Toggle Content Menu Principale

Toggle Content Info Utente

Benvenuto Anonimo

(Registrati)

Iscrizioni:
Ultimo: dada
Nuovi di oggi: 0
Nuovi di ieri: 0
Complessivo: 246

Persone Online:
Iscritti: 0
Visitatori: 272
Totale: 272
Chi è online:
 Visitatori:
01: coppermine
02: Home
03: Home
04: Home
05: coppermine
06: coppermine
07: Search
08: Stories Archive
09: Home
10: Home
11: Home
12: Home
13: News
14: Home
15: Home
16: Home
17: Home
18: Home
19: Home
20: News
21: Home
22: Home
23: Home
24: Stories Archive
25: coppermine
26: Home
27: coppermine
28: Home
29: Home
30: Home
31: coppermine
32: Home
33: Home
34: Home
35: Home
36: Home
37: Home
38: Home
39: coppermine
40: Home
41: Home
42: Home
43: Statistics
44: Home
45: Home
46: Home
47: Home
48: Home
49: Your Account
50: News
51: Home
52: Home
53: Home
54: Home
55: coppermine
56: Search
57: Home
58: Home
59: Home
60: Home
61: Home
62: News
63: Home
64: Home
65: Home
66: Home
67: coppermine
68: Home
69: Home
70: Home
71: Search
72: Forums
73: Home
74: Home
75: Home
76: Home
77: Home
78: News
79: Home
80: Home
81: Home
82: Home
83: coppermine
84: Home
85: Home
86: Home
87: Home
88: Home
89: Home
90: Home
91: Home
92: coppermine
93: Home
94: Search
95: Home
96: Home
97: Home
98: Home
99: News
100: Search
101: Home
102: Stories Archive
103: Home
104: Home
105: Stories Archive
106: News
107: Home
108: Home
109: Home
110: Home
111: Home
112: Home
113: Search
114: Home
115: Home
116: Home
117: Home
118: Home
119: Stories Archive
120: Home
121: News
122: Home
123: coppermine
124: Home
125: Home
126: Home
127: Home
128: Home
129: Home
130: Home
131: Home
132: coppermine
133: Home
134: coppermine
135: coppermine
136: Stories Archive
137: Home
138: coppermine
139: Home
140: Home
141: Forums
142: Home
143: coppermine
144: Home
145: Statistics
146: News
147: Home
148: Home
149: coppermine
150: Stories Archive
151: Home
152: Search
153: Stories Archive
154: Home
155: Home
156: coppermine
157: Home
158: Home
159: Home
160: Home
161: Home
162: Home
163: Stories Archive
164: News
165: Home
166: Home
167: Home
168: Home
169: Home
170: Home
171: Home
172: Search
173: Search
174: coppermine
175: Home
176: Home
177: coppermine
178: Home
179: Home
180: Stories Archive
181: Home
182: coppermine
183: Home
184: Home
185: Home
186: Home
187: Home
188: Home
189: Home
190: News
191: Home
192: Stories Archive
193: Home
194: Home
195: Home
196: News
197: Home
198: Home
199: Home
200: Forums
201: Home
202: Home
203: Forums
204: News
205: coppermine
206: News
207: Home
208: Home
209: Home
210: Home
211: Home
212: Stories Archive
213: Home
214: Home
215: Home
216: Home
217: Home
218: coppermine
219: Home
220: Home
221: Home
222: Home
223: Home
224: Home
225: Home
226: Home
227: Home
228: Home
229: Home
230: Home
231: Home
232: Home
233: coppermine
234: Search
235: coppermine
236: Home
237: Forums
238: coppermine
239: Home
240: Home
241: Home
242: Home
243: Home
244: Home
245: Home
246: Home
247: Home
248: News
249: Search
250: Home
251: Home
252: Home
253: Search
254: News
255: Home
256: coppermine
257: Home
258: Home
259: Home
260: Home
261: Home
262: Home
263: News
264: coppermine
265: Home
266: coppermine
267: Home
268: Home
269: News
270: Home
271: Home
272: Home

Staff Online:

Nessuno dello Staff è online!

Toggle Content Coppermine Stats
coppermine
 Albums: 171
 Immagini: 9048
  · Viste: 1924121
  · Voti: 431
  · Commenti: 60

Toggle Content *
Segui maktea1 su Twitter


Toggle Content Autori
Poesie d'autore, poesie inedite, Biografie, immagini e molto altro...: Antologia di Spoon River

Cerca in questo Argomento:   
[ Vai alla Home | Seleziona un nuovo Argomento ]

Willie Pennington
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 23 aprile @ 18:22:13 CEST (1343 letture)
Antologia di Spoon River








Willie Pennington


Mi chiamavono il gracilino, il sempliciotto,
perché i miei fratelli erano forti e belli,
mentre io, ultimo figlio di genitori ormai avanti negli anni,
ho ereditato solo le briciole della loro forza.
Ma loro, i miei fratelli, furono divorati
dalla furia della carne, che io non ebbi,
spolpati dall’attività dei sensi, che io non ebbi,
induriti dalla crescente lascivia delle passioni, che io non ebbi,
pur guadagnandosi nome e ricchezze.
Poi io, il gracile, il sempliciotto,
rimasto nell’angolo,
ebbi una visione, e molti ebbero una visione per mio tramite,
senza sapere che il tramite ero io.
Così germogliò un albero
da me, semplice seme di senape.

Edgar Lee Masters



commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Thomas Trevelyan
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 05 marzo @ 13:43:02 CET (1440 letture)
Antologia di Spoon River









Thomas Trevelyan


Leggendo in Ovidio la triste storia di Iti,
Figlio dell'amore di Tereo e di Procne, ucciso
dalla passione colpevole di Tereo per Filomela,
la sua carne imbandita a Tereo da Procne,
e l'ira di Tereo, implacabile contro l'assassina
finché gli dei trasformarono Filomela in usignolo,
liuto della luna che sorge, e Procne in rondine!
O uomini e artisti dell'Ellade nei secoli remota,
che suggellaste in piccoli turiboli sogni e saggezza,
incenso inestimabile, eternamente fragrante,
il cui soffio illumina gli occhi dell'anima!
Come respirai la sua dolcezza qui a Spoon River!
Il turibolo s'aprì quando ebbi vissuto e appreso
che tutti noi uccidiamo i figli dell'amore, e tutti noi,
non sapendo quel che facciamo, ne divoriamo la carne;
e tutti noi ci mutiamo in cantori, benché ciò accada
solo una volta nella vita, o ci mutiamo-ahimè!-in rondini,
pigolanti tra i venti freddi e le foglie che cadono!

Edgar Lee Masters

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Mabel Osbome
Postato da Grazia01 il Venerdì, 16 agosto @ 19:09:44 CEST (1979 letture)
Antologia di Spoon River





Mabel Osbome

Passano davanti a te dicendo:
«Il geranio ha bisogno d'acqua».
E io, che avevo felicità da condividere
e anelavo di condividere la tua felicità;
io che ti amavo, Spoon River,
e agognavo il tuo amore,
ti appassii sotto gli occhi, Spoon River -
assetata, assetata,
resa muta dalla castità dell'anima nel chiedere l'amore,
a te che sapevi e mi vedesti perire
come questo geranio che qualcuno ha piantato su di me,
e ha lasciato morire.

Edgar Lee Masters

traduzione di Letizia Ciotti Miller

Leggi Tutto... | 783 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Whedon, direttore di giornale
Postato da Grazia01 il Lunedì, 10 giugno @ 18:42:19 CEST (909 letture)
Antologia di Spoon River




Whedon, direttore di giornale

Essere in grado di vedere ogni lato di ogni questione;
essere in ogni settore, essere tutto, essere nulla che duri;
pervertire la verità, abbracciarla per uno scopo,
sfruttare i grandi sentimenti e le passioni della famiglia umana
per bassi disegni, per scaltre finalità,
portare una maschera come gli attori greci -
il vostro giornale di otto pagine - dietro cui vi rannicchiate,
urlando nel megafono dai caratteri cubitali:
«Sono io, il gigante».
In tal modo anche vivendo l'esistenza di un ladro,
avvelenato dalle parole anonime
della vostra anima clandestina.
Gettare lordura sullo scandalo, per denaro,
ed esumarlo ai quattro venti, per vendetta,
o vendere giornali,
calpestando reputazioni, o corpi, se necessario,
per vincere ad ogni costo, salva la vostra vita.
Gloriarsi in un potere demoniaco, minando la civiltà,
come un ragazzo paranoico mette un ceppo sulle rotaie
e deraglia il direttissimo.
Essere un direttore, come io ero.
Poi giacere qui vicino al fiume oltre il punto
dove la fogna scorre dal villaggio,
e le scatole vuote e l'immondizia vengono gettate,
e gli aborti nascosti.

Edgar Lee Masters

Antologia di Spoon River

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Lyman King
Postato da Grazia01 il Venerdì, 26 aprile @ 11:55:00 CEST (1426 letture)
Antologia di Spoon River






Lyman King

Tu puoi credere, viandante, che il Fato
sia un abisso fuori di te stesso,
attorno a cui puoi camminare
usando previdenza e saggezza.
Così tu credi, vedendo le vite degli altri
come chi, alla maniera di Dio, si piega su un formicaio,
pensando di sapere come evitare le loro difficoltà.
Ma vai dentro alla vita:
col tempo tu vedrai che il Fato s'avvicina
nella forma della tua stessa immagine allo specchio;
o sederai solo presso il focolare,
e d'improvviso la sedia accanto a te avrà un ospite,
e tu conoscerai quell'ospite,
e leggerai l'autentico messaggio nei suoi occhi.


Edgar Lee Masters

Traduzione di Letizia Ciotti Miller

Leggi Tutto... | 729 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Serepta Mason
Postato da Grazia01 il Domenica, 14 aprile @ 11:39:48 CEST (1143 letture)
Antologia di Spoon River







Serepta Mason

La corolla della mia vita avrebbe potuto sbocciare da ogni lato
se un vento crudele non avesse tarpato i miei petali
sul lato che voi nel villaggio potevate vedere.
Dalla polvere innalzo una voce di protesta:
il mio lato in fiore non lo vedeste mai!
Voi che vivete, siete davvero degli sciocchi,
voi che non conoscete le vie del vento
e le forze invisibili
che governano il processo della vita.


Edgar Lee Masters

commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un blasfemo
Postato da Grazia01 il Mercoledì, 30 gennaio @ 21:05:03 CET (1482 letture)
Antologia di Spoon River






Wendell P. Bloyd
(Un blasfemo)


Cominciarono ad accusarmi di libertinaggio,
non essendoci leggi antiblasfeme.
Poi mi rinchiusero per pazzo,
e qui un infermiere cattolico mi uccise di botte.
La mia colpa fu questa:
dissi che Dio mentì ad Adamo, e gli assegnò
di condurre una vita da scemo,
d'ignorare che al mondo c'è il bene e c'è il male.
E quando Adamo imbrogliò Dio mangiando la mela
e si rese conto della menzogna,
Dio lo scacciò dall'Eden per impedirgli di cogliere
Il frutto della vita immortale.
Santo cielo, voi gente assennata,
ecco ciò che Dio stesso ne dice nel Genesi:
«E il Signore Iddio disse: Ecco che l'uomo
è diventato come uno di noi» (un po' d'invidia, vedete)
«a conoscere il bene e il male» (la menzogna che tutto sia bene!);
«e allora, perché non allungasse la mano a prendere
anche dell'albero della vita e mangiarne, e non vivesse eterno;
per questo il Signore Iddio lo scacciò dal giardino dell'Eden».
(La ragione per cui io credo che Dio crocifiggesse suo figlio,
per uscire da quel brutto pasticcio, è che ciò è proprio degno di Lui).

Traduzione di
Fernada Pivano
Leggi Tutto... | 4196 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Francis Turner
Postato da Grazia01 il Martedì, 08 gennaio @ 11:07:46 CET (4381 letture)
Antologia di Spoon River











Francis Turner

Io non potevo correre né giocare
quand'ero ragazzo.
Quando fui uomo, potei solo sorseggiare alla coppa,
non bere -
perché la scarlattina mi aveva lasciato il cuore malato.
Eppure giaccio qui
blandito da un segreto che solo Mary conosce:
c'è un giardino di acacie,
di catalpe e di pergole addolcite da viti -
là, in quel pomeriggio di giugno
al fianco di Mary -
mentre la baciavo con l'anima sulle labbra,
l'anima d'improvviso mi fuggì.

Traduzione di Letizia Ciotti Miller
Leggi Tutto... | 652 bytes aggiuntivi | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 5


Mary McNeely
Postato da Grazia01 il Venerdì, 07 dicembre @ 11:21:23 CET (1039 letture)
Antologia di Spoon River






Mary McNeely


Viandante,
amare è trovare la propria anima
attraverso l'anima dell'amato.
Quando l'amato si ritrae dalla tua anima
allora tu l'hai perduta.
È scritto: «Ho un amico,
ma il mio dolore non ha amici.»
Perciò i miei lunghi anni -di solitudine a casa di mio padre,
cercando di riconquistarmi
e trasformare il mio dolore in un sé più elevato.
Ma c'era mio padre con i suoi dolori,
seduto sotto l'albero di cedro,
un'immagine che mi s'affondò nel cuore infine
portandovi profondissima quiete.
Oh, voi anime che avete reso la vita
fragrante e bianca come tuberose
dal suolo scuro della terra,
eterna pace!

Edgar Lee Masters
Leggi Tutto... | 753 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Il dottor Siegfried Iseman
Postato da Grazia01 il Giovedì, 22 novembre @ 16:34:00 CET (1169 letture)
Antologia di Spoon River


«Si direbbe che per Lee Masters la morte - la fine del tempo -
è l'attimo decisivo che dalla selva dei simboli personali ne ha staccato uno con violenza,
e l'ha saldato, inchiodato per sempre all'anima.»

Cesare Pavese



Il dottor Siegfried Iseman

Dissi, quando mi consegnarono il diploma,
dissi a me stesso che sarei stato buono
e saggio e caritatevole col prossimo;
dissi che avrei trasportato il Credo cristiano
nella pratica della medicina!
Ma, non so come, il mondo e gli altri dottori
subodorano ciò che si ha in cuore non appena si prende
questa magnanima risoluzione.
E il sistema è pigliarvi per fame
Da voi non verranno che i poveri.
Voi vi accorgerete troppo tardi che fare il dottore
non è che un modo di guadagnarsi la vita.
E quando siete povero e dovete reggere
il Credo cristiano e la moglie e i figli
tutto sulla vostra schiena, è troppo!
Ecco perché fabbricai l'Elisir di Giovinezza,
che mi portò alla prigione di Peoria
bollato come truffatore e imbroglione
dall'integerrimo Giudice Federale!

Edgar Lee Masters
Leggi Tutto... | 1745 bytes aggiuntivi | commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Un giudice
Postato da Grazia01 il Martedì, 13 novembre @ 11:43:34 CET (877 letture)
Antologia di Spoon River







Il giudice Selah Lively



Immaginate di essere alto cinque piedi e due pollici
e di aver cominciato come garzone droghiere
finché, studiando legge di notte,
siete riuscito a diventar procuratore.
E immaginate che, a forza di zelo
e di frequenza in chiesa,
siate diventato l'uomo di Thomas Rhodes,
quello che raccoglieva obbligazioni e ipoteche
e rappresentava le vedove
davanti alla Corte. E che nessuno smettesse
di burlarsi della vostra statura, e deridervi per gli abiti
e gli stivali lucidi. Infine
voi diventate il Giudice.
Ora Jefferson Howard e Kinsey Keene
e Harmon Whitney e tutti i pezzi grossi
che vi avevano schernito, sono costretti a stare in piedi
davanti alla sbarra e pronunciare «Vostro Onore»-
Be' non vi par naturale
Che gliel'abbia fatta pagare?

Lee Masters


Un giudice


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Frank Drummer
Postato da Grazia01 il Martedì, 06 novembre @ 22:07:49 CET (923 letture)
Antologia di Spoon River





Frank Drummer

Un matto

Tu prova ad avere un mondo nel cuore
e non riesci ad esprimerlo con le parole,
e la luce del giorno si divide la piazza
tra un villaggio che ride e te, lo scemo, che passa,
e neppure la notte ti lascia da solo:
gli altri sognan se stessi e tu sogni di loro

E sì, anche tu andresti a cercare
le parole sicure per farti ascoltare:
per stupire mezz'ora basta un libro di storia,
io cercai di imparare la Treccani a memoria,
e dopo maiale, Majakowsky, malfatto,
continuarono gli altri fino a leggermi matto.

E senza sapere a chi dovessi la vita
in un manicomio io l'ho restituita:
qui sulla collina dormo malvolentieri
eppure c'è luce ormai nei miei pensieri,
qui nella penombra ora invento parole
ma rimpiango una luce, la luce del sole.

Le mie ossa regalano ancora alla vita:
le regalano ancora erba fiorita.
Ma la vita è rimasta nelle voci in sordina
di chi ha perso lo scemo e lo piange in collina;
di chi ancora bisbiglia con la stessa ironia
"Una morte pietosa lo strappò alla pazzia".


Lee Masters
Antologia di Spoon River



Leggi Tutto... | 1 commento | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


La collina
Postato da Grazia01 il Lunedì, 05 novembre @ 16:57:04 CET (977 letture)
Antologia di Spoon River










La collina

Dove sono Elmer, Herman, Bert, Tom e Charley,
l'abulico, l'atletico, il buffone, l'ubriacone, il rissoso?
Tutti, tutti, dormono sulla collina.

Uno trapassò in una febbre,
uno fu arso nella miniera,
uno fu ucciso in rissa,
uno morì in prigione,
uno cadde da un ponte lavorando per i suoi cari-
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dove sono Ella, Kate, Mag, Edith e Lizzie,
la tenera, la semplice, la vociona, l'orgogliosa, la felice?
Tutte, tutte, dormono sulla collina.

Una morì di un parto illecito,
una di amore contrastato,
una sotto le mani di un bruto in un bordello,
una di orgoglio spezzato, mentre anelava al suo ideale,
una inseguendo la vita, lontano, in Londra e Parigi,
ma fu riportata nel piccolo spazio con Ella, con Kate, con Mag-
tutte, tutte dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dove sono lo zio Isaac e la zia Emily,
e il vecchio Towny Kincaid e Sevigne Houghton,
e il maggiore Walker che aveva conosciuto
uomini venerabili della rivoluzione?
Tutti, tutti, dormono sulla collina.

Li riportarono, figlioli morti, dalla guerra,
e figlie infrante dalla vita,
e i loro bimbi orfani, piangenti-
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.

Dov'è quel vecchio suonatore Jones
Che giocò con la vita per tutti i novant'anni,
fronteggiando il nevischio a petto nudo,
bevendo, facendo chiasso, non pensando né a moglie né a parenti,
né al denaro, né all'amore, né al cielo?
Eccolo! Ciancia delle fritture di tanti anni fa,
delle corse di tanti anni fa nel boschetto di Clary,
di ciò che Abe Lincoln
disse una volta a Springfield.


Lee Masters
Antologia di Spoon River



commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ernest Hyde
Postato da Grazia01 il Sabato, 03 novembre @ 23:36:50 CET (1085 letture)
Antologia di Spoon River









Ernest Hyde

La mia mente era uno specchio:
vedeva ciò che vedeva, sapeva ciò che sapeva.
In gioventù la mia mente era solo uno specchio
in un vagone èhe correva veloce,
afferrando e perdendo frammenti di paesaggio.
Poi con il tempo
grandi graffi solcarono lo specchio,
lasciando che il mondo esterno penetrasse,
e il mio io più segreto vi affiorasse,
Poiché questa è la nascita dell'anima nel dolore,
una nascita con vincite e perdite.
La mente vede il mondo come cosa a sé,
e l'anima unisce il mondo al proprio io.
Uno specchio graffiato non riflette immagine -
e questo è il silenzio della saggezza.

Da Antologia di Spoon River
Edgar Lee Masters


commenti? | Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico | Voto: 0


Ciao


Toggle Content Registrati...

Toggle Content Ultimi arrivi

Toggle Content Ultimi articoli
 A VOLTE IN CERTI CAUSALI MOVIMENTI [ 0 commenti - 9 letture ]
 Spiegami la fioritura [ 0 commenti - 12 letture ]
 Dal manuale del nomade [ 0 commenti - 28 letture ]
 Tu non ricordi [ 0 commenti - 31 letture ]
 Mattino di settembre [ 0 commenti - 32 letture ]

[ Altro nella News Section ]

Toggle Content Sondaggio
Come migliorare e rendere più agibile il sito?




Risultati :: Sondaggi

Voti: 20
Commenti: 1

Toggle Content Solidarietà

Toggle Content Messaggio

Questo sito contiene anche testi e immagini presi dal web, se avessimo violato, per errore, diritti d'autore o copyright, preghiamo di avvisarci, sarà nostra cura provvedere all'immediata cancellazione. Scrivere a maktea@tiscali.it


Toggle Content Poeti e scrittori noi

Toggle Content POESIE A TEMA

Toggle Content Varie

Network: Web Agency Milano | Scopri i migliori programmi per siti web
Interactive software released under GNU GPL, Code Credits, Privacy Policy