Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 193
Totale: 193
Chi è online:
 Visitatori:
01: News
02: Home
03: Home
04: Home
05: Home
06: Home
07: Home
08: Home
09: Home
10: Home
11: Home
12: News
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: coppermine
23: Home
24: Home
25: News
26: coppermine
27: Home
28: Home
29: Home
30: Home
31: coppermine
32: coppermine
33: coppermine
34: Home
35: Home
36: coppermine
37: Home
38: Home
39: Home
40: coppermine
41: Home
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: coppermine
51: Home
52: Home
53: Home
54: Search
55: Home
56: coppermine
57: coppermine
58: Home
59: Home
60: Home
61: News
62: coppermine
63: Home
64: coppermine
65: Home
66: coppermine
67: Home
68: Home
69: Home
70: Home
71: Home
72: Home
73: Home
74: Home
75: Home
76: coppermine
77: Home
78: coppermine
79: Home
80: Home
81: Home
82: Home
83: Home
84: Stories Archive
85: Home
86: Home
87: Home
88: Home
89: Home
90: News
91: Home
92: Home
93: Home
94: Home
95: Home
96: Home
97: Home
98: coppermine
99: Home
100: Home
101: Home
102: Home
103: Home
104: Home
105: Home
106: News
107: Home
108: Home
109: coppermine
110: Home
111: Home
112: Home
113: News
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Stories Archive
120: coppermine
121: Home
122: Home
123: Home
124: Search
125: Home
126: coppermine
127: Home
128: News
129: Home
130: Home
131: Home
132: Stories Archive
133: Home
134: Home
135: Search
136: Home
137: News
138: Home
139: News
140: Home
141: Home
142: Home
143: Home
144: Home
145: Home
146: Stories Archive
147: Home
148: coppermine
149: Home
150: coppermine
151: Home
152: Home
153: Stories Archive
154: coppermine
155: Home
156: coppermine
157: Home
158: Home
159: Home
160: Stories Archive
161: Home
162: Home
163: Home
164: Home
165: Search
166: coppermine
167: Home
168: coppermine
169: Home
170: Stories Archive
171: Home
172: Home
173: Forums
174: Home
175: Home
176: Home
177: Home
178: Home
179: News
180: Home
181: Home
182: Home
183: Home
184: Home
185: Home
186: Home
187: Home
188: News
189: Home
190: Home
191: Home
192: Search
193: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8849
  · Viste: 1576504
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Non incolpare nessuno
Postato da Grazia01 il Sabato, 06 aprile @ 19:15:40 CEST (679 letture)
Un pensiero al giorno







Non incolpare nessuno, non lamentarti mai di nessuno, di niente, perché in fondo Tu hai fatto quello che volevi nella vita.
Accetta la difficoltà di costruire te stesso ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero UOMO proviene dalle ceneri del suo errore.
Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte, affrontala con valore e accettala.
In modo o in un altro è il risultato delle tue azioni e la prova che Tu sempre devi vincere.
Non amareggiarti del tuo fallimento e non darne la colpa agli altri.
Accettati adesso o continuerai a giustificarti come un bimbo.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare e che nessuno è così terribile per cedere.
Non dimenticare che la causa del tuo presente è il tuo passato, come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.
Apprendi dagli audaci, dai fort, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto, pensa meno ai tuoi problemi e più al tuo lavoro
I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
Impara a nascere dal dolore e ad essere più grande, che è il più grande degli ostacoli.
Guarda te stesso allo specchio e sarai libero e forte e finirai di essere una marionetta delle circostanze, perché tu stesso sei il tuo destino.
Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita.
Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.

"ALCE NERO"
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


UN ANGELO INVOCA
Postato da rosarossa il Sabato, 06 aprile @ 18:46:34 CEST (653 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX







UN ANGELO INVOCA

Un angelo nascosto fra le stelle
guarda il nostro mondo e inorridisce
con le mani poi si copre il volto si volge
a Dio pietoso e prega tanto affinchè benedica
la nostra terra rivoltosa e iniqua.
Il buon angelo implora ripetutamente
Dio distratto,
suppliche non sente.
Flebile è la fede nel Signore,
il Divino che s’immolò a morire sulla croce
per portare al mondo, pace, amore!
Popoli si scontrano fra loro
cruente guerre fra le religioni
spargono sangue in nome del Signore
fra la gente la speranza muore;
più non prega!
Al posto dell’amore, regnano perfidia, odi, rancori.
Gente stanca giunta alla deriva;
l’umanità smarrisce la ragione!
Impotente il mondo soffoca nel male
In una vita che non ha più senso,
priva di fede di coscienza e di valori.


Rosarossa

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Parole
Postato da moirac il Sabato, 06 aprile @ 10:26:43 CEST (755 letture)
Le poesie di Moirac


Parole che scorrono veloci,
mille significati….





Leggi Tutto... | 750 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


In me
Postato da Grazia01 il Venerdì, 05 aprile @ 16:39:26 CEST (692 letture)
Un pensiero al giorno








In me sto «bene»
come il mare
in un bicchiere,
ma se sono
collocato
in questo calice
qualcuno mi può bere


Vittorio Varano

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Chiara
Postato da Grazia01 il Venerdì, 05 aprile @ 16:31:24 CEST (553 letture)
Racconti IV




Chiara


Le sigarette fumate da soli durano un’eternità e hanno uno strano sapore, ma dovevo festeggiare in qualche modo. Sono stata bocciata a un esame. E sto vivendo la-gioia più intensa della mia vita. Mi sento Chiara più che mai, non mi va di andare a dormire e non vedo l'ora che venga domani mattina per svegliarmi ancora Chiara e trovarmi e scoprirmi ancora Chiara, domani, fra un mese, sempre, qualunque cosa io dica, qualunque cosa io faccia e qualunque cosa accada. Una terribile malattia ha congelato un'adolescenza - la mia - spensierata e forse banale e forse scontata, leggera per me, che vedevo della filosofia anche nei buchi che mi ritrovavo nei maglioni. Ho sempre pensato di scrivere molto meglio di come vivo e in quegli anni di dolore invece di riempire giornate riempivo fogli magari intensi, magari mistici, di una profondità abissale, ma comunque malati. Ho vinto consensi con quei fogli, ho vinto applausi, premi importanti e anche qualche ragazzo - ma ogni volta che mi chiamavano genio, ogni volta che al primo posto ritrovavo il mio nome, ogni volta che mio padre mi diceva: «Sono fiero di te» ognuna di tutte quelle fottute volte mi smarrivo un po' io, io smarrivo me, io stessa smarrivo me stessa - e sono dovuta finire in ospedale dopo essermi completamente persa di vista per riuscire a cercarmi di nuovo.
(Non si premia una ragazza anoressica perché scrive bene).
Leggi Tutto... | 2141 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


GRAZIE
Postato da moirac il Giovedì, 04 aprile @ 20:14:55 CEST (1149 letture)
Messaggi II



UN GRAZIE SPECIALE A TUTTI QUELLI CHE LAVORANO A CASATEA MA SOPRATTUTTO AD UNA PERSONA UNICA



Leggi Tutto... | 437 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il cadere di una lacrima
Postato da Letty il Giovedì, 04 aprile @ 20:00:57 CEST (617 letture)
Le poesie di Letty - II







Le cose preziose non si giudicano dal loro sfavillio, ci sono anime preziose che non brillano perché logorate dal dolore, sono lacere e smembrate, consunte… è che purtroppo là dove esiste la luce artificiale i riflessi possono accecare, ma ciò che brilla al buio è il cadere di una lacrima di cristallo, che pur non facendo rumore, spacca il cuore

Letty

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Aspettando la primavera
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 03 aprile @ 21:21:54 CEST (561 letture)
Poesie generiche











La terra desolata

Aprile è il mese più crudele, genera
Lillà dalla terra morta, mescola
Memoria e desiderio, stimola
Le sopite radici con la pioggia di primavera.

Thomas Stearns Eliot

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


TU LA MIA OMBRA
Postato da rosarossa il Mercoledì, 03 aprile @ 20:15:04 CEST (715 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX






TU LA MIA OMBRA

Quanto è lontana quella primavera!
Udiì dei passi, corsi sul balcone,
non trovai la luce che aspettavo.
Mi sentìi mancare e aggrappata fortemente alla ringhiera,
alzai gli occhi in alto, però non vidi sole.
Tetro un grigiore già ammantava il cielo.
Una nuvola indisturbata passeggiava
un’altra gonfiandosi diventava nera
in un angolo ne scorgo una che piangeva
la luna impaurita si nascose
una stella s’intristì, e molto dolente
si staccò dalle altre, poi si spense!
Prepotente, devastante
sotto il mio balcone passò il vento
teneva stretta
fra le braccia un’ombra.
Conobbi l’ombra del mio primo amore.
In quell’istante;
il cuore mio strappò e lo portò via
da quel momento non potei più amare
un vento avverso decretò il destino
quell’ombra portò con sé, la vita mia.

Rosarossa

Leggi Tutto... | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Parole per tutto...
Postato da Grazia01 il Martedì, 02 aprile @ 21:43:31 CEST (523 letture)
Un pensiero al giorno








Fortunatamente, ci sono parole per tutto. Fortunatamente ne esistono alcune che non dimenticano di raccomandarci che chi dà deve dare con entrambe le mani perchè in nessuna delle due rimanga quel che dovrebbe appartenere ad altre. Come la bontà non ha da vergognarsi di essere bontà, anche la giustizia non dovrà dimenticare di essere, innanzitutto, restituzione, restituzione di diritti. Tutti, a cominciare dal diritto elementare di vivere degnamente. Se mi dicessero di disporre in ordine di precedenza la carità, la giustizia e la bontà, metterei al primo posto la bontà, al secondo la giustizia e al terzo la carità. Perchè la bontà, da sola, già dispensa la giustizia e la carità, perchè la giustizia giusta già contiene in sé sufficiente carità. La carità è ciò che resta quando non c’è bontà né giustizia.....

José Saramago

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Oggi 1° aprile nacque...
Postato da Grazia01 il Lunedì, 01 aprile @ 19:28:19 CEST (663 letture)
Ricerche d'autore

Oggi 1° aprile nacquero:
nel 1868 lo scrittore Edmond Rostand e nel 1911 il pittore Anchise Picchi.
Eccovi alcune loro "opere"



Tutte le nostre anime sono scritte nei nostri occhi




La notte è meraviglioso attendere la luce.
Bisogna forzare l'aurora a nascere, basta volerlo.




Che si tratti dell'origine della specie o della vita stessa,
prevale sempre l'impressione che le forze che hanno costruito la natura
siano ora scomparse da essa.



Io parto per strappare una stella al cielo e poi,
per paura del ridicolo, mi chino a raccogliere un fiore.




Cantare, ridere, sognare, essere indipendente, libero,
guardare in faccia la gente e parlare come mi pare,
mettermi, se ne ho voglia, il cappello di traverso,
battermi per un sì per un no o fare un verso.
Lavorare senza curarsi della gloria e della fortuna
alla cronaca di un viaggio cui si pensa da tempo,
magari nella luna!
Non scrivere mai nulla che non sia nato davvero dentro di te!
Appagarsi soltanto dei frutti, dei fiori e delle foglie
che si sono colte nel proprio giardino con le proprie stesse mani!
Poi, se per caso ti arriva anche il successo,
non dovere nulla a Cesare,
prendere tutto il merito per te solo e,
disprezzando l'edera, salire,
anche senza essere né una quercia né un tiglio,
salire, magari poco, ma salire da solo!

da Cirano Di Bergerac





Parlavamo di un bacio…

Un giuramento fatto un poco più da presso,
un più preciso patto,
una confessione che sigillar si vuole,
un apostrofo roseo
messo tra le parole
t'amo;
un segreto detto sulla bocca,
un istante d'infinito
che ha il fruscio di un'ape tra le piante,
una comunione che ha gusto di fiore,
un mezzo di poteri respirare un po' il cuore
e assaporarsi l'anima a fior di labbra...
Leggi Tutto... | 11631 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Buona Pasqua
Postato da Grazia01 il Sabato, 30 marzo @ 21:35:23 CET (703 letture)
Poesie tematiche III





Il segreto dell’esistenza umana non sta soltanto nel vivere,
ma anche nel sapere per che cosa si vive.

Fedor M. Dostoevskij



...La pace si rivela e si offre a coloro che realizzano,
giorno dopo giorno, tutte quelle forme di pace di cui sono capaci.

Giovanni Paolo II



Pasqua

A festoni la grigia parietaria
come una bimba gracile s'affaccia
ai muri della casa centenaria.
Il ciel di pioggia è tutto una minaccia
sul bosco triste, ché lo intrica il rovo
spietatamente, con tenaci braccia.
Quand'ecco dai pollai sereno e nuovo
il richiamo di Pasqua empie la terra
con l'antica pia favola dell'ovo.

Guido Gozzano




GESU’

E Gesù rivedeva, oltre il Giordano,
campagne sotto il mietitor rimorte,
il suo giorno non molto era lontano.
E stettero le donne in sulle porte
delle case, dicendo: Ave, Profeta!
Egli pensava al giorno di sua morte.
Egli si assise, all’ombra d’una mèta
di grano, e disse: Se non è chi celi
sotterra il seme, non sarà chi mieta.
Egli parlava di granai ne’ Cieli:
e voi, fanciulli, intorno lui correste
con nelle teste brune aridi steli.
Egli stringeva al seno quelle teste
brune; e Cefa parlò: Se costì siedi,
temo per l’inconsutile tua veste;
Egli abbracciava i suoi piccoli eredi:
-Il figlio – Giuda bisbigliò veloce-
d’un ladro, o Rabbi, t’è costì tra ‘piedi:
Barabba ha nome il padre suo, che in croce
morirà.- Ma il Profeta, alzando gli occhi
-No-, mormorò con l’ombra nella voce,
e prese il bimbo sopra i suoi ginocchi.

Giovanni Pascoli
Leggi Tutto... | 2105 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Venerdì santo
Postato da Grazia01 il Venerdì, 29 marzo @ 10:24:01 CET (634 letture)
Messaggi II





Questa immagine di Gesù si ispira alla Sacra Sindone,
presumibilmente quindi è la più vicina alla realtà.
Oggi, Venerdì Santo, guarderò spesso questi occhi, pregando per tutti noi.
Per chi crede e per chi non crede, male non gli farò.

Buona giornata ♥

Grazia

Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Poesie di Marco Scarpa
Postato da Grazia01 il Giovedì, 28 marzo @ 15:39:43 CET (570 letture)
Ricerche d'autore



Poesie di Marco Scarpa






OTTIMIZZAZIONE


L'indole presta l'affondo, il bavaglio
alle male parole ordinate nei ripiani:
la visione del frigo vuoto, la soluzione
in una lista, l'intera faccenda
liquidata in più punti. Lo smarrimento
quando schiacciati riemergono, minuti
sopra le vertebre, oltre le rughe, segnati
dagli inganni. Le corse, le schiene spezzate
e l'ultima frase "Ho tentato di tutto
ma le ore scivolavano".

Leggi Tutto... | 2565 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


In cerca di una farfalla
Postato da Letty il Mercoledì, 27 marzo @ 21:07:22 CET (699 letture)
Le poesie di Letty - II







Mi perdo e mi ritrovo spesso anche se non voglio.
Mi piace spaziare da un punto ad un altro dell’universo in cerca di una farfalla fatta di niente.
La cerco così tanto che a volte sbaglio strada perché mi fermo a guardare le stelle.
Le tocco, le annuso, mi ci butto dentro…
Rido, fra quei lampi d’argento cercando di toccarne più che posso!
La farfalla appare magicamente… ridendo con me.


Letty
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ridateci la mamma
Postato da Grazia01 il Martedì, 26 marzo @ 13:35:52 CET (662 letture)
Poesia al femminile II






Ridateci la mamma

Ridateci la mamma,
la mamma che faceva il pane nel suo lindo grembiule a quadretti,
tale e quale ai grembiuli che le cucivamo
durante le lezioni di economia domestica
per farle un’improvvisata
alla Festa della Mamma-

la mamma, che non aveva un lavoro
perché che bisogno c’era che ne avesse uno,
che ci impacchettava il pranzo da portare a scuola –
il panino al tonno, la mela,
i biscotti di farina d’avena avvolti in carta oleata –
con gli elastici che conservava in un barattolo;
che al nostro ritorno era sempre a casa,
a stirare
o a fare qualcosa di altrettanto noioso,

che faceva un fiacco sorriso da donna di fatica in trappola
quando le scivolavamo accanto
diretti al telefono,
pieni di scontrosità e disprezzo
e decisi a non diventare mai come lei.
Leggi Tutto... | 5810 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Briciole di stelle
Postato da Grazia01 il Lunedì, 25 marzo @ 21:56:25 CET (575 letture)
Un pensiero al giorno







Secondo te le stelle sanno di pan di zucchero o di sale?"- "Non lo so, non le ho mai assaggiate."- "Io sì, sono rimasta molte notti sul balcone della casa dei bambini chiusi. Le stelle in estate perdono briciole che arrivano in bocca." - "e come sono?" - "Salate, a gusto di mandorla amara." - "Le preferivo dolci." - "Ma no, guasterebbero la terra per quante ne arrivano. Certe notti c'è tempesta di stelle sbriciolate. La terra è seminata da loro, riceve senza poter restituire. Allora dal basso si alzano le preghiere a sdebitarsi, di alberi e di bestie che ringraziano"

Erri De Luca
da "Il giorno prima della felicità"

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Anime
Postato da Letty il Lunedì, 25 marzo @ 19:38:25 CET (704 letture)
Le poesie di Letty - II









Ci sono anime fredde, avvolte nell’oscurità di pensieri spenti e rabbiosi.
A loro manca una carezza, un bacio, un sorriso.
Ci sono anime che vagano in corpi vuoti, alimentati dalle cattive abitudini, abitate dal niente ma dalla fame di tutto, anime a catena come cani pericolosi o semplicemente deturpati da padroni senza affetto.
Sono macchie nere che si spargono, che vivono ovunque ma non sanno stare a casa: loro una casa non ce l’hanno.

Letty

Leggi Tutto... | 4 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Le parole scivolano...
Postato da Grazia01 il Domenica, 24 marzo @ 21:00:30 CET (609 letture)
Le poesie e altro di Grazia V



Ci sono momenti in cui le parole scivolano fuori, parole intrappolate nella mente che si attorcigliano tra i pensieri: le lettere si sovrappongono, le frasi si slegano, il senso si perde, le virgole saltano e il tutto diventa un fluttuare caotico di versi. I momenti in cui accade questo meccanismo sono i più sinceri per chi scrive e i più torbidi per chi legge. Dietro ad ogni foglio vi è una confessione verso se stessi e verso il mondo, e ogni riga nasce dal sentimento, è l'umore che detta alla mano. Quel che si affida alla carta è vero mentre lo scriviamo, magari è reale solo in determinati stati d'animo o può valere solo per determinati periodi: quel che rende le persone speciali, non è il condividere il nostro stesso pensiero ma l'accettarlo senza se e senza ma, perché si tratta di un intimo percorso della vita, in un determinato tempo e in un preciso spazio.







Le parole si rincorrono
come spazi da colmare,
lo scritto disegna il tempo
riunisce creature celesti
e spiriti dispettosi
che giocano a rimpiattino
con l’anima tesa a trovare
stabilità in un equilibrio incerto
che confonde e fonde
pensieri veloci scaturiti
da un cuore infreddolito
in una sera di pioggia.

Grazia

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La luce...in poesia
Postato da Grazia01 il Sabato, 23 marzo @ 20:45:22 CET (731 letture)
Poesie tematiche III



Poesie sulla







Il guaio di una passione è che produce molta luce concentrata, è solo questione di tempo prima che rischiari ogni piccolo angolo. E di solito non ci trovi più molto, quando l'ombra si è dissolta.

Andrea De Carlo, Tecniche di seduzione, 1991



La vita contemporanea, all'apparenza così piena di luce (in tutti i sensi), contiene in realtà vaste zone d'ombra, dove solo la letteratura e le arti sono in grado di penetrare.

Corrado Augias, Leggere, 2007




A volte, di notte, accendo una luce per non vedere.

Antonio Porchia





Luce



Chi ti descriverà, luce divina
che procedi immutata ed immutabile
dal mio sguardo redento?
Io no: perchè l'essenza del possesso
di te è "segreto" eterno e inafferabile;
io no perchè col solo nominarti
ti nego e ti smarrisco;
tu, strana verità che mi richiami
il vagheggiato tono del mio essere.

Beata somiglianza,
beatissimo insistere sul giuoco
semplice e affascinante e misterioso
d'essere in due e diverse eppure tanto
somiglianti; ma in questo
è la chiave incredibile e fatale
del nostro "poter essere" e la mente
che ti raggiunge ove si domandasse
perchè non ti rapisce all'Universo
per innalzare meglio il proprio corpo,
immantinente ti dissolverebbe.

Si ripete per me l'antica fiaba
d'Amore e Psiche in questo possederci
in modo tanto tenebrosamente
luminoso, ma, Dea,
non sia mai che io levi nella notte
della mia vita la lanterna vile
per misurarti coi presentimenti
emanati dai fiori e da ogni grazia.

Alda Merini

Leggi Tutto... | 3834 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


BALDANZOSA PRMAVERA
Postato da rosarossa il Mercoledì, 20 marzo @ 23:05:09 CET (745 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa IX









BALDANZOSA PRMAVERA


L’aurora appena desta, abbraccia il sole
sulla terra scompaiono tristezze e ombre scure
limpido il cielo invita a sognare.
Apro la mia finestra e guardo fuori
ascolto la musica della primavera, gli uccellini gorgheggiano sereni,
le gemme si dischiudono fra i rami e traggono ristoro da cristalline gocce di rugiada.
Vagano gli occhi miei oltre la siepe che
separa il prato dal viale
ove una grande distesa di verde sfoggia sotto la luce del tiepido sole;
candide ridenti margherite
fiorellini di prato varietà di colori.
Timide nascoste fra l’erba, le violette non possono apparire.
Sono piccoli, fragili
ancor meno emerge l’opaco colore
le difende il delicato inconfondibile profumo.
con umiltà sovrasta e vince la superba vanità degli altri fiori.
Porta un’ondata di brezza, di gioia, di spensieratezza e quasi con magia
presenta la bella primavera,
i residui cupi dell’inverno spazza via.
Rosarossa

Leggi Tutto... | 4 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Poesie di Corrado Govoni
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 20 marzo @ 22:55:16 CET (1589 letture)
Poesie crepuscolari



Poesie di Corrado Govoni




(Tamara, Ferrara, 1884 - Lido dei Pini, Roma, 1965).
Poeta dai toni accesi e dall'ostentazione verbale, ma al tempo stesso di una tristezza disincarnata ed elusiva, percorse con originalità il complesso universo che si andava muovendo intorno alla "nuova poesia", sorta nella prima quindicina del XX secolo, attraversando Pascoli e D'Annunzio, ma soprattutto partecipando direttamente al movimento futurista (collaborò ai Quaderni di poesia diretti da F.T. Marinetti) e facendo tesoro delle esperienze simboliste e tardo-simboliste in chiave impressionistica e crepuscolare. Un'ampia antologia delle sue Poesie (1903-59) ha curato G. Ravegnani (1961).




Charlot


Con la tua bombetta all'idrogeno
piena d'uova di pasqua e canarini;
con la tua finanziera rattoppata
che ha nelle tasche i resti dell'aquilone
impiccato al lampione del sobborgo
per rumoroso vertebrato fazzoletto;
con la tua giannettina di rabdomante,
scettro di re in esilio,
bastone del vescovo pazzo,
vincastro del pastore;
con le tue scalcagnate scarpe
buone da far bollire nella pentola
nei giorni della carestia;
pagliaccio schiaffeggiato dai milioni:
girerai sempre l'ironico disco
della luna dei poveri
col tuo tacco di eterno vagabondo,
usignolo fischiato dal silenzio,
sull'ipocrita cuore del mondo.
Leggi Tutto... | 4490 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il saluto ai poeti crepuscolari
Postato da Paolo il Lunedì, 18 marzo @ 18:17:58 CET (761 letture)
Poesie crepuscolari








Le loro statue equestri sono all’ingresso di Palazzo Reale ma, a Torino, per i Diòscuri – figli di Giove – intendevano anche Nino Oxilia e Sandro Camasio. I due amici scrissero insieme ‘Addio, giovinezza!’, dove uno studente delude la fidanzata sartina. Infatti si mette con una signora bene, che lo aveva notato quando lui aveva salvato un annegando. Peccato che non abbiano avuto il tempo di trovare la ragazza giusta, senza dovere salvare nessuno né deludere nessuna. Sandro se ne andrà nel 1913, ma Nino lo seguirà nel 1917: la grande falce prendeva forma di tisi o di guerra. Proprio prima di cadere al fronte, Nino scrisse questo ‘Saluto’ del quale riportiamo qui sotto uno stralcio. Buona lettura!

Leggi Tutto... | 2749 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


NEVE DI MARZO
Postato da rosarossa il Lunedì, 18 marzo @ 17:53:06 CET (866 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VIII









NEVE DI MARZO

Che meraviglia!
E’ un piacere osservare la neve nel mese di marzo
pennellare di bianco i prati, le folte siepi e gli alberi in fiore.
Volteggiando nell’aria arriva graziosa leggera
ricamando la natura per abbellire il già vistoso abito
per l’imminente arrivo
alla signora regina primavera.


Rosarossa

Leggi Tutto... | 4 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Nino Oxilia, non solo un poeta
Postato da Grazia01 il Domenica, 17 marzo @ 21:19:33 CET (1230 letture)
Poesie crepuscolari








Nino Oxilia


Giornalista per la Gazzetta di Torino, fu scrittore, poeta e sceneggiatore di cinema. Divenne celebre con la commedia Addio giovinezza! (1911; scritta con Sandro Camasio), che anche diresse nella prima delle 4 versioni cinematografiche. Erano sue pure le parole della canzone Giovinezza, che poi sarebbe stata usata come inno fascista. Morì nell'offensiva che seguì alla ritirata di Caporetto.




Targa sulla sua casa di Torino


NINO OXILIA
CANTÒ NELLA VITA E NELL'ARTE
LA GIOIA DIVINA DELLA GIOVINEZZA
E ALLA DIFESA DELLA PATRIA
L'OFFERSE
CON LA POESIA EROICA DEL SACRIFICIO
NATO IN QUESTA CASA IL 13 NOVEMBRE MDCCCLXXXIX
CADDE COMBATTENDO SUL MONTE TOMBA
IL 18 NOVEMBRE MCMXVII
TORINO
QUI NE RICORDA IL NOME E L'OPERA
DI POETA E SOLDATO

CATELLA


POESIE





Ò visto

Ò visto la folla per le vie,
la folla passare gaia.
Ma più gaia di tutti
era una bimba
che aveva trovato il modo
di comprarsi una bambola...
Leggi Tutto... | 5521 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un amore in concerto
Postato da Paolo il Domenica, 17 marzo @ 19:15:17 CET (571 letture)
Ricerche d'autore







Salutiamo ancora una volta Linda Neill. Potrete ritrovarla su Facebook insieme ai suoi ‘Poets Without Fears – Poeti Senza Paure’ Sudafricani: nel nostro piccolo, però, ce la caviamo anche noi. Il Critico Senza Paura ci scrive gli Auguri Pasquali da Torino con biglietto di Piazza San Carlo: così lontana da Johannesburg, dove lui ha vissuto per tre anni e l’Autrice continua a vivere, e a scrivere. Qui sotto vi proponiamo una sua ulteriore poesia.

Leggi Tutto... | 2338 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La poesia giapponese
Postato da Grazia01 il Sabato, 16 marzo @ 20:25:11 CET (721 letture)
Ricerche d'autore


Poesia giapponese






Protofemminista, pacifista, riformatrice sociale, poetessa. Questo fu Akiko Yosano, una delle voci più famose e controverse della poesia giapponese nella prima metà del Novecento. Figlia di un ricco mercante di Sakai, nella prefettura di Osaka, nacque nel 1878; iniziò a pubblicare i suoi tanka su Myōjō, rivista letteraria, di cui era editore il suo futuro marito Tekkan Yosano. Il suo poema “Kimi Shinitamou koto nakare” (Tu non morirai), fu musicato e divenne inno di protesta durante la guerra russo-giapponese. Akiko fondò poi una scuola per l’educazione femminile e divenne paladina dei diritti delle donne. Morì a 63 anni nel 1942.




Le sue poesie sono dei tanka, la forma più antica della poesia giapponese, anteriore agli haiku che vanno tanto di moda adesso. Il tanka consiste in cinque versi formati rispettivamente di 5, 7, 5, 7 e 7 sillabe; la terzina iniziale è chiamata kami-no-ku (frase superiore), il distico finale è detto shimo-no-ku (frase inferiore).





IL PIANTO DELLA GIOVINEZZA

La mia giovinezza
è presso a finire
simile a una pianura docile
che, subita, spiombi
nel mare




Amore o sangue?
tutta la primavera
è in questa peonia che mi ossessiona,
scende la notte, sono sola,
sola senza una poesia.





Dopo il bagno
mi guardo nello specchio,
e, osservando il mio corpo,
sento che ancora rimane qualcosa
di ieri: un certo sorriso...





Per punire
gli uomini dei loro peccati infiniti
Dio mi ha dato
questa pelle chiara
questi lunghi capelli neri.





Che essere umano
potrebbe punirmi?
Non è il candore del mio braccio,
che accolse la sua testa,
degno di un dio?





Mezzo vestita
di una seta leggera
dal colore rosso pallido...
non pensare male: di' loro
che si sta godendo la luna...





Colombe
dal tetto della pagoda
i petali dei ciliegi cadono
nel vento di primavera –
scriverò la mia canzone sulle loro ali.





Via Lattea:
a letto, con lui,
apro la tenda
e guardo come, all’alba,
si separano due stelle.

Leggi Tutto... | 1327 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Una foto rara
Postato da Grazia01 il Venerdì, 15 marzo @ 20:57:37 CET (688 letture)
Messaggi II











Uno scatto raro del 1979 con gli ultimi tre Papi:
Francesco, Benedetto XVI e Giovanni Paolo II

Papa Francesco ha gli occhi buoni, mi piace molto.

Grazia
Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La fotografia
Postato da Grazia01 il Venerdì, 15 marzo @ 20:49:45 CET (571 letture)
Un pensiero al giorno





Quando guardi una fotografia non vedi solo uno scatto, ma la capacità che ha l’uomo di riuscire a fermare il tempo, con una semplice creazione, la fotografia ferma i secondi, ferma il momento, cattura le emozioni, perché la nostra esistenza è una lunga pellicola, e possiamo fermarla quando vogliamo per riguardare le scene migliori.

Ejay Ivan Lac

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ogni giorno nasce un poeta
Postato da Grazia01 il Giovedì, 14 marzo @ 21:08:41 CET (578 letture)
Ricerche d'autore








Ogni giorno nasce un poeta, anche il 14 marzo nacquero dei poeti

eccone alcuni


il 14 marzo 1823 nacque il francese




Théodore de Banville


....Ma che sia
un eroe sublime o grottesco,
O Musa che dia la caccia agli avvoltoi
O s'abbassi a far qualche esercizio
sulla corda funambolesca,

Tribuno,profeta o pagliaccio,
sempre sfugge con sdegno
le vie che la folla frequenta;
Lui cammina sulle fiere sommità
O sulla corda ignobile: però
Ben al di sopra dei volti della folla....

(....)

Più lontano!Più in alto! Vedo ancora
Speculatori con occhialini d'oro
E critici, e belle signorine,
e realisti in fiamme.
Più in alto! Più lontano! Aria! Azzurro!
Un paio d'ali! Un paio d'ali! D'ali!

Alfine, dal suo abietto palcoscenico,
Il clown saltò su in alto...
Sfondò perfino il soffitto di tela
Al rullar del tamburo, al suon del corno
E - il cuore divorato dall'amore -
andò a fare capriole fra le stelle.


Théodore de Banville (1856)
Leggi Tutto... | 3050 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Pannis angelicus [ 0 commenti - 9 letture ]
 I Ragazzi della via Pal [ 4 commenti - 39 letture ]
 LA STORIA DEGLI ANGELI DELL’AVVENTO [ 1 commenti - 24 letture ]
 Dicembre [ 0 commenti - 19 letture ]
 L'infinito... [ 0 commenti - 17 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content .
www.casatea.com

Toggle Content *
sito web

Toggle Content
Sito d'argento

Toggle Content .

Toggle Content -
10000 punti ottenuti

Toggle Content Magicamente

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy