Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 343
Totale: 343
Chi è online:
 Visitatori:
01: Home
02: Home
03: Home
04: News
05: News
06: Home
07: News
08: Search
09: Home
10: Your Account
11: Your Account
12: News
13: News
14: Search
15: Home
16: Home
17: coppermine
18: News
19: Home
20: Forums
21: Forums
22: Home
23: coppermine
24: coppermine
25: News
26: Forums
27: Home
28: Home
29: Home
30: Home
31: News
32: Home
33: Home
34: Home
35: Forums
36: Home
37: Contact
38: Home
39: Home
40: Home
41: Home
42: coppermine
43: Stories Archive
44: Home
45: Search
46: Home
47: Home
48: Home
49: Home
50: Home
51: Home
52: Home
53: Home
54: Home
55: Home
56: coppermine
57: News
58: Home
59: News
60: coppermine
61: Home
62: Home
63: News
64: Home
65: Home
66: Home
67: News
68: Home
69: News
70: News
71: Home
72: Home
73: coppermine
74: Home
75: Home
76: Home
77: Home
78: Home
79: Stories Archive
80: Stories Archive
81: coppermine
82: News
83: Home
84: Home
85: Home
86: coppermine
87: Home
88: Home
89: Home
90: Home
91: Home
92: Home
93: News
94: News
95: coppermine
96: Home
97: Forums
98: Search
99: News
100: News
101: Forums
102: News
103: Home
104: News
105: Home
106: News
107: Groups
108: Your Account
109: Home
110: Home
111: Forums
112: Home
113: Home
114: coppermine
115: Home
116: Home
117: coppermine
118: Home
119: Home
120: Home
121: Home
122: coppermine
123: Forums
124: Home
125: coppermine
126: Home
127: Home
128: Home
129: Home
130: Home
131: Home
132: coppermine
133: News
134: Forums
135: Home
136: News
137: News
138: coppermine
139: Stories Archive
140: News
141: Search
142: Home
143: Home
144: Contact
145: Stories Archive
146: coppermine
147: coppermine
148: Home
149: Home
150: Home
151: Home
152: coppermine
153: Home
154: Home
155: Home
156: coppermine
157: Home
158: Home
159: News
160: coppermine
161: Home
162: News
163: News
164: Stories Archive
165: Home
166: News
167: Search
168: Home
169: Home
170: Home
171: Home
172: Home
173: Surveys
174: Home
175: Home
176: Home
177: Home
178: coppermine
179: Search
180: Home
181: Home
182: Home
183: Forums
184: News
185: Home
186: News
187: Home
188: Forums
189: coppermine
190: Home
191: Home
192: News
193: Home
194: Home
195: Home
196: Home
197: Home
198: News
199: Search
200: Home
201: Home
202: News
203: Forums
204: Home
205: Home
206: News
207: News
208: Home
209: Forums
210: Home
211: Home
212: Home
213: News
214: Home
215: News
216: Home
217: Home
218: Home
219: Your Account
220: coppermine
221: Home
222: Home
223: Home
224: Your Account
225: News
226: coppermine
227: coppermine
228: coppermine
229: Home
230: Home
231: Home
232: Home
233: Home
234: coppermine
235: Home
236: coppermine
237: Home
238: News
239: Home
240: Home
241: Surveys
242: coppermine
243: coppermine
244: Home
245: Home
246: Home
247: Home
248: Home
249: Home
250: News
251: Home
252: Home
253: Home
254: Home
255: Home
256: Home
257: News
258: Home
259: coppermine
260: News
261: News
262: coppermine
263: News
264: News
265: Home
266: Home
267: Home
268: News
269: Stories Archive
270: Home
271: coppermine
272: Home
273: Stories Archive
274: Stories Archive
275: Home
276: coppermine
277: Home
278: News
279: Home
280: Forums
281: Home
282: coppermine
283: coppermine
284: coppermine
285: Home
286: Search
287: Home
288: News
289: Home
290: Home
291: News
292: News
293: Home
294: Stories Archive
295: Home
296: Home
297: coppermine
298: Home
299: News
300: News
301: Home
302: coppermine
303: Home
304: Home
305: Home
306: Stories Archive
307: Home
308: Home
309: Home
310: Home
311: Groups
312: News
313: Home
314: Stories Archive
315: Home
316: News
317: coppermine
318: Stories Archive
319: News
320: News
321: coppermine
322: News
323: Stories Archive
324: Your Account
325: Home
326: Forums
327: Home
328: coppermine
329: Home
330: News
331: coppermine
332: Home
333: Home
334: Forums
335: Forums
336: News
337: News
338: Home
339: Home
340: Stories Archive
341: Home
342: coppermine
343: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 8987
  · Viste: 1920814
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Il nudo nell’Ottocento
Postato da Grazia01 il Martedì, 07 giugno @ 20:14:26 CEST (3107 letture)
ARTE II

continua da...

Il nudo nell’Ottocento

Secolo complesso e articolato, l'Ottocento, non può ridursi a una o due formule. Si confrontano, infatti, posizioni diverse che vanno da quella carnale di Courbet, con le sue Bagnanti di Montpellier, fino alla bellezza ideale della Venere di Cabanelle, oppure alle celeberrime Grandi bagnanti di Renoir, che costituiscono esse stesse una deroga felice alla regola impressionista, ultima modulazione del nudo rococò. In questo contesto, l'opera di Goya si presenta, perciò, solo come una delle possibilità. Di fatto, le differenze e le affinità fra il Neoclassicismo e il primo decennio dell'Ottocento emergeranno in maniera assai più concreta grazie al confronto fra due opere: Paolina Borghese come Venere vincitrice, scolpita da Antonio Canova fra il 1804 e il 1808 e l'altrettanto celebre Bagnante di Valpinçon, dipinta da Jean-Auguste-Dominique Ingres nel 1808.



La Donna nuda in un paesaggio, Musée de l'Orangerie, Parigi
è solo una tra le numerose tele di Pierre- Anguste Renoir, dedicate a questo tema. il pittore francese, vicino agli ambienti degli impressionisti, dà pieno risalto nei colori al corpo muliebre esprimendone tutta la sua carnale voluttà.



Gustave Courbet, Le bagnanti, particolare, Musée d'Orsay, Parigi.

L’Ottocento dà vita a diverse formule espressive e ancora una volta nel nudo se ne possono individuare chiaramente le diverse matrici: le donne dipinte dal pittore francese, in particolare, rivelano, nel realismo dei loro corpi, tutta la loro sensuale fisicità.

La prima delle due è, com'è noto, il ritratto della sorella di Napoleone Bonaparte, moglie del principe Borghese che conservava la statua come una sorta di gigantesco cammeo da mostrare soltanto a pochi eletti, Il recente restauro ha restituito funzionalità al meccanismo che permette alla statua di roteare su se stessa, insieme al triclinio su cui è adagiata, offrendo così la possibilità a chi guarda di poterne ammirare la bellezza da ogni angolatura. Figlia dell'estetica neoclassica, la statua è un capolavoro di equilibrio fra il ritratto fisionomico somigliante e l'idealizzazione della figura che, coerentemente con le premesse del Neoclassicismo, viene identificata con venere. La scelta della divinità è, infatti, un implicito omaggio alla venustà solare e discreta di Paolina che, in un primo tempo, aveva pensato di farsi ritrarre come Diana cacciatrice.
Leggi Tutto... | 11511 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Quanto più chiudo gli occhi, allora meglio vedono
Postato da Grazia01 il Martedì, 07 giugno @ 08:09:27 CEST (1121 letture)
Poesie e opere di Shakespeare




Quanto più chiudo gli occhi, allora meglio vedono


(Sonetto 43)

Quanto più chiudo gli occhi, allora meglio vedono,
perché per tutto il giorno guardano cose indegne di nota;



Leggi Tutto... | 941 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


L’amico devoto di Oscar Wilde
Postato da Grazia01 il Lunedì, 06 giugno @ 19:16:57 CEST (1005 letture)
Racconti IV


Il piccolo Hans aveva moltissimi amici, ma l’amico più devoto di tutti era il grosso Hugh, il Mugnaio. E veramente il ricco Mugnaio era così devoto al piccolo Hans, che non passava mai vicino al suo giardino senza chinarsi sul muro e cogliersi un bel mazzolino profumato, o una manciata di erbe dolci, o senza riempirsi le tasche di susine e ciliegie se era la stagione della frutta.
“I veri amici dovrebbero avere tutto in comune”, era solito dire il Mugnaio, e il piccolo Hans annuiva e sorrideva, e si sentiva fierissimo di avere un amico dalle idee così nobili.
Leggi Tutto... | 12654 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Scivola
Postato da Letty il Domenica, 05 giugno @ 18:30:34 CEST (1610 letture)
Le poesie di Letty - I
Scivola




Tristemente scivola
ogni cosa scivola
la lacrima che non parla
il pensiero che non passa
quel sorriso che non torna



Leggi Tutto... | 567 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Vi auguro Buona domenica con i...fiori
Postato da Grazia01 il Sabato, 04 giugno @ 19:05:51 CEST (1385 letture)
Riflessioni di Francesco Alberoni II
Buona domenica con i








Io non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all'orecchio degli amanti....
Ho bisogno di poesia,
questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

Alda Merini







Fiori

Da un gradino d'oro,
fra i cordoni di seta, le garze grigie,
i velluti verdi e i dischi di cristallo
che anneriscono come bronzo al sole,
vedo la digitale schiudersi sopra un tappeto
di filigrane d'argento, d'occhi e di capigliature.

Monete d'oro giallo sparse sull'agata,
pilastri di mogano che sorreggono una cupola di smeraldi,
mazzi di raso bianco e sottili
verghe di rubino circondano la rosa acquatica.

Simili a un dio dagli enormi occhi azzurri
e dalle forme di neve, il mare e il cielo
attirano verso le terrazze di marmo
la folla delle giovani e forti rose.

Arthur Rimbaud








NARCISO

Narciso.
Il tuo odore.
E il fondo del fiume.

Voglio restare sulle tue sponde.
Fiore dell'amore.
Narciso.

Nei tuoi bianchi occhi passano
Onde e pesci addormentati.
Passeri e farfalle
si nipponizzano nei miei.

Tu minuto e io grande.
Fiore dell'amore.
Narciso.

Le rane che svelte sono!
Ma non lasciano tranquillo
lo specchio in cui si guardano
il tuo delirio e il mio delirio.

Narciso.
Dolore mio.
E mio proprio dolore.

Federico Garcia Lorca
Leggi Tutto... | 3648 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 1


Più felice sono quando più lontana - Bronte
Postato da Grazia01 il Venerdì, 03 giugno @ 19:34:49 CEST (1604 letture)
Poesia al femminile II



Più felice sono quando più lontana


Più felice sono quando più lontana
porto la mia anima dalla sua dimora d'argilla,
in una notte di vento quando la luna brilla
e l'occhio vaga attraverso mondi di luce

Quando mi annullo e niente mi è accanto
né terra, né mare, né cieli tersi
e sono tutta spirito, ampiamente errando
attraverso infinite immensità.


Emily Brontë
Leggi Tutto... | 2989 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Leonardo da Vinci
Postato da rosarossa il Venerdì, 03 giugno @ 18:54:29 CEST (1022 letture)
ARTE II


Leonardo da Vinci

1452
Leonardo nasce il 15 Aprile ad Anchiano di Vinci, non lontano da Firenze. È figlio naturale di un notaio, Ser Piero.
1460
Si trasferisce a Firenze con la matrigna e il padre, che lo vuole avviare agli studi per fargli intraprendere la carriera di notaio.
Leggi Tutto... | 6537 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


CicloInVersoRoMagna 2011
Postato da Anonimo il Giovedì, 02 giugno @ 19:07:00 CEST (1269 letture)
Mostre e spettacoli Con CicloInVersoRoMagna 2011 si svolgerà, dal 3 al 9 agosto, il quarto giro ciclo-poetico

Leggi Tutto... | 1218 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I personaggi di Verga: umiliati e offesi
Postato da Grazia01 il Giovedì, 02 giugno @ 19:00:32 CEST (1242 letture)
Racconti di Verga

I protagonisti delle novelle e dei romanzi maggiori del Verga sono sempre dei Vinti, degli umiliati e offesi. Perché? C'è forse nello scrittore siciliano una precisa polemica sociale, tesa a identificare i colpevoli, a proporre terapie risanatrici? Forse. Ma subito si rileva che l'antagonista negativo, il nemico da distruggere, quasi non presenta fisionomia, è confuso nelle sfumature delle vicende. Chi vuole scoprire e dare un volto agli oppressori, ai malvagi, deve leggere tra le righe, coglierli di sorpresa; Hanno nomi neutri: soprastanti, fattori, gentiluomini, guardie e tutto il nostro prossimo; sono le bestie, il mare, la roba, la malaria, la giustizia. E la roba, la terra e la giustizia sono del padrone. Possesso assoluto, il suo.
Leggi Tutto... | 6355 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IL nudo nel Settecento
Postato da Grazia01 il Martedì, 31 maggio @ 19:11:44 CEST (1544 letture)
ARTE II
Continua da

IL nudo nel Settecento



La verità svelata" è un dipinto del '700 di Gian Battista Tiepolo.

La signora raffigurata è l'allegoria della Verità, svelata dal Tempo, che è rappresentato come un vecchio.

Nel celebre trattato sulla Storia dell'arte dell'antichità di Johann Joachim Winckelmann (1717 -1768) si possono rintracciare le basi teoriche per la costruzione di un nuovo modo di rappresentare la figura umana, pietra angolare del Neoclassicismo futuro. Scrive in proposito il critico e archeologo tedesco: «Il disegno nudo si basa sulla conoscenza e sui concetti di bellezza, e questi concetti consistono in parte nelle misure e nei rapporti, in parte nelle forme la cui bellezza era lo scopo dei primi artisti greci, come afferma Cicerone: queste formano l'aspetto, mentre le misure e i rapporti determinano le proporzioni ... ».



Jacques-Louis David, Il giudizio di Paride, particolare, Louvre, Parigi.
Il desiderio di far rivivere l'antico è un elemento costante nelle opere classiche. Il dipinto che trae spunto da un passo dell' Iliade, vuole essere una glorificazione del’amore sulla guerra.

La figura umana nuda, dunque, si deve ispirare, secondo Winckelmann, agli ideali e ai precetti degli artisti greci dell'antichità i quali avevano fissato proporzioni e rapporti con il fine di costruire la bellezza la quale, in definitiva, finiva per identificarsi, per l'appunto, con la figura nuda stessa. Una visione, avvitata su se stessa, che cercava la bellezza partendo dall'uomo e, per trovarla, all’uomo ritornava. In questo percorso, però, trovava il paradigma della semplicità, della linearità e della funzionalità (che del corpo umano sono sicuramente appannaggio) da applicare alla rappresentazione della figura dipinta o scolpita, ma anche all’architettura, alle arti minori (mobili, gioielli e ceramiche) e perfino alla moda. Nasceva, così, il Neoclassicismo. Quando Winckelmann pubblicò il suo testo, però, correva l'anno 1764 e la pittura e la scultura lungi dall'essere neoclassiche, vivevano invece i fasti della stagione rococò. Il pensiero del teorico tedesco infatti, produrrà i suoi frutti molto dopo, quando Winckelmann
era da poco più di un ventennio passato a miglior vita.



Antonio Canova, Amore e Psiche, Louvre, Parigi.
L’intera opera dell'artista incarna i principi neo classici auspicati da Winckelmann.
Leggi Tutto... | 12711 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


CALABRIA TERRA MIA
Postato da rosarossa il Martedì, 31 maggio @ 18:45:20 CEST (1125 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VI



CALABRIA TERRA MIA


Calabria terra mia,
sogni e ricordi d'infanzia e adolescenza lì, vissuti.
L'attesa ogni anno della calda estate,
le prime amiche, le infantili gioie;


Leggi Tutto... | 1333 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Il Re Travicello
Postato da Grazia01 il Lunedì, 30 maggio @ 12:18:29 CEST (2082 letture)
Poesie d'autore II


Il Re Travicello



Al Re Travicello
piovuto ai ranocchi,
mi levo il cappello
e piego i ginocchi;



Leggi Tutto... | 6431 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Impenetrabile e senza cuore di Joseph Conrad
Postato da Grazia01 il Domenica, 29 maggio @ 12:37:15 CEST (1103 letture)
Racconti III


Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù comuni, l'oceano ignora compassione, fede, legge, memoria. La sua incostanza può essere mantenuta conforme ai propositi umani solo con una risolutezza indomita, e con una vigilanza insonne, armata, gelosa, in cui, forse, c'é sempre stato più odio che amore. Odi et amo può ben essere la professione di fede di coloro i quali coscientemente o ciecamente hanno consegnato la propria esistenza al fascino del mare.
Leggi Tutto... | 3191 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Al sonno
Postato da Grazia01 il Venerdì, 27 maggio @ 12:24:37 CEST (1235 letture)
Poesie  e opere di Goethe




Al sonno


Tu che col tuo papavero
pieghi anche gli occhi degli dèi,
e spesso porti mendicanti al trono
e pastori alle loro fanciulle,


Leggi Tutto... | 1058 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I PERSONAGGI di Verga - UNA PECCATRICE - EVA
Postato da Grazia01 il Giovedì, 26 maggio @ 19:41:01 CEST (1453 letture)
Racconti di Verga

Romantici, ad immagine del Verga ventenne, gli attori delle sue prime opere; profondi e straziatamente veri i "vinti" della maturità ereditati dalla sua terra.


UNA PECCATRICE



L'AMANTE SICILIANO , Pietro Brusio siciliano, protagonista di Una peccatrice, incarna quasi allo stato puro il mito del provinciale borghese teso alla conquista della gloria letteraria e dell'amore. L'aspetto esteriore è quello del siciliano focoso, secondo un cliché destinato a lunga vita:
Leggi Tutto... | 6331 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Cercami
Postato da r.chesini il Mercoledì, 25 maggio @ 19:13:12 CEST (1259 letture)
Le poesie e i pensieri di r.chesini II




Cercami



Sempre uguali sono le parole non dette

ma parlano le labbra e le pupille degli occhi




Leggi Tutto... | 1125 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La memoria delle immagini
Postato da Grazia01 il Martedì, 24 maggio @ 11:49:55 CEST (915 letture)
Riflessioni III



Esiste una memoria dei volti innata. Per un’antilope è vitale poter riconoscere come pericoloso il volto di un leone e dunque tentare di sfuggirlo, appena lo percepisce per la prima volta. Se il comportamento di fuga dovesse seguire un’esperienza vissuta realmente, quell’antilope perirebbe e la sua specie si estinguerebbe. Non appena vede un leone (e vale anche per altri nemici) scappa o almeno tenta di difendersi, anche se la lotta è impari e persino ridicola.
Leggi Tutto... | 2043 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IL COMPOSITORE
Postato da Grazia01 il Martedì, 24 maggio @ 11:42:48 CEST (1060 letture)
Poesie di Auden



IL COMPOSITORE


Tutti gli altri traducono: il pittore
schizza un mondo visibile da amare o da respingere;
frugando nella sua vita, il poeta cerca
e trova quelle immagini che feriscono e legano.


Leggi Tutto... | 785 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Stella
Postato da Grazia01 il Lunedì, 23 maggio @ 21:20:15 CEST (1070 letture)
Poesie di Ungaretti







Stella


Stella, mia unica stella,
nella povertà della notte sola,
per me, solo, rifulgi,
nella mia solitudine rifulgi;
ma, per me, stella
che mai non finirai d'illuminare,
un tempo ti è concesso troppo breve,
mi elargisci una luce
che la disperazione in me
non fa che acuire.


Giuseppe Ungaretti

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il nudo nel seicento
Postato da Grazia01 il Lunedì, 23 maggio @ 12:53:03 CEST (1582 letture)
ARTE II
Continua da

Sculture di Gianlorenzo Bernini





Apollo e Dafne, Galleria Borghese, Roma // San Daniele, Santa Maria del Popolo, Roma.


Il nudo del Seicento

«ChiunqUe ami seguire le gioie della fuggitiva bellezza
riempie le proprie mani di fronde o, per dir meglio, gusta bacche amare».


Con queste parole, scritte, però, in latino, il cardinale Maffeo Barberini, futuro papa Urbano VIII (1623-1644), attribuisce un significato morale al mito di Apollo e Dafne eternato nel marmo dal genio di Gianlorenzo Bernini. La storia è nota attraverso il racconto delle Metamorfosi d'Ovidio cui volutamente rimanda l'uso della lingua dei padri da parte del cardinale. Innamorato perdutamente di Dafne, Apollo, che era stato centrato dalla freccia dorata di Eros, la insegue sperando di conquistare il suo amore. Purtroppo, però, il dispettoso Cupido, capriccioso tiranno dei sentimenti degli dei, aveva colpito la bella ninfa con uno strale di piombo, quello dell'amore non corrisposto. Correndo, Dafne pregava Gea, la madre Terra, di darle la forza per resistere alla foga di quell'impeto amoroso. La dea la esaudì e, non appena Apollo fece per stringere Dafne a sé, la bella ninfa si trasformò in un cespuglio d'alloro che altro non era che il significato del suo nome. Da allora, Apollo, in ricordo di quest'amore sfortunato, con un po' di rimpianto, userà cingersi il capo con un serto d'alloro, pianta prediletta del dio delle arti e della bellezza.



Pietro da Cortona e Ciro Ferri,
particolare dell'affresco nella sala di Giove, Palazzo Pitti, Firenze.


Questa e sculture del Bernini, esemplificano come nel Barocco si assista alla nascita di una nuova poetica e di un nuovo linguaggio espressivo nel quale il nudo svolge un ruolo centrale che si tratti di soggetti mitologici oppure di soggetti sacri.


La poetica del Barocco

Di sicuro, con quest'opera Bernini si laureò signore del Barocco nascente e artista prediletto della ricca corte del cardinale Scipione Borghese, il committente del gruppo marmoreo, nipote dell'allora pontefice Paolo V. Ma l'operazione artistica del porporato romano e dell'artista napoletano andava ben oltre la semplice illustrazione del mito classico. Quella che si veniva profilando con la realizzazione di quest'opera, era la definizione di una nuova poetica e, in definitiva, di un nuovo linguaggio, quello barocco appunto, nel quale il nudo svolgeva un ruolo centrale tanto nell'ambito dell'arte a soggetto profano quanto in quella a soggetto sacro. Se infatti la nudità del gruppo di Bernini era ampiamente giustificata dal mito e dai modelli classici, come l'Apollo del Belvedere di Leochares, cui l'artista seicentesco s'ispirò direttamente riprendendone la capigliatura e, in definitiva, il leggiadro atteggiamento, ritroviamo un'identica condizione, per rimanere a Brnini, nel Daniele della cappella Chigi in Santa Maria del Popolo a Roma. È vero che interpretata come metafora dell'anima salvata da Dio, la figura di Daniele è spesso rappresentata nuda, ma in questo caso, è solo il leone in basso che riconduce al soggetto biblico, altrimenti potrebbe trattarsi di un Ganimede rapito dall'aquila o un Niobide colpito da Apollo.





Pieter Paul Rubens, Tre Grazie, Museo del Prado, Madrid.

L'opera testimonia la forza del mito classico a cui si aggiunge una valenza sacra in riferimento al significato trinitario attribuito alle figure.

Leggi Tutto... | 10436 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lontano lontano
Postato da Grazia01 il Domenica, 22 maggio @ 22:08:21 CEST (3445 letture)
Video






Lontano lontano

Lontano lontano nel tempo
qualche cosa
negli occhi di un altro
ti farà ripensare ai miei occhi
i miei occhi che t'amavano tanto
Leggi Tutto... | 800 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PENTIMENTO
Postato da rosarossa il Sabato, 21 maggio @ 12:24:56 CEST (841 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VI
PENTIMENTO


Rose vermiglie freschi rampicanti
abbracciano il cancello d'una villa e in alto vanno
brilla di luce fra le verdi foglie




Leggi Tutto... | 1473 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Storia dell’aeroplano
Postato da Grazia01 il Venerdì, 20 maggio @ 18:47:10 CEST (2427 letture)
Poesie per la pace I




Storia dell’aeroplano


E i fratelli Wright dissero che pensavano di aver
inventato
qualcosa che poteva portare pace sulla terra
quando la loro meravigliosa macchina volante prese
il volo a Kitty Hawk


Leggi Tutto... | 2815 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PENSIERI CIV / CXI - Giacomo Leopardi
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 maggio @ 18:49:48 CEST (1153 letture)
Poesie di Leopardi e altre opere II



Pensieri


CIV.

L'educazione che ricevono, specialmente in Italia, quelli che sono educati (che a dir vero, non sono molti), è un formale tradimento ordinato dalla debolezza contro la forza, dalla vecchiezza contro la gioventù. I vecchi vengono a dire ai giovani: fuggite i piaceri propri della vostra età, perché tutti sono pericolosi e contrari ai buoni costumi, e perché noi che ne abbiamo presi quanti più abbiamo potuto, e che ancora, se potessimo, ne prenderemmo altrettanti, non ci siamo più atti, a causa degli anni. Non vi curate di vivere oggi; ma siate ubbidienti, sofferite, e affaticatevi quanto più sapete, per vivere quando non sarete più a tempo. Saviezza e onestà vogliono che il giovane si astenga quanto è possibile dal far uso della gioventù, eccetto per superare gli altri nelle fatiche. Della vostra sorte e di ogni cosa importante lasciate la cura a noi, che indirizzeremo il tutto all'utile nostro. Tutto il contrario di queste cose ha fatto ognuno di noi alla vostra età, e ritornerebbe a fare se ringiovanisse: ma voi guardate alle nostre parole, e non ai nostri fatti passati, né alle nostre intenzioni. Così facendo, credete a noi conoscenti ed esperti delle cose umane, che voi sarete felici. lo non so che cosa sia inganno e fraude, se non è il promettere felicità agl'inesperti sotto tali condizioni.
Leggi Tutto... | 4774 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


CUORE DI BUFFONE
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 maggio @ 15:22:01 CEST (1195 letture)
Poesie di Rimbaud



CUORE DI BUFFONE


Il mio triste cuore sbava a poppa,
il mio cuore coperto di trinciato:
su di lui sputano schizzi di zuppa,
mio triste cuore che sbava a poppa:



Leggi Tutto... | 1155 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il mondo che percepiamo
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 maggio @ 20:59:27 CEST (992 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni IV





"Noi creiamo il mondo che percepiamo,
non perché non esiste realtà fuori dalla nostra mente,
ma perché scegliamo e modifichiamo la realtà che vediamo
in modo che si adegui alle nostre convinzioni
sul mondo in cui viviamo.
Si tratta di una funzione necessaria
al nostro adattamento e alla nostra sopravvivenza"

Gregory Bateson (1904-1980)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Benvenuta carola66
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 maggio @ 08:19:20 CEST (986 letture)
Messaggi II


Un cordiale benvenuto a carola66, ora Casatea è anche casa tua.
In attesa di vedere quanto vorrai proporre, ti porgo i miei migliori saluti.

Grazia
a nome dello staff
Leggi Tutto... | 327 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Till Death us Do Part
Postato da Paolo il Lunedì, 16 maggio @ 21:52:16 CEST (1478 letture)
Le opere di Paolo II
Jerome scrisse ‘Three Men in a Boat (To Say Nothing of the Dog) nell’estate londinese del 1889. A detta dello stesso autore, egli era ispirato dall’amore per la giovane moglie Georgina Henriette Stanley. Voleva scrivere un manuale turistico da viaggio lungo il Thames della sua infanzia e produsse un romanzo, per altro di grande successo. Speriamo che lo scritto odierno, ispirato dall’amore per alias Isabella Jones chiesta in moglie, sia degno di lui. Egli sedeva allo scrittoio con veduta su Londra avvolta in una nebbia dorata e anche le luci notturne gli risultavano familiari. Le intenzioni si giudicano per la loro onestà e la semplicità produce spesso, insieme al nuovo, anche il bene.


Leggi Tutto... | 3402 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


IL NUDO NEL RINASCIMENTO
Postato da Grazia01 il Lunedì, 16 maggio @ 21:34:46 CEST (1485 letture)
ARTE II
Continua da


IL NUDO NEL RINASCIMENTO
la stagione rinascimentale, che dal punto di vista cronologico ha esordi diversi in Europa, vive l'impiego del nudo alla luce del recupero della bellezza classica, ma con un diverso approccio e con diversi risultati stilistici enucleabili in due distinti periodi storici.



Giambologna, Mercurio, Museo azionale del Bargello, Firenze.

La scultura esprime chiaramente il nuovo spirito del tardo Rinascimento, quando, alla linearità e all'equilibrio compositivo, si sostituisce una elaborazione dinamica e tormentata della figura.
Il primo, quello più propriamente rinascimentale, che giunge fino al momento della morte di Raffaello (1520), è caratterizzato dalla ricerca dell'equilibrio e della compostezza della figura, che porta all'idealizzazione della forma, come accade, per esempio, nelle opere di Piero della Francesca o di Antonello da Messina. Il secondo, quello di un Rinascimento più tardo, che poi volge al Manierismo, abbandona l'idea iniziale dell'equilibrio, per realizzare una figura tormentata, costruita sullo schema della spirale e sulla pluralità dei punti di vista.



Piero della Francesca, Il Battesimo di Cristo, National Gallery, Londra,



Antonello da Messina, San Sebastiano, Gemialdegalerie, Dresda.

Quelle sopra sono due opere emblematiche del primo Rinascimento, nelle quali le figure sono costruite con l'estremo rigore della stesura prospettica. I corpi, quasi dei solidi geometrici, sono caratterizzati da un senso profondo dell'equilibrio.
Leggi Tutto... | 15316 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


IO E TE - Niccolò Ammaniti
Postato da Grazia01 il Sabato, 14 maggio @ 12:59:11 CEST (1423 letture)
Recensioni IV

Io e te

E' un romanzo breve, si legge tutto d'un fiato, la descrizione dei personaggi, specialmente del protagonista, e così minuziosa da portare il lettore a rivivere le sensazioni dell'adolescenza, anche se portate qui, al parossismo.
Leggi Tutto... | 1663 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Via Domiziana [ 2 commenti - 20 letture ]
 Il cuore mi batte troppo forte [ 1 commenti - 127 letture ]
 L'ombra [ 0 commenti - 44 letture ]
 La rabbia senza l'orgoglio [ 1 commenti - 79 letture ]
 La vita al tempo del covid 19 [ 0 commenti - 79 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 19
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 19:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 08:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 22:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 13:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 09:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 19:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy