Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 283
Totale: 283
Chi è online:
 Visitatori:
01: Your Account
02: News
03: Home
04: Home
05: Stories Archive
06: Home
07: Search
08: Stories Archive
09: Search
10: Stories Archive
11: Search
12: News
13: Home
14: Home
15: Home
16: coppermine
17: Home
18: Home
19: Home
20: Stories Archive
21: Home
22: Home
23: coppermine
24: Home
25: Forums
26: News
27: Forums
28: Home
29: Home
30: Home
31: News
32: Home
33: Surveys
34: Home
35: News
36: Home
37: Home
38: Surveys
39: Home
40: Home
41: Home
42: Home
43: Home
44: Stories Archive
45: Stories Archive
46: coppermine
47: News
48: Home
49: coppermine
50: Home
51: Home
52: Home
53: News
54: Home
55: Home
56: Home
57: Home
58: News
59: News
60: Home
61: Home
62: News
63: Home
64: Home
65: Stories Archive
66: Home
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: Home
72: Home
73: coppermine
74: coppermine
75: Home
76: coppermine
77: News
78: Home
79: Home
80: Stories Archive
81: Home
82: Home
83: Home
84: Search
85: News
86: Home
87: News
88: Home
89: Home
90: Home
91: Home
92: coppermine
93: Home
94: Home
95: News
96: Forums
97: Tell a Friend
98: Home
99: Search
100: Home
101: Home
102: Home
103: Home
104: Home
105: Home
106: coppermine
107: coppermine
108: Home
109: News
110: Search
111: Home
112: Home
113: Home
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Home
120: Home
121: Home
122: Home
123: Home
124: Search
125: News
126: Home
127: coppermine
128: coppermine
129: News
130: Home
131: Home
132: News
133: Home
134: Home
135: News
136: News
137: Statistics
138: Home
139: coppermine
140: Stories Archive
141: Forums
142: Home
143: Home
144: Home
145: Home
146: Home
147: Home
148: Home
149: Home
150: Home
151: Home
152: Home
153: Home
154: Home
155: Home
156: Home
157: Home
158: Home
159: Home
160: News
161: Search
162: News
163: Home
164: coppermine
165: Home
166: News
167: Home
168: Search
169: Home
170: Home
171: Home
172: coppermine
173: Home
174: Forums
175: News
176: Home
177: Home
178: Home
179: Home
180: Home
181: Home
182: News
183: Home
184: Home
185: Home
186: coppermine
187: Home
188: coppermine
189: Home
190: Home
191: coppermine
192: News
193: Home
194: News
195: Forums
196: coppermine
197: Home
198: Home
199: News
200: Home
201: Home
202: Home
203: Home
204: News
205: Home
206: News
207: Home
208: Home
209: News
210: coppermine
211: Home
212: News
213: News
214: News
215: Search
216: Home
217: Statistics
218: News
219: Home
220: coppermine
221: Home
222: News
223: Home
224: Home
225: Home
226: Home
227: News
228: Home
229: Home
230: Stories Archive
231: Home
232: Home
233: coppermine
234: coppermine
235: Home
236: coppermine
237: Stories Archive
238: Home
239: coppermine
240: Home
241: Search
242: Home
243: Home
244: coppermine
245: Home
246: Forums
247: coppermine
248: Forums
249: News
250: Home
251: Home
252: Home
253: coppermine
254: Home
255: coppermine
256: coppermine
257: Home
258: Search
259: Stories Archive
260: coppermine
261: coppermine
262: Home
263: Home
264: Home
265: Home
266: Home
267: Home
268: Forums
269: Home
270: Home
271: Home
272: News
273: Home
274: News
275: Home
276: Home
277: Home
278: News
279: Home
280: Home
281: News
282: News
283: News

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9076
  · Viste: 1924523
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Ancora
Postato da Grazia01 il Domenica, 11 agosto @ 21:27:13 CEST (1787 letture)
Testi canzoni II





Nel 1981, nella categoria giovani, sale sul palco di Sanremo Edoardo De Crescenzo. Non è un cantante conosciuto e attacca: “E' notte alta e sono sveglio...” e diventa una canzone rivelazione, nella quale si rispecchiano tutte le angosce e le sofferenza di un amore finito. Lo spettro delle notte insonni, tra la confusione e il tormento della passione. Vi si riflettano le albe livide che illuminano le ossessioni e i patimenti per un telefono che non suona più e che non suonerà mai.

Notte alta e sono sveglio
e mi rivesto e mi rispoglio
mi fa smaniare questa voglia
che prima o poi farò lo sbaglio
di fare il pazzo e venir sotto casa
tirare sassi alla finestra accesa
prendere a calci la tua porta chiusa
chiusa...

Ancora, ancora
perché io da quella sera
non ho fatto più l'amore senza te
e non me ne frega niente senza te
anche se incontrassi un angelo direi
non mi fai volare il alto quanto lei

Ancora, ancora...


è solo una canzone, eppure allora, forse pensando a una storia finita, ho pianto.

Buona settimana
Grazia





commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L’Amore non fa rumore
Postato da Grazia01 il Domenica, 11 agosto @ 21:22:09 CEST (1265 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno





L’Amore non fa rumore:
vibra ad un canto impercettibile per le orecchie,
suona la musica dell’anima.
L’Amore si nutre, con sguardi,
con silenzi, con piccole carezze.
L’Amore si ripara dall'invidia,
dalla ferocia, dall'indifferenza.
L’Amore non ha fretta:
vive nell'umido tepore dell’attesa,
della presenza.


Vincent Navire.

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


FASCINO DELLA NATURA
Postato da rosarossa il Sabato, 10 agosto @ 20:50:02 CEST (1261 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX







FASCINO DELLA NATURA

Sono sulla spiaggia di buonora osservo il mare!
Una lastra d’argento dai riflessi d’oro
lo ammanta di fascino e splendore.
Il sole, il cielo e qualche nuvoletta
specchiandosi completano il quadro
di accesi colori.
Sotto questo incantevole manto,
rapisce il mio sguardo
il ritmo perfetto della placida, serena
graziosa danza delle onde.
Odo il loro canto sommesso, misterioso
mi commuovo
La natura abbonda di bellezza e di mistero
In quest’oasi di serenità, di pace
il cuore mio s’inonda di emozione,
l’anima estasiata mira il cielo,
Nell’immenso!
Naviga, scruta, vaga leggero e lieto il mio pensiero!


Rosarossa

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Canto d'amore
Postato da Grazia01 il Sabato, 10 agosto @ 20:48:56 CEST (5099 letture)
Poesie d'amore I









Canto D'amore


Come potrei trattenerla in me,
la mia anima, che la tua non sfiori;
come levarla, oltre te, ad altre cose?
Ah, potessi nasconderla in un angolo
perduto nella tenebra, un estraneo
rifugio silenzioso che non seguiti
a vibrare se vibri il tuo profondo.
Ma tutto quello che ci tocca, te
e me, insieme ci prende come un arco
che da due corde un suono solo rende.
Su qual strumento siamo tesi, e quale
violinista ci tiene nella mano?


Rainer Maria Rilke

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I buoi
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 07 agosto @ 21:07:59 CEST (1316 letture)
Poesie di Tonino Guerra






I buoi

Andate a dire ai buoi che vadano via
che il loro lavoro non ci serve più
che oggi si fa prima ad arare col trattore.
E poi commoviamoci pure a pensare
alla fatica che hanno fatto per migliaia d'anni
mentre eccoli lì che se ne vanno a testa bassa
dietro la corda lunga del macello.

Tonino Guerra


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Amarcord
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 07 agosto @ 20:58:08 CEST (1465 letture)
Poesie di Tonino Guerra









Amarcord

Lo so, lo so, lo so
che un uomo, a 50 anni,
ha sempre le mani pulite
e io me le lavo due o tre volte al giorno
ma è quando mi vedo le mani sporche
che io mi ricordo di quando
ero ragazzo

Tonino Guerra

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Cuori delusi
Postato da rosarossa il Martedì, 06 agosto @ 19:25:16 CEST (1473 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX









CUORI DELUSI

Quanti cuori che perdutamente nell’amore hanno creduto
sono rimasti soli, vuoti
come teche da preziose reliquie svuotate
adagiati su vecchi altari bui
freddi e sconsacrati senza neppure
un fiore né devoti e neanche una fiammella
di candela a dare luce.
Quanti sospiri, languori, in attesa di
una scintilla di calore che arrivi
all’anima a sciogliere quel freddo che
lasciò e gelò l’amore.

Rosarossa

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Arrabbiarsi....
Postato da Grazia01 il Sabato, 03 agosto @ 19:58:50 CEST (1578 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno









Chiunque può arrabbiarsi: questo è facile. Ma arrabbiarsi con la persona giusta,
e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto:
questonon è nelle possibilità di chiunque e non è facile


Aristotele



Buona domenica

Grazia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IL SENTIERO DELLA VITA
Postato da rosarossa il Sabato, 03 agosto @ 18:47:02 CEST (1168 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX








IL SENTIERO DELLA VITA

Camminando lungo il sentiero della vita
inciampai in tanti ostacoli che non avrei potuto immaginare.
Molte volte inciampando, cadendo
giuro di essermi fatta molto male!
Nel rialzarmi ammaccata e dolente
riprendo il mio cammino lentamente
Indecisa, confusa, comincio a pensare,
il cervello non mi aiuta a ragionare.
Mi scoraggia il sentiero che sto percorrendo
mi accorgo che qualcosa sto sbagliando.
Penso che fosse il caso di fermarmi
districare il groviglio che intasa la mia mente.
Un po’ smarrita mi soffermo, guardo intorno
cercando l’albero del magico silenzio onde
riflettere e riposare alla sua ombra
l’unico che matura frutti
di equilibrio e pazienza.
Grande sollievo quando delicatamente
sciolgo i fili, cominciano a respirare i miei pensieri,
silenzio grande amico!
Alla tua ombra vinco le lotte e ogni partita
con calma tranquillizzi la coscienza, lo spirito
rassereni, mi guidi nel faticoso cammino della vita.

Rosarossa


Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Bologna, 2 agosto 1980
Postato da Grazia01 il Venerdì, 02 agosto @ 12:20:00 CEST (4738 letture)
In ricordo




La strage di Bologna, compiuta la mattina di sabato 2 agosto 1980 alla stazione ferroviaria di Bologna, è uno degli atti terroristici più gravi avvenuti in Italia nel secondo dopoguerra. La strage uccise 85 persone e ne ferì oltre 200.

Il 2 agosto 1980 alle 10:25, nella sala d’aspetto di 2ª classe della stazione di Bologna, affollata di turisti e di persone in partenza o di ritorno dalle vacanze, un ordigno a tempo, contenuto in una valigia abbandonata, esplose, causando il crollo dell’ala ovest dell’edificio. L’esplosivo, di fabbricazione militare, era posto nella valigia, sistemata a circa 50 centimetri d’altezza su di un tavolino portabagagli sotto il muro portante dell’ala ovest, allo scopo di aumentarne l’effetto; l’onda d’urto, insieme ai detriti provocati dallo scoppio, investì anche il treno Ancona-Chiasso, che al momento si trovava in sosta sul primo binario, distruggendo circa 30 metri di pensilina, ed il parcheggio dei taxi antistante l’edificio.
L’esplosione causò la morte di 85 persone ed il ferimento o la mutilazione di oltre 200.
La città reagì con orgoglio e prontezza: molti cittadini, insieme ai viaggiatori presenti, prestarono i primi soccorsi alle vittime e contribuirono ad estrarre le persone sepolte dalle macerie e, immediatamente dopo l’esplosione, la corsia di destra dei viali di circonvallazione del centro storico di Bologna, su cui si trova la stazione, fu riservata alle ambulanze ed ai mezzi di soccorso.
Dato il grande numero di feriti, non essendo tali mezzi sufficienti al loro trasporto verso gli ospedali cittadini, i vigili impiegarono anche autobus, in particolare quello della linea 37, auto private e taxi. Al fine di prestare le cure alle vittime dell’attentato, i medici ed il personale ospedaliero fecero ritorno dalle ferie, così come i reparti, chiusi per le festività estive, furono riaperti per consentire il ricovero di tutti i pazienti.
L’autobus 37 divenne, insieme all’orologio fermo alle 10:25, uno dei simboli della strage.
Nei giorni successivi la centrale Piazza Maggiore ospitò imponenti manifestazioni di sdegno e di protesta da parte della popolazione e non furono risparmiate accese critiche e proteste rivolte ai rappresentanti del Governo, intervenuti il giorno 6 ai funerali delle vittime celebrati nella Basilica di San Petronio. Gli unici applausi furono riservati al presidente Sandro Pertini, giunto con un elicottero a Bologna alle 17.30 del giorno della strage, che in lacrime affermò di fronte ai giornalisti: «non ho parole, siamo di fronte all’impresa più criminale che sia avvenuta in Italia».

wikipedia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


INCONTRO
Postato da rosarossa il Venerdì, 02 agosto @ 12:05:19 CEST (2251 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX









INCONTRO




Dolcissimo amico, la vita tramonta!
T’incontro per caso
nell’ultimo giorno d’autunno, mentre rassegnata
attendo il mio inverno…
Basta uno sguardo, tu mi sorridi, sorpresa mi fermo.
Un ricordo lontano riaccende la fiamma di un sogno d’amore
un abbraccio affettuoso
La nebbia ci avvolge e poi parla il cuore!

Rosarossa

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Tu non sai
Postato da Grazia01 il Giovedì, 01 agosto @ 19:18:39 CEST (1156 letture)
Poesie di Merini









"Tu non sai: ci sono betulle che di notte levano le loro radici, e tu non crederesti mai che di notte gli alberi camminano o diventano sogni.Pensa che in un albero c'è un violino d'amore.Pensa che un albero canta e ride.Pensa che un albero sta in un crepaccio e poi diventa vita.Te l'ho già detto: i poeti non si redimono, vanno lasciati volare tra gli alberi come usignoli pronti a morire."

A.Merini,"L'anima innamorata"


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sulla strada
Postato da Grazia01 il Martedì, 30 luglio @ 21:29:21 CEST (1242 letture)
Letture varie III









“E per un istante raggiunsi l’estasi che avevo sempre desiderato conoscere: consisteva nell'entrare di netto nelle ombre eterne superando il tempo cronologico e nell'osservare stupefatto da lontano lo squallore del regno mortale, nella sensazione della morte che mi incalzava spingendomi ad andare avanti, con un fantasma alle spalle che la incalzava a sua volta, e correvo verso un trampolino dal quale si tuffavano gli angeli per volare nello spazio sacro del vuoto della non-creazione, nel potente e inconcepibile fulgore che si sprigionava dalla luminosa Essenza della Mente, con gli innumerevoli regni dell'oblio che si aprivano nel magico firmamento del paradiso. Sentivo un rombo indescrivibile, un fragore che non era nelle mie orecchie ma dappertutto, e non aveva niente a che fare con il suono. Mi resi conto di essere morto e rinato innumerevoli volte, senza ricordare, perché la transizione dalla vita alla morte alla vita è così facile ed eterea, una magica azione per nulla, come addormentarsi e svegliarsi un milione di volte, la totale casualità e la profonda ignoranza di tutto ciò. Mi resi conto che era solo per via della stabilità della Mente intrinseca che aveva luogo questo ondeggiare dalla nascita alla morte, lieve come l’increspatura creata dal vento su uno specchio d’acqua puro, sereno. provavo un senso di felicità dolce, travolgente, come una grossa iniezione di eroina nella vena principale; come il brivido di un sorso di vino nel tardo pomeriggio; sentivo un formicolio ai piedi. Pensai che sarei morto di lì a un attimo. Ma non morii, feci sette chilometri a piedi, raccolsi dieci lunghe cicche di sigaretta e le portai nella stanza d’albergo di Marilou; usai il tabacco per riempire la pipa e l’accesi. Ero troppo giovane per capire cos'era successo.”

Kerouac – Sulla strada

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


LA MIA DIRIMPETTAIA
Postato da rosarossa il Lunedì, 29 luglio @ 16:44:18 CEST (1142 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX










LA MIA DIRIMPETTAIA

Ogni mattina appena alzata spalanco la mia finestra e
guardo il cielo per vedere un nuovo giorno e la sua luce.
Puntuale, come se mi aspettasse,
alla stessa ora
c’è la mia dirimpettaia
sul balcone, canticchia allegramente mentre
innaffia con cura le sue rose.
Mi guarda sorridente, mi saluta.
La sua allegria contamina il mio cuore
lei forse non sa quanto mi aiuta!
Ricordando quel saluto, il suo sorriso
inizio la giornata con gioia e buonumore
credo che non sia grande fatica
regalare sempre il saluto, un bel sorriso
con spontaneità e sincero amore.

Rosarossa

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Le ali
Postato da Grazia01 il Domenica, 28 luglio @ 20:59:32 CEST (786 letture)
Poesie e prosa di Erri De Luca







Per forza vuoi trovare un santo? Non ce ne stanno, e nemmeno diavoli.
Ci sono le persone che fanno qualche mossa buona e una quantità di cattive.
Per farne una buona ogni momento è giusto, ma per farne una cattiva ci vogliono le occasioni, le comodità.
La guerra è la migliore occasione per fare le fetenzie.
Dà il permesso. Per una buona mossa invece, non ci vuole nessun permesso.
Vanno bene per gli angeli le ali, a un uomo pesano.
A un uomo per volare deve bastare la preghiera, quella sale sopra le nuvole e piogge, sopra soffitti e alberi.
La nostra mossa di volo è la preghiera.

Erri de Luca

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Abbandonato
Postato da Grazia01 il Domenica, 28 luglio @ 14:27:52 CEST (464 letture)
Racconti IV








Abbandonato

La porta di casa si aprì lentamente ed i due uscirono in maniera quasi furtiva da quella che consideravano la loro abitazione. Una rapida occhiata come per essere sicuri di non essere stati visti e poi via verso il viale che li avrebbe portati lontano da quella casa, da quella città, da quegli ingombranti affetti.
-“ Mi sembra che sia tutto a posto”.- disse lui.
-“ Si, certo, lo credo anch’io”.- disse lei.
Passarono alcuni lunghi ed interminabili secondi ed il silenzio divenne forte ed insopportabile come un urlo; quindi ricominciarono a parlare tra loro.
-“ Tu dici che abbiamo fatto bene?”- disse lui mestamente.
-“ Certo e poi lo sai anche tu che non avevamo altra scelta”.- disse lei con voce rotta.
-“ Lo so, però……ecco non mi sento tranquillo, così, solo, potrebbe fare qualunque cosa, anche un danno”.- disse lui con un briciolo di speranza.
-“ Stai tranquillo, gli daranno un’occhiata i vicini, del resto non è la prima volta che ci allontaniamo; anche se stavolta, lo devo ammettere, staremo fuori un bel po’ di giorni”.- disse lei rassicurante.
-“ Stavolta allora, avremmo dovuto portarlo con noi”.- disse lui con un tono di voce che sembrava allo stesso tempo arrabbiato e rassegnato.
-“ Non dire sciocchezze, sarebbe stato solo d’intralcio e poi, lo sai anche tu, dove stiamo andando non avrebbero avuto posto per Lui”.- disse lei con voce leggermente alterata.
Si voltarono solo per vedere la loro bella casa che ad ogni passo si allontanava sempre più, poi si guardarono un attimo negli occhi e ripresero a camminare lentamente.
-“ Questa, però, è l’ultima volta che lo lasciamo a casa da solo. Probabilmente soffrirà nel non vederci e si sentirà abbandonato, potrebbe commettere qualche sciocchezza; potrebbe diventare anche pericoloso e fare del male, sia a se stesso che agli altri. Non sarebbe la prima volta che diventano aggressivi quando rimangono soli”.- disse lui in un crescendo vocale.
-“ Senti, io mi sento triste ed angosciata quanto te, ma era più di un anno che non ci prendevamo un piccolo periodo di vacanza, ormai è abbastanza grande per fare a meno di noi, almeno per qualche giorno. Cerchiamo di non pensarci, dopotutto siamo in ferie”.- disse lei con voce pacata ed accomodante.
-“ Va bene, va bene, hai ragione tu, adesso andiamo e pensiamo solo a riposarci, sono sicuro che anche Lui starà bene”.- disse lui ormai calmo e serenamente rassegnato.
I due si girarono verso la casa un’ultima volta e proprio in quel momento, dalla porta uscì di corsa una persona che agitava le braccia in maniera convulsa e gridava ai due animali di tornare indietro. Sembrava che l’uomo fosse totalmente in preda al panico; si era appena reso conto di essere stato lasciato a casa da solo, abbandonato per le ferie estive.
Il cane e la gatta si guardarono, poi si girarono di nuovo verso l’uomo quasi per scusarsi del loro “umano” gesto, quindi ripresero il cammino verso la loro vacanza.

ANDREA LAPROVITERA
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Una goccia d'acqua
Postato da Grazia01 il Sabato, 27 luglio @ 21:07:40 CEST (783 letture)
Poesie e prosa di Gibran II






Non vi è alcun confine fra noi e le cose più vicine così come la distanza
non è sufficiente a separarci dalle cose più lontane.
Ogni cosa, dalla più bassa alla più sublime, dalla più piccola alla più grande,
esiste dentro il tuo essere, senza differenze.
La goccia d'acqua contiene tutti i segreti dell'oceano.

K. Gibran

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buona domenica
Postato da Grazia01 il Sabato, 27 luglio @ 09:58:31 CEST (814 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno






Tu non hai bisogno di fingere che sei forte, non devi sempre dimostrare che tutto sta andando bene, non puoi preoccuparti di ciò che pensano gli altri, se ne avverti la necessità piangi perché è bene che tu pianga fino all'ultima lacrima, poiché soltanto allora potrai tornare a sorridere.

COELHO





Lacrime

Sono lacrime d'oro,
sono lacrime d'argento,
solo lacrime di piombo:
sono le lacrime pesanti
di questo mondo.
Le lacrime sono diverse,
ma ci accomunano nel dolore
e ci rendono simili;
questo non sempre succede
nella gioia


Luciano Tagliapietra




Vi auguro una buona domenica...senza lacrime, solo sorrisi.

Grazia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Carezza
Postato da Grazia01 il Venerdì, 26 luglio @ 21:37:20 CEST (849 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno






Voglio parlarvi della carezza. Questo gesto in estinzione, rivoluzionario, incompreso persino dal vocabolario. Carezza: "Tenera dimostrazione di amorevolezza e di benevolenza un po' leziosa che si fa lisciando con il palmo della mano. Esempio: far le carezze al gatto." Riscopriamo il significato di "carezza". Tocco della vita. Il Cristo ha resuscitato i morti con una carezza c'è l'accoglienza. In una vera carezza c'è la cognizione del dolore dell'altro, perché reggere il voltaggio di una autentica carezza è difficile quanto un miracolo. È con una carezza che Maometto sposta la montagna e la morte si concilia con la vita. La carezza è un ponte fra due abissi di solitudine. Perciò il cielo e la terra passeranno, ma certe carezze non passeranno mai.


Jack Folla



Buonanotte e felice week end

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Dedicata a tutti gli amici virtuali
Postato da Grazia01 il Giovedì, 25 luglio @ 21:08:36 CEST (4153 letture)
Messaggi II





Dedicata a tutti gli amici virtuali

Il mio amico virtuale è diverso….
Egli non guarda nei miei occhi
Egli vede il mio cuore…
Il mio amico virtuale
è diverso….
Egli non può vedere le mie lacrime
Ma capisce quando è il momento di confortarmi…
Il mio amico virtuale
è diverso….
Lui non sorride, lui mi fa sorridere…
Il mio amico virtuale….
Tu non sai…..
Ma esiste per me tutte le sere
Tu non sai…
Ma sono felice quando tu arrivi…
Guardo verso di te, nell’attesa di un sorriso
Ti aspetto così come il sole, è atteso per fare giorno….
Ti aspetto così come la Luna aspetta che si faccia notte
Certo che verrai
Non mi importa se arrivi attraverso il monitor
La cosa importante è che tu venga…
Non so perché ti ho scelto come amico….
Le tue digitazioni sono uguali a quelle di tutti gli altri
Invece le tue parole sono decise….
Tu riesci a farmi credere
Forse tu non lo sai ma quando mi parli…
Quando giochi con me…
Quando mi ascolti
Quando mi vuoi bene
Eserciti il nobile compito di un amico Reale, esisti!
Così mi conquisti
Ascolto il tuo sorriso attraverso il suono della digitazione
ascolto il tuo cuore attraverso il mio cuore
sento la tua allegria attraverso la mia allegria…
Non dimenticarti mai di venire
conosciamo l’importanza dei veri amici
solo quando cominciamo a percepire la loro assenza
quando li chiamiamo tutti
e solamente lui arriva…

dal Web



Buonanotte

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Gli accordi del cuore di Jan-Philipp Sendker
Postato da Grazia01 il Giovedì, 25 luglio @ 20:01:41 CEST (748 letture)
Recensioni V





Gli accordi del cuore
Di Jan-Philipp Sendker



E' il primo romanzo che leggo di questo autore, che è il seguito di "L'arte di ascoltare i battiti del cuore", di cui ho letto recensioni molto favorevoli. Questo non l'ho trovato straordinario, anzi la storia la giudico un po' assurda, forse piacerà chi ama l'esotico e la filosofia orientale. Narra di una donna, avvocato di successo a New York, cui un giorno entra nella testa una voce che non riesce a scacciare, nè con l'aiuto dello psicologo, nè con le cure che peraltro non segue. Decide di tornare in Birmania, dove vive un suo fratello, e con il quale ha vissuto un rapporto bellissimo, ma che non vede da 10 anni. Il suo soggiorno in quella terra povera e martoriata cambierà la sua vita e la sua concezione dell'amore.

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I sogni...
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 24 luglio @ 20:19:05 CEST (798 letture)
Le poesie e altro di Grazia VI






La straordinarietà dei sogni notturni
è che ci permettono di provare nuove emozioni,
se sono belle ci procurano piacere,
se non lo sono, possiamo risvegliarci.

Grazia



commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un consiglio
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 24 luglio @ 12:20:44 CEST (621 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno







Voglio darti un consiglio, poi tu fai come ti pare. La tua forza è l’autenticità.Non sforzarti di essere ciò che non sei, ma lotta per rimanere ciò che sei. Tu non devi cercare niente, hai già tutto, fidati, devi solo prendere coscienza di te stesso. Credici di più, prova ad avere un po’ di autostima. Non devi cercare un linguaggio nuovo, bensì imparare ad ascoltare quello che già possiedi. Difendi la tua spontaneità e nel frattempo otterrai anche la naturalezza che si acquisisce nel tempo con la fiducia in se stessi. Ricordati che vivere è l’ arte di diventare quello che si è già.


Fabio Volo





Buona giornata

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Elio Vittorini
Postato da Grazia01 il Martedì, 23 luglio @ 19:30:50 CEST (674 letture)
Un pensiero, una poesia al giorno






Ed alzai le mani, in un istintivo gesto d'angoscia, come ad esprimere il senso di vuoto che mi desolava l'anima. Ma le mie parole non dicevano nulla di vero. E sentivo che quel vuoto non veniva dalla fine improvvisa che aveva cancellato lei, la donna bionda, e ch'era invece un vuoto più antico, a cui sarei giunto in ogni modo appena mi fossi trovato fuori dalla casa delle mie notti di febbre e di desiderio. Era il vuoto di ogni volta che avevo lasciato lei per tornare al mio vecchio mondo di ragazzo e che ogni volta avevo creduto di riempire correndo di nuovo a lei: il vuoto dell'amicizia perduta, e del bene che non avevo detto.


Elio Vittorini



Ricorre oggi il suo anniversario Anniversario di nascita:
(Siracusa 23 luglio 1908 – Milano, 12 febbraio 1966)


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Le stelle intorno alla bella luna
Postato da Grazia01 il Lunedì, 22 luglio @ 20:43:27 CEST (732 letture)
Poesie di Saffo




Le stelle intorno alla bella luna

Le stelle intorno alla bella luna
velano il volto lucente,
quando piena, al suo colmo,
argentea,
splende su tutta la terra.

Saffo

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Sulla tenera erba appena nata
Postato da Grazia01 il Lunedì, 22 luglio @ 20:42:35 CEST (851 letture)
Poesie di Saffo



Sulla tenera erba appena nata

Piena splendeva la luna
quando presso l’altare si fermarono:

e le Cretési con armonia
sui piedi leggeri cominciarono,
spensierate, a girare intorno all’ara
sulla tenera erba appena nata.

Saffo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Guizzo romantico
Postato da Grazia01 il Lunedì, 22 luglio @ 20:41:39 CEST (866 letture)
Poesie di Saffo




Guizzo romantico

Statica giostra di lividi colori.
Un sogno
adornato di foglie e di fiori.
Attendo impaziente il cieco risveglio
bruciando
nel cuore di spasmodico amore

Saffo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Stella danzante
Postato da Grazia01 il Lunedì, 22 luglio @ 20:40:54 CEST (757 letture)
Poesie di Saffo





Stella danzante


Tutto il mio essere ruota
frenetico
attorno ad una solitaria stella danzante
che irradia
la sua sardonica lucentezza
pugnalando
le mie cieche pupille
da tempo oramai assuefatte
all'avvolgente sicurezza
delle tenebre.

Saffo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Al mio poeta
Postato da Grazia01 il Lunedì, 22 luglio @ 20:40:09 CEST (754 letture)
Poesie di Saffo





Al mio poeta


Sei il tarlo che divora la mia ragione
uno spillo acuminato nel cuore
una piuma che solletica il dolore.

Saffo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Con il cuore in gola
Postato da Grazia01 il Lunedì, 22 luglio @ 20:39:23 CEST (934 letture)
Poesie di Saffo





Con il cuore in gola


Correndo
lungo le scale
mi fermai
e voltai la testa.
Lui era lì,
avvolto da una sfera di nebbia,
e intonava in falsetto
una canzone triste.
Sorridendo tra la lacrime
ripresi a salire,
allontanandomi dalla sua voce
che sfumava nella notte
come sogno
che il sole del mattino
dissolve.

Saffo
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Poesie d’amore [ 0 commenti - 16 letture ]
 Consacrazione dell’istante [ 0 commenti - 15 letture ]
 Licenza [ 0 commenti - 15 letture ]
 Oh, my Darling Mary and Benny! Racconto Western [ 0 commenti - 252 letture ]
 La vera fine della guerra [ 0 commenti - 58 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 25
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy