vestire il battito del tempo.

Bruno Gasparri


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La porta chiusa.
Postato da giamacista il Giovedì, 03 luglio @ 21:11:13 CEST (3938 letture)
In ricordo







La porta chiusa

Adesso la porta si apre,
è lo stesso amore di sempre.

La serranda chiusa la porta aperta
cercavo nei ricordi la chiave dei cancelli,
il dolore di una parola di un gesto.

Tu sei ciò che desideravo più di tutti
anche se sei dentro me ciò non basta.

Giamacista

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Enigma
Postato da brunouk il Giovedì, 03 luglio @ 21:08:54 CEST (543 letture)
Le poesie di Pegaso III








Enigma

Tra la polvere del mio passato
emerge l’ardito vivere tra profumi e colori
nell’armonia di fiorita primavera
assolata estate, spoglio autunno e bianco inverno.

Ho affidato ogni aspirazione al vento
al silenzio la voce di poeta
il quotidiano mio nell’essere
all’onda calma del mare.

Dipingo lacrime sul trasparente vetro
in questa mattina insolita
si rinnovano visioni animate dal primo sole
serpeggianti riflessi mimano l’immagine
come in evanescente miraggio mi specchio
inconfessati desideri da sempre repressi
alieni espandono in lucidi guizzi
osservo il tutto prima che il tempo avanzi.

Ho rubato il sogno del vinto nemico
nell’intimo, il minuto cela una preghiera
sono io, decanto l’età senza dire chi sono.

Bruno Gasparri

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Saluto
Postato da Grazia01 il Giovedì, 03 luglio @ 21:08:21 CEST (1061 letture)
Le poesie e altro di Grazia VI







Saluto


Nel silenzio
lentamente
scende la sera,
sfiora i muri
delle case e della vita.
Gli ultimi bagliori
del tramonto
illuminano gli sguardi
mentre i colori
svaniscono oltre i tetti.
Una strana nostalgia
s'insinua nel profondo
e un saluto
sale al cielo,
leggero
come una piuma
che vola nel vento.

Grazia

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Grigio orizzonte.
Postato da brunouk il Lunedì, 30 giugno @ 12:05:18 CEST (630 letture)
Le poesie di Pegaso III








Grigio orizzonte

Questa notte mi voglio trastullare con i ricordi
sensazione, frammenti riflessi, mutevoli
metafore screziate, storie di un ieri
dalla nebbia avvolte, forse sfuggevoli sogni.

Era un solo momento fa
un dono, una poesia rimasta nel libro
scritta ma che nessuno ha letto
era vero che ti amavo?

L’urlo lo rimando al dopo
anche la gioia sfuma tra la memoria
ho barattato il tempo per un nudo deserto
dove il sole e il silenzio ammalia.

In questa notte insolita
scisso in lampeggianti schegge
liquidi giorni passati, l’aria fonde
da poeta non riesco raccontare inconfessati desideri
negati nello stesso tempo del voglio
resta solo terra incolta
vasto miraggio di grigio orizzonte.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ultima meta
Postato da brunouk il Lunedì, 30 giugno @ 12:04:49 CEST (623 letture)
Le poesie di Pegaso III








Ultima meta


Ho vestito, con abito da festa, questi miei giorni
attento accarezzo la mia ombra
non si concederà, come sipario, a stelle ammiccanti
mentre la vita dona il profumo dell’orizzonte.

Il pensiero vola, cavalca il tempo, soffia sul viso
ricordandomi che ho vissuto ricorrendo il mio riflesso
in perpetua ricerca di nottambula onda
nel buio d’eclisse di sole.

Resta il fragore della ricercata solitudine
silente amica che tutto nasconde
gioie e amori gelosamente riposti
come inutile sepolto tesoro.

Ora, assopito spirito ribelle
chiara vedo l’ultima meta, distesa di sabbia silente
cuor mio smetti di soffrire, non aver paura
sulla soglia del nulla, inizio un sogno
dove a est sorge l’eterno.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


28 giugno - Anniversario della nascita di Luigi Pirandello
Postato da Grazia01 il Sabato, 28 giugno @ 20:11:50 CEST (1048 letture)
Racconti e poesie di Pirandello



Il 28 giugno del 1867 nacque Luigi Pirandello,
uno dei più grandi scrittori, poeti e drammaturghi italiani.







NOTTE INSONNE

Io mi sento guardato da le stelle

e questa notte non posso dormire.
Mi par che qualche cosa esse, sorelle
maggiori, a questa terra voglian dire.

O sorgive di luci, la parola,

la parola tremenda del mistero
ditela a una vegliante anima sola
perduta in mezzo al vostro cielo nero.

So che dovrei di ciò ch ’è in terra solo

occupar la mia mente e i desir miei;
ma tu piú forte d ’ogni intento sei,
ciel che l ’anima mia rapisci a volo.

Tutte le fonti della vita insieme

non avran mai poter di saziare
l ’ardentissima sete, e sempre amare
avrò le labbra e vigile la speme,

ben che ognora delusa. O di basalto

funebre cielo, invano ti martella
il mio pensiero; invano si ribella
in terra, invano si rifugia in alto.

È l ’antica paura, è l ’appassito

istinto della fede, o questa nuova
smania, alla quale nessun tetto giova,
che mi spinge a cercar nell ’infinito?

Io di qua giú, di questa terra breve,

di cui ben sento la viltà dinnanti
a te, che cerco? - Un suon di chiari canti
dal bujo vien della vicina pieve.

Si prega lí, si prega per la vita

e per la morte: ardon votivi ceri
su un altar ben parato e gl ’incensieri
fuman sotto un ’imagine scolpita.

A chi mentí la vita, a chi la terra

non concesse una sola primavera,
a chi riposo non cercò la sera,
ma il tempo, senza tregua, o insidie o guerra,

tu solamente, o ignoto ciel, rimani;

e a te su i sassi della terra infida
ogni dolore s ’inginocchia e grida:
lacriman gli occhi e tremano le mani.

Alla porta del sogno in cui, riparo

a gli amor miei cercando, mi son chiuso,
siccome in un castello aurato e chiaro
qual le fate inalzarne aveano in uso,

batton le cure pallide, impedite

le membra da un intrico di catene;
“Il mondo ti reclama: apri. L ’immite
ora ti vieta un solitario bene”;

batton, pregando esaudimento, i brevi

desiderî, e tentandomi: "È qua giú
la tua radice: se per lei non bevi,
cadrà la cima ove t ’annidi tu";

e batton i bisogni, delle cure

ancor piú schiavi: "Apri: sfuggir non puoi
al comun fato. Giú, folle, tu pure,
la tua catena a trascinar fra noi ".


Le leggi a un palmo qui dal fango stanno:

corde livellatrici, a cui chi striscia
sfugge sotto e da cui chi non è biscia
ha d ’inutili ceppi iroso affanno.

E neppur un capel torcono ai nani.

Il nano passa lieto: dalla rete
nelle sue voglie sobrïe, discrete,
si tien protetto e si frega le mani.

Or se con strappo di possente piede

non ti sgombri il cammino alla piú lesta,
o tu ti pieghi o mozza avrai la testa:
altrimenti qua giú non si procede.

Non tollerano ponti solo i mari;

su l ’alpe eccelsa non s ’erigon case,
o dalle nevi seppellite o rase
sono dalle tempeste aquilonari.

L ’anima or segue nella notte il fiume

che dal grembo di Roma già silente,
siccome enorme placido serpente,
svolgesi della Luna al freddo lume.

Chiama da lungi con assidua voce

il tenebroso palpitante mare;
l ’anima pensa al vano suo passare,
s ’affretta il fiume alla solvente foce.

Luigi Pirandello
Leggi Tutto... | 4040 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PER SOGNARE
Postato da brunouk il Sabato, 28 giugno @ 19:09:30 CEST (997 letture)
Le poesie di Pegaso III







Per sognare

Mio amore
mio albero solitario
sei il mio dolce frutto
la più bella
con te mi sento vivo
sono luce del tuo sguardo
sei l’onda del mio mare
stella della mia notte.

Lascio che il mio corpo
affondi nella tua onda
cedo l’anima nel tuo mare sconosciuto
fai di me corda per la tua cetra
ravviva, come d’incanto
da ceneri non ancora spente
faville dal quotidiano mio
riaccendano un fuoco
senza riflessi o ombre
ma nuovo e in questa luce
tenendoti la mano
affrontando, della vita il vento.

Bruno Gasparri
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 E per sopravvivere [ 1 commenti - 7 letture ]
 A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI [ 0 commenti - 9 letture ]
 Spiegami la fioritura [ 0 commenti - 12 letture ]
 Dal manuale del nomade [ 0 commenti - 28 letture ]
 Tu non ricordi [ 0 commenti - 32 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy