Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 87
Totale: 87
Chi è online:
 Visitatori:
01: News
02: Home
03: Home
04: Home
05: Home
06: News
07: Home
08: Home
09: Home
10: Home
11: coppermine
12: Home
13: Home
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: Home
21: Home
22: Home
23: Home
24: Home
25: Home
26: Home
27: News
28: News
29: Home
30: Home
31: News
32: Home
33: Home
34: Home
35: News
36: coppermine
37: Home
38: Stories Archive
39: Home
40: Home
41: Search
42: Home
43: News
44: Home
45: Home
46: Search
47: Home
48: coppermine
49: Home
50: Home
51: Home
52: Home
53: Home
54: Home
55: Home
56: Home
57: News
58: coppermine
59: Home
60: Home
61: Home
62: Home
63: News
64: Home
65: News
66: Home
67: coppermine
68: Forums
69: Home
70: News
71: Search
72: Stories Archive
73: Your Account
74: Home
75: Home
76: News
77: Home
78: Home
79: Home
80: Home
81: News
82: Home
83: Home
84: Home
85: Home
86: Home
87: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8987
  · Viste: 1912729
  · Voti: 430
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Valfrancesca di Bonaviri
Postato da Grazia01 il Martedì, 16 agosto @ 21:40:46 CEST (3187 letture)
Poesie d'autore I



Valfrancesca

Camminavamo lungo le acque verdi del Liri,
fra gli arbusti bassi e i ciottoli levigati
su cui saltavano le rane.
Tu mi indicavi una donna che lavava
curva in una insenatura scintillante
e non sentivi che il tuo giovane cuore di donna
alitava sui pioppi dalle molte foglie e sull’erba dei prati.
Ci tenevamo per mano e in una radura
in cui cresceva solo qualche macchia di rovo
vedemmo una grande ruota
che con le sue palette apriva l’acqua
in un ventaglio di piccole onde
con un giro perenne di morte e di vita.
Tu mi dicesti: “Bello”
e restasti chiusa nella tua contemplazione d’amore
e non vedesti che sulla superficie uguale del fiume
si levavano gli uccelli della sera
che cantavano un loro cupo triste canto.


Giuseppe Bonaviri
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IL ROMANZIERE
Postato da Grazia01 il Lunedì, 15 agosto @ 23:51:08 CEST (1034 letture)
Poesie di Auden


IL ROMANZIERE


Appuntato al talento come a un'uniforme,
il grado dei poeti è noto a tutti;
stupirci come un temporale possono,
morire tanto giovani, per anni viver soli.
Leggi Tutto... | 599 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Gli animali di Giuseppe Bonaviri
Postato da Grazia01 il Lunedì, 15 agosto @ 21:26:46 CEST (853 letture)
Racconti IV



Gli animali



Un marito e una moglie contadini avevano un asino e se ne stavano sempre in campagna in ventura di sole e di sassi. Avevano un pezzo di terra e vi facevano di tutto: l'erba-fagiola,I'erba-fava, il grano fulgido, ceci, le lattughe azzurre, fichidindia lungo la casa piccola in fiori gialli. Basta, tutto di tutto. Un giorno ci fu la festa nel paese che quelli da laggiù nella vallata fonda vedevano illuminato nelle finestre, nei balconi, sulle torri dove dormono' colombi. La moglie sospirando disse al marito: .
« Matassàro, vogliamo andare al paese ché non ci vado da sette anni? Così vediamo la festa? ».
« Sì, domani andiamo. Un po'c di svago lo vogliono i nostri occhi. » .
« Come veste, mi metto quella di mussolina; tu ti metti i pantaloni di tricot, la bunàca blu, la scuzzetta in testa, la camicia di canapa, il fazzoletto al collo; o mucatùri.»
Rispose il marito: « E tu che ti' metti inoltre?».
« La gonnella di mussolina, il gippone di tela chiara, il fadale, e il mucaturi in testa. »
La povera contadina era tutta contenta, si sentiva canore corde in cuore. Continuò mentre il sole lasciava gli ulivi, e l'erba secca, tramontando oltre il fosco monte:
Leggi Tutto... | 7383 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


HO VOGLIA DI SORRIDERE
Postato da Grazia01 il Domenica, 14 agosto @ 21:25:25 CEST (1168 letture)
Poesie preferite


HO VOGLIA DI SORRIDERE

Ho voglia di sorridere
quando mi levo al mattino
e il sole è già alto;
il passero viene al davanzale
e mi saluta.
Leggi Tutto... | 1872 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lettera di Keats a Fanny Brawne
Postato da Grazia01 il Sabato, 13 agosto @ 10:04:02 CEST (1223 letture)
Lettere




Lettera di Keats a Fanny Brawne (1800-1865 -Frances fu la sua fidanzata) sono tra le più famose lettere d'amore mai scritte. Come i vicini della porta accanto, si sono scambiati numerosi brevi bigliettini, talvolta perfino appassionati. Delle lettere di Fanny a Keats nessuna sopravvisse. Keats pare, spesso sia stato sconvolto dal suo comportamento e incerto del suo affetto. La sua malattia li ha molto avvicinati, tanto che quando lui è partito per Roma, entrambi sono stati impegnati e almeno Keats, profondamente innamorato.
Leggi Tutto... | 1774 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


SE UN GIORNO
Postato da Grazia01 il Venerdì, 12 agosto @ 20:59:12 CEST (1013 letture)
Poesie di Baldo Bruno




SE UN GIORNO


Può darsi che l'amor
tuo non avrò
può darsi che tu m'ignorerai
...e cadranno di speranza
le mie ultime foglie
per me allor non ci sarà
sole
né acqua
né sogno
né risveglio
ma se un giorno
ti stringerai a me
e dirai di amarmi
tutto
qualsiasi cosa…anche un fulmine
che squarcia il cielo
nella notte più nera
per me sarà stupendo.


Bruno Baldo

Biografia


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I VECCHI CHE SI AMMIRANO NELL'ACQUA
Postato da Grazia01 il Venerdì, 12 agosto @ 20:45:51 CEST (1087 letture)
Poesie d'autore II







I VECCHI CHE SI AMMIRANO NELL'ACQUA


Ho udito i vecchi, i vecchissimi, dire:
"Tutto muta,
E a uno a uno noi scompariamo,
Avevano mani simili ad artigli, e le ginocchia
Contorte come i pruni antichi
Presso le acque."

Ho udito i vecchi, i vecchissimo, dire:
"Tutto ciò che è bello trascorre via
Come le acque ".



William Butler Yeats
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lettera di Celine
Postato da Grazia01 il Venerdì, 12 agosto @ 13:05:19 CEST (1506 letture)
Lettere


Questa lettera è una delle 5 lettere che Elizabeth Craig,
presa da una crisi di coscienza, non ha distrutto delle centinaia ricevute da Céline.

Venerdì

Tesoro mio

Che cosa succede — ? Mi domando dove sei …se sei lontana... sto parlando alla luna?...
Dai! prova a scrivermi un po’ —Scoiattolo — ? Perduta? Consumata? o stai facendo fortuna? mi domando
Le fortune non si fanno in una settimana. Torna presto o te le suono. Troppo stanca?
Vado a cercare golo golo. Se non fai la brava ti —faccio il malocchio.. e parlo Corocoro —
Bene non fare troppi progetti se stai cominciando qualcosa di veramente preciso va benissimo
Non ci sono soltanto l’interesse e le speranze. Sono solo un aperitivo. Presto. Dimmi quando baci —
Louis


da: Louis Ferdinand Céline - lettere a Elizabeth
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


E lui mi aspetterà nell'ipertempo
Postato da Grazia01 il Venerdì, 12 agosto @ 12:47:07 CEST (1301 letture)
Poesie di Maria Luisa Spaziani







E lui mi aspetterà nell'ipertempo


E lui mi aspetterà nell'ipertempo,
sorridente e puntuale, con saluti
e storie che alle poverette orecchie
dell'arrivata parranno incredibili.

Ma riconoscerà, lui, ciò che gli dico?
In poche note o versi qui raccolgo
i messaggi essenziali. Un alto raggio,
aria diversa glieli tradurrà.


Maria Luisa Spaziani


Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Riflesso nell'acqua
Postato da Grazia01 il Giovedì, 11 agosto @ 20:48:09 CEST (893 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni IV


Possiamo dare infinite interpretazioni ad un riflesso confuso nell'acqua.
Ma l'immagine che dà origine a quel riflesso, è soltanto una.

Ivo Nardi


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Stanco d'amore
Postato da Grazia01 il Martedì, 09 agosto @ 22:17:27 CEST (1255 letture)
Poesie e altro di Hesse I






STANCO D'AMORE


Nei rami s'addormenta cullando
il vento stanco. La mia mano
lascia un fiore rosso sangue
morire lacerato sotto un sole rovente.

Ho già visto fiorire e morire
molti fiori;
vengono e vanno gioie e dolori,
e custodirli nessuno può.

Anch'io ho sparso
nella vita il mio sangue;
non so però, se mi dispiace,
so solo, che sono stanco.


Hermann Hesse

Leggi Tutto... | 681 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I muri...
Postato da Grazia01 il Martedì, 09 agosto @ 15:14:00 CEST (927 letture)
Riflessioni III


I muri

Un muro è davanti a noi ogni giorno. Il muro di casa delimita i nostri spazi, quegli spazi in cui ci sentiamo al sicuro, quel muro che ci difende e che a volte diventa la nostra prigione. Abbiamo paura ad aprire la porta, all'orizzonte percepiamo un altro muro, quello dell'indifferenza, dell’egocentrismo, dell’apatia del mondo circostante. Siamo chiusi tra muri che limitano la nostra libertà di pensiero. Ci sono muri friabili che con buona volontà si possono abbattere, altri più compatti richiedono coraggio e forza e se non riusciamo a demolirli, possiamo saltarli, usando tutti i mezzi, senza paura, per guardare al di là di essi. I muri sono ostacoli da superare, recinti da abbattere, discriminazioni da cancellare per lasciar passare il vento della libertà e delle culture di tutte le genti.
Leggi Tutto... | 5116 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


LA NATURA MORTA NEL RINASCIMENTO
Postato da Grazia01 il Lunedì, 08 agosto @ 12:57:00 CEST (1184 letture)
ARTE II
LA NATURA MORTA NEL RINASCIMENTO

continua da



Particolare della Madonna in trono del Ghirlandaio (XV secolo), Galleria degli Uffizi, Firenze.

Gli albori della natura morta moderna sono da rintracciare, oltre che nella pittura di decorazione, nell'opera di tutti quegli artisti che fra Quattrocento e Cinquecento ebbero contatti significativi, anche se per quel che sappiamo indiretti, con le Fiandre. Tra i molti, ricorderemo solo Antonello da Messina, Domenico Ghirlandaio e Carlo Crivelli. La cultura fiamminga dell'epoca, infatti, produsse una serie di capolavori dell'arte figurativa che si distinguono per una tendenza a curare il dettaglio minuto, come pure le scene d'interni e l'attenzione per il panneggio, tutti elementi tipici poi del genere autonomo della natura morta.



Carlo Crivelli, Vaso di fiori, Pinacoteca di Brera, Milano.

Nel periodo compreso tra il Quattrocento e il Cinquecento sono le Fiandre a dettare legge nel campo della natura morta. I due artisti italiani Crivelli e il Ghirlandaio, come si può evincere dalle loro opere, ebbero rapporti sebbene indiretti, con la pittura fiamminga.

I Fiamminghi erano considerati all'epoca i migliori nel campo se Antonello da Messina non poté fare a meno di recarsi a bottega da un pittore allora celebre, quel Colantonio di Napoli che conosceva il segreto della pittura delle Fiandre, forse appreso direttamente dal suo inventore, Jan van Eyck, il quale - a dispetto di quanto scriveva Vasari - in realtà, riproponeva una tecnica nota fin dal tempo degli antichi Romani e via via utilizzata per rendere grassa la tempera. Del resto, nella produzione artistica del messinese prevale la pittura su tavola di piccolo formato, tratto distintivo dell'arte quattrocentesca del Nord Europa, come pure la tendenza all'analisi estrema del dettagli. Antonello da Messina non realizzerà mai una vera natura morta, ma uno dei suoi capolavori, il San Girolamo nello studio, conservato presso la National Gallery di Londra, che mostra il Padre della Chiesa, traduttore della prima versione latina della Bibbia, la cosiddetta Vulgata, all'interno di un ambiente arredato da scaffali pieni di libri e oggetti vari, anticipa alcuni temi che diventeranno classici soggetti per le nature morte con libri.
Leggi Tutto... | 19560 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


DALL' ADELCHI
Postato da Grazia01 il Domenica, 07 agosto @ 19:22:41 CEST (856 letture)
Poesie e opere di Alessandro Manzoni
DALL' ADELCHI

Ermengarda, sorella di Adlchi, e sposa ripudiata di Carlomagno, muore offrendo il suo innocente dolore ad espiazione dei mali e delle colpe della sua stirpe, "cui fu gloria il non aver pietà".




ATTO IV - CORO

Sparsa le trecce morbide
Sull'affannoso petto,
Lenta le palme, e rorida
Di morte il bianco aspetto,
Giace la pia, col tremolo
Sguardo cercando il ciel.

Cessa il compianto: unanime
S'innalza una preghiera:
Calata in su la gelida
Fronte, una man leggiera
Sulla pupilla cerula.
Stende l'estremo vel.
Leggi Tutto... | 3013 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


DA IL CONTE DI CARMAGNOLA
Postato da Grazia01 il Domenica, 07 agosto @ 19:16:18 CEST (1083 letture)
Poesie e opere di Alessandro Manzoni

DA IL CONTE DI CARMAGNOLA


Il coro commenta amaramente la vittoria del condottiero piemontese, al soldo della Repubblica veneta,
contro il duca milanese Filippo Maria Visconti:
"I fratelli hanno ucciso i fratelli".



ATTO II - CORO

S'ode a destra uno squillo di tromba;
A sinistra risponde uno squillo:
D'ambo i lati calpesto rimbomba
Da cavalli e da fanti il terreno
Quinci spunta per l'aria un vessillo;
Quindi un altro s'avanza spiegato:
Ecco appare un drappello schierato;
Ecco un altro che incontro gli vien.

Già di mezzo sparito è il terreno;
Già le spade rispingon le spade;
L'un dell'altro le immerge nel seno;
Gronda il sangue; raddoppia il ferir.
- Chi son essi? Alle belle contrade
Qual ne venne straniero a far guerra?
Qual è quei che ha giurato la terra
Dove nacque far salva, o morir?
Leggi Tutto... | 4173 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Tragedie
Postato da Grazia01 il Domenica, 07 agosto @ 19:06:00 CEST (904 letture)
Poesie e opere di Alessandro Manzoni
TRAGEDIE




IL CONTE DI CARMAGNOLA


L'idea di una tragedia sulle guerre di Signorie italiane del Quattrocento gli nacque dalla lettura delle potenti pagine del Sismondi, Storia delle repubbliche italiane. Ne parla con entusiasmo al Fauriel: scrivere teatro significava, anzitutto, una differenziazione, anche nei principi estetici, dai precedenti scrittori, e inserirsi, con parola sorprendente, nel gran dibattito romantico d'Italia (Lombardia) e d'Europa (Germania e Francia). Due atti si strutturano e prendono forma molto lentamente, dal gennaio al dicembre 1816 il primo, entro l'estate 1817 il secondo. Il Manzoni li sottoporrà poi alla rilettura dell'amico Ermes Visconti, e ne seguirà, nella correzione, i consigli. Il '17 è anno di crisi: la tragedia attende, e sullo scrittoio si aprono i quaderni della Pentecoste e della Morale cattolica. Ma concludere questi trattati, è stato a ragione messo in luce, comportava anche la messa a fuoco del problema essenziale della poetica manzoniana, quello della moralità dell'arte, che, al momento, era problema della « moralità della tragedia! Bossuet, Nicole e Rousseau hanno avanzato delle riserve, che si possono risolvere, che nessuno ha risolto, che io risolvo ». Che la parentesi biennale, di riflessione teoretica, abbia dato dei frutti, lo prova il fatto che, iniziato il terzo atto il 5 luglio, il 12 agosto la tragedia è conclusa. Quando il 14 settembre la famiglia parte per Parigi, una copia è già sotto l'occhio della censura austriaca per l'approvazione: che verrà il 29.
Leggi Tutto... | 7900 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


ASPETTAMI
Postato da Anonimo il Domenica, 07 agosto @ 15:23:40 CEST (871 letture)
Le poesie e i pensieri di r.chesini II





ASPETTAMI


Ricordo un giorno

ma non so quando

il cielo era blù

e sul prato verde

correvi e disegnavi

coi tuoi salti una danza :

Leggi Tutto... | 640 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


VACANZE D'ESTATE
Postato da rosarossa il Sabato, 06 agosto @ 18:43:15 CEST (1082 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VI




VACANZE D'ESTATE



Estate che tutti abbracci fra raggi di sole e calore,
agosto pienezza di vita, culli sogni e speranze,
propizi incontri, consolidi amori.

Leggi Tutto... | 641 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


PREGHIERA
Postato da Grazia01 il Venerdì, 05 agosto @ 21:31:23 CEST (886 letture)
Poesie di Caproni




PREGHIERA


Anima mia, leggera
va’ a Livorno, ti prego.
E con la tua candela
Timida, di nottetempo
Leggi Tutto... | 605 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I nodi
Postato da Grazia01 il Venerdì, 05 agosto @ 21:07:30 CEST (2453 letture)
Invenzioni e origini II
I nodi




Fino dall’antichità più remota il nodo ha assunto un’importante valenza simbolica, per cui fra l’altro è protagonista in molti modi di dire tradizionali della nostra lingua come, ad esempio, avere il nodo alla gola, fare il nodo al fazzoletto, giocarsi il nodo del collo ecc. ecc. Alla nascita, la separazione dalla madre avviene con un nodo al cordone ombelicale, altro elemento che si somma e ne anticipa la consistenza emblematica. Allora, forse, è più comprensibile come questo vocabolo assuma numerosi altri significati in altrettante branche dello scibile umano: dalla botanica alla biologia passando per la medicina fino a geografia e matematica. Il nodo è poi l’unità di misura della velocità navale, in quanto nell’antichità si soleva misurare questa quantità contando i nodi che scorrevano lungo una fune in un determinato tempo.Insomma, i significati attribuiti al nodo sono così numerosi che, se volessimo anche solamente elencarli tutti, ne patirebbe l’economia dell’articolo, quindi ci limiteremo ai casi storici più eclatanti della cultura occidentale, ossia quelli in cui questo simbolo assume un ruolo da protagonista.
Leggi Tutto... | 14881 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


EpoSillàBici - evento
Postato da Grazia01 il Venerdì, 05 agosto @ 20:47:42 CEST (1223 letture)
Mostre e spettacoli



Rimini, Urbino, Gubbio, Perugia, Todi, Viterbo, Cerveteri, Anzio (cultura), 10/08/11 – 16/08/11, evento di poesia, cicloturismo, ecologia, cultura, cittadinanza: “EpoSillàBici (Il geometra e il poeta)”, Rimini-Anzio in bicicletta, attraversando città, luoghi, immagini, genti, happening poetici, e ricordando Amilcare Cipriani, nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Leggi Tutto... | 6251 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La verità, vi prego, sull'amore
Postato da Grazia01 il Giovedì, 04 agosto @ 21:31:12 CEST (1115 letture)
Poesie di Auden






La verità, vi prego, sull'amore

Dicono alcuni che amore è un bambino e alcuni che è un uccello,
alcuni che manda avanti il mondo e alcuni che è un'assurdità
e quando ho domandato al mio vicino, che aveva tutta l'aria di sapere,
sua moglie si è seccata e ha detto che non era il caso, no.

Leggi Tutto... | 1900 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Per poco
Postato da Grazia01 il Martedì, 02 agosto @ 22:10:29 CEST (902 letture)
Poesie di Teasdale




Per poco


E quando sarò andata, andata via,
il mio canto potrà forse restare
per poco, come l'onda nella scia
dopo che s'è perduta in alto mare.

Qualche notte arderà, qualche altro giorno,
dalla fragile striscia luminosa
viva di canto, che farà ritorno
al nulla poi, dimora d'ogni cosa.



Sara Teasdale

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Si stemperò quell'angelo sul muro
Postato da Grazia01 il Lunedì, 01 agosto @ 13:00:28 CEST (1131 letture)
Poesie di Maria Luisa Spaziani





Si stemperò quell'angelo sul muro


Si stemperò quell'angelo sul muro,
i lillà ricoprirono la spada,
quel viso formidabile e stupendo,
la lucente armatura circonfusa
da un candore di penne. Sempre tacqui.
Portavo in me il germoglio del futuro,
la gloria della Francia e di Gesù.
Tutto ciò che lui disse, un giorno fu.


Maria Luisa Spaziani
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un sorriso nel buio
Postato da Grazia01 il Lunedì, 01 agosto @ 12:57:28 CEST (822 letture)
Poesie di Bukowski







Un sorriso nel buio


Quando seppellii mio padre, vidi la morte
E poi salii sulla mia vecchia auto
E andai alle corse
E rimasi a guardare i numeri
Sul totalizzatore
E la morte era di nuovo lì
A fissare tutta quella
gente

Leggi Tutto... | 2079 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Rovine
Postato da Grazia01 il Venerdì, 29 luglio @ 22:21:21 CEST (1057 letture)
Poesie di Betocchi





Rovine

Non è vero che hanno distrutto
le case, non è vero:
solo è vero in quel muro diruto
l'avanzarsi del cielo
Leggi Tutto... | 425 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Agosto, a caccia di stelle cadenti
Postato da Grazia01 il Giovedì, 28 luglio @ 18:41:03 CEST (1826 letture)
Siti interessanti e strani

Il 10 agosto, notte di San Lorenzo, si può osservare il fenomeno delle stelle cadenti: sono, in realtà, meteore che attraversano l'atmosfera disgregandosi in scie luminose. Luna crudele , Il picco di intensità dello sciame delle Perseidi (le "stelle" di San Lorenzo) si ha la notte del 12 agosto; ma la luce della luna, quest'anno in fase piena il 13,le nasconderà. Tra il 28 e il 29 luglio, però, sarà possibile osservare uno sciame meno conosciuto, le Delta Acquaridi, seguito, tra il 31 e il l°agosto, dalle luminosissime Capricornidi: Focus, con l'Osservatorio astronomico di Cà del Monte, ha installato una Ali sky camera, telecamera che riprende il cielo a 3600 e registra gli oggetti in movimento (anche Ufo ... ). Per osservare le sue immagini (e molte altrel), sintonizzatevi su www.focus.it/focuscopio
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Addio Amy
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 27 luglio @ 19:55:45 CEST (1138 letture)
In ricordo




Se lo aspettavano tutti. Mentre il corpo di Amy Winehouse veniva trasferito nella camera mortuaria, la madre Janis ammetteva a capo chino: «Era solo questione di tempo». Il modo lo ha trovato lei: un cocktail di cocaina, eroina, ecstasy e ketamina, anche se sarà l'autopsia di oggi a dire la parola definitiva. Il perché ce lo ha messo il suo ultimo amore, il regista Reg Traviss, che l'aveva lasciata subito prima del suo recente ricovero in rehab.
Leggi Tutto... | 2728 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Mal di vivere, tra applausi
Postato da Marhiel il Mercoledì, 27 luglio @ 08:25:53 CEST (882 letture)
Le poesie di Mariella Mulas II





Mal di vivere, tra applausi

Sono in luci abbaglianti di scena,
palcoscenici colorati a illuminare volti,
e occhi, a volte, già infermi
di melanconia avversa,
celata tra lucide marcate
linee nere di ciglia,
ad attrarre ascolto
d’intensità vocale quasi struggente…
Leggi Tutto... | 1794 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


LA MILANO DEL MANZONI
Postato da Grazia01 il Lunedì, 25 luglio @ 21:27:46 CEST (896 letture)
Poesie e opere di Alessandro Manzoni


LA MILANO DEL MANZONI


La "sua" città, con le strade, i palazzi, le Piazze e gli angoli più tipici,
nelle testimonianze di alcuni fra i più brillanti vedutisti dell'epoca.
Seguendo i canoni romantici dell'aderenza al vero e a scene di vita usuale,
nel primo Ottocento s'inaugura anche a Milano la cosiddetta pittura vedutistica.



Protagonista è lo scenografo Giovanni Migliora (1785-1837), insegnante di prospettiva a Brera,
di cui qui sopra vediamo Il cortile centrale dell'Ospedale Maggiore.
Leggi Tutto... | 1876 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Il cuore mi batte troppo forte [ 0 commenti - 57 letture ]
 L'ombra [ 0 commenti - 17 letture ]
 La rabbia senza l'orgoglio [ 0 commenti - 38 letture ]
 La vita al tempo del covid 19 [ 0 commenti - 42 letture ]
 INFANZIA LONTANA [ 0 commenti - 23 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 18
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy