Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 135
Totale: 135
Chi è online:
 Visitatori:
01: News
02: Home
03: Home
04: Home
05: News
06: coppermine
07: News
08: Stories Archive
09: News
10: coppermine
11: Home
12: Home
13: coppermine
14: coppermine
15: Stories Archive
16: Home
17: Home
18: News
19: Home
20: Home
21: Home
22: Home
23: Home
24: Home
25: Stories Archive
26: Home
27: Home
28: Stories Archive
29: Home
30: Home
31: Home
32: Search
33: Home
34: Home
35: Home
36: Stories Archive
37: Home
38: Home
39: Stories Archive
40: Home
41: Home
42: Home
43: Home
44: Home
45: Home
46: News
47: Search
48: Home
49: Forums
50: Home
51: Home
52: coppermine
53: Home
54: Search
55: Home
56: News
57: Home
58: Home
59: Home
60: Home
61: Home
62: Search
63: Forums
64: News
65: Home
66: Home
67: News
68: Home
69: coppermine
70: Home
71: Home
72: Forums
73: Home
74: coppermine
75: Home
76: Search
77: Home
78: Home
79: Stories Archive
80: coppermine
81: Home
82: Search
83: Home
84: Home
85: Home
86: Search
87: Home
88: News
89: Home
90: News
91: Home
92: Search
93: coppermine
94: Home
95: Home
96: Home
97: Stories Archive
98: News
99: Home
100: coppermine
101: Home
102: Home
103: Home
104: Home
105: Search
106: Home
107: coppermine
108: News
109: Home
110: Home
111: Home
112: coppermine
113: coppermine
114: Home
115: News
116: coppermine
117: Home
118: coppermine
119: Home
120: Home
121: News
122: Home
123: News
124: News
125: News
126: Home
127: Home
128: News
129: News
130: Home
131: Home
132: Home
133: Home
134: Home
135: coppermine

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9021
  · Viste: 1924041
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Il Re Travicello
Postato da Grazia01 il Lunedì, 30 maggio @ 12:18:29 CEST (2221 letture)
Poesie d'autore II


Il Re Travicello



Al Re Travicello
piovuto ai ranocchi,
mi levo il cappello
e piego i ginocchi;



Leggi Tutto... | 6431 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Impenetrabile e senza cuore di Joseph Conrad
Postato da Grazia01 il Domenica, 29 maggio @ 12:37:15 CEST (1132 letture)
Racconti III


Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù comuni, l'oceano ignora compassione, fede, legge, memoria. La sua incostanza può essere mantenuta conforme ai propositi umani solo con una risolutezza indomita, e con una vigilanza insonne, armata, gelosa, in cui, forse, c'é sempre stato più odio che amore. Odi et amo può ben essere la professione di fede di coloro i quali coscientemente o ciecamente hanno consegnato la propria esistenza al fascino del mare.
Leggi Tutto... | 3191 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Al sonno
Postato da Grazia01 il Venerdì, 27 maggio @ 12:24:37 CEST (1257 letture)
Poesie  e opere di Goethe




Al sonno


Tu che col tuo papavero
pieghi anche gli occhi degli dèi,
e spesso porti mendicanti al trono
e pastori alle loro fanciulle,


Leggi Tutto... | 1058 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


I PERSONAGGI di Verga - UNA PECCATRICE - EVA
Postato da Grazia01 il Giovedì, 26 maggio @ 19:41:01 CEST (1538 letture)
Racconti di Verga

Romantici, ad immagine del Verga ventenne, gli attori delle sue prime opere; profondi e straziatamente veri i "vinti" della maturità ereditati dalla sua terra.


UNA PECCATRICE



L'AMANTE SICILIANO , Pietro Brusio siciliano, protagonista di Una peccatrice, incarna quasi allo stato puro il mito del provinciale borghese teso alla conquista della gloria letteraria e dell'amore. L'aspetto esteriore è quello del siciliano focoso, secondo un cliché destinato a lunga vita:
Leggi Tutto... | 6331 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Cercami
Postato da r.chesini il Mercoledì, 25 maggio @ 19:13:12 CEST (1310 letture)
Le poesie e i pensieri di r.chesini II




Cercami



Sempre uguali sono le parole non dette

ma parlano le labbra e le pupille degli occhi




Leggi Tutto... | 1125 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La memoria delle immagini
Postato da Grazia01 il Martedì, 24 maggio @ 11:49:55 CEST (932 letture)
Riflessioni III



Esiste una memoria dei volti innata. Per un’antilope è vitale poter riconoscere come pericoloso il volto di un leone e dunque tentare di sfuggirlo, appena lo percepisce per la prima volta. Se il comportamento di fuga dovesse seguire un’esperienza vissuta realmente, quell’antilope perirebbe e la sua specie si estinguerebbe. Non appena vede un leone (e vale anche per altri nemici) scappa o almeno tenta di difendersi, anche se la lotta è impari e persino ridicola.
Leggi Tutto... | 2043 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


IL COMPOSITORE
Postato da Grazia01 il Martedì, 24 maggio @ 11:42:48 CEST (1102 letture)
Poesie di Auden



IL COMPOSITORE


Tutti gli altri traducono: il pittore
schizza un mondo visibile da amare o da respingere;
frugando nella sua vita, il poeta cerca
e trova quelle immagini che feriscono e legano.


Leggi Tutto... | 785 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Stella
Postato da Grazia01 il Lunedì, 23 maggio @ 21:20:15 CEST (1103 letture)
Poesie di Ungaretti







Stella


Stella, mia unica stella,
nella povertà della notte sola,
per me, solo, rifulgi,
nella mia solitudine rifulgi;
ma, per me, stella
che mai non finirai d'illuminare,
un tempo ti è concesso troppo breve,
mi elargisci una luce
che la disperazione in me
non fa che acuire.


Giuseppe Ungaretti

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il nudo nel seicento
Postato da Grazia01 il Lunedì, 23 maggio @ 12:53:03 CEST (1605 letture)
ARTE II
Continua da

Sculture di Gianlorenzo Bernini





Apollo e Dafne, Galleria Borghese, Roma // San Daniele, Santa Maria del Popolo, Roma.


Il nudo del Seicento

«ChiunqUe ami seguire le gioie della fuggitiva bellezza
riempie le proprie mani di fronde o, per dir meglio, gusta bacche amare».


Con queste parole, scritte, però, in latino, il cardinale Maffeo Barberini, futuro papa Urbano VIII (1623-1644), attribuisce un significato morale al mito di Apollo e Dafne eternato nel marmo dal genio di Gianlorenzo Bernini. La storia è nota attraverso il racconto delle Metamorfosi d'Ovidio cui volutamente rimanda l'uso della lingua dei padri da parte del cardinale. Innamorato perdutamente di Dafne, Apollo, che era stato centrato dalla freccia dorata di Eros, la insegue sperando di conquistare il suo amore. Purtroppo, però, il dispettoso Cupido, capriccioso tiranno dei sentimenti degli dei, aveva colpito la bella ninfa con uno strale di piombo, quello dell'amore non corrisposto. Correndo, Dafne pregava Gea, la madre Terra, di darle la forza per resistere alla foga di quell'impeto amoroso. La dea la esaudì e, non appena Apollo fece per stringere Dafne a sé, la bella ninfa si trasformò in un cespuglio d'alloro che altro non era che il significato del suo nome. Da allora, Apollo, in ricordo di quest'amore sfortunato, con un po' di rimpianto, userà cingersi il capo con un serto d'alloro, pianta prediletta del dio delle arti e della bellezza.



Pietro da Cortona e Ciro Ferri,
particolare dell'affresco nella sala di Giove, Palazzo Pitti, Firenze.


Questa e sculture del Bernini, esemplificano come nel Barocco si assista alla nascita di una nuova poetica e di un nuovo linguaggio espressivo nel quale il nudo svolge un ruolo centrale che si tratti di soggetti mitologici oppure di soggetti sacri.


La poetica del Barocco

Di sicuro, con quest'opera Bernini si laureò signore del Barocco nascente e artista prediletto della ricca corte del cardinale Scipione Borghese, il committente del gruppo marmoreo, nipote dell'allora pontefice Paolo V. Ma l'operazione artistica del porporato romano e dell'artista napoletano andava ben oltre la semplice illustrazione del mito classico. Quella che si veniva profilando con la realizzazione di quest'opera, era la definizione di una nuova poetica e, in definitiva, di un nuovo linguaggio, quello barocco appunto, nel quale il nudo svolgeva un ruolo centrale tanto nell'ambito dell'arte a soggetto profano quanto in quella a soggetto sacro. Se infatti la nudità del gruppo di Bernini era ampiamente giustificata dal mito e dai modelli classici, come l'Apollo del Belvedere di Leochares, cui l'artista seicentesco s'ispirò direttamente riprendendone la capigliatura e, in definitiva, il leggiadro atteggiamento, ritroviamo un'identica condizione, per rimanere a Brnini, nel Daniele della cappella Chigi in Santa Maria del Popolo a Roma. È vero che interpretata come metafora dell'anima salvata da Dio, la figura di Daniele è spesso rappresentata nuda, ma in questo caso, è solo il leone in basso che riconduce al soggetto biblico, altrimenti potrebbe trattarsi di un Ganimede rapito dall'aquila o un Niobide colpito da Apollo.





Pieter Paul Rubens, Tre Grazie, Museo del Prado, Madrid.

L'opera testimonia la forza del mito classico a cui si aggiunge una valenza sacra in riferimento al significato trinitario attribuito alle figure.

Leggi Tutto... | 10436 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lontano lontano
Postato da Grazia01 il Domenica, 22 maggio @ 22:08:21 CEST (3866 letture)
Video






Lontano lontano

Lontano lontano nel tempo
qualche cosa
negli occhi di un altro
ti farà ripensare ai miei occhi
i miei occhi che t'amavano tanto
Leggi Tutto... | 800 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PENTIMENTO
Postato da rosarossa il Sabato, 21 maggio @ 12:24:56 CEST (879 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VI
PENTIMENTO


Rose vermiglie freschi rampicanti
abbracciano il cancello d'una villa e in alto vanno
brilla di luce fra le verdi foglie




Leggi Tutto... | 1473 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Storia dell’aeroplano
Postato da Grazia01 il Venerdì, 20 maggio @ 18:47:10 CEST (2477 letture)
Poesie per la pace I




Storia dell’aeroplano


E i fratelli Wright dissero che pensavano di aver
inventato
qualcosa che poteva portare pace sulla terra
quando la loro meravigliosa macchina volante prese
il volo a Kitty Hawk


Leggi Tutto... | 2815 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PENSIERI CIV / CXI - Giacomo Leopardi
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 maggio @ 18:49:48 CEST (1172 letture)
Poesie di Leopardi e altre opere II



Pensieri


CIV.

L'educazione che ricevono, specialmente in Italia, quelli che sono educati (che a dir vero, non sono molti), è un formale tradimento ordinato dalla debolezza contro la forza, dalla vecchiezza contro la gioventù. I vecchi vengono a dire ai giovani: fuggite i piaceri propri della vostra età, perché tutti sono pericolosi e contrari ai buoni costumi, e perché noi che ne abbiamo presi quanti più abbiamo potuto, e che ancora, se potessimo, ne prenderemmo altrettanti, non ci siamo più atti, a causa degli anni. Non vi curate di vivere oggi; ma siate ubbidienti, sofferite, e affaticatevi quanto più sapete, per vivere quando non sarete più a tempo. Saviezza e onestà vogliono che il giovane si astenga quanto è possibile dal far uso della gioventù, eccetto per superare gli altri nelle fatiche. Della vostra sorte e di ogni cosa importante lasciate la cura a noi, che indirizzeremo il tutto all'utile nostro. Tutto il contrario di queste cose ha fatto ognuno di noi alla vostra età, e ritornerebbe a fare se ringiovanisse: ma voi guardate alle nostre parole, e non ai nostri fatti passati, né alle nostre intenzioni. Così facendo, credete a noi conoscenti ed esperti delle cose umane, che voi sarete felici. lo non so che cosa sia inganno e fraude, se non è il promettere felicità agl'inesperti sotto tali condizioni.
Leggi Tutto... | 4774 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


CUORE DI BUFFONE
Postato da Grazia01 il Giovedì, 19 maggio @ 15:22:01 CEST (1214 letture)
Poesie di Rimbaud



CUORE DI BUFFONE


Il mio triste cuore sbava a poppa,
il mio cuore coperto di trinciato:
su di lui sputano schizzi di zuppa,
mio triste cuore che sbava a poppa:



Leggi Tutto... | 1155 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il mondo che percepiamo
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 maggio @ 20:59:27 CEST (1021 letture)
Pensieri, aforismi e citazioni IV





"Noi creiamo il mondo che percepiamo,
non perché non esiste realtà fuori dalla nostra mente,
ma perché scegliamo e modifichiamo la realtà che vediamo
in modo che si adegui alle nostre convinzioni
sul mondo in cui viviamo.
Si tratta di una funzione necessaria
al nostro adattamento e alla nostra sopravvivenza"

Gregory Bateson (1904-1980)
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Benvenuta carola66
Postato da Grazia01 il Martedì, 17 maggio @ 08:19:20 CEST (1006 letture)
Messaggi II


Un cordiale benvenuto a carola66, ora Casatea è anche casa tua.
In attesa di vedere quanto vorrai proporre, ti porgo i miei migliori saluti.

Grazia
a nome dello staff
Leggi Tutto... | 327 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Till Death us Do Part
Postato da Paolo il Lunedì, 16 maggio @ 21:52:16 CEST (1531 letture)
Le opere di Paolo II
Jerome scrisse ‘Three Men in a Boat (To Say Nothing of the Dog) nell’estate londinese del 1889. A detta dello stesso autore, egli era ispirato dall’amore per la giovane moglie Georgina Henriette Stanley. Voleva scrivere un manuale turistico da viaggio lungo il Thames della sua infanzia e produsse un romanzo, per altro di grande successo. Speriamo che lo scritto odierno, ispirato dall’amore per alias Isabella Jones chiesta in moglie, sia degno di lui. Egli sedeva allo scrittoio con veduta su Londra avvolta in una nebbia dorata e anche le luci notturne gli risultavano familiari. Le intenzioni si giudicano per la loro onestà e la semplicità produce spesso, insieme al nuovo, anche il bene.


Leggi Tutto... | 3402 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


IL NUDO NEL RINASCIMENTO
Postato da Grazia01 il Lunedì, 16 maggio @ 21:34:46 CEST (1519 letture)
ARTE II
Continua da


IL NUDO NEL RINASCIMENTO
la stagione rinascimentale, che dal punto di vista cronologico ha esordi diversi in Europa, vive l'impiego del nudo alla luce del recupero della bellezza classica, ma con un diverso approccio e con diversi risultati stilistici enucleabili in due distinti periodi storici.



Giambologna, Mercurio, Museo azionale del Bargello, Firenze.

La scultura esprime chiaramente il nuovo spirito del tardo Rinascimento, quando, alla linearità e all'equilibrio compositivo, si sostituisce una elaborazione dinamica e tormentata della figura.
Il primo, quello più propriamente rinascimentale, che giunge fino al momento della morte di Raffaello (1520), è caratterizzato dalla ricerca dell'equilibrio e della compostezza della figura, che porta all'idealizzazione della forma, come accade, per esempio, nelle opere di Piero della Francesca o di Antonello da Messina. Il secondo, quello di un Rinascimento più tardo, che poi volge al Manierismo, abbandona l'idea iniziale dell'equilibrio, per realizzare una figura tormentata, costruita sullo schema della spirale e sulla pluralità dei punti di vista.



Piero della Francesca, Il Battesimo di Cristo, National Gallery, Londra,



Antonello da Messina, San Sebastiano, Gemialdegalerie, Dresda.

Quelle sopra sono due opere emblematiche del primo Rinascimento, nelle quali le figure sono costruite con l'estremo rigore della stesura prospettica. I corpi, quasi dei solidi geometrici, sono caratterizzati da un senso profondo dell'equilibrio.
Leggi Tutto... | 15316 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


IO E TE - Niccolò Ammaniti
Postato da Grazia01 il Sabato, 14 maggio @ 12:59:11 CEST (1459 letture)
Recensioni IV

Io e te

E' un romanzo breve, si legge tutto d'un fiato, la descrizione dei personaggi, specialmente del protagonista, e così minuziosa da portare il lettore a rivivere le sensazioni dell'adolescenza, anche se portate qui, al parossismo.
Leggi Tutto... | 1663 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


la parola
Postato da Grazia01 il Giovedì, 12 maggio @ 20:54:01 CEST (923 letture)
Poesie e altro di Dickinson




...Muore la parola
appena è pronunciata:
così qualcuno dice.
Io invece dico
che comincia a vivere
proprio in quel momento.



Emily Dickinson

Biografia
commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


FRESCA FONTE DELL'AMORE
Postato da rosarossa il Mercoledì, 11 maggio @ 18:39:55 CEST (1005 letture)
Le poesie e i pensieri di Rosarossa VI



FRESCA FONTE DELL'AMORE


Vivo in campagna con gli alberi,
la terra, gli animali.
Mi alzo molto presto la mattina


Leggi Tutto... | 908 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


La storia
Postato da Grazia01 il Martedì, 10 maggio @ 20:44:29 CEST (1259 letture)
Poesie di Montale



La storia


I

La storia non si snoda
come una catena
di anelli ininterrotta.
In ogni caso
molti anelli non tengono.


Leggi Tutto... | 1471 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


PENSIERI XCVIII / CIII - Giacomo Leopardi
Postato da Grazia01 il Martedì, 10 maggio @ 20:33:05 CEST (1233 letture)
Poesie di Leopardi e altre opere II



Pensieri


XCVIII.

Simile alla soprascritta osservazione è la seguente, che ognuno che abbia o che abbia avuto alquanto a fare cogli uomini, ripensando un poco, si ricorderà di essere stato non molte ma moltissime volte spettatore, e forse parte, di scene, per dir così, reali, non differenti in nessuna maniera da quelle che vedute ne' teatri, o lette ne' libri delle commedie o de' romanzi, sono credute finte di là dal naturale per ragioni d'arte. La qual cosa non significa altro, se non che la malvagità, la sciocchezza, i vizi d'ogni sorte, e le qualità e le azioni ridicole degli uomini, sono molto più solite che non crediamo, e che forse non è credibile, a passare quei segni che stimiamo ordinari, ed oltre ai quali, supponghiamo che sia l'eccessivo.
Leggi Tutto... | 7015 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La modestia e l'umiltà non vanno confusi.
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 maggio @ 21:41:03 CEST (1254 letture)
Riflessioni di Francesco Alberoni II

La televisione, Internet, gli sms hanno ridotto il nostro vocabolario, ma ogni parola è un concetto, un'idea, un mondo. Ha un contenuto inconfondibile. Perdendola rinunciamo ad un frammento della nostra intelligenza e della nostra sensibilità. Non ci sono sinonimi. Prendiamo come esempio tre parole che spesso usiamo una per l'altra: modestia, riservatezza, umiltà.
Leggi Tutto... | 2123 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Festa di maggio
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 maggio @ 09:07:31 CEST (1325 letture)
Poesie  e opere di Goethe



Festa di maggio


Come splende radiosa
la natura ai miei occhi!
Come brilla il sole,
come ridono i campi!


Leggi Tutto... | 926 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il nostro benvenuto a nian34
Postato da Grazia01 il Lunedì, 09 maggio @ 08:22:52 CEST (922 letture)
Messaggi II


Un cordiale benvenuto a nian34, ora Casatea è anche casa tua.
In attesa di vedere quanto vorrai proporre, ti porgo i miei migliori saluti.

Grazia
a nome dello staff
Leggi Tutto... | 327 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il nudo nel Medioevo
Postato da Grazia01 il Sabato, 07 maggio @ 21:14:15 CEST (1253 letture)
ARTE II
continua da...




Il nudo nel Medioevo








In questo particolare della miniatura dei fratelli Lìmbourg, per il codice Les très riches heures del duca di Berry, conservato al Musée Condé di Chantilly,
Adamo accoccolato in una posa decisamente osé.


L’abolizione dei giochi olimpici nel 394 d.C. da parte di Teodosio il Grande, l'ultimo sovrano a riunire sotto un unico scettro i vasti territori dell'Impero non ancora spezzettati dalle varie realtà politiche locali di matrice barbarica, ha il sapore del suggello di un'epoca. Non solo, infatti, la pratica sportiva avrebbe preso quell'indirizzo circense di derivazione romana che ben presto si sarebbe trasformato nel gusto per il torneo medievale, il palio e la corsa con i carri, ma avrebbe contribuito a una riconsiderazione del ruolo della nudità nella struttura sociale. Già nell'ambito della stessa antichità, infatti, si deve rilevare una sostanziale differenza fra la posizione greca che, come si è visto, caricava il nudo di valori alti e positivi e quella romana.




L'Inferno, particolare del mosaico nel Battistero di Firenze.

In quest'opera, eseguita da mosaicisti su disegno di Coppo di Marcovaldo, si notano un forte risalto plastico impresso al corpo umano e un senso della monumentalità nelle composizioni dei gruppi.

Lungi dall'essere proni sulle posizioni culturali greche, i Romani, non di rado, le osservavano con diffidenza, almeno per quanto riguarda gli usi e i costumi. Del resto, la mentalità dei padroni del mondo antico era legata alla frugalità di comportamenti e alla sobrietà dei costumi che, di fatto, contrastavano con l'esibizione del proprio corpo sia pure per motivi sportivi, "Combattimenti greci" li chiamavano i Romani, con un'aria di disprezzo, riferendosi all'agone olimpionico. Questo senso di pudicizia, però, non era così genuino come voleva apparire e, non di rado, coloro che di giorno sentenziavano negativamente sul costume deplorevole dei Greci di correre nudi, la notte, a teatro, chiedevano a gran voce il denudamento delle mime (le ballerine) che avveniva alla fine di alcuni spettacoli teatrali. In ogni caso, dopo il 394 e per il lungo periodo medievale, la posizione della società di allora nei confronti del nudo mutò radicalmente, anche se non nei termini voluti dai nostri luoghi comuni.
Leggi Tutto... | 10695 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


BRUXELLES D'INVERNO
Postato da Grazia01 il Sabato, 07 maggio @ 15:39:12 CEST (1314 letture)
Poesie di Auden


BRUXELLES D'INVERNO


Vai per le fredde strade, aggrovigliate come
un vecchio spago, giungi a fontane tacite
nel gelo, e la città ti sfugge; ha perso tutte
le qualità che dicono "Io sono una Cosa".


Leggi Tutto... | 1496 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Wystan Hugh Auden
Postato da Grazia01 il Sabato, 07 maggio @ 15:16:40 CEST (3656 letture)
Biografie IX

Terzogenito di George Augustus, medico di buona cultura e animo gentile, e della dispotica Rosalie Bicknell, ex infermiera che in gioventù voleva andare missionaria in Africa, Wystan Hugh Auden nasce a York, North Yorkshire, il 21 febbraio 1907, e cresce a Solihull, nelle West Midlands, circondato da un paesaggio industriale destinato a ritornare con insistenza nella sua poesia. Dal 1915 al 1920 studia alla St. Edmund's School di Hindhead (Surrey), dove stringe la prima grande amicizia, col futuro romanziere e memorialista Christopher Isherwood (1904-1986); e dal 1920 al 1925 alla Gresham's School di Holt, nel Norfolk (uno «stato fascista», dirà più tardi di quella scuola). Infine, dal 1925 al 1928 è a Oxford, al Christ Church, dapprima come studente di biologia, poi di scienze politiche, filosofia, economia, e ben presto di inglese; ma senza brillare particolarmente in nessuna materia.
Leggi Tutto... | 9041 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Per te mamma
Postato da r.chesini il Venerdì, 06 maggio @ 17:38:27 CEST (1214 letture)
Le poesie e i pensieri di r.chesini II



Per te mamma



Ho cercato un fiore

in un giardino speciale




Leggi Tutto... | 834 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 Attenzione alle anime intense, profonde e antiche [ 0 commenti - 13 letture ]
 I dialetti [ 0 commenti - 9 letture ]
 La trama di "Ettore Fieramosca" di Massimo d'Azeglio [ 0 commenti - 19 letture ]
 ROGGIA VECCHIA (detta anche Rusa Végia) [ 0 commenti - 8 letture ]
 Una bella storia [ 0 commenti - 6 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Ultimi messaggi
Last 10 Forum Messages

Bentornato carissimo signor Paolo
Last post by Grazia01 in Messaggi on Lug 05, 2017 at 13:33:15

Il mio benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Feb 21, 2013 at 20:40:04

Il nostro benvenuto a samei
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Ago 22, 2012 at 07:42:26

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mag 03, 2012 at 21:20:53

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Apr 08, 2012 at 18:22:04

Benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Mar 21, 2012 at 09:38:09

Il nostro benvenuto
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Dic 02, 2011 at 23:31:20

Benvenuta in Casatea
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 29, 2011 at 14:12:49

Benvenuto Jael
Last post by Grazia01 in Presentatevi on Nov 28, 2011 at 10:46:15

domanda
Last post by Grazia01 in Informazioni on Nov 04, 2011 at 20:06:58


Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy